Creato da danzan0l3n0t3 il 20/05/2012

UNIVERSI PARALLELI

VERSO UNA NUOVA DIMENSIONE

 

Buon Anno a tutti

Post n°41 pubblicato il 31 Dicembre 2016 da danzan0l3n0t3

B rilla dentro una luce

U n fuoco d'antico stupore

O nda che travolge il dolore

N ell'andare del tempo che corre,

A desso s'apre una finestra

N el nuovo tempo che giunge

N uove ore da vivere tutte

O nda che ci trasporta lontano.


Pier


Stelle nella notte scura

Palpiti d'un tempo lontano

Avvicinano questo mio cuore

Alla musica dell'universo.

Presenze,illusioni di luce

Che vedo ma che non ci sono

Come tutti coloro che morti

Hanno lasciato un segno.

Tutto, intorno è silenzio

Ma nell'anima nuova armonia

Discende e forte m'abbraccia

È l'amore per tutto il creato.

Pier

 
 
 

PACHA MAMA

Post n°40 pubblicato il 03 Settembre 2016 da danzan0l3n0t3

PIANETA TERRA

OSSERVANDO  IL NOSTRO PIANETA

Pianeta Terra

Odo il canto dei ruscelli

che s'incontrano nei fiumi,

Il vociare delle onde

che si frangon sulla rena.

Il frusciare delle  fronde

che dal vento attraversate,

una musica maestosa

qui diffondono, neL bosco.

Tutto intorno è un arpeggiare

delle corde di natura,

di quel cantico armonioso

di cui tutti siamo parte.

E' difficile ascoltare

nel profondo della terra,

l'energia del magma fuso

che ribolle imprigionato.

Su quel mare di metalli

adagiato il nostro mondo,

qualche volta si sommuove,

scuote il capo tutt'intorno.

Vibrazioni spazzan via

supponenze  ed alterigie,

di un'umanità incapace

d'imparare dagli errori.

Cecità dell'uomo d'oggi

non in grado di capire,

d'esser umile custode

di questo pianeta Terra.

Pier.G.

 
 
 

RIFLESSI

Post n°39 pubblicato il 09 Luglio 2016 da danzan0l3n0t3

A volte il riflesso sembra migliore  dell'immagine originale  e molto fequentemente negli altri si cerca qualcosa che ci appartiene ;per giungere all'unione totale come l'immagine  del post che rappresenta l'incontro di terra acqua e cielo

Tuttavia se osserviamo l'immagine riflessa dalle acque, la vediamo riprodotta da un supporto che ha delle sue caratteristiche precise ; ovvero l'immagine pur essendo quasi più gradevole di quella che vi si specchia, è costellata in più punti da qualcosa che non appartiene all'originale ,ma che è del lago stesso.

Così anche  per noi, è possibile raggiungere  l'armonia se  accettiamo  nel nostro rapporto con gli altri anche le loro diversità .

 

R iflessi di luce, riflessi del cuore

I n sospensione tra acqua e cielo.

F ermato è il tempo del navigare,

L uccica e illude la simmetria .

E nella mente s'apre il ricordo

S filano volti colori e profumi,

S ono il riflesso d'eterno amore

I stante in cui tutto fù cosa sola.

Pier

simmetrie  sul lago del SEgrino



 

 
 
 

FIGLI DI UN DESTINO AVVERSO.

Post n°38 pubblicato il 02 Maggio 2016 da danzan0l3n0t3

 

FIGLI DI UN DESTINO AVVERSO O  DIVERSO?

 

Quando si attende una nascita è tutto un fermento ,  una gioia trepidante : chi pensa al corredino,  chi alla culla ,qualche zia o nonna che si cimenta con lo sferruzzare a maglia per preparare  una copertina o delle scarpine  .Nessuno può immaginare il dolore nel vedere questa creatura affetta da tetra paresi spastica. .Ma quella che i più potrebbero definire come disgrazia, diventa con tanto amore, una avventura in grado di sfidare un destino avverso, In cui anche la più normale delle cose,  diventa un’impresa eccezionale. Così grazie a coraggio . volontà impegno di amici e supporto di associazioni , Roberto riesce addirittura a comporre con l’aiuto dell’alfabeto Bliss, e scrivere, con un pc adattato alla situazione in cui il mouse è stato sostituito da due piccole manopole “Caro papà sono felice di essere. nato nella tua famiglia”E più tardi questa poesia:

poesia in alfabeto Bliss

 

sono passati molti anni e forse il futuro fa un pò paura tuttavia Grazie ad associazioni come il Sorriso di Cernobbio (Co)"http://www.ilsorriso.org" e Thais di rieducazione a cavallo e in acqua "http://thais.altervista.org" una luce di speranza può illuminare i figli di un destino diverso.

