Creato da Mujica il 16/07/2005

Black

Nel cassetto ho solo sogni infranti...

AREA PERSONALE

 

Sometimes I feel like this

 

 

Non è facile sapete?
No, non è per niente facile vivere così. Modificare le proprie abitudini. Non mangiare. Non dormire. Vivere di sigarette e lacrime.

Ma non si ha fame. Non si ha nemmeno sonno. Il vuoto risucchia tutto quanto. E il dolore rende quel vuoto ancora più profondo.
...
E poi c’è la rabbia, che ti spinge a farti male. Che ti invoglia a veder scorrere sangue. Il tuo. Il suo. Rabbia che ti consuma, divorando ogni parte che un giorno è stata viva.
Oh Signore, la rabbia è la mia salvezza…
 

 

MY ANGEL

 

FACEBOOK

 
 
 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

wildgreeneyesartmozMusashi_87alintyamarena.65ladra_di_piacereinfinito_blu1Mujicavivelavie62sam56000g24021966un_po_dituttopaolapiccinno1992artosk331
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

 

Fiducia

Post n°70 pubblicato il 18 Maggio 2010 da Mujica

La vita mi ha insegnato che è sempre bene non fidarsi degli altri.

Di non fidarsi mai al 100% di nessuno.

Perché prima o poi tutti deluderanno la tua fiducia. Tutti. Nessuno escluso.

Anche la persona per cui se la cosa più importante di questo mondo.

Anche la persona più insospettabile.

E non importa quanto si scuserà. Quanto ti implorerà di perdonarla.

A parole gli concerai il perdono ma nel cuore, quella cicatrice rimarrà per sempre.

E ogni tanto, negli anni a venire, quella cicatrice riprenderà a farti male. Vivrai portandoti dietro quel rancore… quell’amarezza.

È per questo che bisogna stare sempre all’erta. Con le antenne dritte, pronti a captare ogni minimo segnale.

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

Stai attento a ciò che fai perché stai sorpassando il limite.

Ti sto curando.

 
 
 

Qui

Post n°69 pubblicato il 09 Aprile 2010 da Mujica

E' tanto che non passo di qui...
Sulla soglia del mio piccolo antidepressivo personale, mi guardo in giro e mi chiedo che fine farà tutto questo. Che fine faranno le parole, i doppi sensi, i giochi e i malintesi.
Che fine faremo noi? Dimenticati non so dove in questo mondo grigio.
Noi, che la felicità non ci sfiora nemmeno per scherzo.
Noi, devoti alla notte e ai peccati.
Noi, solitari cuori infranti, vittime della società.
Moriremo nell’indifferenza. Moriremo e rimarremo così, parole al vento disperse nella giungla di internet.

 
 
 

Piccole riflessioni

Post n°68 pubblicato il 11 Novembre 2009 da Mujica

Quando si cresce, ci si rende conto di come eravamo. Di quanto scorrette fossero alcune cose e di quanto belli e spensierati fossero i nostri giorni. Ci si ricorda da piccoli, dove l’unico nostro pensiero era di far merenda alle 16.00 in punto davanti alla tv che iniziavano i cartoni animati. I regali a Natale e la domenica a al parco. I pomeriggi a casa dell’amica e le torte di compleanno.Ora, tutto ciò non tornerà più. Non avremo mai più la possibilità di cambiare le cose. Non ci sarà più la merenda alle 16.00. Il tempo passa e inesorabile ci fa crescere. Volendo, anche maturare. Ci fa assumere responsabilità che non sapevamo di avere, ci fa cadere, in quell’abisso che è la vita quotidiana, fatta di conti, spese, mutui. Ci soffoca, sotto il fumo del traffico cittadino.Eppure, se chiudo gli occhi per un istante, tutto torna com’era. Tutto. Sono di nuovo piccola. E il tempo si è fermato. Sono dai miei nonni, come tutti i pomeriggi e sto aspettando che la mia mamma mi venga a prendere. Domani ci sarà scuola e io non ho ancora finito i compiti.Sono piccola… e non ho un solo problema al mondo.

 
 
 

Io

Post n°67 pubblicato il 21 Settembre 2009 da Mujica

Io non ti ho mai mandato a ‘fanculo, nemmeno quando ti ho scoperto a fissare il culo di un’altra ragazza e la tua scusa è stata “Stavo guardando la marca dei jeans…”.

Io non ti ho mai dato dell’immaturo, stupido, idiota, coglione, nemmeno quando passi le ore seduto sul divano a giocare con la Nintendo DS delle tue cuginette di 7 e 11 anni.

Io non mi sono arrabbiata quando la sera di Natale sei dovuto correre da quella stronza di tua nonna.

Io non mi incazzo se fai una cosa a modo tuo.

Non mi da fastidio la mattina sistemare i vestiti tuoi che lasci sul divano la sera prima.

Non fa niente se dimentichi di buttare la spazzatura.

Io passerei con te ogni minuto del mio tempo libero, mente tu non vedi l’ora che sia sabato per andare in giro in moto con i tuoi amici.

Io mi sento un cesso quando guardi una che so che è più bella di me, mentre tu non ti arrabbi neanche quando uno stupido porco in discoteca mi palpeggia il culo.

Io, che per te spaccherei il mondo.

Io, che per te ho cambiato vita.

Io… che stupida che son io…

 
 
 

Piove

Post n°66 pubblicato il 16 Settembre 2009 da Mujica

A che serve credere che dopo la pioggia torna sempre il sole?

