Creato da out4ever il 08/02/2012
i sentimenti non si sprecano

MONA LISA

   ESEMPI DI SORCAL

 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

gigliodamoreStolen_wordspsicologiaforenseout4everNoRiKo564moon_IEMMEGRACEchristie_malryGiuseppeLivioL2Abigail_Weavergiostradivitaundresserdellamonicaperlamlr777
 

Sciogliete i nodi
altrimenti non potrete
spiegare le vele

*
Gli uomini sono come le banane,
più passa il tempo e meno sono duri

*

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

million reasons

Post n°413 pubblicato il 22 Gennaio 2017 da out4ever
 

"I've got a hundred million reasons to walk away
But baby, I just need one good one to stay"

"Ho un centinaio di milioni di ragioni per andarmene
Ma, baby, ho solo bisogno di un buon motivo per rimanere"

Purtroppo a me basta una sola ragione per andarmene -da sempre- anche se concedo del tempo -a me ed a lei- per valutare oltre ogni dubbio che tale ragione sia sensata e motivata.

Il tempo dipende da mille fattori, a volte mesi a volte ore ma sempre lancio moniti e segnali, dico chiaramente cosa non quadri ai miei occhi e se trovo risposte inconsistenti non indugio: taglio.

LadyCacca non mi piace nè per come canta nè per com'è fisicamente, ho sempre privilegiato un bel viso ed un portamento elegante rispetto ad un fisico tonico unito a modi da punkabbestia però ammetto che questo brano mi abbia portatoaspasso più di una volta.

Vorrei ballarlo.

million reasons - lady gaga

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

shoppy²

Post n°412 pubblicato il 20 Gennaio 2017 da out4ever
 
Tag: canzoni

Schopenauer diceva che la vita è come una stoffa ricamata, nella prima metà della propria esistenza si può osservare solo il diritto, il lato bello del ricamo, nella seconda metà invece vediamo il rovescio che non è proprio bello ma ci permette di valutare l'intreccio dei fili.

Capendo noi stessi.

I feel it coming - the weeknd feat. daft punk

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

zampe

Post n°411 pubblicato il 09 Gennaio 2017 da out4ever
 
Tag: ridere

Capita che uno nel cazzeggio serale guardi U&D, scene di una melensa fintacoppia [o magari no] tutta fiorellini e giuggiole ed ecco l'immagine di due piedini nella mente.

Fine estate, lei in prendisole e sandali, saliamo in auto per andare a prendere un gelato, la campagna vicina al mare inebria quanto il frinire delle cicale ed in un attimo mi ritrovo con le labbra tra le sue gambe.
Minuti o mezz'ore non ricordo, so che era pomeriggio ma per noi il sole non faceva differenza, quando c'era la voglia nasceva l'orgasmo.

Si riprende il viaggio per la meta, la bocca sa di lei tanto che il gelato nemmeno lo vorrei, ad un tratto sbucano i suoi piedi nudi sulla plancia: una cosa che mi ha sempre fatto incazzare, non per un motivo preciso, questione di ordine forse... però...però ora mi piace, sicuramente perché è lei che vorrei vedere nuda e sconcia su quel sedile.

Di nuovo.

Mi guarda, sorride con la bocca e di più con gli occhi, poco tempo prima l'aveva fatto col cuore dandomi tutta se stessa, senza pudore e... forse...con amore.

Quello che non ho voluto cogliere perso nella nebbia della sua mente annerita dalla vita, alla fine l'idea d'esser faro per chi vive di abissi mi ha fatto scegliere.

Me stesso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TV

Post n°410 pubblicato il 29 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: ridere

Non la guardo spesso, quando lo faccio mi dedico a programmi solitamente schifati dal popolino della sottocultura spocchiosa: in genere seguo Uomini&Donne ed il best GF, miracolosi spaccati dell'Italia d'oggi, non a caso reietti dai più perché se li guardassero avrebbero la sensazione di come siano in realtà.

Ma ora no, ora non parlo di tivvù ma della patria del prosecco, intelligente meta collaterale di Picchio&Signora [la sua] per visitare poi Venezia, l'impareggiabile.

