Creato da ladybird200927 il 05/03/2012

Musicomania

"Voce dell'Anima"

THE INVITATION_ORIAH MOUNTAIN DREAMER

 

Oṃ MAṇI PADME Hūṃ

 

P. NERUDA

 

MASTER H. SALEHI _ SANTOUR MUSIC

 

D. WARWICK_I'LL NEVER LOVE THIS WAY AGAIN

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

 

E poi..

Post n°101 pubblicato il 20 Marzo 2017 da ladybird200927
 

 

E poi fate l'Amore.
NO sesso.. solo AMORE.


 E con questo intendo i baci lenti sulla bocca,
 sul collo, sulla pancia, sulla schiena,
 i morsi sulle labbra, le mani intrecciate,
 e occhi dentro occhi.

Intendo abbracci talmente stretti
da diventare una cosa sola,
corpi incastrati e anime in collisione,
carezze sui graffi, vestiti tolti insieme alle paure,
baci sulle debolezze, sui segni di una vita

che fino a quel momento era stata..un po’ sbagliata.

Intendo dita sui corpi, creare costellazioni,
inalare profumi, Cuori che battono insieme,
respiri che viaggiano allo stesso ritmo,
e poi sorrisi..sinceri..



...dopo un po’ che non lo erano più.


Ecco..fate l'Amore e non vergognatevene

perchè l'Amore è Arte..e voi i Capolavori.
.


                      (Alda Merini)

 
 
 

AFFINITA'..

Post n°100 pubblicato il 14 Febbraio 2017 da ladybird200927
 


Non si tratta di qualcosa che può essere spiegato
né appreso da libri,
per quanto esaustivi possano essere al riguardo,
l’Affinità va esperita....
ritengo, pertanto, quasi impossibile darne
una definizione unica
sufficiente a chiarirne significato e senso...
ecco perché, mi sono “divertita” a raccogliere
diverse citazioni,
_di nomi noti alcune, anonime altre_
scegliendo quelle nelle quali mi riconosco,
che riassumono le mille “sfaccettature”

di questa meravigliosa “intesa tra Anime”
che non hanno alcun bisogno di spiegarsi,
si percepiscono,
si intuiscono con immediatezza..
a livelli molto sottili…



 
Di qualunque cosa le nostre Anime siano fatte,
 la mia e
la tua sono fatte della stessa cosa.
(Emily Brontë)

 

 

L’attrazione è fisica... L’Affinità è chimica.
(Anonimo)


L’affinità si misura in quante spiegazioni
NON hai bisogno di dare..
se devi spiegare.. non è Affinità!
(Anonimo)


È facile ridere assieme..
 La vera Affinità è sorridere anche solo pensandosi.
(Anonimo)


Ci sono Affinità che "si respirano" da lontano,
si sentono senza toccarsi
e s’imprimono sul Cuore.
(Anonimo)


“Il nostro Cuore è come un puzzle non finito..
 è per questo che cerchiamo l’incastro perfetto
per completarlo”.
(Anonimo)


Quando entri in sintonia con qualcuno
lo senti…
è come un gancio che unisce pancia a pancia, quindi..
 sai anche riconoscere quando non succede.
(Anonimo)
 

 


L’Affinità si gode non si spiega..
quella di due Anime porta all’assoluta complicità
due corpi divisi da tutto.
(Anonimo)




È sbagliato pensare che l’Amore sia frutto
di una lunga conoscenza
e di un tenace corteggiamento.

L’Amore è la sorgente dell’Affinità spirituale
e se tale Affinità non nasce all’istante..
 non potrà svilupparsi nel corso degli anni e neanche delle generazioni.
(Khalil Gibran)






 

 
 
 

Sussurri e Grida

Post n°99 pubblicato il 23 Gennaio 2017 da ladybird200927
 

 

 

Un giorno, un pensatore indiano
fece la seguente domanda ai suoi discepoli:
"Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?"
"Gridano perché perdono la calma" rispose uno di loro.
"Ma perché gridare se la persona sta al tuo lato?"
disse nuovamente il pensatore.
"Bene, gridiamo perché desideriamo
che l’altra persona ci ascolti" replicò un altro discepolo.
E il Maestro torno a domandare:
"Allora non é possibile parlargli a voce bassa?"
Varie altre risposte furono date..
ma nessuna convinse il pensatore.
Allora egli esclamò:
"Voi sapete perché si grida contro un’altra persona
quando si è arrabbiati?
Il fatto é che quando due persone sono arrabbiate
i loro Cuori si allontanano..MOLTO.
Per coprire questa distanza,
bisogna gridare per potersi ascoltare.
Quanto piu arrabbiati sono, tanto più forte
dovranno gridare per sentirsi l’uno con l’altro.
D’altra parte, invece,
che succede quando due persone sono innamorate?
Loro non gridano, parlano soavemente.
E perché?
Perché i loro Cuori sono MOLTO vicini.
La distanza tra loro é
piccola.
A volte sono talmente vicini i loro Cuori
che neanche parlano..solamente sussurrano.
E quando l’Amore é piu intenso,
non é necessario nemmeno sussurrare..
basta guardarsi e..i loro Cuori si intendono.
E’ questo che accade
quando due persone che si amano si avvicinano."
Infine, il Maestro concluse dicendo:
"Quando voi discuterete..
non lasciate che i vostri Cuori si allontanino,
non dite parole che li possano distanziare di più,
perché arriverà un giorno in cui la distanza sarà tanta che..
non incontreranno MAI PIU' la strada per tornare."


