Creato da out4ever il 08/02/2012
i sentimenti non si sprecano

MONA LISA

   ESEMPI DI SORCAL

 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

Abigail_Weavermoon_ImonikajaPaintedonmyheartout4everNoRiKo564daunfioreRiccardoPennalubopooscardellestellepeppe_randazzo2015ducaleto57Stolen_wordsSUNNYSIMO
 

Ultimi commenti

 

Sciogliete i nodi
altrimenti non potrete
spiegare le vele

*
Gli uomini sono come le banane,
più passa il tempo e meno sono duri

*

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

spostato

Post n°424 pubblicato il 24 Marzo 2017 da out4ever
 

In questo luogo di carne&bit [per molti solo i secondi] c'è almeno una che, bontà sua, mi ritiene tale, uno spostato [ciao S, che hai combinato in questo anno?] mentre per tutte le altre per fortuna pur con mille difetti resto una personanormale.

Fine della precisazione.

Qui parlo dello slidingdoors, di quel divenire di eventi che se modificato di un solo secondo potrebbe prendere pieghe diverse [o magari no] come pare ovvio pensando alla distrazione alla guida che causa morte o al momento prima di una decisione.
Come più volte ripetuto sono sostenitore accanito del

"meglio un rimpianto che un rimorso"

[anche se sento bestialità contrarie] e mi pare ovvio il motivo: col primo saremo noiesolonoistessi [il singolo che decide] a patire le conseguenze, col secondo è evidente che le conseguenze del nostro agire abbiano prodotto un danno tale [a terzi] da farci [poi, cioè tardi] rimordere la coscienza.

Il testo mi piace come il cantante anche se bistrattato per anni, personalmente non ho da recriminare nulla del mio operato sentimentale [o presunto tale] proprio sulla base del sanoegoismo che mi ha portato il più possibile a non produrre danni irreparabili [a parte forse l'ex moglie, avrei dovuto agire con intento letale] e non sono certo qui ad incensarmi, del parere estraneo me ne frego da sempre, m'interessa molto di più quello di chi porto in qualche modo nel cuore.

Magari a torto.

Dibatto ancor oggi sul ridicolo concetto d'amore inteso come dipendenza da esso [non da chi ami] tanto che rido osservando queste palline da flipper che rimbalzano qui e là mendicando attenzioni per riempirsi la bocca di paroloni avendo in realtà un cuore vacuo quanto forse il cranio.

Uomini e donne naturalmente anche se i primi spesso utilizzano il sentimento per arrivare al tubero mentre le seconde cianciano di profondità cardiache per non ammettere di non voler restare sole.

Le solite sòle.

Un giorno parlai di una specie di colpodifulmine ma sempre argomentando il tutto con la necessità di conferme che dovessero far collimare la mia attrazione verso la pulzella [naturalmente over40...e nemmeno di poco] con ciò che anima&corpo urlano a volte senza farsi sentire.
Bastò un nulla, una telefonata mancata ed il caldo si trasformò in me in gelo, non rabbia o rancore, segno evidente che troppo poco avrebbe potuto cambiare il corso delle cose anche in futuro, da qui lo scegliere di non averlo

"...l'amore è un'arte da capire..."

spostato di un secondo - masini

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

2 feb 14

Post n°423 pubblicato il 19 Marzo 2017 da out4ever
 

trattengo il fiato
Post n°135 pubblicato il 02 Febbraio 2014 da out4ever
 

Te
lasciarti essere te
tutta intera

Vedere
che tu sei tu solo
se sei
tutto ciò che sei
la tenerezza
la tua furia
quel che vuole sottrarsi
e quel che vuole aderire

Chi ama solo una metà
non ti ama a metà
ma per nulla
ti vuole ritagliare a misura
amputare
mutilare

Lasciarti essere te
è difficile o facile?
Non dipende da quanta
intenzione e saggezza
ma da quanto amore e quanta
aperta nostalgia di tutto
- di tutto -
quel che tu sei

Del calore
e del freddo
della bontà
e della protervia
della tua volontà
e irritazione
di ogni tuo gesto
della tua ritrosia
incostanza
costanza

Allora
questo
lasciarti essere te
non è forse così difficile

  [Erich Fried]

.a questo avrei dovuto pensare io
.a questo avresti dovuto pensare tu

cercami ancora...ma sul serio
trattengo il fiato - emma

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

matematica

Post n°422 pubblicato il 17 Marzo 2017 da out4ever
 
Tag: ridere

equazione di primo grado:

me.la.dai? = no

equazione a novanta gradi:

me.la.dai? = no + € = si

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

cancello

Post n°421 pubblicato il 14 Marzo 2017 da out4ever
 

Finito il weekend pargolesco ti ritrovi a rientrare nella tua [volontaria] prigione, il posteggio manca e così finisci davanti a dove riposano tua cognata e tua madre, una lì da un'enormità di anni e l'altra da un paio, una giovane e l'altra no.

Fredde fuori anche se donano ancor oggi calore dentro.

Il filo di costante malinconia [sana] che accompagna le sere domenicali si mescola alla consapevolezza che dietro quelle inferiate dormono due persone che hanno segnato la mia esistenza: la mamma com'è ovvio [ed il papà l'ha rifilato a me...grrrr] e la cognata perchè era per me una sorella, più del mio fratellone.

In quel letto parigino mi affidasti i tuoi pargoli [tu che conoscevi le fragilità del tuo maritozzo] mentre ingoiavo magoni col sorriso, accettai quel carico importante: ora veleggiano sulla trentina ed io che ero [allora] un ragazzo pieno di sogni e di donne ora sono un vecchio bacucco.

I primi mi sono rimasti nelle tasche del cappotto, delle seconde non voglio più sapere finchè quella giusta non spoglierà tutto di me...

...ed io cancello il cancello
perchè quella grata è ingrata.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

spari.re

Post n°420 pubblicato il 06 Marzo 2017 da out4ever
 

Come un colpo di fucile in una notte di campagna.
Un botto e...
scegli di...

spari.re

young&beatiful - lagna del rey

"Will you still love me when I'm no longer young and beautiful?
Will you still love me when I got nothing but my aching soul?
I know you will, I know you will
I know that you will
Will you still love me when I'm no longer beautiful?"

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

!

Post n°419 pubblicato il 05 Marzo 2017 da out4ever
 
Tag: ridere

Dell'amore mi sono rimaste solo le maniglie. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

impronte

Post n°418 pubblicato il 23 Febbraio 2017 da out4ever
 
Tag: ridere

Leggendo un libro mi è capitato di soffermarmi sul fatto che noi -razza umana- siamo in realtà solo animali evoluti e come tali lasciamo tracce del nostro cammino.

Certamente con il tipo di spostamenti odierni che usano l'aria o l'asfalto è più difficile imprimere orme del nostro incedere mentre lo "studio" delle antiche rotte -spesso silenti per colpa dell'abitudine- permette di "leggere" la storia in modo profondo.

Mai come ora -epoca di ebeti digitali dediti alla vendetta ed al forcone- sarebbe utile conoscere la storia per evitare di cadere in orrori già vissuti eppure vedo masse di idioti che scordandosi i baffetti rincorrono barbe di minchioni.

Cazzi loro.

Tornando al topic io credo che gli odierni animali -me incluso- lascino sempre più spesso orme nell'anima -quando esiste- del prossimo, naturalmente solo quello in grado di recepirle e farsi in qualche modo "segnare".

