Creato da LeellA il 25/11/2009
Una donna davvero chic non indossa mai il nero prima di mezzogiorno

 

Area personale

 

 



 

 

FACEBOOK

 
 

Ultimi commenti

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Ultime visite al Blog

as49naPinkturtlemissxenyamilo.losijan_73phoenianevermindmarycrazy_diamondsvlvillanovaeleonorasweet_stefyricomincio2011girasole7902unamamma1labellelisasupercevi
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

C'era una volta

Post n°25 pubblicato il 28 Aprile 2010 da LeellA

La teiera

Fiaba di Hans Christian Andersen - 117

 

C'era una teiera orgogliosa, orgogliosa della sua porcellana, del suo lungo beccuccio, del suo largo manico. Aveva qualcosa davanti e qualcosa dietro, il beccuccio davanti e il manico dietro, e parlava sempre di quelli, ma non parlava mai del coperchio che era scheggiato; quello era una mancanza, e delle proprie mancanze non si parla volentieri non lo fanno nemmeno gli altri. Le tazze, la zuccheriera e il bricco del latte, tutto il servizio da tè avrebbe certamente ricordato il coperchio rotto più che non quel manico e quello splendido beccuccio; la teiera lo sapeva bene"Li conosco!" diceva tra sé. "Conosco anche la mia mancanza e la riconosco, in questo sta la mia modestia, la mia umiltà; tutti abbiamo difetti, ma abbiamo anche pregi. Le tazze hanno un manico, la zuccheriera ha un coperchio, io ho ricevuto entrambe e una cosa in più, che gli altri non hanno, ho ricevuto un beccuccio che mi rende regina del tavolo da tè. La zuccheriera, il bricco del latte si vantano di essere le ancelle del buon sapore, ma io sono colei che distribuisce, che domina, io spargo la benedizione tra l'umanità assetata; dentro di me le foglie cinesi trasformano l'acqua bollente senza sapore."
Tutto questo la teiera l'aveva detto nella sua tranquilla gioventù. Ma ora stava sul tavolo apparecchiato, e venne sollevata dalla mano più curata ma la mano più curata era maldestra, così la teiera cadde, il beccuccio si ruppe e pure il manico, per non parlare del coperchio di cui abbiamo già detto fin troppo. La teiera rimase svenuta sul pavimento e l'acqua bollente uscì fuori. Fu un brutto colpo, ma la cosa peggiore fu che tutti risero, risero di lei e non della mano maldestra.
"Quello me io ricorderò sempre!" diceva la teiera quando ripensava alla vita trascorsa. "Venni chiamata invalida, messa in un angolo, e il giorno dopo regalata a una donna che mendicava; caddi in miseria, rimasi stupefatta e incerta sul da farsi, ma proprio in quello stato cominciò la mia vita migliore: si è una cosa e si diventa un'altra. Dentro di me fu messa della terra e questo per una teiera significa essere seppellita, ma nella terra fu posto un bulbo; chi lo fece, chi lo donò, lo ignoro, ma accadde, e fu una ricompensa per quelle foglie cinesi e per quell'acqua bollente, una ricompensa per il manico e il beccuccio rotti. Il bulbo rimase nella terra, rimase dentro di me, divenne il mio cuore, il mio cuore vivente: uno così non l'avevo mai avuto prima. C'era vita in me, c'era nuova forza energia, il polso batteva, il bulbo gettò le gemme che stavano per scoppiare a causa dei pensieri e dei sentimenti; poi sbocciarono in tanti fiori; io li vidi li portai, dimenticai me stessa nella loro bellezza. È meraviglioso dimenticare se stessi per un altro! Quelli non mi dissero grazie, non pensarono affatto a me, vennero ammirati e lodati, io ne ero felicissima, come non potevano essere neanche loro stessi. Un giorno sentii dire che il bulbo meritava un vaso migliore. Mi ruppero a metà e mi fece molto male, ma il fiore ebbe un vaso migliore e io venni gettata nel cortile e mi trovo lì come un vecchio coccio, ma ho i ricordi, che non perderò mai."

FINE

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

niente cambierà il mio mondo

Post n°24 pubblicato il 23 Aprile 2010 da LeellA

Non c è niente da fare...chi ha i soldi può permettersi di tutto...anche gli amici.

