Community
 
OutOfTarget
   
 
Creato da OutOfTarget il 03/10/2008
Inside me.

Area personale

 

Ultime visite al Blog

ITALIANOinATTESAodio_via_col_ventocassetta2bal_zacto_revivejennifer1991Verainvisibilehelga2008perfidia11sistersissisem_pli_ceWIDE_REDlo_snorkiFenice_A_ngelamax_6_66
 

Ultimi commenti

Citazioni nei Blog Amici: 19
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

 

 

 

"Ci sono terribili catastrofi naturali inevitabili a questo mondo, come i terremoti o gli uragani. A Gaza è in corso una catastrofe umanitaria innaturale perpetrata da Israele ai danni di un popolo che vorrebbe ridotto alla più completa miseria e sottomissione. Una popolazione disperata che non trova il pane e il latte per nutrire i suoi figli. Che non piange neanche più  i suoi lutti perché anche agli occhi è stata imposta una dieta ferrea. Il mondo intero non può ignorare questa tragedia e, se lo fa, NON INCLUDETECI IN QUESTO MONDO."

Vittorio Arrigoni da "Restiamo umani"

 

 

Ma...

Post n°368 pubblicato il 27 Luglio 2013 da OutOfTarget
 

"Just go ahead, let your hair down.

Oh, you're gonna find yourself somewhere, somehow"

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°366 pubblicato il 20 Luglio 2013 da OutOfTarget
 

La vita in fondo

non è altro

che una meravigliosa ouverture.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

E se nessun io, mai, riuscisse a diventare egemone?

Post n°365 pubblicato il 01 Luglio 2013 da OutOfTarget
 

Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere "uno" che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone. Il dottor Cardoso fece una piccola pausa e poi continuò: quella che viene chiamata la norma, o il nostro essere, o la normalità, è solo un risultato, non una premessa, e dipende dal controllo di un io egemone che si è imposto nella confederazione delle nostre anime; nel caso che sorga un altro io, più forte e più potente, codesto io spodesta l'io egemone e ne prende il posto, passando a dirigere la coorte delle anime, meglio la confederazione, e la preminenza si mantiene fino a quando non viene spodestato a sua volta da un altro io egemone, per un attacco diretto o per una paziente erosione.

Da "Sostiene Pereira". (A. Tabucchi)

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Strane connessioni intergalattiche.

Post n°364 pubblicato il 05 Maggio 2013 da OutOfTarget
 

 

 

Lì, al limitare della carreggiata, appoggiata al cordolo del marciapiede, un po' acciaccata ma più indistruttibile che mai, sicuramente più di me, ancora col suo tappo arancione, rigata da rivoli di pioggia, a spedire strani riflessi simili a richiami al passaggio di ogni anabbagliante, quella bottiglia di puro polietilene tereftalato mi ha spinto verso un nuovo viaggio. Da lei son risalita, arrampicandomi da una goccia di pioggia all'altra, fino alle nuvole invisibili nel cielo nero della notte. Ho pensato "Ma il mondo non finisce mica qui" e son andata oltre, volando talmente in alto da ritrovarmi sulla luna. Da lì ho guardato giù. Ho visto la Terra, meravigliosa palla blu striata da quelle nubi che avevo, da poco, attraversato. Coprono per buona parte anche l'Italia, mi impediscono di vedere la mia città. "Eppure so che sono ancora lì, ferma a quel semaforo, a guardare una bottiglia di plastica abbandonata vicino ad un tombino." mi son detta. Quando è scattato il verde stavo ancora considerando quanto piccolissima fosse lei ma quanto piccolissima fossi anch'io, in questo macrocosmo che è l'Universo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ritorno alle origini.

Post n°363 pubblicato il 26 Aprile 2013 da OutOfTarget
 

Cioè quelle radici innestate nel territorio che mi ha visto nascere e radici storiche. Ritrovate in un giorno di festa che fa da pretesto per una gita ai Castelli di Arcevia e Serra de' Conti col suo piccolissimo museo delle arti monastiche. E l'occasione è buona per mostrare quant'è bella la mia terra.

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il maschio e il suo... tosaerba.

 

Bentornata Primavera! Affacciarsi sul giardino sarebbe di nuovo il miglior ansiolitico naturale al mondo, se non fosse per lo stuolo di maschi che non possono resistere al richiamo dei loro tosaerba rimasti ad arrugginire per mesi, in attesa della ripresa vegetativa dei prati. Dopo attenta e accurata osservazione di questa sottospecie umana sono giunta ad una parziale sua classificazione che include:

  1. Il parco: è terrorizzato che il prato si bruci rimanendo troppo esposto ai raggi del sole, così lascia svettare la sua erba intorno ai 15 centimetri. Decisamente bello a vedersi, soprattutto se il vento fa danzare il tappeto ebroso facendolo diventare cangiante in superficie. Peccato che deve ritagliarla ogni tre giorni e le orecchie dei vicini non ne possono proprio più.