In un'epoca sghemba come questa [notizia d'oggi una sparatoria per questioni di traffico, il mondo è marcio ormai] è comunque bello vedere come i ciofani alla fine se ne sbattano delle paure e del giogo di quattro esaltati di merda.

Che viaggio sia e speriamo che partiti in due non tornino in tre.
Sgrat sgrat.

 

mo' mi guardo alessandra amoroso, tanto per dire

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

addavenì

Post n°409 pubblicato il 23 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: ridere

Gli alberi sfrecciano eppure son fermi, a muoversi sono io che sbircio dai vetri del vecchio tassì [taxi suona moderno] e nel farlo cerco di cogliere ansie e violini, merda e fiori della vita là fuori.

Anime e corpi, dritte e storpi, malcelate tristezze e spocchiosi sorrisi riempiono occhi assetati e curiosi, sembra il solito mondo ma così non è ed in pochi l'hanno capito, i più [marmaglia che mira al poco&subito] ululano soluzioni da caverna.

Tutti chef stellati [guarda caso] nel terzo millennio, han ricette da pleistocene che vanno proprio bene per il popolo troglodita, quello che già con i forconi avrebbe difficoltà, meglio fornire clave: una Wilma si trova sempre.

Il pianeta però è un minestrone ribollente, non si cuoce con melma repellente né con idee moderne quanto la Stele di Rosetta [parrucchiera favolosa], ci vorrebbe un guizzo fatto di buonsenso e lungimiranza.
Quella che si scorge tra gli alberi che sfrecciano, negli occhi pazienti di chi la storia l'ha studiata e vissuta: con i vaffa ed i "i migliori siamo noi" ti ritrovi con i baffetti senza accorgertene.

Meno male che ho il rasoio.

Auguri, ne avrete bisogno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

linea

Post n°408 pubblicato il 13 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: canzoni

Esiste una sottile linea tra l'indifferenza ed il coinvolgimento, è un confine astratto fatto di pensieri e sorrisi sommessi, il troppo ostentato spesso nasconde la follia del nulla.

Ed il nulla immancabilmente evapora.

il conforto - ferro&consoli

La differenza tra prossimità e vicinanza la senti a naso -direi da subito- ma puoi averne riprova solo dopo...dopo un qualche intoppo, in quel dopo esiste il giardino profumato che può anche nutrirsi della distanza ma dalla lontananza sarà ucciso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

bruciare per te

Post n°407 pubblicato il 05 Dicembre 2016 da out4ever
 
Tag: canzoni

Se una mi dà il cerino io ci metto la miccia.

Oh oh oh

bruciare per te - elisa

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

paolino

Post n°406 pubblicato il 01 Dicembre 2016 da out4ever
 

Pur avendo io una specie di ideale attizzante nella donna mora-magrolina-pochetette sono quasi sempre finito nelle grinfie delle bionde [a volte biondone, tipo la splendidosa da 1 metro e 86] spesso con occhi azzurri-verdi-chiari.

A dimostrare che gli ideali [come ripeto quando mi vien chiesto] non esistano perchè ci sono le persone che li indossano e se lo fanno male una può esser mora-magra-figa ma preferirò qualcun' altra.

Ecco, iniziando dalla mia exmoglieswissmade, ho notato [casualità dovute ai numeri probabilmente] che spesso le occhiazzurri sono in qualche modo bacatedentro, più probabilmente solo inadatte a me perchè troppo fighedilegno o chissà cosa, fatto sta che ripensando a loro mi sono sentito un Gino Paoli in miniatura [paolino appunto] ed ho intonato a squarciagola il mio hit

il cielo in una stronza

qui l'originale

IRONIA  <---- VEDIAMO
GENTE,  <---- CHI
IRONIA. <---- LEGGE

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

impareggiabile

Post n°405 pubblicato il 29 Novembre 2016 da out4ever
Foto di out4ever

Il Lapo perde il pelo ma non il vizio, va sempre in giro in trans. Pare che la storia sia la trama del prossimo film di Natale:

Mamma ho perso la ero.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

starboy

Post n°404 pubblicato il 27 Novembre 2016 da out4ever
 

Capita a volte che un brano mi scateni voglia di carne&labbra, un corpo da abbracciare stretto mentre le note scaldano membra&menti: questo lo ballerei così, avvinghiato a lei in movimenti ritmati da seguire uniti, le mani che scivolano su di un corpo ancora sconosciuto mentre le sue fanno altrettanto, la musica culla desideri porno che in sè hanno la dolcezza riconosciuta solo da anime fini.