Lavoro in una strada molto ricca...(attenzione non batto il marciapiede con il culo da fuori e le tette al vento) ... ma lavoro in una strada molto ricca e basta.
in questa viuzza ho notato tante cose...il povero ovviamente non esiste...e di conseguenza non esisto nemmeno io!
Forse perchè non possiedo una Kelly bag, forse perchè non ho un marito imprenditore, o forse perchè non ho un barboncino bianco di nome Sissi con un guinzaglio Gucci. Facendo una piccola ricerca ho scoperto che quasi il 90% delle ragazze con il primo stipendio ha comprato una Luis Vitton(volutamente scritta così)...ovvio questo è un altro tipo di sogno (che rispetto per chi acquista una borsetta "sudando"un mese intero senza mangiare... certo certo) ma non il mio.
Beh sapete...non cambierei il mio mondo con niente(oddio qualche spiccioletto in più lo accetterei volentieri)... mi sono rimboccata le maniche e da sola sto realizzando tutto quello che ho sempre sognato. Ma alla gente di  questa stradina ricca invece tutto quello che penso che sono e che faccio non interessa, perchè non mi vedono sono trasparente...
all'inizio ci sono rimasta di merda "cazzo l'abbiamo conosciuta insieme sono ad un palmo da lei e cosa fa?...si attacca all'altra per interesse?E io?Ehi garda che ci sono anche io scusa pronto ti giri?Mi vedi?sono la collega?!ah...no...sono la sua dipendente...hai ragione."


Ora invece mi viene da ridere...perchè gli unici poveri sono loro... senza offesa eh?.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

you and me

Post n°23 pubblicato il 18 Aprile 2010 da LeellA

E allora...
e allora sono diventata grande.


In vita mia non ho mai pensato di pronunciare questa frase, non ho mai pensato di affermare questa frase, non ho mai accettato questa grossa parentesi, in realtà non ho mai creduto di poterla accettare ecco...e invece proprio l'altro giorno è successo.
Si, mi sento grande, mi sento le spalle mastodontiche ora che porto su di esse un peso altrettanto importante.

E allora?
e allora ...

Non uscirò stasera perchè non voglio andare
Starò a casa stasera perchè non voglio sapere
Mi hai rivelato un mondo e non mi sarei mai
Soffermata in una tale felicità, il tuo dono di purezza

Eh-ee-oh, eh-ee-oh, eh-ee-oh, eh-ee-oh
Eh-ee-oh, eh-ee-oh, eh-ee-oh, eh-ee-oh

Aahh, you and me will always be
You and me forever be
Eternally will always be
You and me

saremo sempre io e te eternamente

Porca puttana verament XD

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SATELLITE OF LOVE

Post n°22 pubblicato il 10 Aprile 2010 da LeellA

L'uomo sta guardando la televisione. Il lancio in orbita di un satellite. Gli piace guardare queste cose in televisione. Un satellite verso Marte. Marte che sarà presto un parcheggio di macchine. Che bello pensare a un satellite dell'amore. Che tristezza pensare invece a quello che lei ha avuto il coraggio di fare con un altro. Con altri, non solo uno. Tre. Harry, Mark e John. L'altro giorno. Non un solo giorno. Quattro. Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì. Chissà se si è riposata nel weekend.

Questa è la storia di SATELLITE OF LOVE

Oggi pomeriggio non ho fatto altro che ascoltare questa canzone...
Certo, il suo significato è totalmente diverso da quello che sto vivendo in questo periodo ma... la sua melodia mi fa stare bene, Anche se il motivo ha un CERTONONSOCHE' di triste.
Ma oggi. Oggi è stata la MIA giornata :)!
Sarà che la gente a lavoro ha continuato a dire quanto io sia meravigliosa...gente che non conosco mah.
Sarà che la designer che stasera nel negozio di Tamara ha presentato i suoi capi firmatissimi di alta moda parigina, non ha fatto altro che  ripetere con un bicchiere di vino in mano rivolto a me : leeei è meraviigliòsa!IHGHT!! Ma chi la conosce!
Sarà che i miei lavori fatti a mano sono stati apprezzati da tantissima gente :D
Beh a volte fa davvero piacere ricevere certe attenzioni...

Oggi è stata una giornata M.E.R.A.V.I.G.L.I.O.S.A. aaaaahhhhh

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MAX & BETTY

Post n°21 pubblicato il 30 Marzo 2010 da LeellA

Carissimi,
da quando avete scoperto il mio profilo non potete più fare a meno di me (lo scrivo anche per la cara Betty anche se capisce benissimo l'italiano) no se puede hacer sin mí, lo so curiosare negli affari degli altri senza essere scoperti è davvero una figata vero? E invece NO! So che mi leggete so che ogni tanto una capatina da me ve la fate ma sapete...io sono pulita!Questo poi è un portale pubblico a tutti, non come facebook ,qui non si può BLOCCARE nessuno...quindi...non è detto che tutto quello che vedono le vostre pupille color cioccolato sia vero.  la mia vita bella intensa la conosce solo chi  vive accanto a me, o quanto meno chi mi è vicino nonostante la lontananza senza giudicare o rosicare. Sono felice :) questo ve lo posso dire ma per cortesia...fate la vostra vita e lasciatemi in pace!

Ah... congratulazioni neo genitori es una nena ;)))

e bravo  Max!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »