Community
 
MsZeta
   
 

Abbasso i Cuoricini!

Dovevano dircelo da piccole che non va mai come nei romanzi d'amore...

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

LA MIA MUSICA DI OGGI

Mai come ieri
Mario Venuti e Carmen Consoli

 

I MIEI LINK PREFERITI

I LIBRI DEL MOMENTO

I problemi del millennio - Keith Devlin

Lo sto leggendo su richiesta
Non amo il genere ma incuriosisce


La vita, l'Universo e tutto quanto - Douglas Adams

Lo leggo dopo la "Guida
galattica per gli autostoppisti"

 

 

 

Notizie medie, notizie belle e una doccia bugiarda.

Post n°8 pubblicato il 26 Ottobre 2011 da MsZeta
 
Tag: diario, me, vita

Notizia Media

In questi giorni il mio dolore di base sfiora il 93% ... quasi come l'umidità a Venezia in certe albe estive. Questo comporta un allungamento notevole dei tempi standard per fare qualsiasi cosa nel quotidiano e una conseguente diminuzione proporzionale dei momenti solo miei.
E' anche il motivo per cui non sono riuscita a ricavarmi il tempo per scrivere.

 

Notizia Bella (anzi: bellissima!)

Ho avuto un risultato di un esame medico che mi faceva parecchio preoccupare, vista la presenza di "un corpo estraneo" misterioso, troppo piccolo per pensare ad Alien.
Intervento, tolto quello, nel frattempo ne sono comparsi due subito vicino.
Risultato: un bello spavento, ma alla fine si scopre che sono una produttrice autonoma di questi piccoli e invisibili intrusi, ma che non si tratta di un cancro (mi spiace se qualcuno ora sobbalza leggendo "cancro", ma io sono abituata a dare il nome esatto alle cose, non amo i giri di parole inutili).
A questo punto non mi resta che capire se sono commercializzabili e poi cercherò di farne un business per diventare milionaria!

 

Doccia bugiarda

Da ieri abbiamo acceso il riscaldamento e stamattina volevo farmi una doccia prima di andare al lavoro.
Entro, abbasso la bocchetta (o come cavolo si chiama) per non morire sotto l'acqua gelata e giro il miscelatore completamente verso l'acqua calda.
Mi metto nella posizione del loto per attendere i soliti 3 minuti prima che arrivi ad una temperatura decente ma... miracolo... dopo 5 secondi l'acqua è già perfetta. Non ci posso credere e comincio subito a farmela scorrere addosso.
Altri 10 secondi di voluttuoso calore e subito IL GELO!!!
Ululavo talmente forte che avranno creduto al ritorno dei lupi nei boschi vicini...

Ghiaccioli

 
 
 

Corse, corse e ancora corse!

Post n°7 pubblicato il 16 Ottobre 2011 da MsZeta
 

Gatto nella centrifuga

Finalmente mi fermo un momento e posso scrivere. Da mercoledi ad oggi mi sento come un gatto messo nella centrifuga!

Alcuni avvenimenti salienti: al lavoro mi hanno assegnato all'improvviso un intero gruppo da seguire per lo start up, una delle pompe del seminterrato si è bloccata e ha creato un laghetto per le paperelle, la lavatrice è inutilizzabile finchè il tecnico non sblocca la pompa quindi devo fare la bella lavanderina o andare da mia suocera.

Il vertice è stato venerdi, giorno che doveva essere di ferie, ma la sera prima mi hanno chiesto la presenza in orario 13/15 per via del nuovo gruppo che seguo.