Volere è già volare.

starboy - the weekend

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

magari

Post n°403 pubblicato il 24 Novembre 2016 da out4ever
 

Credo d'aver già fatto un post con questa canzone ma ora, complice la furia d'una pioggia battente, voglio farlo sul brano: il senso delle sue parole che in parte vorrei fare mio.

No, non ambisco a diventare lo scendiletto in attesa d'una donna che non mi si caca, è innegabile però che a tratti abbia una specie di sottaciuta invidia per chi provi o abbia provato simili burrasche sentimentali.
A viverle in soggettiva credo siano veri disastri, amare qualcuno senza esser corrisposti dev'essere la quintessenza della sfiga ma...c'è sempre un ma...

...sai di poter amare,

nel modo più struggente e spettacolare, hai questa consapevolezza [è già un passo, a me sconosciuto] unita alla speranza che lei [quella lei cui dedico post risibili visto che non so chi sia] possa accorgersi di te e renderti completo.

Si, è notorio che io la pensi come narrato nel mito di Platone, siamo mezzi uomini senza la donna giusta che solo una può essere...la pioggia batte sui vetri e chiodi scendono nell'esofago.

E' un attimo, torno quello di sempre e chissà che un giorno non divenga quello di mai.

magari - zero

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

laggiù

Post n°402 pubblicato il 19 Novembre 2016 da out4ever
 
Tag: ridere
Foto di out4ever

Dentro alla stamberga i pargoli cresciuti, fuori il fresco di una sera d'autunno inoltrato e laggiù il sole di una lei che pare lontana e sconosciuta quanto quella stella.

Così calda.
Così bella.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ihateyou

Post n°401 pubblicato il 17 Novembre 2016 da out4ever
 

Passione.
Pura e cruda.
Saliva e sangue.

Questo ti farà odiare se ami,
questo è fiele
che sputi per voler miele.

Budella fatte di cuore e meningi
ed io ne scrivo
mentre vorrei provare ad odiare.
Per dire d'aver amato.

i hate u,i love u - gnash ft olivia o'brien

"missing someone sucks, but it’s important to feel"

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

cercami

Post n°400 pubblicato il 14 Novembre 2016 da out4ever
 

Tra righe fatte d'inchiostro digitale colano sia cazzate che lacrime, in fondo spetta a noi far prevalere ciò che importa davvero passando al setaccio le minutaglie della vita e con esse le storie zoppe come un vecchio viandante.

Leggi raccontidivita e vitedicartapesta, ascolti sangue malcelato e lo strombazzare di amori che puzzano d'ostentazione quasi si fosse in gara per la vetrina più bella.

Certa gente si sente per natura in competizione, l'affanno del primeggiare [in meglio o in  peggio poco cale] la rende ai miei occhi piuttosto patetica e [come sempre] non faccio distinzione di sesso, mi ritrovo più spesso a parlare di donne per l'ovvio [credevo] motivo della mia [per ora] salda eterosessualità: col mondo femminile mi "scontro" a letto e fuori...anzi è proprio fuori che diventa più sordido e divertente.

Da sempre provoco, lo faccio non per spirito polemico [sono l'opposto] ma per scandagliare chi ancora poco conosco, il mezzo più rapido per arrivare ad una persona è pungolarla su vari aspetti comprendendo in quali sia meno a proprio agio...e lì continuare a battere.
E' così che ho perso per strada molte donne senza poi conoscerle davvero, ripeto sempre che nella maggior parte dei casi mi fermoprimadeletto [che sia il cofano dell'auto poco cambia], al sesso non arrivo se la faccenda non mi convince ed evito di parlare di giuggioledammore, l'interesse parte dalla mente oltre che dal fisico ma questo da solo a me non basta.