  2. Il preciso: prima di mettere in funzione il suo tosaerba si informa sulle condizioni metereologiche di tutta la settimana successiva e qualità del concime che dovrà spargere sul prato. Tiene conto delle necessità del cane che ci si appisola sopra, del gatto che necessità dei fili d'erba per espellere i boli di pelo, del figlio che ci gioca a pallone, della moglie che ci si stende a prendere il primo sole etc. etc.

  3. il furbo: osserva attentamente l'operato del suo vicino che, si sa, ha sempre l'erba più verde, giudica i risultati da lui ottenuti e ne deduce l'altezza perfetta alla quale tagliare la propria.

  4. Il killer: è obbligato a tagliare il prato dalla moglie. In realtà non desidera altro che bruci per avere più tempo s a disposizione per sé. Usa il proprio tagliaerba come un'arma impropria contro il povero prato che tosa in stile pecora così da farlo ingiallire, ogni volta, nel giro di un paio di giorni, senza possibilità alcuna di guarigione.

  5. l'ecologista: usa solo tosaerba meccanici, non elettrici, non a scoppio. E lascia gli sfalci lì dove si producono, esposti alle intemperie per ottenere gratis un ottimo concime naturale. Certo l'odore non è dei migliori e sciami di moscerini ci assediano per tutta l'estate ma bisogna riconoscere che le orecchie, quelle si, si riposano.

Poi ci sarebbe questo (che però, a ben vedere, li potrebbe includere tutti):

     6. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Per mia figlia.

Post n°361 pubblicato il 07 Aprile 2013 da OutOfTarget
 

Ti auguro di poter percorrere mille passi

inseguendo i tuoi sogni.

Realizzandoli,

tornando forse mai,

avrai realizzato anche il mio.         

            

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MISERICORDIA.

Post n°360 pubblicato il 14 Marzo 2013 da OutOfTarget
 

[mi-se-ri-còr-dia] s.f.

  • 1 Sentimento di compassione e pietà per l'infelicità e la sventura altrui che induce a soccorrere, a perdonare, a non infierire: avere m. dei vinti; qualità dell'animo, virtù che induce a tale sentimento SIN carità || fig. per m., a malapena: ha passato l'esame per m.

 

L'ultima volta che ho sentito pronunciare questa parola, ascoltata ieri sera nuovamente in una intervista rilasciata dal Card. Bergoglio prima di essere nominato Papa, fu nella famosa esclamazione della signorina Rottermaier: "Misericordia!!!! Signorina Heidi!!!!".

Anche che molte belle parole come questa cadano nel dimenticatoio è sintomo dei tempi spregiudicati che stiamo vivendo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ciao bella ciao.

Post n°359 pubblicato il 24 Febbraio 2013 da OutOfTarget
 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pulsazioni.

Post n°358 pubblicato il 01 Febbraio 2013 da OutOfTarget
 

Rilassata sulla poltrona, con la sonda appoggiata sulla giugulare abilmente guidata dal medico, ascoltavo il fruscio delle mie pulsazioni provenire dall'ecodoppler. Avevo negli occhi il sole che, finalmente sconfitta la nebbia, filtrava attraverso la tapparella. La percezione dell'esplosione di vita dentro e fuori di me è stata improvvisa e sconvolgente e ho pensato: "Viviamo, dimenticandoci di essere vivi."

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

CI SI PROVA.

 

 

 

 

Con la speranza di poterci

tirare una riga sopra

fonte

http://it.peacereporter.net/conflitti/

CONFLITTI APERTI

NEL MONDO

A F R I C A

Costa d'Avorio

Burundi

Ciad

Nigeria

Uganda

Algeria

Rep. Dem. del Congo

Sudan

Somalia

Marocco

M E D I O    O R I E N T E

Iraq

Libano

Israele - Palestina

A S I A    E   P A C I F I C O

 

 

Afghanistan

Indonesia

Filippine

Sri Lanka

A M E R I C H E

Colombia

Perù

E U R O P A

Cecenia

Georgia

Turchia

Azerbaigian

 

Iraq Body Count web counter

 

 

LA MAFIA SBANDA.

La mafia sbanda,
la mafia scolora,
la mafia scommette,
la mafia giura
che l'esistenza non esiste,
che la cultura non c'è,
che l'uomo non è amico dell'uomo.
La mafia è il cavallo nero dell'Apocalisse
Che porta in sella un relitto mortale,
la mafia accusa i suoi morti.
La mafia li commemora
Con ciclopici funerali,
così è stato per te Giovanni
trasportato a braccia da quelli
che ti avevano ucciso.

                          di  Alda Merini