Inizio con sveglia alle 6.15, rassetto cucina, dato che la sera prima ero spalmata e non avevo fatto nulla.
Esce il mio compagno per un impegno e io intanto stravolgo 2 stanze per fare spazio al lavoro dell'elettricista che arriva oggi.
Nel frattempo lui torna e riparte per il dentista, io preparo il pranzo.
Torna il mio compagno e mi aiuta a finire gli spostamenti di mobili.
Lo riporto dal dentista, torno a casa e pranzo.
Mi chiama perchè ha finito prima del previsto, corro a prenderlo così mi porterà lui al lavoro e potrà tenere l'auto.
Mi preparo rapidissima: il CERN doveva studiare me per vedere come si supera la velocità della luce, altro che neutrini!
Mentre stiamo chiudendo a chiave la porta di casa mi arriva un sms dal lavoro: il gruppo che dovevo seguire non è completo, quindi tutto rinviato alla prossima settimana (vaff... ho fatto le corse!).
Visto che ho "guadagnato" 3 ore libere, mi merito quasi mezz'ora di relax.
Poi il mio compagno va a prendere il bimbo a scuola e io sto con l'elettricista e lo seguo nei lavori che deve farci.
Finisce alle 18.30, pulisco tutto e rimettiamo in ordine la mobilia spostata.
Già che ci sono, mentre cucino la cena decido di stirare un poco.
Cado secca a letto alle 9.15 e mi addormento di schianto...

 

Il momento comico della giornata è stato quando il mio compagno rientrava col bimbo. L'elettricista (che lo conosce da tempo) lo ha salutato dicendogli:
Meno male che non sei arrivato 10 minuti fa, sennò ci trovavi insieme sul letto!
Lui, io e il bimbo ci siamo guardati per 2 secondi e poi siamo scoppiati a ridere fino alle lacrime...

Per la cronaca, eravamo davvero sul letto insieme, ma cercavamo di incastrare insieme il puzzle dei pezzi di un lampadario Ikea che avevo disteso su un telo.

 
 
 

Quesito 1: i benefici del sesso.

Post n°6 pubblicato il 11 Ottobre 2011 da MsZeta
 

Prendo spunto da considerazioni nate oggi al lavoro e vado con ordine partendo dalle premesse personali, visto che a volte è bene spiegare quale significato esatto si attribuisce alla parole per far capire le sfaccettature al meglio possibile.

"Fare l'amore" per me non è lo stesso che "fare sesso": al primo attribuisco la presenza di sentimenti necessari per definirlo tale, mentre nel secondo semplicemente non sono previsti.
Questo non comporta nessuna considerazione morale (del tipo fare l'amore=giusto, fare sesso=sbagliato), ma semplicemente cambia il background della situazione: sesso lo si può fare con un perfetto sconosciuto, l'amore implica un coinvolgimento emotivo.

Yin and yang

Detto questo ecco le ipotesi di partenza

  1. Userò la parola sesso intendendo sesso o amore indifferentemente e considerandolo sempre soddisfacente... insomma, alla grande!
  2. Le persone di solito dopo aver fatto sesso si sentono bene, moooolto bene.
  3. Parlerò di sesso visto non solo come "valvola di sfogo".

Io mi sento desiderata, apprezzata e sparisce completamente il pensiero dell'aspetto fisico perchè fare sesso mi fa sentire bella, ma proprio tanto tanto bella.
Insomma, mi vengono concesse un bel tot di fette di prosciutto da mettere sugli occhi, per cui non vedo più i miei difetti. Il massimo della perfezione sarebbe se le fette in questione venissero tolte direttamente dalle mie cosce!...

Comunque le donne sono maestre nel notare quello che in loro non va in modo spietato, creandosi mille ansie. Anche una donna oggettivamente bellissima (e non è certo il mio caso) può farsi venire complessi che Freud nemmeno si è mai sognato di prendere in considerazione!

Oggi si parlava di questo, del fatto che ognuna di noi dovrebbe sentirsi bella senza dover chiedere conferme a nessuno, ma che tutte le mie colleghe la pensano esattamente come me: fare sesso fa sentire belle senza doversi autoconvincere, "senza se e senza ma".

Per un uomo c'è una sensazione equivalente?
Non mi azzardo a scrivere nessuna ipotesi, dato che non faccio parte della categoria, ma mi piacerebbe davvero conoscere qualche opinione per capire...
E per le donne che passano di qua: la sensazione di cui ho parlato vi appartiene, è diversa, c'è anche altro?