Mai.

Più d'una per questo fermarmiprima m'ha dato del faggot in barba al finto e dilagante antiomofobismo di maniera, c'è qui come nel mondo "reale" [spesso tarocco quanto questo] un bonton da trespicci, un dire-fare-baciare etico portato avanti da chi poi bestemmia come un camallo e fotte il prossimo con l'alterigia del vincente.

E' l'italiacheva...con le sue macchinine vrum vrum [e che siano suv mi raccomando].

Presuntuoso, stronzo, uno che odia le donne perchè abbandonato da chissàchi, distaccato e cafone...praticamente la brutta copia di giacomino il felino...ecco, se tutto ciò risponde al vero

cercami

io sono qui

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

'14-'18

Post n°399 pubblicato il 10 Novembre 2016 da out4ever
 

È stata una guerra.
La prima.

Ero un quattordicenne coglioncello [nemmeno ora tradisco le origini]  dedito al cazzeggio tra maschi, automobiline e soldatini a casa come in spiaggia.

Ma lei no, i suoi diciottanni li sprizzava fuori dal reggipetto e da quel mandolino di granito mentre mi passava davanti mille volte nei pomeriggi d'estate, spesso bagnata e gocciolante sì da far risaltare ciò che il bikini nascondeva a fatica.

Ed io chino su carriarmati e truppe.
Un perfetto imbecille.

Un giorno passai vicino al crocicchio di adolescenti pettorute, risatine e gomitate, riuscii solo a sentire "a quel bamba ci penso io".
Cazzarola, aveva ragione: arrivò il giorno della frittura a doppio strato.

Era sera, una delle tante feste in spiaggia cui partecipavo solo per tenere alto l'onore dei conquistadores villici ma senza alcun pensiero nè intento che non fosse la partita a ping-pong del giorno dopo...ecco...lei invece pensava ad altra tenzone.

Essenzialmente il pong-ping.

Povero me, non sapevo ciò che mi sarebbe toccato...anzi...ciò che lei mi avrebbe toccato, io implume virgulto di belle speranze e rarefatte idee stavo per finire gettato nel gorgo della perdizione.

Da allora non mi sono più ritrovato.

just the way you are - mitico barry

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

luce

Post n°398 pubblicato il 07 Novembre 2016 da out4ever
 
Tag: ridere

Quella che cerco negli occhi tra i mille che incontro, anzi, veramente non la cerco infatti non so nemmeno se la riconoscerei...e poi tutti che parlano di questo sberluccichìo che verrebbe dall'anima rendendo unici l'un per l'altra perfetti sconosciuti.

O devo rivolgermi a poppute abat-jour o forse sarà meglio che dia un'occhiata al filo che esce dalla gonna, il mio mi sa che ce l'ho nel...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

due

Post n°397 pubblicato il 05 Novembre 2016 da out4ever

Come scritto da un'amica ci sono ricorrenze di cui ognuno di noi farebbe a meno. Percorrere quei viali alberati coperti di sassolini più che alla pace mi richiama al fuoco del dolore visto in occhi che non volevano spegnersi, ricordo una tua carezza piena di rammarico per il "peso" che mi avresti lasciato.

Il vero peso sono quei maledetti sassi sotto le suole.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

arcobaleno

Post n°396 pubblicato il 03 Novembre 2016 da out4ever
 

È un'allegra ventisettenne [molto allegra] che mi sono ritrovato a frequentare in quanto amicadiamici nella combriccola che mi accompagnava nelle ormai lontane serate di bisboccia: era spesso tra le palle [non letteralmente per mia ferma opposizione] e ne ho potuto assaporare le gesta amatorie con miei coetanei...se non più vecchi.

