Creato da mary679 il 06/02/2008

Io.. Extra Terrestre

pensieri su come vedo la vita..

 

ummm... GNAM GNAM..

Post n°100 pubblicato il 05 Giugno 2009 da mary679
 
Tag: Ricette

Eccovi un pò di ricette gustose.. che spero di fare presto!!

Insalata di polpo e fagioli cannellini

2 polpi da circa 1/2 Kg l'uno
300 gr di fagioli cannellini
prezzemolo
2 limoni
Olio extra vergine di oliva.


Far riprendere in acqua per una nottata i fagioli cannellini, levarli dall'acqua, asciugarli quindi lessarli in acqua bollente per circa 4o minuti (senza sale se no diventano duri).

Pulire i polpi eliminando le interiora e il becco, levargli gli occhi aiutandosi con un coltellino, inserirlo quindi in una pentola coprire aggiungendo acqua sino quasi a coprire i polpi. Tagliare a meta' un limone aggiungerlo quindi al polpo. Accendere il fuoco e far bollire per circa 20 minuti.

Al termine della cottura estrarre il polpo e tagliarlo a pezzi piu' o meno grossi, trasferire i pezzi ottenuti in una terrina, aggiungere i fagioli cancellini precedentemente cotti e il prezzemolo precedentemente tritato.
Condire quindi con sale, pepe, olio di oliva e il succo di un limone.

Pasta e fagioli ai frutti di mare

Ingredienti (per 4 persone):

2 barattoli di fagioli borlotti in scatola (500 gr sgocciolati)
400 gr di misto mare congelato
(seppioline, calamaretti e gamberetti, vongole e cozze sgusciate)
200 gr di pasta all’uovo fresca (maltagliati)
30 gr di cipolla
2 spicchi di aglio
2 cucchiai di passata di pomodoro
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 rametto di rosmarino
½ bicchiere di vino bianco
sale e pepe nero q.b.
peperoncino q.b. (facoltativo)

Scongelate i molluschi e sciacquateli con cura.

In una tegame fate imbiondire l’aglio e la cipolla, poi aggiungete il pesce e lasciatelo cuocere a fuoco basso e con coperchio per circa 40 minuti (non è necessario aggiungere acqua, sarà sufficiente quella rilasciata dai molluschi). Se gradite il piccante, unite ora il peperoncino tritato.

Quando tutta l’acqua sarà evaporata bagnate con il vino bianco e fatelo sfumare. Togliete gli spicchi d’aglio. Salate secondo i vostri gusti.

Nel frattempo, sgocciolate i fagioli e versateli in una pentola con 1 lt e ½ d’acqua e portateli a bollire. Unite il pesce e la passata di pomodoro ai fagioli, aromatizzate con un rametto di rosmarino e mescolate per amalgamare i sapori.

Lasciate sobbollire per circa 15 minuti in modo da far disfare parzialmente i fagioli. Regolate di sale ed eliminate il rametto di rosmarino.  Aggiungete la pasta e lasciatela cuocere.

Servite la pasta e fagioli ai frutti di mare ben calda e "densa" spolverizzandola, a piacere, con del pepe macinato al momento.

 
 
 

Ci siamo..

Post n°99 pubblicato il 28 Maggio 2009 da mary679
 

Ci siamo mai sentiti in colpa per aver guardato le persone della nostra età ed aver pensato: "non posso sembrare così vecchio/a????"

Ero seduta in sala d´attesa per il mio primo appuntamento con un nuovo
dentista, quando ho notato che il suo diploma era affisso al muro.

C'era scritto il suo cognome, e improvvisamente mi sono ricordata di un
gran ragazzone moro che portava quello stesso cognome. Era nella mia classe di liceo 20 anni prima, e mi sono chiesta se poteva essere lo stesso ragazzo per il quale avevo "sbavato" all´epoca.


Quando sono entrata nello studio, ho immediatamente allontanato questo
pensiero: quell'uomo brizzolato, stempiato e con il viso segnato da profonde rughe era troppo vecchio per essere stato il mio amore segreto...


Dopo avermi visitato, gli ho chiesto se aveva studiato al tale Liceo.

'Si', mi ha risposto.
'Quando si è diplomato?', gli ho chiesto.
'Nel 1974. Perché questa domanda?', rispose.
'Allora era nella mia classe', ho esclamato!

E allora questo orribile vecchio, piccolo, stronzo e figlio di puttana mi ha chiesto: 'Lei era professoressa di cosa?'...

 
 
 

Barze

Post n°98 pubblicato il 21 Maggio 2009 da mary679
 

Due direttori d’orchestra, uno milanese ed uno napoletano, si incontrano.
Il milanese si vanta:
Ho tenuto un concerto alla Scala: c’erano tutte le autorità, il sindaco, il prefetto, il vescovo... ho ricevuto mezz’ora di applausi! E’ venuta giù la madunina: dovevi vedere come piangeva…
E il napoletano:
- Davvero? Io ho tenuto un concerto a Roma, in San Pietro: c’erano tutte le autorità, il Presidente della Repubblica, il Papa, vescovi, cardinali... Ho ricevuto un’ora di applausi! E’ venuto Gesù in persona e mi ha detto: `Complimenti, chisto si che è nu concerto! No come chillo strunz `e Milano che ha fatte chiagnere a mammà

 

   

 

Un mago lavorava su una nave da crociera.

