Community
 
girini
   
 

Vivere al NATURALE

Sarà semplice vivere in simbiosi con i meccanismi del mondo??

 


 aderisci all'iniziativa
di questo blog x FREE TIBET
 
 

CURITIBA, AI CONFINI DELLA REALTÀ


 
 

DETERSIVI ECOLOGICI


 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Dragana63carmineborrelli.alnikolastraversichiarazampcolameo.guidopatrizia.vezzanazoedalWIDE_REDgiulyfaggimargherita.iommiAlessandroArialoku2carcionecarloealdo.marianellipsicologiaforense
 

ULTIMI COMMENTI

in bocca nooo! Scioglie la parte calcarea del tartaro, ma...
Inviato da: evelyn
il 28/11/2012 alle 02:27
 
Ciao :o)
Inviato da: Sky_Eagle
il 01/09/2011 alle 17:32
 
Ciao, io ci ho provato per un pò ad usarlo come...
Inviato da: Ghetty
il 23/05/2010 alle 16:21
 
Le noci naturali rappresentano un gran risparmio e...
Inviato da: Alex
il 05/02/2010 alle 16:05
 
Le immagini degli animali uccisi dalle nostre buste di...
Inviato da: martha76.mt
il 17/09/2009 alle 12:13
 
 

 

« Un momento difficileLA GUERRA DELL'ACQUA »

LAVATE LA VOSTRA BIANCHERIA SENZA DETERSIVI!

Post n°56 pubblicato il 25 Gennaio 2009 da girini
 

La maggior parte degli insegnamenti della scienza che tendono a darci coraggio, hanno più apparenza che forza reale e più retorica che sostanza. Abbiamo voltato le spalle alla natura e vogliamo insegnarle la sua stessa lezione, a lei che ci ha sempre guidato così felicemente e con sicurezza.

Fermiamoci e guerdiamoci attorno, stiamo distruggendo un pò tutto.. cominciando a piccoli passi, forse potremo migliorare il nostro mondo, il mondo dove metteranno i piedi i nostri figli: il nostro futuro.

I miei sono consigli non avvertimenti.

Biowashball Sfera di lavaggio che lava senza detersivi. Ipoallergenica, antibatterica, economica, dona confort e benessere.
La Biowashball è composta da ceramica naturale messa all’interno di una sfera. E’ stata scientificamente ideata per pulire la biancheria senza l’utilizzo di detersivi. Usare la BIiowashball significa fare un semplice gesto per la pelle, un gesto infinito per la natura.
Sfera di lavaggio che lava senza detersivi. Ipoallergenica, antibatterica, economica, dona confort e benessere.
Rispetto ad un processo di lavaggio normale, la sfera di lavaggio Biowashball diminuisce i rischi di allergia correlati con i detersivi, elimina i microrganismi, apporta benessere, fa risparmiare e preserva la natura.

- Benessere: nessun effetto secondario dovuto ai residui di detersivo sulla biancheria.

- Antibatterica: sopprime i microrganismi patogeni.

- Economica: elimina l’uso dei detersivi (circa 1000 € di risparmio in 3 anni su una base di un lavaggio/giorno), risparmio di elettricità (lavaggio a una temperatura massima di 50° per tutta la biancheria, anche quella bianca).

- Ecologica (senza fosfati): preservazione dell’acqua e delle falde freatiche.

- La Biowashball è una sfera di lavaggio che rappresenta un’alternativa duratura all’utilizzo della palma da sapone indiana (frutto del Sapindus Mukorossis) il cui uso intensivo è attualmente all’origine di una deforestazione in massa delle foreste dell’India e del Nepal.
Funzionamento della Biowashball:
L’utilizzo di Biowashball permette di non usare più i detersivi. Si eliminano anche i rischi di allergia correlati con i residui di detersivo sui vestiti e la biancheria. Preserva la biancheria dalla decolorazione e dall’’ossidazione, causate dal cloro diluito nell’acqua. Permette di conservare l’elasticità dei tessuti.
Sono i potenti raggi infrarossi emessi dalle ceramiche della Biowashball che disgregano le molecole d'idrogeno dell'acqua per aumentare il movimento molecolare.
Questa azione dona all’acqua una grande capacità di penetrazione e aumenta il suo potere lavante.
La Biowashball emette ioni negativi che indeboliscono l'aderenza dello sporco ai tessuti, rendendone facile la rimozione senza ricorrere ai detersivi. La Biowashball ha un pH di circa 10 che è equivalente a quello di un normale detersivo chimico. Questo permette un efficace trattamento di macchie grasse, organiche o chimiche. La Biowashball elimina i composti cloridrici nell'acqua e diminuisce la sua pressione superficiale, aumentando così il suo potere pulente. In ultimo, la Biowashball elimina i germi patogeni nell'acqua della vostra lavatrice, dandovi tessuti puliti e salubri. Biowashball ha un effetto antibatterico ed elimina i cattivi odori.
Durata:
Può essere usata per 3 anni su una media di un lavaggio con 4kg di carico al giorno. Per carichi di oltre 4 kg, usate 2 Biowashball. Per preservarne l'efficacia, basta posizionare la Biowashball al sole per un'ora al mese, per rigenerarne le microsfere di ceramica.
Per un'efficienza ottimale di fronte ad uso e preservare la sua efficienza, mettere il Biowashball nel sole 2 ore rigenerare il microbilles di arte ceramica. Rinnovare una volta l'operazione per il minimo mese.
Istruzioni per l’uso:
Separare i capi bianchi da quelli colorati. Mettere la Biowashball nel tamburo della lavatrice in mezzo alla biancheria da lavare. Mettere in funzione la lavatrice. Alla fine del ciclo di lavaggio, estrarre la biancheria, pulita e igienizzata.
Suggerimento:
La Biowashball può anche essere posta nel frigorifero, aiuterà a mantenere freschi frutta, verdura, carne e pesce.

Correte a comprarla e darete un contributo fondamentale per uno sviluppo biosostenibile: CLICCAMI BIOWASHBALL

Pepperinix


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/NATURALIZZATEVI/trackback.php?msg=6379003

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
agaluga
agaluga il 03/05/09 alle 14:50 via WEB
Dopo aver provato la noce del sapone e riscontrato che è fantastica, mi chiedo se sia possibile che la commercializzazione del "frutto" di un albero possa mai causare la "deforestazione" quando mi sembra ovvio che per avere "tante" noci da vendere bisogna avere "tanti" alberi e quindi causare l'esatto contrario, cioè "piantare" tanti nuovi alberi. E' come dire che, dato che il mercato consuma moltissime arance, non ci sono più alberi di arance??? Chi è che prende in giro chi? Credo che i veri interessi sotto questa questione siano ben altri, forse non piace che zone povere come il Nepal possano trovare una fonte ecologica di guadagno, portandolo via a grasse multinazionali inquinanti... ed è certo meglio far far quattrini a una ditta svizzera, notoriamente un paese povero e sottosviluppato...
 
 
girini
girini il 19/05/09 alle 11:11 via WEB
touché
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alex il 05/02/10 alle 16:05 via WEB
Le noci naturali rappresentano un gran risparmio e soprattutto sono ecologiche e non inquinano. Ne ho trovate di ottime qui: www.etnosphere.it
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: girini
Data di creazione: 18/10/2007