Pier

 
 
 

LESBO

Post n°37 pubblicato il 16 Aprile 2016 da danzan0l3n0t3
 

IL PICCOLO AYLAN NON CE L'HA FATTA

 

LESBO

Soffia ancora il vento che inni ad Afrodite
di Saffo trasportava in quell'antico Egeo.
Cantici dell'anima al cielo innalzati
per celebrar l'amore che sgretola  barriere.
Soffia adesso il vento su quelle antiche sponde
rimbalzan grida e pianti che giungono dal mare.
Da quel profondo blu dalle tue rive sognanti
di uomini disperati che cercano la pace.
Qui oggi  il testimone d'un uomo crocifisso
nella sua bianca veste parla a tutto il mondo.
Dalle tue  aspre rive parla dell'accoglienza
a popoli a noi vicini che erigono alti muri.
Ancora non ha imparato l'uomo tra tante guerre
a fabbricar l'amore a seppelir le armi.
Ancora soffia il vento su queste ed altre sponde
non riesco a udire canti che parlano d'amore.

Pier.G.
(DIRITTI RISEVATI)

 
 
 
Successivi »
 
<

PROTETTO CON

 
        RIFLESSIONE
S caricano il loro veleno
T ra le strade del mondo
O mbre di uomini opachi
R ifiutano il fulgore della luce
D entro hanno neri abissi
I imputridito è il loro cuore
S olo la fiaccola del male
C ontinua a bruciare i
O ra dopo ora nel loro involucro
N ulla resterà di essi se non l’odio
O rmai unica nota che li distingue

I giorni scorrono stanchi delle guerre
V orrebbero che tutto finisse
E cessasse in una esplosione di pace.
N ulla però può fermare la lotta
T ra il bene ed il male che continua 
I giorni trascorrono nell’indifferenza
D ella gente che non vuole cambiare
E sugli altari della quotidiana follia
L e vittime di un mondo senza cuore
L ‘ultimo respiro esalano al nulla.
A ncora una volta prego perchè
Q uesta corsa folle senza traguardi
U n giorno possa finalmente cessare
O cclusa da un muro di luce invalicabile
T rafitta dalle stesse lame d’odio
I ntinte dello stesso veleno del male
D a cui ha sempre tratto nuova energia
I n silenzio osservo da questo sperone
A ssiso sulla fredda roccia del tempo
N uovi fermenti di vita farsi strada
A fflatti di bene spazzare le nebbie
M alvagie che ricoprono case e palazzi
A ncora aleggianti sulla città perduta
L a lotta laggiù continua incessantemente
V edo uomini donne ed eroi del quotidiano
A ffrontare con grande dignità la vita
G uardando avanti uniti da nuova fratellanza
I indietreggiano i lupi affamati di potere
T raditi dalla loro infinita brama di sangue
A’desso una piccola luce brilla ad indicare la via.
Pier
 

un Giorno ...una Notte

ALAIN VEINSTEIN

 

 

INTERVISTA AD ALDA MERINI

 

Ecco,letta da me .

una poesia di Mario Palmieri

 

 

Nazim Hilkmet

 

 

QUANDO I NOSTRI SCRITTI DIVENTANO LIBRO

 

rose

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

PIER'S REFLECTION

foglie 'autunno riflesse nell'acqua

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

gaza64lumil_0virgola_dflubopoKatartica_3000woodenshipgioiaamoreMelancolydanzan0l3n0t3NoirNapoletanotobias_shufflegigliodamoreEMMEGRACERu.Jathatiel
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

I MIEI BLOG AMICI

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.