L'ho scritto nel profilo che mi piace confrontarmi, chi ha voglia di lasciare un commento?

 

 
 
 

Certe cose fanno riflettere...

Post n°5 pubblicato il 08 Ottobre 2011 da MsZeta
 

 

Stasera solo un passaggio veloce per raccontarvi una scena di mercoledi.

Casa, famiglia riunita, dopo cena, momento delle chiacchiere rilassate.
Il mio uomo accende il pc, mostra a me e al suo bimbo di 10 anni queste immagini

Musicassetta

 

Matita

e ci chiede: Cos'hanno a che fare?

 

Io capisco subito il nesso, mi viene la ridarella al pensiero e lo contagio.
Il bimbo ci guarda sorridendo e candidamente ci chiede stupito:
ma la prima immagine cos'è?

 

E' in questi momenti che capisci quanto passa veloce il tempo...

Arrrggh!

 

 

PS   Vi prego, ditemi che anche voi avete capito il collegamento!!

 
 
 

Ma la serenitÓ Ŕ anestetica?

Post n°3 pubblicato il 06 Ottobre 2011 da MsZeta
 
Foto di MsZeta

Qualche giorno fa una splendida persona, che è fra i miei affetti più cari, ha deciso assieme al marito di lanciarsi in un nuovo progetto lavorativo e mi ha detto una frase che mi ha fatto molto pensare:

Che bello avere di nuovo un sogno, un obiettivo da portare avanti insieme. C'è tutto un fermento di idee, di voglia di fare. Ci si sente di nuovo vivi, attivi.

Sono giovani, hanno una bimba piccola, il lavoro. Curano la loro coppia, la casa e gli amici con amore e attenzione preziosa. Hanno appena passato un lunghissimo periodo di problemi che descrivere come enormi è davvero poco.

Quello che mi ha colpito non è l'entusiasmo per questo progetto, ma sono le parole "ci si sente di nuovo vivi" e da qui mi è nata la riflessione.

Quand'è che il quotidiano smette di farci sentire vivi? Forse ci si abitua anche alla serenità e alla lunga non la si ritiene più così importante?

Me lo chiedo perchè, dopo tanto cammino, sono arrivata a costruirmi una vita serena.
Ho sempre visto la felicità come "sprazzi luminosi", della durata di qualche secondo (spesso anche meno) e relativamente poco frequenti, che lasciano addosso una sensazione di appagamento totale.
Sono momenti che terminano talmente veloci da prenderti in contropiede. Non fai nemmeno in tempo ad accorgerti che ci sei dentro e ZAC... già fatto?
Quindi ho scelto di puntare alla ricerca della serenità, più che alla felicità.
Arriverò a non sentirmi più viva? Forse è il caso di rispolverare alcuni piccoli progetti in letargo da tempo?

 

Per quelli che sono arrivati a leggere fin qua senza addormentarsi: mi piacerebbe sapere anche le vostre riflessioni in merito.
Per tutti gli altri.... SVEGLIAAA... forza, andate a russare da un'altra parte che oggi devo pulire la scrivania!
Abbraccio di buongiorno a tutti!  

 

 
 
 

A scanso di equivoci

Post n°2 pubblicato il 05 Ottobre 2011 da MsZeta
 
Foto di MsZeta

Leggendo il post precedente mi sono resa conto che può far pensare ad un blog che in qualche modo parla d'amore, o di disillusioni amorose.

Naaaaaaaa... niente di tutto questo, o meglio non solo questo.

Qui voglio semplicemente scrivere di me, quello che mi passa per la mente, riflessioni passate, presenti e future. Magari con quel tocco di vita quotidiana che non sta mai male.

Un diario vero e proprio, condiviso con chi passa e si ferma a leggere (e mi piacerebbe che facesse venire voglia anche di commentare).
Anni addietro a volte ho avuto quaderni per scrivere, ma servivano solo per sfogarmi. Ora invece ho voglia semplicemente di raccontarmi.