 

 


 


 
 
 

A VOLTE..

Post n°98 pubblicato il 30 Dicembre 2016 da ladybird200927
 

 

A volte non capirò le tue scelte.

A volte non riuscirò a farti cambiare idea.

A volte dovrò lasciarti sbagliare.

A volte dovrò lasciarti cadere.

A volte non potrò seguire i tuoi sogni.

A volte non saremo d'accordo.

Ma non ci sarà mai e poi mai
una sola volta in cui non sarò dalla tua parte.

Sarò sempre con te, dalla tua parte...
nella vittoria e nella sconfitta,

perchè ogni cosa che fai tu
è un pò come se la facessi anche io...

perchè tu sei una parte di me:

La migliore!
(cit.)

 


 
 
 

Come alito nel Vento

Post n°97 pubblicato il 13 Dicembre 2016 da ladybird200927
 

 

E stanotte, nelle ore più silenziose,
quelle in cui il Sole, piano piano,
smorza i colori per far posto al tuo splendore,
vengo a salutarti..

E’ quel magico momento
in cui i pensieri volano in alto
per cercare di raggiungerti,
mentre la realtà, lentamente,
si spoglia dei suoi contorni netti,
delle sue ipocrisie, delle sue maschere..

Perdersi nell’ abbraccio della tua luce che avvolge,
che strizza l’occhio, sfacciatamente timida,

tra ragnatele di rami che ascoltano la voce dei b
oschi

imperlati da foglie che catturano sogni..

è sentirsi una con loro,
è mettersi le ali e riprendere il volo,

seguirne il racconto, leggera...
 come alito nel Vento.








 
 
 

eh sì!

Post n°96 pubblicato il 04 Dicembre 2016 da ladybird200927
 

                              
                            "Prendere riempie le mani..

 





ma Donare..






..riempie il Cuore."
(cit.)


 
 
 

IL RESPIRO DELLA VITA..

Post n°95 pubblicato il 01 Dicembre 2016 da ladybird200927
 

 

 

 

 

Vorrei che
andaste incontro al Sole e al Vento
con la pelle,
più che con il vestito,
perché il respiro della Vita..
è nella luce solare
e la Mano della Vita..
è nel Vento.


(Khalil Gibran_da "Il profeta")


 
 
 

Educare i propri figli ad essere "resilienti"..senz'altro difficile NON impossibile

Post n°94 pubblicato il 14 Novembre 2016 da ladybird200927
 

Genitori, insegnate ai vostri figli a essere sereni grazie alla resilienza

Genitori, insegnate ai vostri figli a essere sereni grazie alla resilienza

In psicologia, la resilienza è una parola che indica la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, SENZA ALIENARE LA PROPRIA IDENTITA'..

Sono persone resilienti quelle che, immerse in circostanze avverse, riescono, nonostante tutto e talvolta contro ogni previsione, a fronteggiare efficacemente le contrarietà, a dare nuovo slancio alla propria esistenza e perfino a raggiungere mete importanti.

Essere resilienti NON significa essere immuni da debolezze o difficoltà... significa solo saper affrontare traumi e perdite..
RIMETTERSI IN GIOCO DOPO UN DURO COLPO INCASSATO.

La scuola per i bambini è doppiamente un banco di prova, oltre ad acquisire nozioni nuove, si impara a confrontarsi con l’altro, con gruppi di pari, e possono arrivare le
prime delusioni, i litigi e le incomprensioni.

Si tratta di una risorsa indispensabile, insieme all’autostima, per crescere affrontando
la vita a testa alta
. Una persona dotata di resilienza è una persona più serena.
Come insegnare questo sentimento estremamente positivo ai nostri figli? Come insegnare loro a fronteggiare le avversità e addirittura trasformarle in un punto di forza?

Secondo Sam Goldstein, specialista della resilienza nei bambini, i tre promotori da considerare sono: il temperamento, la famiglia e i sistemi di supporto comunitario, in cui rientra l’ambito scolastico. Secondo Goldstein le vie principali per insegnare e formare alla resilienza sono: praticare l’empatia, incoraggiare la responsabilità, potenziare l’abitudine a prendere delle decisioni, insegnare l’ottimismo attraverso critiche costruttive.