Nessun giudizio morale, né per lei né per gli sfigati, solo curiosità tanto che una sera venne il discorso e le chiesi cosa la portasse a fare sesso con bacucchi bavosi come me: risate, dopo i complimenti di rito [satanico] non fornì una spiegazione plausibile, credo si tratti semplicemente di bisogno d'avere un riscontro certamente positivo.

Da un coetaneo potrebbe rischiare calci nel culo, da un morto di fame no.

Qualche pomeriggio fa passo da un'amica in uno scampolo di tempo, si va in un centro commerciale per un caffè ed eccola sbucare con annessa l'allegra famiglia: genitori praticamente miei coetanei [ovviamente] e discorsi su quanto lei attenda il principe azzurro [sarà per questo che si tromba i rospi] con strascico di sofferenze e delusioni per colpa dei racazzidiogi che sono bastardi come ogni maschio.

Trattengo lo sghignazzo, quando la madre proclama che la figlia è una romantica che vuole il matrimonio classico con tutti i crismi non resisto: incolpo la prostata e fuggo verso il paradiso della risata.

Vestito bianco.
Per quanto l'ho vista fare la troia sui divanetti non basterebbe un caleidoscopio.
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

oronero

Post n°395 pubblicato il 01 Novembre 2016 da out4ever
 

Parlano.
Tutti parlano, in genere a vanvera che da bimbo credevo fosse una signora referente di ogni confidenza ed invece è una pettegola da quattro soldi.

Quando, dopo anni di divano notturno e sangue amaro, sono arrivato alla separazione determinatamente voluta per coerenza, mi hanno appioppato amanti mai avute, ero solo come ora, come sempre sono stato in fondo.

Già, come ripeto spesso vedo in giro una folla di folli, gente atterrita dal restar "sola" che baratta la propria essenza [ma in genere sono senza] con moine artefatte, con domeniche in giro in coppia: la scemenza dell'apparenza.

L' oronero non l'ho mai cercato, non scavo buchi per riempire vuoti, mi limito a vivere esponendomi al vento degli incontri, fossero pure scontri qualcosa di buono sempre verrà, anche la consapevolezza dell'errore che è utile per renderci umani.

Parlano.
Ben poche hanno saputo come io sia davvero, nemmeno la madre dei mie figli mi ha avuto così, solo una lo saprà.
Forse.

"...parlano di lui, uno stronzo senza fine......parlano di lei,
una donna senza cuore che chiede solamente di trovare amore..."

La coppia perfetta.

.oronero
.orovero

oronero - giorgia

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

emo.zioni

Post n°394 pubblicato il 28 Ottobre 2016 da out4ever
 

L' etimologia deriva dal latino, indica "smuovere" ma io preferisco partire dal greco "haîma" cioè sangue appunto.

Chi davvero vive le emozioni lo fa col sangue, il proprio, e siccome ne abbiamo circa cinque litri che circolano in un sistema idraulico chiuso mi stupisco di ciò che vedo e sento in giro, tutto questo emozionarsi in modo profondo, uno spaccacuori continuo -via uno, sotto l'altro- che par d'assistere ad un fotoromanzo di carne.

E mi chiedo: il sangue che abbiamo è quel che è, se tizio/a vive ciò che descrive e si emoziona "x" volte nella vita [per non dire l'anno]...beh...già alla seconda esperienza non sarà anemico?

Quindi finto.

Sia chiaro, la finzione [evidente] non nasce dal dolo del voler infinocchiare altrui vittime, la vittima del marasma fintoamoroso è proprio chi "vive" siffatte prodezzeemozionali che sono unicamente un gustoso [per loro] riempitivo sentimentale di gente con seri problemi esistenziali tali da render incapaci di vivere da soli.
Alludo non a fisicità, bisogno di convivenze o matrimoni, no, il soli è inteso sentimentalmente appunto, senza una persona con cui sofgare ire&dolcezze, cui mandare cuoricini&vaffanculo.

Condizione forse non semplice nè auspicabile quella dell'esser "sentimentalsoli", di gran lunga migliore però di fuochi fatui autoprodotti che alla lunga [in genere è abitudine] portano al rogo della stessa anima che si consuma.

Come i pochi litri di sangue.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »