Community
 
Morven61
   
 
Creato da Morven61 il 04/10/2009

Morven

Sul sentiero dell'antica magia

 

 

Magia egizia

Post n°194 pubblicato il 21 Aprile 2014 da Morven61

 

Gli Egizi erano i  maestri di magia del mondo antico. Le loro credenze magiche erano profondamente intrecciate con la loro religione e la loro politica, e nessun’altra cultura ha avuto un tale e profondo effetto sulla teoria e le pratiche magiche sia dell’Oriente che dell’Occidente. Si diceva che i maestri di magia egizi dividessero le acque dei laghi, trasformassero bastoni in serpenti, predicessero il futuro con grande precisione e sostenessero di comandare agli stessi dèi di obbedire al loro volere.

I maghi, come gli scribi, godevano di un’alta considerazione ed erano sotto la protezione dello stesso Thot. Molti degli antichi maghi praticavano l’alchimia ed erano versati nei poteri curativi e magici delle gemme e dei cristalli.

 

 

 
 
 

Maat

Post n°193 pubblicato il 15 Aprile 2014 da Morven61

 

Maat , la dea della verità e della giustizia, era responsabile di mantenere il giusto ordine ed equilibrio nell’universo. Maat era figlia di Ra, che l’aveva creata per stabilire l’unità e l’ordine nel mondo. Era raffigurata come una donna che portava sul capo una piuma di struzzo. Era onnipotente, anche sopra il re che, per guadagnarsi la vita eterna, doveva governare con verità e giustizia.

 

 

 
 
 

Seth

Post n°192 pubblicato il 07 Aprile 2014 da Morven61

 

Seth era il dio del male, dell’oscurità e del deserto, ed era quindi l’altro lato di Osiride, che rappresentava la fertilità del Nilo e il grano. Assumeva spesso la forma di un serpente o era raffigurato con la testa del suo animale sacro, una creatura dai lunghi orecchi appuntiti e una coda biforcuta.

 

 

 
 
 

Thot

Post n°191 pubblicato il 30 Marzo 2014 da Morven61

 

Thot era l’antico dio egizio della luna e del sapere. Rea anche dio della matematica, responsabile del calcolo del tempo. Inventò la scrittura e il calendario ed era il patrono degli scribi e dei maghi. Era anche il signore dei magici geroglifici. E’ spesso raffigurato come un uomo dalla testa di ibis o come un babbuino. L’ibis e il babbuino sono gli animali sacri a Thot.

 

 

 
 
 

Horo

Post n°190 pubblicato il 25 Marzo 2014 da Morven61

 

Horo era l’antico dio egizio del cielo, rappresentato come un falco o un uomo dalla testa di falco. I suoi occhi erano il  sole e la luna  e le sue ali si potevano stendere a coprire tutto il cielo.  Era spesso associato all’aspetto mattutino di Ra, e venerato come Ra- Harakhte.

 

 

 
 
 

Iside

Post n°189 pubblicato il 20 Marzo 2014 da Morven61

 

Iside rappresenta la moglie e madre ideale. Come madre di Horo, che era incarnato nel faraone, Iside venne associata alla regina madre. Iside era una grande maga, i cui poteri le erano stati insegnati da Thot. Di solito è raffigurata come una donna con un trono come corona. Si diceva che l’inondazione del Nilo fosse provocata dalle lacrime di Iside alla morte di Osiride.

 

 

 
 
 

Osiride

Post n°188 pubblicato il 15 Marzo 2014 da Morven61

 

Osiride diventò uno degli dèi più importanti e popolari dell’antico Egitto soprattutto perché prometteva ai credenti non appartenenti alla casa reale che la salvezza e la resurrezione della morte erano per tutti, poveri e ricchi. Originariamente, egli era identificato con ogni faraone morto e suo figlio Horo era identificato con il suo successore.

Osiride sposò la sorella Iside e suo fratello Seth sposò l’altra sorella, Nefti. Secondo la leggenda, Osiride era originariamente un re terreno. Osiride governò saggiamente, insegnando al suo popolo l’agricoltura e le arti. Ma suo fratello Seth era geloso e giurò di ucciderlo. Invitò Osiride a una festa e mostrò agli ospiti un bellissimo sarcofago, promettendo che chiunque ci fosse stato esattamente dentro ne sarebbe diventato il proprietario. Osiride entrò nel sarcofago e questo gli si adattava perfettamente. Seth chiuse ermeticamente il coperchio e, assieme ai suoi seguaci, gettò il sarcofago nel Nilo.

Iside cercò il marito e alla fine scoprì il sarcofago a Byblos, sulla costa fenicia. Riportò il corpo di Osiride in Egitto e concepì un figlio dal marito morto, nascondendosi tra le canne delle paludi del delta del Nilo mentre aspettava la nascita del figlio. . Seth scoprì il corpo di Osiride, lo fece a pezzi e li disperse per tutto l’Egitto in modo che non potesse mai ritornare in vita. Ma Iside lo cercò di nuovo e, assistita da Nefti, ricompose il corpo do Osiride e, con le sue arti magiche, riportò in vita il marito.Quando fu cresciuto, il loro figlio Horo, lottò contro Seth per vendicare il padre. I giudici divini, tra i quali Thot, dio della sapienza, si riunirono nella grande sala del giudizio e decisero che Osiride non doveva più diventare un re vivente, ma l’eterno re e giudice dell’Aldilà. Osiride era anche il  dio della vegetazione, della fertilizzante inondazione del Nilo, e del grano, e quindi rappresentava la morte annuale della terra e la rinascita con l’inondazione. Di solito è raffigurato come un uomo avvolto nelle bende da mummia.