Alcune idee per aiutare a sviluppare resilienza:

  • Siate disponibili ad aiutare vostro figlio, ma a volte lasciate che se la cavi da solo, senza sostituirvi a lui: non riesce ad aprire un barattolo? Lasciatelo sperimentare e tentare, e non strappategli via il barattolo dalle mani, ma aspettate che sia lui a chiedervelo, incitatelo e sostenetelo. Lasciate che possa rendersi utile, per esempio con i fratelli o sorelle minori se lo desidera, dategli fiducia e sostegno, può farcela.
  • Insegnategli ad aspettare, aspettare senza avere intrattenimenti come tablet o videogiochi, insegnategli la pazienza dando l’esempio di come si aspetta il proprio turno, e se si annoia? Sviluppate la sua fantasia, trovate insieme un modo più piacevole per aspettare.
  • Non dite sempre di sì, anche se questo può farvi sembrare di essere buoni genitori. Leggere frustrazioni, come dei no, aiutano a crescere.
  • Non fategli frequentare sempre gli stessi posti, come il solito parco, portatelo a dei nuovi giardini, con bambini diversi, con giochi diversi e lasciategli fare esperienze diverse.
  • Insegnategli ad affrontare con i suoi tempi e modi le difficoltà che inevitabilmente gli si porranno davanti, riconoscete e valorizzate le sue emozioni, siano esse dolorose che gioiose.
  • Valutate le richieste di vostro figlio. Se vi chiede un giocattolo o un capo di abbigliamento o un taglio di capelli solo perché va di moda e ce l’hanno tutti i suoi amici… bè queste non sono buone motivazioni per accontentarlo. Insegnategli a rendersi diverso dalla massa, a ragionare con la sua testa, a volere quel cappello o quella maglia perché gli piace e non perché altrimenti i suoi amici lo prendono in giro.
  • E’ giusto che anche i figli sbaglino. Non potrete esserci per sempre ed evitare sempre gli scivoloni. Gli errori e le cadute servono a crescere, servono a rialzarsi più forti e determinati di prima. Non è tenendolo chiuso dentro una bolla di vetro che gli impedirete di soffrire. Insegnateli piuttosto ad affrontare gli ostacoli.
  • Lasciategli vivere le proprie emozioni, che se si rivelano particolarmente forti e dolorose. Non sminuite mai i suoi sentimenti, siate il loro porto sicuro ma senza mai sostituirvi a loro.
  • Insegnate già da subito ai vostri figli a prendersi cura dei propri oggetti fin da piccoli. Pretendete che vostro figlio si prenda le sue piccole e grandi responsabilità e svolga i suoi doveri, commisurati all’età ( rifare il letto, dar da mangiare agli animali domestici, portarli fuori, lavarsi i denti e prepararsi per andare a dormire).
  • Stabilite delle regole insieme, poche ma chiare e ben definite. Regole che dovranno essere rispettate, anche se vostro figlio per corrompervi si metterà a fare quello sguardo da cucciolo che tanto amate.

 
 
 

..e ci risiamo..si ricomincia!

              

..Un'altra catastrofe..vicinissima a quella appena accaduta..ancora più forte..
la disperazione la stessa..ora si accendono di nuovo i riflettori..ripartono i soliti talk shows..bla bla bla ecc ecc..gli unici elementi attivi ed insostituibili_ gli eroi della situazione_sono i vigili del Fuoco_volontari e non_le Associazioni di Protezione Civile e la Croce Rossa..gli altri, ovvero quelli che sanno tutto ed avrebbero saputo evitare tutto..farebbero meglio a stare zitti e restarsene a casa, anche se capisco che far finta di partecipare emotivamente in un salotto con le telecamere che ti inquadrano, fa personaggio in alcuni casi, o racimola consensi e/o voti in altri.
Premetto che mi sento molto coinvolta emotivamente con tutte le persone ed ognuna di loro quando vedo le scene (di soli fatti) in diretta, mi sento straziata io stessa dal loro strazio e, nel mio piccolo, faccio anche qualcosa per loro..ogni volta..e come me tante altre "brave persone" che conosco, ma..questo non mi impedisce di riflettere sulle cause che stanno dietro e non mi riferisco a quelle naturali che sono inevitabili..no no..parlo di ben "altro" e di "altre" cause..
e quando qualcuno, in generale, ci fa notare che (forse!)
la colpa di tutto questo non è SOLO GEOLOGICA..ci incazziamo! come nel caso dell'ultima vignetta SATIRICA di Charlie Hebdo..ora, io non sono esterofila, nè particolarmente entusiasmata dai Francesi, amo i popoli di tutto il mondo perchè del mondo mi sento parte e cittadina, però conosco la differenza tra umorismo e satira, pertanto, più che la parte sinistra della "condannatissima vignetta", avevo capito bene che il vero bersaglio che si voleva colpire..stava in quella di destra!

