Creato da sweet.sensation il 15/12/2006

Healing Hand

She’s a cold, dark night in the dead of winter

 

 

« L'Epopea di GilgameshL'Epopea di Gilgamesh »

L'Epopea di Gilgamesh

Post n°144 pubblicato il 16 Maggio 2008 da sweet.sensation
 






La sconfitta del guardiano


Fu proprio in quel momento che apparì il divino Shamash.
Dal cielo parlò loro, rivelando un punto debole della corazza del mostro e consigliando una strategia di attacco. Huwawa era solito proteggersi con sette corazze o splendori, ma in quel momento ne indossava solo una.


I due impavidi compagni avrebbero potuto avere la meglio con le armi di cui disponevano, se solo fossero riusciti ad avvicinarsi abbastanza. Shamash avrebbe agevolato il loro compito creando un turbine di vento che avrebbe accecato Huwawa e gli avrebbe impedito di usare i suoi terribili raggi di morte.

Rinfrancato dall'inaspettato aiuto, Gilgamesh esortò l'amico ad attaccare:



Se il tuo cuore ha paura, getta via la paura,

se in esso vi è il terrore getta via il terrore.
Prendi in mano la scure ed attacca!
Chi lascia incompiuta la lotta non ha pace.


Huwawa uscì dalla sua casa di cedro, accennò e scosse il capo minacciando Gilgamesh e su di lui fissò l'occhio della morte.
A quel punto, il glorioso Shamash invocò in grande vento, il vento del nord, il turbine, la tempesta, il vento gelato, la bufera ed il vento ardente. Gli otto venti insorsero contro Huwawa e si abbatterono sui suoi occhi. Era preso in una morsa: il suo volto si fece scuro, non era in grado di camminare nè di muoversi.

Enkidu colpì il guardiano e lo gettò in terra. Per due leghe i cedri risuonarono, tanto pesante ed immensa fu la caduta del mostro.
Ferito a morte Huwawa si chiese perchè non avesse ucciso Enkidu non appena aveva varcato la foresta. Poi, rivolgendosi a Gilgamesh, gli offrì tutto il cedro che desiderava, nell'estremo tentativo di aver salva la vita.

Ma Enkidù esortò l'amico a non lasciarsi irretire dalle lusinghe:


Non ascoltare, Gilgamesh,
Huwawa deve morire!


Gilgamesh prestò ascolto, estrasse la spada dalla cintura e sferrò un colpo al collo del mostro. Enkidu inferse il secondo colpo ed al terzo Huwawa morì.

Allora vi fu gran subbuglio, perchè quello che avevano ucciso era il guardiano della foresta. Fino ad una distanza di due leghe rabbrividirono i cedri.

Sbarazzatisi dell'unico ostacolo al segreto Luogo dell'Atterraggio, i due decisero di riposarsi lungo il fiume. Gilgamesh si lavò le lunghe chiome e le armi. Si tolse gli abiti logori e ne indossò di puliti.

Non c'era alcuna ragione per affrettarsi: la dimora segreta degli Annunaki non era più bloccata.



 
 
 
Vai alla Home Page del blog
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Il_giustiziere01daclisdragon642gianfrancociabocchiclara.amandolipantaleoefrancamario.dandreacerasella57beby69fading_of_the_dayservitorematuroplastiramatemplare1953tedoforo3cristiana.bach
 
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31