Credo di essere nella media nazionale per quanto riguarda gioie e dolori, amori e abbandoni, ristrettezza e abbondanza.
Ecco, magari ho dato "un filino" di più per quanto riguarda la salute fisica...
Lo confesso: in realtà il blog serve per cercare il/la disgraziato/a che in 44 anni ha avuto giusto due raffreddori e un'unghia incarnita, perchè tutto il resto della sua parte è toccato per errore a me.
Appena lo trovo lo abbraccio e gli faccio uno scrub viso e corpo...

A UNGHIATE!!

 

Già che ci sono ne approfitto per due comunicazioni di servizio

  1. mi impegno a non scrivere post lunghissimi (se non in rari casi)
  2. a chiunque cerca tracce di sanità mentale consiglio di passare oltre.

 
 
 

Dovevano proibirli, o quanto meno avvisarci

Post n°1 pubblicato il 05 Ottobre 2011 da MsZeta
 
Foto di MsZeta

Non dico proprio metterli al bando, però dovevano allertarci riguardo alle conseguenze. Che so... scrivere un'avvertenza per l'uso, come nei medicinali:

Attenzione, usufruire del prodotto può provocare gravi effetti collaterali, specie in fase di crescita, scatenando crisi improvvise di depressione, sensazione di inadeguatezza e insoddisfazione, abbassamento del tono umorale e calo della libido. Si sono riscontrati numerosi casi resistenti anche in età adulta e avanzata. Raramente è possibile un intervento risolutivo per ripristinare l'equilibrio, in quanto la comparsa dei primi sintomi avviene quando organi vitali (cuore e cervello) sono stati gravemente compromessi.

Per tutte quante noi, il seme della lenta agonia degli anni a venire è stato gettato già nella primissima infanzia.

Abbiamo cominciato con le favole a lieto fine... e vissero tutti felici e contenti
Siamo passate ai meno dannosi libri di avventura per bambini... un piccolo fremito di paura percorse Tom
Le più grandi hanno vissuto anche lo strazio dell'insegnamento morale... Garrone cominciò tardi le scuole perchè fu malato due anni
E poi il colpo di grazia dei romanzi, da cui non ci siamo più riprese... ho attraversato gli oceani del tempo per ritrovarti

Che dire? Ci hanno fatto credere per decenni che l'amore è tutto nuvolette rosa, sospiri, sguardi languidi, palpiti del cuore, improvvisi voli dell'anima, brividi lungo la schiena, occhi negli occhi per sempre e sorrisi di complicità stampati in faccia.

ORA BASTA!

Basta pensare a tutta questa dolcezza, basta creare aspettative di perfezione assoluta, basta promettere l'eternità, basta far pensare ad un sentimento sempre sopra le righe e senza nessuna scalfittura.

L'amore può durare poco, tanto, in qualche raro caso anche per tutta la vita, ma non certo con la tensione sentimentale e la passione dell'inizio... ci fagociterebbe facendoci a pezzi e risputando le nostre ossa se rimanesse per sempre così!

Il difficile è amare il mio uomo anche la mattina quando ho sonno, amarlo quando mi fa incazzare, amarlo quando dobbiamo decidere cosa fare domani e mi accorgo che sto parlando da sola, amarlo anche quando non mi fa sentire apprezzata, amarlo quando devo lavare i suoi calzini puzzolenti. E lo stesso vale per lui.

Per questo grido
ABBASSO I CUORICINI!

Amiamoci ora, senza vivere solo di sogni, ad occhi aperti e possibilmente prendendoci in giro spesso, che ridere fa bene al morale e fa sentire meno la fatica.

 

PS   I romanzi scritti bene continuo a leggerli, così come un sacco di altri libri. Ma i sintomi degli effetti collaterali si presentano per fortuna sempre più raramente...

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: MsZeta
Data di creazione: 04/10/2011
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bal_zacAnton.iopsicologiaforenseadoro_il_kenyabionda66sereeena86biker1964strong_passionpoohlover2011workstudioMichy06superjohilaria290878nom_de_plumeBreak.on.through
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

I MIEI BLOG AMICI