cioè questa:

 

 

 

tesi, tra l'altro, ampiamente confermata
ed argomentata da Mario Tozzi che non è esattamente l'ultimo degli sprovveduti
.. (Italiano innanzitutto!) oltre ad essere geologo, e divulgatore scientifico su testate giornalistiche, editoriali e programmi televisivi..
il quale, recatosi insieme alla RAI, sui luoghi, afferma:


http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Terremoto-il-j-accuse-di-Mario-Tozzi-Mai-vista-una-cosa-del-genere-Ad-Amatrice-costruzioni-fatte-male-cd44b9f6-0cd9-4aa2-80e8-f02d99098b1f.html

mentre il messaggio di quella sinistra, era:

..."la vignetta non vuole fare ridere delle persone schiacciate sotto le macerie.
Vuole usare quell’immagine per far RIFLETTERE (riflettere, non ridere, e’ bene ripeterlo fino allo sfinimento) sul fatto che in tutti i Paesi sviluppati ad eccezione dell’Italia un terremoto di 6.2 NON TI UCCIDE! (e Mario Tozzi conferma)..e se in Italia ti uccide e’ a causa della mentalità italiana...Quando ci offrono 80 euro in più in busta paga, o ieri 1000 euro in più per ogni bebe’, invece di mandarli a fare in culo e dir loro di occuparsi di cose serie – come la messa in sicurezza degli edifici – corriamo in massa a dargli il nostro voto. Quando vediamo le immagini di terremotati di 20, 30 anni fa che ancora vivono nei container invece di indignarci cambiamo canale (e infatti nel famoso programma satirico di cui sopra quando ci si occupava di terremotati i servizi andavano in onda al sabato, quando l’ascolto non conta, perché a metterli in settimana si andava incontro a terribili debacle in termini di audience).
Quando accadono tragedie come queste siamo pronti a mobilitarci e a dare prove di coraggio e solidarietà straordinarie, ma quando si passa all’ordinario torniamo quelli di sempre, una scrollatina di spalle, un “e che vuoi farci, siamo in Italia!..

Questo voleva dire Charlie Hebdo: che quei morti non sono morti di terremoto... Sono morti di Italia!!"...
(stralcio da un articolo che mi è capitato di leggere online..
crudo ma terribilmente vero)     
Qui l’originale


   
METTIAMO L'ITALIA IN SICUREZZA!! 


https://www.change.org/p/al-presidente-del-consiglio-mettiamo-l-italia-in-sicurezza

 

 

http://www.iacchite.com/terremoto-attenti-agli-sms-solidali-i-soldi-vanno-alle-banche-di-laura-de-franco/


http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/Il-buco-nero-della-beneficenza/



http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/29/terremoto-lesperto-tante-raccolte-fondi-ma-nessun-coordinamento-sms-solidale-destinato-solo-a-edifici-pubblici/2999878/


http://www.italiainmovimento.it/2016/08/25/terremoto-emilia-soldi-raccolti-gli-sms-non-mai-arrivati-ai-terremotati-occhio-alle-truffe-diffondete/

 
 
 

L'Amore..linguaggio universale

Post n°91 pubblicato il 24 Ottobre 2016 da ladybird200927
 

L'ultimo giorno di un cane malato prima di essere soppresso.
Straziante ma..meraviglioso.



L’ultimo giorno di un cane malato prima di essere soppresso. Straziante ma meraviglioso

C'è qualcosa di incredibilmente speciale nel rapporto che abbiamo con il cane con cui decidiamo di trascorrere la nostra vita!

Leggi l'articolo su DiLei »

..Sì, appunto! straziante ma meraviglioso..non ha bisogno di commenti..credo che anche chi non ama particolarmente gli
animali, non potrebbe fare a meno di coinvolgersi emotivamente
se gli/le capitasse di leggere l'articolo mentre guarda queste foto..

da parte mia, che invece gli animali li ADORO, mi permetto solo di aggiungere che c'è qualcosa di incredibilmente speciale nel rapporto che abbiamo con QUALSIASI animale diventi parte della nostra vita!

 
 
 
Successivi »
 

 

R. CLAYDERMAN_A COMME AMOUR

 

ADAGIO _ STELVIO CIPRIANI & ORCHESTRA

 

MAX EHRMANN

 

R. KIPLING

 

BAILANDO VAN LAS HOJAS SECAS_ ROMANCE_LAST 'ORCH

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ladybird200927IrrequietaDmarcodedolamastrangelo2autumninrom0fireman1955lucignolo06sergio.evangelista46pingui8690fra540iludomncoluzzimarika.81giraldin.andrea