Community
 
ortonovo
   
 
Un blog creato da ortonovo il 08/01/2007

Per LUNI...

by Claudio PUGNANA

 
 
 
 
 
 

MI TROVI ANCHE SU ...

 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 
 
 
 
 

CONTATORE

       immagine 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ortonovokilounogianni.furiamikilago1cassetta2piolomanndimetz2009reni64isa606m.m.1971nucciobottiglioniariblu1biancaledala_dico_tutta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

LO PSICANALISTA..


di Daniele Babbini "autore di canzoni" delle nostre parti. (visita il sito)
 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ortonovo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 60
Prov: SP
 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Il bicchiere mezzo vuoto...Amministrative 2012... »

lettera aperta al Presidente Burlando...

Post n°293 pubblicato il 18 Marzo 2012 da ortonovo

 

Caro Presidente ( preferibile a Governatore) Burlando,

ieri abbiamo sfilato assieme ad altre centomila persone alla grande manifestazione per la 17ma Giornata della Memoria e dell’Impegno. Io, come semplice cittadino, tu come rappresentate della nostra Regione quale promotrice assieme a Libera e ad altri Enti Locali della manifestazione stessa. Uno dei temi della manifestazione proposto  “con tenacia e coraggio dall’Associazione Libera” assieme al “costante impegno nel rinnovare il ricordo delle donne e degli uomini vittime della criminalità mafiosa(parole del presidente Napolitano) era: PRATICARE, NON PREDICARE, LA LEGALITA’.

Nei giorni scorsi, il “tuo” Consiglio Regionale, aveva approvato un “ordine del giorno” che in attesa di una nuova normativa che definisca con puntualità eventuali conflitti e circoscriva con trasparenza i criteri di nomina, impegnando il Presidente e la Giunta a valutare con attenzione le nomine espresse dai territori, al fine di evitare scelte incongrue e inopportune.

Rientrato a casa e sfogliando la rassegna stampa del giorno, ho trovato queste dichiarazioni del neo  Presidente del Parco Magra-Montematcello: “…Sto valutando comunque l’opportunità di lasciare quell’incarico (consigliere della Marina Travelfit Srl) ma si tratterebbe comunque di una scelta personale” in quanto “il piano della nautica è già stato approvato” e “il parere espresso a livello regionale non faccia emergere nessun conflitto”, concedimi di dubitarlo.

Ma ancora : “ho provveduto a rassegnare le mie dimissioni da assessore nelle mani del sindaco Galazzo, e come revisore dello stesso Parco, queste sì cariche incompatibili anche in questo caso continuo a dubitare in quanto la Legge prevede situazioni differenti fra le cause d’incompatibilità e d’ ineleggibilità: la carica di “assessore “ è incompatibile, mentre l’essere al momento della elezione e poi della nomina revisore dei conti dello stesso ente è questione d’ineleggibilità e la legge dispone  che per rimuovere le cause d’ineleggibilità l'interessato deve cessare dalle funzioni non oltre il giorno fissato per la presentazione delle candidature (articolo 60, comma 3, del decreto legislativo 267/2000).

Ti starai chiedendo cosa c’entra la giornata di ieri con una pratica amministrativa, la risposta è semplice: la “legalità” e la “credibilità delle istituzioni” .

Concludo, ricordando, le parole del  giudice Rosario Livatino, ucciso il 21 settembre 1990 mentre si recava in tribunale, che aveva scritto su un suo quaderno: «Alla fine non ci sarà chiesto se siamo stati credenti ma se siamo stati credibili»

Con affetto 

Claudio Pugnana

 

Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Claudio Burlando il 20/03/12 alle 17:06 via WEB
Caro Pugnana, le giornate di Libera sono state per Genova un grande momento. La marcia cui abbiamo partecipato ambedue è solo l’evento più evidente di un lavoro capillare che don Ciotti e la sua associazione compie ogni giorno. Credo che sia questo il senso del loro impegno, educare al rispetto della legge e delle regole. Per noi amministratori significa anche e soprattutto rispetto verso procedure di cui ogni giorno siamo i garanti di fronte ai cittadini. Sulla discussione che c'è stata sul territorio a proposito della nomina del presidente del Parco Montemarcello-Magra ho ovviamente un’opinione personale ma il decreto di nomina è un atto amministrativo e va firmato o no sulla base di pareri giuridici. Per questo ho chiesto agli uffici un esame attento e scrupoloso e la risposta è stata che non c'erano motivi per non firmare. Credo che l’intera vicenda abbia dimostrato quanto il territorio abbia avuto la possibilità di esprimersi, tanto che il nuovo Consiglio del Parco adesso – e giustamente, aggiungo – è composto da una rappresentanza più ampia della precedente. Questo permetterà di lavorare nel rispetto delle opinioni di tutti, e il presidente ne sarà il garante. Condivido le parole del giudice Livatino. Quando si amministra, la credibilità è anche e soprattutto mettere da parte le convinzioni personali o anche solo le opinioni e seguire le procedure stabilite per legge. Questa è l’unica garanzia che ci difende da quell’arbitrio che è alla base di tutto ciò che don Ciotti combatte – e noi con lui – da sempre. Sì, meglio presidente di governatore, parola che non mi è mai sembrata adatta al mio ruolo. Molti saluti. Claudio Burlando
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
amilcare Grassi il 21/03/12 alle 10:25 via WEB
Che tristezza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
visitatore il 10/04/12 alle 13:50 via WEB
Questo si che è parlare "politicamente corretto"
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

O BELLA CIAO...

 

 

 
 
 
 
 
 
 

DON ANDREA GALLO... PER NON DIMENTICARE ...

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 
 
 
 
 
 

FOTO

immagine
 
 
 
 
 
 
 
immagine
 
 
 
 
 
 
 

IN SOSTEGNO DEL POPOLO BIRMANO

             

Dalla Birmania: la riaffermazione del valore della non violenza
di Aly Baba Faye

Prima ancora che il regime spegnesse le luci sulla rivoluzione pacifica, tutto il mondo ha potuto seguire con una certa commozione la prova di forza tra il potere militare e le preghiere di migliaia di monaci che hanno marciato, lungo le strade di Yangoon, chiedendo democrazia e libertà per un popolo soggiogato e oppresso. (leggi tutto)

(L'Appello di Amnesty Internationl)

 
 
 
 
 
 
 

immagine

 
 
 
 
 
 
 

UN COMMENTO SULLA CRISI..

immagineimmagine
 
 
 
 
 
 
 

...IL QUARTO STATO...

immagine