Si spera in positivo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

kierkegaard

Post n°417 pubblicato il 12 Febbraio 2017 da out4ever
 

Una sera come tante in un locale come tanti: raramente si è mai mosso da solo, in genere si sposta solo con le amiche ma quella sarebbe stata una giornata triste da passare in casa e non aveva organizzato nulla per tempo.
Si esce comunque, qualcosa succederà.
Soliti chilometri per allontanarsi dalla propria residenza, l'approdo è conosciuto ma non il locale aperto da poco, la curiosità spegne il motore, lui indossa il bomberino e via all'ingresso.
Di una nuova avventura.
Gente multicolore tra note e luci calde, sguardi, un paio di saluti inattesi e qualche passo per sgranchire articolazioni artritiche: tutto risponde ai comandi, si potrà ballare senza rischiare la frattura.
S'avvicina al bancone non per sete ma per esplorazione ambientale ed ecco che un atto di noia si tramuta in occasione: chiedere un drink analcolico cattura l'attenzione di due splendidi occhi verdi [al momento nemmeno notati], lei sorride per non sghignazzare e lui risponde con l'abituale imbarazzo che lo rende sfrontato.

"Abituata ai soliti ubriaconi?"
"Relativamente"
"Einstein prevede deroghe di legge"
"Non bevi mai?"
"Solo dalla fonte dell'amore"

Silenzio, parla Agnese.

Lei si allontana dal bancone, lui sorseggia tronfio per aver conquistato...lo sgabello, perlustra distrattamente divanetti e fauna quando un cocainomane lo urta facendogli finire una cannuccia nel naso.

In quel casino sente distintamente uno sghignazzo [addio al sorriso precedente], si volta e rivede quegli occhi

"Complimenti, un vero figo"
"Non hai visto nulla, se mi infilo anche l'altra imito la foca"

Prima di lei s'avvicina un profumo travolgente, le faccio una risonanza mentale e noto che non ha tatuaggi nelle zone esposte [non troppe, incredibile] mentre il punteggio supera la soglia-pericolo, è vicina, forse troppo per fermare lo spirito di sfida.

È bastato uno sguardo o un gesto o un breve colloquio.
La loro anima
se n’è andata, per un istante
, per un’ora
[kierkegaard]

taxi driver - joan thiele

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

vanità

Post n°416 pubblicato il 08 Febbraio 2017 da out4ever

 

"...lei non sa che è solo un altro imbroglio e tu lo chiami amore..."

vanità - giorgia

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

in time

Post n°415 pubblicato il 07 Febbraio 2017 da out4ever
 
Tag: ridere

È un film del 2012 mi pare, non l'ho rivisto e come sempre lo ricordo vagamente,ciò che di saliente m'è rimasto è che la moneta era il tempo. Si dice che esso sia il denaro ma nell'accezione del termine si vuole spronare il singolo a muovere il culo per fare denaro mentre sono convinto che siano proprio i minuti il vero perno della vita.

Le mie primavere stanno diventando inverni, questo mi permette di vedere le cose con la saggezza dell'esperienza, quando vedo aria di polemica ad ogni costo, quando si sobilla per poi lamentarsi del trambusto io sento che sto perdendo tempo.

Cioè il vero denaro.

Siccome rispetto il prossimo, specialmente quelli che a ragione o torto ritengo dei minus habens ecco che trovo utile anche per loro evitare a mia volta di rubare il tempo altrui obbligandoli in qualche modo a leggere facezie [le mie] dalle quali certamente avrebbero spunto per nuovi focolai.

Sono nato pompiere [e via ai lazzi], non sono fuoriserie e nemmeno fuori quindi me ne chiamo fuori.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

piccole cose

Post n°414 pubblicato il 26 Gennaio 2017 da out4ever
 

Quanti anni ci vogliono per raggiungere l'euforia per le piccole cose...personalmente mi sono sempre piaciute, le ho apprezzate e so che hanno valorizzato la mia esistenza, posso solo immaginare [vagamente] quale entusiasmo invaderebbe le mie viscere se arrivassi a provare forse l'unica [grande]piccola cosa che non ho provato:

il brivido dell'amore

.quello che ti fa svegliare con la bramosia del bimbo la mattina di Natale
.quello che ti fa addormentare col dispiacere dell'ultima notte
.quello che ti fa vivere

vivere davvero

piccole cose
piccole rose

piccole cose - j-ax fedex aleamo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

million reasons

Post n°413 pubblicato il 22 Gennaio 2017 da out4ever
 

"I've got a hundred million reasons to walk away
But baby, I just need one good one to stay"