Alla fine la vita fa sempre ciò che vuole… perché anche dopo la pioggia può arrivare il temporale…

 

 
 
 

F***

Post n°65 pubblicato il 09 Settembre 2009 da Mujica

Basta con questi blog con mille immagini chilometriche, mille scritte glitter e mille immagini idiote... Limitatevi!!!!!

 
 
 

Spazi

Post n°64 pubblicato il 02 Settembre 2009 da Mujica

L’amore coinvolge ogni cosa. È il bene e il male. È la gioia e il dolore. È l’estasi e la tristezza.

L’amore con te è un eterna sorpresa.

Tornare a casa la sera stanca dopo il lavoro e trovarti lì, assorto nei tuoi pensieri mentre digiti veloce sulla tastiera del tuo pc. Un bacio affettuoso per salutarti… soffermarmi sulle tue labbra, gustando il tuo sapore. E poi eccolo… qualcosa si muove, comincia a fremere dentro di me. Si accende piano. Lentamente. Un pizzicore che sale dal fondo della schiena.

Mi ritrovo a baciarti ovunque, dove so che più di piace, dove so che lì è il tuo punto debole.

E infine, fare l’amore. Con passione. Con desiderio. Com’era tanto che non lo facevamo.

Mi sei mancato. Tu e la nostra intimità. Sempre meno spesso troviamo il tempo di condividere momenti come questi. La vita ci trascina in un vortice di impedimenti.

Ma ritagliarmi ogni tanto uno spazio dove stare solo noi due mi fa bene. Ci fa bene. In quei momenti ci siamo solo noi due, in un corpo solo.

 
 
 

Ripensando

Post n°63 pubblicato il 01 Settembre 2009 da Mujica

Ripensando alle cose che mi fanno soffrire, mi rendo conto che in assoluto al primo posto, la causa dei miei mali sei tu. In un modo o nell’altro, il mio mondo ora ruota intorno a te e io non posso fare niente per controllare questo mio fluire tra i tuoi giorni.Non è vero che l’amore è solo verità. L’amore fa male. È l’altra faccia della medaglia. Mi rendo conto che mi hai spaccato il cuore. Ogni volta che mi dici una parola dura. Ogni volta che mi rimproveri. E io… io non sono mai all’altezza di niente. Ogni giorno commetto errori che solo tu sai farmi notare. E la tua famosa pazienza che dicevi di farti crescere, dov’è finita?Me lo domando, mentre qui, sola in casa, sistemo il casino che mi hai lasciato stamattina. La tua punizione? Riordinare scarpe e mutande usate non mi servirà. È un momento cruciale per te, me ne rendo conto. Ma io non ho cambiato casa per venire qui a farti da serva. Siamo ormai una famiglia. Che tu lo voglia o no, io ho scelto te con cui condividere questa mia vana esistenza. Inutile dirti che mi hai stravolto la vita.Ma gli errori, si commettono sempre. Non sono abbastanza matura. Non sono abbastanza ingenua. Non sono molte cose: ordinata, puntuale, gentile, onesta, organizzata…Se non ti avessi incontrato, soffrirei per qualcosa che non ho. Ma dato che il destino ci ha fatto incontrare, ora soffro per qualcosa che non sono in grado di darti.Pazienza. La vita si porterà via anche questa…

 
 
 

Veleno

Post n°62 pubblicato il 05 Agosto 2009 da Mujica

Non mi cerca. Forse non si ricorda il mio cognome.

Che delusione.

A volte mi chiedo se non debba essere io a cercarlo. In ogni caso potrebbe nascere una bella amicizia…

Ma subito dopo, mi rendo conto che così facendo farei un torto al mio lui.

Non se lo merita.

Devo dimenticarlo.

Devo smetterla di essere così egocentrica. Non posso illudere le persone solo per compiacere il mio ego.

Ho sempre avuto una personalità forte, ma a volte la mia autostima vacilla, sull’orlo dell’autocommiserazione. Ho bisogno sempre e costantemente di essere rassicurata, di essere ammirata e invidiata. Ne ho bisogno, come l’aria.

È sbagliato. Lo so.

Vorrei essere meno velenosa a volte…

 
 
 

Sono diversa

Post n°61 pubblicato il 04 Agosto 2009 da Mujica

Sono fidanzata ormai da parecchio tempo. Con il mio lui tutto bene. Ci amiamo da matti e lui è l’uomo perfetto per me. Mi piace fisicamente, caratterialmente, psicologicamente, ecc ecc…

Settimana scorsa ero in vacanza con un amica. Abbiamo conosciuto 2 ragazzi. Con uno dei quali è scattato un certo feeling. Gli piacevo, era chiaro. In ogni dove cercava sempre di starmi vicino. Quando pensava che non me ne accorgessi mi fissava. Più io lo trattavo male, più mi seguiva, come i cagnolini.

Non fraintendete, non ho messo cornuto il fidanzato, solo che con questo ragazzo sconosciuto, ho provato una sensazione che non provavo da tempo. Non amore, ne attrazione… solo la semplice pura egoistica sensazione di essere ammirata, di essere cercata, di rappresentare un mistero, un enigma da risolvere.

Ora, lui non sa niente di me. Non sa che a casa ho un fidanzato. Non sa molte cose. Sa solo il mio nome e il mio cognome. E spero che mi cerchi.

Lo spero da 2 giorni.

Non voglio rivederlo ne risentirlo. Voglio solo la prova che per lui ero speciale. Voglio solo la prova che lui si sia reso conto di quanto sono diversa.

Se non lo farà, non ha importanza. È bello essere cercata, corteggiata… Ma non mi interessa altro. La mia vita è perfetta così com’è.

Il mio amore è perfetto così com’è.

 
 
 
Successivi »