 

 

 
 
 

Il culto del sole

Post n°187 pubblicato il 12 Marzo 2014 da Morven61

 

Durante il Regno Antico fu elaborato un culto ufficiale del sole. Sotto il patronato reale, il dio del sole venne identificato con Khepre al mattino, con Ra a mezzogiorno e con Atum alla sera. Ogni mattina, Ra cominciava il suo viaggio attraverso i cieli nella sua barca solare. Di notte, sotto forma di un uomo-dio dalla testa di ariete, attraversava la Duat (l’Aldilà)  per riemergere nuovamente a est alla mattina. Il culto di Ra crebbe e i re cominciarono a includere il titolo “Figlio di Ra” nel loro linguaggio. In alcuni miti, Ra è considerato il padre di Osiride.Quando il potere reale cominciò a declinare, verso la fine del Regno Antico, la popolarità del culto del sole, che era associato al re piuttosto che al popolo, fu sostituito nel corso delle dinastie successive, dal popolare dio Osiride. Nel  Nuovo Regno, ci fu un revival del potere solare, quando i re della diciottesima dinastia elevarono Ammone al rango di un dio creatore e lo collegarono con l’antico culto di Ra per farne la divinità suprema dello stato, Ammon-Ra.

 

 

 
 
 

Il Nilo e il sole

Post n°186 pubblicato il 09 Marzo 2014 da Morven61

 

La mitologia e la magia egizia erano basate sulla totale dipendenza degli Egizi dalle acque del Nilo e dal sole. A  causa della scarsità delle precipitazioni piovose, la vita dipendeva dall’annuale inondazione del Nilo, che copriva entrambe le rive con fertile limo, in modo che poteva crescere una striscia verde di coltivazioni. La vicinanza della terra fertile a vaste distese desertiche impresse sulla psiche egizia la vicinanza della vita e della morte, una vicinanza echeggiata nell’annuale cielo di morte e rinascita della terra con l’inondazione. Questo forgiò la magia e le credenze degli Egizi, la sua civiltà rimase virtualmente inalterata per più di 3000 anni da circa il 3100 al 30 a.C. , a parte la graduale evoluzione delle idee durante i tre grandi periodi della storia egiziana: il Regno Antico, il Regno Medio, e il Regno Nuovo.

 

 

 
 
 

L’angelo nella sfera di cristallo

Post n°185 pubblicato il 03 Marzo 2014 da Morven61

 

John Dee credeva che nella sfera di cristallo apparissero angeli e demoni che offrivano buoni e cattivi consigli. Al giorno d’oggi, questo non è accettabile né desiderabile. Il controllo da parte di un altro essere, sia da un’altra dimensione o da una provenienza terrena, ci nega il potere di crearci il nostro futuro. Tuttavia, vedere un essere angelico interiore o una guida spirituale interiore nella sfera di cristallo può essere un appoggio positivo per la cristallomanzia. Se vi sedete in silenzio con il vostro cristallo nel crepuscolo,  potete vedere il vostro “angelo” o la vostra “guida” del tutto spontaneamente. Esso può essere un personaggio ricorrente nei vostri sogni o che avete sentito vicino a voi fin dall’infanzia, un angelo, una monaca, una  zingara o un saggio cinese. Questo può rappresentare una parte di voi stessi, forse una forma di una vita precedente o un simbolo di saggezza e protezione. Potete usare il vostro “angelo nella sfera di cristallo”  ogni qual volta usate la sfera di cristallo o forse anche soltanto quando siete stanchi e ansiosi. Potete sentire parole di incoraggiamento o di rassicurazione nella vostra testa. Ascoltate la saggezza che proviene dal profondo dentro di voi e può essere in grado di attingere alla sapienza di altri tempi o altri luoghi.

 

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

Tieni a mente Artemisia, quello che hai dichiarato

Quello che hai stabilito alla grande denuncia.

Il tuo nome è Una, tu la più antica delle erbe, potente

Contro il trenta e contro il tre,

potente contro la malignità di ciò che vola,

potente contro la Lei abietta che passa sulla terra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

O abitante delle

Terre aride;

Segreto custode

Della rugiada;

Con le mani

Nessuno ti può toccare

Ma io posso arrivare

A toccare il tuo cuore.

Radici affondatevi

Rami allungatevi

Per la forza

Di questa rima.

Cresci, ora, cactus,

Questo è il momento!

 

 

AREA PERSONALE

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 32
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Possiate avere le stelle nei vostri occhi

 

 

 

Il nostro cuore conosce la Via Stellare del Sogno, capace di elevarci al di sopra dei nostri affanni e capace di dare risposta ai nostri perché dal momento in cui ci apriamo al suo potere creativo.