"Ho un centinaio di milioni di ragioni per andarmene
Ma, baby, ho solo bisogno di un buon motivo per rimanere"

Purtroppo a me basta una sola ragione per andarmene -da sempre- anche se concedo del tempo -a me ed a lei- per valutare oltre ogni dubbio che tale ragione sia sensata e motivata.

Il tempo dipende da mille fattori, a volte mesi a volte ore ma sempre lancio moniti e segnali, dico chiaramente cosa non quadri ai miei occhi e se trovo risposte inconsistenti non indugio: taglio.

LadyCacca non mi piace nè per come canta nè per com'è fisicamente, ho sempre privilegiato un bel viso ed un portamento elegante rispetto ad un fisico tonico unito a modi da punkabbestia però ammetto che questo brano mi abbia portatoaspasso più di una volta.

Vorrei ballarlo.

million reasons - lady gaga

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

shoppy²

Post n°412 pubblicato il 20 Gennaio 2017 da out4ever
 
Tag: canzoni

Schopenauer diceva che la vita è come una stoffa ricamata, nella prima metà della propria esistenza si può osservare solo il diritto, il lato bello del ricamo, nella seconda metà invece vediamo il rovescio che non è proprio bello ma ci permette di valutare l'intreccio dei fili.

Capendo noi stessi.

I feel it coming - the weeknd feat. daft punk

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

zampe

Post n°411 pubblicato il 09 Gennaio 2017 da out4ever
 
Tag: ridere

Capita che uno nel cazzeggio serale guardi U&D, scene di una melensa fintacoppia [o magari no] tutta fiorellini e giuggiole ed ecco l'immagine di due piedini nella mente.

Fine estate, lei in prendisole e sandali, saliamo in auto per andare a prendere un gelato, la campagna vicina al mare inebria quanto il frinire delle cicale ed in un attimo mi ritrovo con le labbra tra le sue gambe.
Minuti o mezz'ore non ricordo, so che era pomeriggio ma per noi il sole non faceva differenza, quando c'era la voglia nasceva l'orgasmo.

Si riprende il viaggio per la meta, la bocca sa di lei tanto che il gelato nemmeno lo vorrei, ad un tratto sbucano i suoi piedi nudi sulla plancia: una cosa che mi ha sempre fatto incazzare, non per un motivo preciso, questione di ordine forse... però...però ora mi piace, sicuramente perché è lei che vorrei vedere nuda e sconcia su quel sedile.

Di nuovo.

Mi guarda, sorride con la bocca e di più con gli occhi, poco tempo prima l'aveva fatto col cuore dandomi tutta se stessa, senza pudore e... forse...con amore.

Quello che non ho voluto cogliere perso nella nebbia della sua mente annerita dalla vita, alla fine l'idea d'esser faro per chi vive di abissi mi ha fatto scegliere.

Me stesso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TV

Post n°410 pubblicato il 29 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: ridere

Non la guardo spesso, quando lo faccio mi dedico a programmi solitamente schifati dal popolino della sottocultura spocchiosa: in genere seguo Uomini&Donne ed il best GF, miracolosi spaccati dell'Italia d'oggi, non a caso reietti dai più perché se li guardassero avrebbero la sensazione di come siano in realtà.

Ma ora no, ora non parlo di tivvù ma della patria del prosecco, intelligente meta collaterale di Picchio&Signora [la sua] per visitare poi Venezia, l'impareggiabile.

