Creato da ladymiss0 il 12/07/2008

Scritto sul corpo

c'è un codice segreto, visibile solo in certe condizioni di luce, quello che si è accumulato nel corso della vita.In certe parti il palinsesto è inciso con forza tale che le lettere si possono sentire al tatto, come fosse stato scritto in Braille.Preferisco tenere il mio corpo ripiegato, al riparo da occhi indiscreti, mai aprirsi troppo, svelare tutta la storia. (J. Winterson)

 

AUGURI

Post n°59 pubblicato il 29 Marzo 2013 da ladymiss0

 

 

  1. Nelle lunghe giornate, non richiesti,
    veniamo seminati entro quei solchi storti
    o diritti, e si eclissano stelle. Nei campi
    prosperiamo o ci corrompiamo a caso,
    docili alla pioggia, e infine anche alla luce.

    Ingeborg Bachmann- "Sterne in März" (Stelle mi Marzo)

    Nelle lunghe giornate composte di ore, muoiono stelle vissute miliardi di anni..
    Non richiesti, veniamo..seminati nei campi e,a caso,prosperiamo o ci corrompiamo. Docili alla pioggia e infine..anche alla Luce.
    Trovo molto bella, e dura, e realisticamente cruda, questa poesia,ma ugualmente, la mia anima stretta in affanni,la dona a Voi, Sterne in März, e miei compagni di..semina@)-tta
    Foto: Nelle lunghe giornate, non richiesti, veniamo seminati entro quei solchi storti o diritti, e si eclissano stelle. Nei campi prosperiamo o ci corrompiamo a caso, docili alla pioggia, e infine anche alla luce.  Ingeborg Bachmann-

 

 
 
 

Saudade

Post n°58 pubblicato il 09 Gennaio 2011 da ladymiss0

A felicidade è como a gota

de orvalho numa petala de flor:

brilha tranquila,

depois de leve oscila

e cai como uma lagrima de amor

 

 

"la felicità è come la goccia / di rugiada sul petalo di un fiore: / brilla tranquilla, / poi oscilla un poco / e cade come una lacrima d'amore"

Vinicius De Moraes

 
 
 

Sulle droghe, Approcci psicanalitici. Gabbard

Post n°57 pubblicato il 17 Giugno 2010 da ladymiss0
 

 

Stanca di scrivere cose vaghe, torno al mio mestiere, mi guardo attorno vedo cose che tutto sommato, conosco e ho studiato, allora o chiudo perché sono anni che sto qui e mi sono “rotta” le scatole o scrivo cose che potrebbero interessare, gli altri, non so, ma me sopratutto, e poi scrivere qui è come un modo per ritrovare la sintonia

Spero troviate interessante. Volevo parlare del doppio legame, ma a pensarci bene penso che le dipendenze abbiano un'importanza e un'urgenza maggiore, e spero di arrivare ai disturbi dell'alimentazione, argomento che tratto durante le miei lezioni già da due anni.

Un ultimo saluto a emanuelas24, una ragazza conosciuta via web, con la quale ho scambiato tante simpatiche chiacchiere e credo di esserle stata di aiuto in un periodo difficile di transizione che spero che abbia superato. Sono contenta di “servire”giuste cause quando posso, ma lo faccio senza fanatismo e mi rendo conto quando non posso essere ricambiata. Ciao Manu.

Originariamente l'interpretazione psicanalitica che si dava all'abuso di sostanze stupefacenti era quella orale regressiva, un tornare all'infanzia, insomma e non mi riferisco alle aule del Parlamento, o almeno non solo a quelle:) mentre ormai adesso le ipotesi che se ne fanno sono adattive e difensive, piuttosto che regressive. L'uso di droghe può effettivamente portare a stati regressivi, rinforzando le difettose difese dell'Io contro affetti potenti come rabbia, vergogna e depressione. Le prime formulazioni psicanalitiche spesso dipingevano i tossicodipendenti come degli edonisti alla ricerca del piacere, inclini all'autodistruzione. I ricercatori psicanalitici contemporanei comprendono il comportamento tossicomane più come un riflesso della carenza della capacità di prendersi cura di sé stessi che non come di un impulso autodistruttivo, quindi incapacità di proteggersi. Per cui la maggior parte dei tossicodipendenti cronici mostrano un basilare difetto di giudizio riguardo ai danni derivati dall'uso di droga.

Altrettanto importanti nella patogenesi della tossicodipendenza è la deficiente funzione regolatoria degli affetti, del controllo degli impulsi e del mantenimento dell'autostima. Questi deficit creano dei problemi corrispondenti nelle relazioni d'oggetto.

 

 
 
 

Jack

Post n°56 pubblicato il 26 Maggio 2010 da ladymiss0

 

 

 
 
 

A mia sorella Carla,

Post n°55 pubblicato il 14 Settembre 2009 da ladymiss0

Dolce è l'attesa

 

Sono il fruscio

di un ruscello al mattino-

Sono il sole nascosto

i tuoi occhi addormentati

sono l'ultima carezza della sera.

Sono il sussurro delle maree

All'alba

Il volo di un falco

Sono il canto di allodole

 e luna crescente.

Sono il guizzo di mormore

e onde

sono vento indomito

/un battito d'ali/

Sono tuo figlio.

 

 

_____Vanessa Vallascas_____Grazie a Trampolino Tonante

 
 
 
Successivi »
 

CALLING YOU

 

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

che piacere ritrovarti... e le sorelle? :))
Inviato da: corto.maltese44
il 31/03/2013 alle 17:59
 
di qua, di la, di su, di giu...auguriiiii
Inviato da: lightdew
il 29/11/2012 alle 09:11
 
Ciao, bentrovata :-) Da tempo non uso la piattaforma di...
Inviato da: WinstonMontag
il 24/01/2012 alle 10:59
 
EhilÓ!!! Ladymiss!! C'Ŕ il sole da te, gi¨???...
Inviato da: stradanelbosco
il 26/06/2011 alle 19:39
 
quanto amo questo versi..
Inviato da: lightdew
il 11/01/2011 alle 19:46
 
 

LAST SPOT OF WHITE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

A MIO FIGLIO

Mio figlioc'è una Goccia che non cade ecresci, fiore

 

ritarda la Tua guarigione.

[come un'ultima frase da terminare]
[Come un rumore sospeso che non esplode]



domani il Tuo viso sarà più leggero.
senza pianto.

solo Acqua e Cielo.

filgio mio

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

DEVIANTART




 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

MARTHA

 

PECORA ELETTRICA