Creato da boezio62 il 05/12/2009

Esercizi di memoria

Ricordi accidentali

 

 

Jeanne.(Et Jules.Et Jim)

Post n°437 pubblicato il 31 Luglio 2017 da boezio62
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pensava 'Questa volta sara' diverso,i pianeti sono allineati'."Ho bisogno di te" lei diceva e questo gli bastava.Poi la ruota fece il suo giro,le incomprensioni crebbero fino a scontrasi con la diversita' dell'altro.Ancora una volta tornava il rifiuto della diversita'.I 'bisogni' inappagati."Ho bisogno che tu sia cosi'".All'inizio lui non ci credeva,sperava che almeno lei,in questo universo,fossi diversa.Non bastavano quei flebili,comprensivi 'Si ,ho capito come sei'.Non si puo' essere diversi da se' stessi,almeno non troppo,non per molto.Quando siamo 'liberi', mal tolleriamo l'alterita' di chi ci vive a fianco.Alternative?
Lei gli disse"Ok.Proviamoci.Anzi provaci.Ma è per te,capisci? Posso concederti un'accettazione condizionata:un 'percorso di cambiamento',di crescita" Sembrava una cosa saggia,detta cosi.Pero',stabilire come sei  e insegnarti un percorso,beh,capi'che non sarebbe piu' stato lui a decidere quando funzionava,ne' quando sarebbe finito.Fini'sotto scacco perche' mosse e ruoli erano definiti in quel gioco di figure.
La conclusione temuta arrivo' al primo attrito: 'Ecco vedi,torni indietro.Non cambi mai' e venne rigettato nella sua maledetta inadeguatezza.Sentiva una volonta' silenziosa di stabilire distanze che diventavano sempre piu' grandi,incolmabili.Un pensiero gli ritorno' tra i tanti. "Eppure mi ricordo che le piacevo o almeno cosi diceva".Poi se n'è andata,dice che lui è cambiato.E' felice,lo immaginavo.Meglio cosi'.Beh,mi torna in mente un vecchio amico,Woody Allen.

 

Ellie: “Il nostro matrimonio non andava da nessuna parte”.
Val: “E da che parte vuoi che vadano i matrimoni? Dopo un pò stanno lì, e basta!”.

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Dissolvenze

Post n°436 pubblicato il 05 Luglio 2017 da boezio62
 

 

 

 

 

 

Christian Schloe

 

 

 

Or keep your eyes on the road and live there familiar, without you and I

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel silenzio

Ogni cosa vola via.

Farfalle d'estate.

 

 

 

 

 

 
 
 

Melomani.

Post n°435 pubblicato il 02 Luglio 2017 da boezio62
 

 

 

 

 

Landscape_with_View_on_the_River_Wye_by_Thomas_Jones.jpg (1199×900)

 

 

Una sera fresca d'estate.L'aria della melodia,leggera ed emozionante.Un orchestra areniana,l'insieme imponente di due corali,lo scenario ottocentesco.E il ricordo di care persone contagiate per tutta la vita dal Melodramma italiano,stasera vorrei fossero qui,.Un groppo in gola mentre le note avvolgono ogni cellula dell'aria.
Mi sembra di risentirli mentre con un sorriso e un lieve mormorio accompagnano le note delle mille arie amate della nostra lirica.Giannino che ricorda ogni passaggio ed ogni parola e Adriano,inflessibile loggionista della Scala che sorridera' da lassu' ripensando a quando mi spiegava ogni dettaglio operistico.E io,giovane,non potevo cogliere quell'Amore sconfinato per le storie e l'arte,i sentimenti di un mondo oggi antico,allora modernissimo e vitale.Adriano e la sua intelligenza vivissima,il suo spirito elettrizzante,ironico,popolare e colto insieme,milanese e mantovano.Ciao,caro cugino.

AT17

 

 

 

 

"L’orgoglio è tutto italiano. Per la musica, “che non morirà mai”, per il fraseggio, irresistibile nel mettere le ali a una felicità sincera e genuina, fresca e possibile. Per la melodia: ampia, distesa, a tratti contagiosa, molto più che un balsamo per lenire le ferite. Una finestra spalancata sui sogni, sull’aria limpida e tersa di un mattino d’azzurro, su una cantabile freschezza tutta italiana, non ci sono dubbi. Pietro Mascagni, che meraviglia.Nell'incanto di un Sogno" di Pino Pignatta.