In un'epoca sghemba come questa [notizia d'oggi una sparatoria per questioni di traffico, il mondo è marcio ormai] è comunque bello vedere come i ciofani alla fine se ne sbattano delle paure e del giogo di quattro esaltati di merda.

Che viaggio sia e speriamo che partiti in due non tornino in tre.
Sgrat sgrat.

 

mo' mi guardo alessandra amoroso, tanto per dire

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

addavenì

Post n°409 pubblicato il 23 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: ridere

Gli alberi sfrecciano eppure son fermi, a muoversi sono io che sbircio dai vetri del vecchio tassì [taxi suona moderno] e nel farlo cerco di cogliere ansie e violini, merda e fiori della vita là fuori.

Anime e corpi, dritte e storpi, malcelate tristezze e spocchiosi sorrisi riempiono occhi assetati e curiosi, sembra il solito mondo ma così non è ed in pochi l'hanno capito, i più [marmaglia che mira al poco&subito] ululano soluzioni da caverna.

Tutti chef stellati [guarda caso] nel terzo millennio, han ricette da pleistocene che vanno proprio bene per il popolo troglodita, quello che già con i forconi avrebbe difficoltà, meglio fornire clave: una Wilma si trova sempre.

Il pianeta però è un minestrone ribollente, non si cuoce con melma repellente né con idee moderne quanto la Stele di Rosetta [parrucchiera favolosa], ci vorrebbe un guizzo fatto di buonsenso e lungimiranza.
Quella che si scorge tra gli alberi che sfrecciano, negli occhi pazienti di chi la storia l'ha studiata e vissuta: con i vaffa ed i "i migliori siamo noi" ti ritrovi con i baffetti senza accorgertene.

Meno male che ho il rasoio.

Auguri, ne avrete bisogno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

linea

Post n°408 pubblicato il 13 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: canzoni

Esiste una sottile linea tra l'indifferenza ed il coinvolgimento, è un confine astratto fatto di pensieri e sorrisi sommessi, il troppo ostentato spesso nasconde la follia del nulla.

Ed il nulla immancabilmente evapora.

il conforto - ferro&consoli

La differenza tra prossimità e vicinanza la senti a naso -direi da subito- ma puoi averne riprova solo dopo...dopo un qualche intoppo, in quel dopo esiste il giardino profumato che può anche nutrirsi della distanza ma dalla lontananza sarà ucciso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

bruciare per te

Post n°407 pubblicato il 05 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: canzoni

Se una mi dà il cerino io ci metto la miccia.

Oh oh oh

bruciare per te - elisa

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

paolino

Post n°406 pubblicato il 01 Dicembre 2016 da out4ever
 

Pur avendo io una specie di ideale attizzante nella donna mora-magrolina-pochetette sono quasi sempre finito nelle grinfie delle bionde [a volte biondone, tipo la splendidosa da 1 metro e 86] spesso con occhi azzurri-verdi-chiari.

A dimostrare che gli ideali [come ripeto quando mi vien chiesto] non esistano perchè ci sono le persone che li indossano e se lo fanno male una può esser mora-magra-figa ma preferirò qualcun' altra.

Ecco, iniziando dalla mia exmoglieswissmade, ho notato [casualità dovute ai numeri probabilmente] che spesso le occhiazzurri sono in qualche modo bacatedentro, più probabilmente solo inadatte a me perchè troppo fighedilegno o chissà cosa, fatto sta che ripensando a loro mi sono sentito un Gino Paoli in miniatura [paolino appunto] ed ho intonato a squarciagola il mio hit

il cielo in una stronza

qui l'originale

IRONIA  <---- VEDIAMO
GENTE,  <---- CHI
IRONIA. <---- LEGGE

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

impareggiabile

Post n°405 pubblicato il 29 Novembre 2016 da out4ever
Foto di out4ever

Il Lapo perde il pelo ma non il vizio, va sempre in giro in trans. Pare che la storia sia la trama del prossimo film di Natale:

Mamma ho perso la ero.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »