Creato da brividosognante il 25/05/2008

RIVERBERO D' ANIMA

L’anima di ognuno manda riflessi diversi a seconda di chi guarda: sono pezzi di parole che attendono, passaggi su passaggi, di diventare intere. Perchè le parole cambiano quando cambia la vita, anzi le parole cambiano insieme alla vita e vanno a significare la tua tragedia e la tua commedia.

 

 

« CamminoIo sposa senza TE »

Schizofrenia da viaggio nel tempo

Post n°167 pubblicato il 17 Novembre 2011 da brividosognante

 

E guardo queste dita che scorrono, mi sono scappate dalle mani, si avviluppano alla tastiera e percorrono un sentiero che conoscono, sono io che l’ho scordato. A contatto con me stessa, di nuovo... basta poco un’emozione forte: che sia negativa o positiva questo non conta. Il nodo alla gola: ecco sono viva. Non mi piace così, ma sono viva. E come nella storia di Scrooge mi ritrovo nel passato: una bimba sulle scale di casa tiene una bambola tra le braccia e chiacchiera con una donna troppo anziana per essere la sua compagna di giochi, eppure la scenetta prosegue con la regia dell’amore. Ecco altri volti, ognuno a suo modo importante, ognuno parte della mia storia, altre mani, che ho accarezzato, stretto o lasciato e soprattutto altri odori, di lacrime e sale o di buono e di casa, insomma altre tappe… “Tappe di un grande amore fedele” (direbbe la Fallaci ) Ecco il mio volto da adolescente com’era, quegli occhi troppo grandi per non guardare lontano, quegli occhi troppo scuri per non possedere un timore: di perdere il tempo, di perdere il futuro, di perdere quel peso sul petto così familiare, quell’essere donna senza essere stata veramente bambina. Ed ecco di nuovo il volto di lei, voglio fermare il tempo che ho perso. Schizofrenia di questi viaggi. Nulla posso invece. Eccomi stasera, sul proscenio del presente, [ogni dettaglio significante può divenire significato] tra le mani ho le scelte di una vita, e sul petto il peso di sempre insieme ad una nuova paura. Si, perché solo quando ami puoi avere diritto alla paura.  Paura dell’assenza. Paura della perdita, paura dell'oblìo.

Come si fa a spiegare questi pensieri?

Tempo fa qualcuno mi disse che pur essendo cresciuti nello stesso luogo eravamo cresciuti in maniera diversa, quel qualcuno aveva ragione. Per la prima volta mi sento lontana. In una sera come queste, una sera che fuori [ solo fuori] non piove, mi sono tuffata dentro la scatola di plexiglass, qui posso urlare senza essere udita.

Affinchè qualcuno veda i segnali di fumo bisogna accendere un fuoco. Forse io non l’ho fatto. Combustione spontanea.                                                                                              (Io)

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/OPALESCENZE/trackback.php?msg=10813510

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Dream_Hunter
Dream_Hunter il 18/11/11 alle 09:39 via WEB
La vita con le sue evoluzioni continue ci da e ci toglie. Destino o casualita' ci metto del loro per rendere incostanti le certezze e meravigliose le sorprendenti rinascite in questo o in un altro mondo fatto di parole e di persone nelle loro scatole di plexiglass. Non tutto puo' fare parte della continuita' esistenziale, non tutto puo' far parte della nostra sfera piu' occulta. Barcamenarsi tra queste due semi-relata' e' forse in fondo un esercizio di equilibrio capace di farci sentire, ogni volta che siamo "saturi",l'esigenza attraversare quel confine per sentirci di nuovo ascoltati e, se siamo fortunati,capiti. Un abbraccio intenso Ciao, Pietro :D
 
fatastrega2
fatastrega2 il 18/11/11 alle 09:45 via WEB
La vita amica mia è tanto dura a volte...urlare ti farà sicuramente bene..però spetta a te trovare la serenità...un saluto;)Angela
 
vanderdecker
vanderdecker il 22/11/11 alle 15:40 via WEB
il fuoco non è solo fumo, ma anche calore e il tuo cuore di donna-bambina scalda. La paura quando si ama è sacrosanta, non temerla.Rendila speranza nei sogni che ti accompagneranno.Un abbraccio, mylady. :))
 
fioredicera0
fioredicera0 il 29/11/11 alle 16:42 via WEB
l'incipit è bello...spero il resto sia così..ti abbraccio
 
d4ny3L4
d4ny3L4 il 13/12/11 alle 21:13 via WEB
è bello rileggerti. sempre intensa seppur delicata. sempre tu. ti abbraccio
 
Fra.Stella
Fra.Stella il 16/12/11 alle 11:50 via WEB
Anche senza le paure non ci sentiremmo vivi. Anche se non ci piace così. Cara, accendilo sempre un fuogo, non credo tu arrivi mai a pentirtene, magari te lo spegneranno, magari lo calpesteranno, ma tu l'hai acceso e questo conta. Un abbraccio enorme alla tua Anima
 
d4ny3L4
d4ny3L4 il 14/02/12 alle 13:48 via WEB
Ti lascio un abbraccio. manchi. spero tu sia felice :)
 
 
brividosognante
brividosognante il 10/08/12 alle 23:49 via WEB
Il tuo abbraccio è come sempre quello di un amica..lo ricambio
 
emozionivere.m
emozionivere.m il 26/02/12 alle 22:28 via WEB
ti voglio bene...che ci sia o meno..che ti sento o meno...provo per te dolcezza ...sei nel mio cuore..
 
 
brividosognante
brividosognante il 10/08/12 alle 23:48 via WEB
..idem...
 
SospesaAmezzAria
SospesaAmezzAria il 09/02/14 alle 13:06 via WEB
Torna.. Io ti aspetto.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 Quando verrà il momento catturerò il firmamento e lambirò le nubi. Prenderò in prestito la bufera, lasciandomi alle spalle lacrime zampillanti. Alba senza rugiada. Abitata dalla tenacia sarò intrisa come il pane del tempo. Noncurante della briciole diffonderò l’ombra luminosa sul mio essere, che farò gocciolare come il dolce miele:  punto dopo punto, bacio dopo bacio. (J. Haddad)

 

Sono ancora quella bambina che con gli occhi disegna i passi dei suoi sogni.

 

Le mie parole sono quelle che chiunque, in qualunque stagione della vita, avrebbe  regalato a  qualcun' altro per  Amore.  (J. Miù)

 

Ci sono due specie di persone. Ci sono quelli che vivono, giocano e muoiono. E ci sono quelli che si tengono in equilibrio sul crinale della vita. Ci sono gli attori. E ci sono i funamboli. (M. Fermine)

 

"Succede con i libri come con gli uomini: pochissimi giocano un ruolo chiave"
(Voltaire)

  

 

Il tempo vola e noi no. Strano sarebbe se noi volassimo e il tempo no, il cielo sarebbe pieno di uomini con l'orologio fermo. 

(A. Bergonzoni)

 

Saper mettere un punto e andare a capo è uno dei segreti di ogni storia della vita. Se lo ritardi, la rovini; se l'anticipi, la bruci; e se lasci che sia l'altro a mettere il punto al posto tuo, vuol dire che tu eri già uscito dalla storia. 
(da web)

 

Se ricordo chi fui diverso mi vedo, e il passato è il presente della memoria. Chi sono stato è qualcuno che amo, me soltanto nei sogni. Nulla se non l'istante mi riconosce. Nulla il mio stesso ricordo, e sento che chi sono e chi sono stato sono sogni differenti. (F.Pessoa)

 

Io e quelli come me aspettiamo miracoli..(I. Fossati)

 

 

 “.. che innamorarsi è una droga, amare è una medicina ”

 

Con le metafore è meglio non scherzare.

Da una metafora può nascere l’amore.

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 62
 

ULTIME VISITE AL BLOG

russox2004pitagoracollegealiantepieromeghy1965Dream_Hunterdolceinnamorata18cim86stelladelsud_1976stonate.noteArcanaFiliaLunamallegra.gioiatheonly1one1987brividosognantecrissss74perfettamenteamore
 

ULTIMI COMMENTI

Perché in questo gesto risiede la forza del genere umano.

 

"Le anime si incontrano per caso, per curiosita', per determinazione. In tutti i casi l'incontro ha sempre del miracolo. Nella coincidenza, la componente magica e' previdente... ma decidere, partire, muoversi a tempo fino a trovarsi nel luogo dove la cosa sta accadendo e' miracoloso come la costruzione di tutte le cose immaginate." (Capossela)

 
 

Vorrei scivolarti dentro senza farmi sentire. Legarti senza stringere, amarti in silenzio.
Vorrei che ti accorgessi di me sorprendendoti a pensare solo al mio viso, desiderando solo la carne e il sudore. Il calore delle mani. Ci sono montagne più alte del sole nella mia anima.
(C.Donà)

 

E' così che ti frega, la vita. Ti piglia quando hai ancora l'anima addormentata e ti semina dentro un'immagine, o un odore, o un suono che poi non te lo togli più. E quella lì era la felicità.  Lo scopri dopo, quand'è troppo tardi. E già sei, per sempre, un esule: a migliaia di chilometri da quell'immagine, da quel suono, da quell'odore.
Alla deriva.
(A. Baricco) 

 

Ho bisogno di sentimenti, di parole, di parole scelte sapientemente, di fiori detti pensieri, di rose dette presenze. Di sogni che abitino gli alberi, di canzoni che facciano danzare le statue, di stelle che mormorino alle orecchie degli amanti. Ho bisogno di poesia, di questa magia che brucia la pensantezza delle parole, che risveglia e dà colori nuovi.

(A. Merini)

 

E i bicchieri erano vuoti
e la bottiglia in pezzi
E il letto spalancato
e la porta sprangata
E tutte le stelle di vetro
della bellezza e della gioia
risplendevano nella polvere
della camera spazzata male
Ed io ubriaco morto

ero un fuoco di gioia

e tu ubriaca viva
nuda nelle mie braccia.

(Prevert)

 

 La felicità è un'opera d'arte. Trattatela con cura. (E. Warthon)