 

 

 
 
 

waterfront

Post n°434 pubblicato il 23 Aprile 2017 da boezio62
 

 

 

 

 

Eli

 

 

E' il destino di ogni storia.La tua,una,mille,diecimila.La passione e la paura dell'abbandono.
Il sogno e il timore che tutto finisca senza un motivo.Il grande gioco delle relazione smette di girare.Resta il segno di qualche attimo.Di felicita'.Di sabbia.

E' bello il mare,in questo giorno d'Aprile.

"Ecco i ricordi...arrivano ad ondate...scavando dentro anni di perdite e scoperte"

AT17

 

 

 

 

 

Fronte Del Porto

Sulle dune d'una spiaggia al tramonto
Messaggi tracciati nella sabbia
Sotto un'errabonda dimora di stelle
Le mani dei ragazzi si cercano
E' un modo per mostrarsi uomini
Nei bar della Catalogna
Furono strappati a una nave che affondava
E salvati per ultimi



La pioggia sul fronte del porto
Entra a fiotti nel mio cuore
Ecco i ricordi, giungono a ondate
Scavando dentro anni di perdite e scoperte
E anche se mi piacerebbe ridere
Di tutto quello che mi ha elevato 
In qualche modo resta il segno

Guardo il treno avanzare a tutto vapore
Mentre affronta una curva
Vagoni vuoti deragliano
E precipitano verso la fine
Così il mondo s'allontana stilla a stilla
E mentre il vino ti dà alla testa
Angeli presuntuosi ti additano e ridono

"Stavolta il tuo dio è morto"

Il nostro amore è abbastanza forte?

 

 

 

 

 
 
 

...

Post n°433 pubblicato il 14 Aprile 2017 da boezio62
 

 

 

 

 

 

 

 

 

You're likely to make


The grandest mistakes


You suffer alone


In the skin and the bones

 

 

 

 

 

 

 

 

 

«Nel mondo reale tutti soffriamo da soli; la vera empatia è impossibile.Ma se un’opera letteraria ci permette, grazie all’immaginazione, di identificarci con il dolore dei personaggi, allora forse ci verrà più facile pensare che altri possano identificarsi con il nostro.Questo è un pensiero che nutre, che redime: ci fa sentire meno soli dentro».

David Foster Wallace

 

 

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

UNA NOTA SUI COMMENTI

Ogni commento rispettoso dei contenuti e delle persone è gradito.Non sempre rispondero'. A volte,anzi spesso, un commento è una sensazione,un'emozione,un racconto chiuso in se'.E se non vi sara' altro da aggiungere,non rispondero'.Non per spocchia o maleducazione,non per fare differenze.Perche' sara' giusto rispettarne la compiutezza.Perche' è giusto rispettare chi l'ha scritto.

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

Non lo so,ognuno fa' le sue esperienze.A volte...
Inviato da: boezio62
il 12/08/2017 alle 12:25
 
E' arrivato.....finalmente.;)
Inviato da: boezio62
il 12/08/2017 alle 12:23
 
...thanks.
Inviato da: boezio62
il 12/08/2017 alle 12:22
 
Questo Spazio delicato, diverso dagli altri. Complimenti.
Inviato da: fleurbleu17
il 10/08/2017 alle 00:06
 
coming soon ...
Inviato da: several1
il 05/08/2017 alle 16:49
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Lisa20141lacey_munroNarcysseboezio62lucillabrunaFanny_WilmotilehaStolen_wordsamorino11fleurbleu17Elemento.Scostantemaandraxmoschettiere62several1
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

VIVERE ANCORA...

 

In un abbraccio,in un attimo...

 

RICORDO LE TUE PAROLE...

 

 

"Sotto occhi senza sguardo e dita mai in riposo

il particolare è frantumato in polvere fino a farsi uomo.

Quando ebbi il mio volere?

Oh,non da quando incomincio' la vita."

W. B. YEATS

 

 

.

C'ero soltanto.
C'ero.

Intorno mi cadeva la neve
..

Ko

 

C'ero soltanto.

C'ero.

Intorno mi cadeva la neve

 

Kobayashi Issa