Dal momento che il pubblico cambiava ogni settimana, il mago faceva sempre e sempre gli stessi trucchi.

C'era solo un problema: il pappagallo del capitano vedeva gli spettacoli ogni settimana e cominciava a capire come il mago eseguisse i trucchi.

Una volta che il pappagallo capiva, cominciava a urlare furiosamente nel mezzo dello show: "Guardate, non e' il solito cappello!! Guardate, sta' nascondendo i fiori sotto il tavolo. Ehi, perchè tutte quelle carte sono assi di spade?"

Il mago era furioso ma non poteva fare nulla: dopotutto, era il pappagallo del capitano.

Un brutto giorno la nave affondò.

Il mago si trovò su un pezzo di legno nel mezzo al mare con, destino volle, proprio il pappagallo.

Si fissavano con odio ma senza proferire parola.
E questo andò avanti per un giorno, poi per un altro e un altro ancora.
Alla fine, al quarto giorno, il pappagallo non si poté più trattenere:

"OK, mi arrendo, dove cazzo hai nascosto la nave?!"

 

 
 
 

Cornetti alla Mortadella

Post n°97 pubblicato il 20 Maggio 2009 da mary679
 
Tag: Ricette

E visto che ormai sono diventata una casalinga anche io vi posto qualche ricettina interessante .. ummm gnam gnam..

Ingredienti: (per circa 12 cornetti):

300 gr. di farina 00
5 -6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1/4 di cubetto di lievito di birra
sale 140 gr. di acqua
Mortadella o salame


Esecuzione:
Sciogliere il lievito nell'acqua , unire tutti gli ingredienti (tranne la mortadella) e ottenere un impasto sodo ed elastico.
Stendere l'impasto abbastanza sottile e ottenere dei quadrati di circa 10 - 12 cm. che dovranno essere tagliati a metà, su ogni triangolo mettere una fettina di mortadella e arrotolare partendo dal lato più largo, dando la forma di un cornetto, appoggiarli su una teglia con carta forno e far lievitare.
Infornare in forno già caldo fino a che risultano leggermente dorati.

 
 
 

In Gomorra, Saviano ci aveva avvertito che le case degli Abruzzesi erano piene di sabbia..

Post n°95 pubblicato il 19 Maggio 2009 da mary679
 

Davvero toccante rileggere ora, dopo la tragedia in Abruzzo, le parole di Saviano nel libro "Gomorra".

Aprite a pagina 236 e leggete:

Io so e ho le prove. So come è stata costruita mezz'Italia. E più di mezza. Conosco le mani, le dita, i progetti.
E la sabbia. La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli. Quartieri, parchi, ville.
A Castelvolturno nessuno dimentica le file infinite dei camion che depredavano il Volturno della sua sabbia.
Camion in fila, che attraversavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma. Erano riusciti a rimanere, a resistere senza emigrare e sotto i loro occhi gli portavano via tutto.
Ora quella sabbia è nelle pareti dei condomini abruzzesi, nei palazzi di Varese, Asiago, Genova.

Indovinate da chi è stato costruito il nuovo ospedale dell'Aquila venuto giù come fosse di cartapesta?

Impregilo! Si, sempre lei.
La stessa che ha causato l'emergenza rifiuti a Napoli.
La stessa che è riuscita a incrementare esponenazialmente le spese per i lavori della TAV con i quali ha causato danni ambientali enormi. La stessa che lavora sulla Salerno-Reggio Calabria e proprio in questi giorni ha chiesto e ottenuto un prolungamento della consegna dei lavori di altri tre anni, ottenendo ovviamente altri fondi.
La stessa che ha vinto l'appalto per la costruzione del Ponte di Messina.
La stessa che dovrà costruire sul nostro territorio le centrali nucleari.
La stessa i cui vertici sono stati indagati a tutto spiano.

E' l'Impregilo che ha costruito l'ospedale San Salvatore dell'Aquila caduto come se fosse di cartapesta.

Chi diavolo è questa società dell'enorme potere che sta devastando la nostra terra?
Anche questa volta nessuno parlerà di lei?
Anche questa volta la passerà liscia?

Rabbia. Rabbia. Rabbia.

 
 
 
Successivi »
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

Che le pulci di mille cammelli
infestino il sedere di colui che
ti rovina la giornata
e che le sue braccia
siano troppo corte per grattarsi..
Buona giornata!

 

Mai giudicare
una caramella
dalla carta

 che l'avvolge

 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIME VISITE AL BLOG

maxolino80vw3_2578cleopatra6116aletortafambroPerturbabiIecast68Studiolegaledimasiserri88signorina61corrimichiFranco259nicholasmarangoniroby64dgl7indypal
 
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.