Creato da sweet.sensation il 15/12/2006

Healing Hand

She’s a cold, dark night in the dead of winter

 

 

« Enuma ElishEnuma Elish »

Enuma Elish

Post n°157 pubblicato il 13 Giugno 2008 da sweet.sensation
 







L'Egemonia di Marduk



Enuma elish la nabu shamamu

Shaplitu ammatum shuma la zakrat

Quando nell'alto il Cielo non aveva un nome
ed in basso anche il duro suolo ancora non era stato chiamato


In quel momento da due corpi celesti ebbero origine degli dei celesti. Quando essi aumentarono di numero, iniziarono a creare confusione al Padre Primordiale. Il fedele consigliere di quest'ultimo lo esortò a mantenere il polso fermo con i giovani dei, ma questi si allearono contro di lui e gli sottrassero i suoi poteri. A quel punto, la Madre Primordiale tentò di vendicarsi, ma gli dei in rivolta le mossero una proposta: le chiesero di unire al consiglio degli dei suo figlio, Marduk, che avrebbe conquistato la supremazia. In tal modo, sarebbe stato proprio lui a lottare contro sua madre.

Così, dopo una feoce lotta, Marduk sconfisse la madre e, divindendola in due parti, creò il Cielo e la Terra.

Poi fissò un ordine preciso nei Cieli, assegnando ad ogni dio una posizione stabilita. Sulla Terra creò mari e fiumi, le stagioni e la vegetazione. Si fece costruire la propria dimora terrena a Babilonia in cui fu eretto il suo sacro tempio. Impartì a tutti, dei ed uomini, compiti da seguire, comandamenti e rituali ai quali dovevano attenersi.

Tutti gli dei riconobbero la supremazia di Marduk e gli attribuirono i "cinquanta nomi", corrispondenti al massimo rango di una divinità.

Quanod furono rinvenute tutte le tavolette del poema, ci si rese conto che si trattava ell'opera religiosa più importante dell'antica Terra di Babilonia. Era talmente grande la il riconoscimento che gli veniva conferito, che esso che veniva recitato durante i rituali di celebrazione del Nuovo Anno.

La versione Babilonese, in realtà, fa riferimento a scritti ancor più antichi, risalenti al periodo sumero, e rappresenta una mirabile opera di propaganda religioso-politica volta a propagandare l'egemonia di Marduk, rendendolo artefice della Creazione.

In tal modo gli autori babilonesi adattorono versioni precedenti sumere, in cui i protagonisti erano Anu, Enlil ed Enki (i tre principali dei del pantheon sumero). Tuttavia, astraendosi da allegorie simboleggianti lotte intestine di supremazia tra le varie divinità e considerando l'Enuma Elish come come una descrizione di eventi cosmologici così come i Nefilim le avevano narrate ad i Sumeri, ci si rende conto di come l'Epica della Creazione fornisca una perfetta, attendibile e comprovata spiegazione di avvenimenti accaduti nel Sistema Solare in un'epoca remota.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Il_giustiziere01daclisdragon642gianfrancociabocchiclara.amandolipantaleoefrancamario.dandreacerasella57beby69fading_of_the_dayservitorematuroplastiramatemplare1953tedoforo3cristiana.bach
 
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31