Creato da laura_brustenga il 23/02/2008

Dedicato a Karol

Questo blog mi ha accompagnata in diretta nella storia più bella e incredibile della mia vita

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: laura_brustenga
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
EtÓ: 54
Prov: RM
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Elemento.Scostanteantoniomarinaapungi1950iolaurabilaura_brustengaLaBrusLaoranginellafosforilsantigliano_silvylubopoStolen_wordsvitaincampagna2betaeta7Anima_di_Vampiressa
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao Cara Laura .Un volto sempre sereno possiede una...
Inviato da: apungi1950
il 03/04/2017 alle 14:21
 
Mi emoziono sempre, ogni volta che leggo del tuo immenso...
Inviato da: oranginella
il 01/04/2017 alle 15:28
 
Ciao Laura ."La suprema felicitÓ della vita Ŕ essere...
Inviato da: apungi1950
il 14/02/2017 alle 11:08
 
...per cosa?
Inviato da: laura_brustenga
il 12/02/2017 alle 22:21
 
grazie..
Inviato da: šok gŘzel oyunlar
il 08/02/2017 alle 18:43
 
 

 

Votaci su Net-Parade.it 

Votaci su Net-Parade.it


Blog d'argento

 

 

base video _3base video _3base video _3

 

 

 

 

 

« Radici Di Un AmoreTramonto »

Casa di Diana Luce Di Karol

Post n°119 pubblicato il 29 Maggio 2008 da laura_brustenga
 

Questo blog dovrebbe chiudersi qui. Perchè è nato con lui, ed ora non avrebbe più ragione di esistere...senza di lui. Non potrò mai più scrivere "Karol mi ha scritto una mail", non posso più scrivere di essere felice perchè ho lui che mi aspetta. Non potrò più sentirmi al settimo cielo per aver avuto un pensiero da lui. Ogni giorno sarà come l'altro, c'è ormai un sogno che è andato a morire lontanissimo da qui... Ormai dovrei chiudere qui...Ho scritto parte della mia storia con lui perchè la mia felicità potesse espandersi nell'aria...Così come il mio dolore. Karol non c'è più. Ogni tanto ancora mi accorgo di non averlo capito fino in fondo. E' stato tutto così misterioso e oltreterra che la nostra distanza incomprensibile sembra la stessa di allora...lo sento accanto a me come allora...Ho l'impressione che nulla sia cambiato, tranne il non ricevere più le sue dolcissime mail. Allora mi dico che forse, se le nostre anime erano tanto legate, non possono essere state divise proprio con il suo trapasso. Anzi, forse oggi Karol è ancora più vicino a me, anche se io non me ne accorgo. Ma a volte me ne sono accorta. A volte ho sentito molto chiaramente la sua presenza accanto a me, oltre che dentro me. Ma un giorno...l'8 di aprile, circa due settimane dopo la sua morte, quando ancora io ero nel pieno del torpore assoluto e del dolore del dolore...Karol si è manifestato come più semplicemente e più magnificamente non poteva fare. Ho sempre evitato di scrivere questa cosa, ci ho pensato molto... "Non ci crederanno mai"-, mi dicevo...e ne soffrivo un pò, perchè credo che nulla di più certo sia successo mai, nella mia vita. Non volevo esternare la cosa, anche per paura che facendolo...non sarebbe più successo. Poi oggi c'è stato un forte vento, come quel giorno...ed ho pensato a lui... Gli ho chiesto di starmi vicino. Mi sono ricordata che lui mi ha dato un'unica conferma che le sue parole prima di morire non erano fantasie di un uomo, ma certezze di un'anima rimasta prcedentemente in coma per quattro lunghi mesi. " Io starò con te", mi diceva sempre. E quell'8 aprile mi trovavo all'interno di un edificio antichissimo che per lavoro avevo dovuto aprire ...Appartiene agli scavi archeologici, ed aspettavo l'arrivo dei turisti. Probabilmente in quel punto c'era una fortissima energia. Ero sola, fuori pioveva...proprio come "quel" giorno. Io mi ero appoggiata al muro e guardavo dentro una stanza buia davanti a me.

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

Il mio pensiero era sempre lì con lui. Io quel muro che stavo guardando nenche lo vedevo, tant'era buio. Il mio pensiero si espresse "Karol, quanto vorrei vederti..." In quell'attimo preciso un bagliore di luce giallo ocra, intensissima si accese proprio nella parte di muro dove i miei occhi erano orientati. E questa meravigliosa luce formò un disegno melodioso, dolce, io dico "divino". La gioia che avvertii in quel momento è indescrivibile, perchè in quel momento Karol mi disse "Eccomi, sono qui con te". Non ho sentito voci...ho avvertito il pensiero della sua presenza. Non so come spiegarlo. Nessuna paura. Solo emozioni intense. Ho guardato in silenzio quella luce che lì dentro altimenti non poteva esserci. Non posso avere dubbi. Poi ho pensato "E' troppo bello, basta." E la luce sparì.

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

 Come per non darmi troppa felicità, perchè stavo per morire di gioia. Ho aspettato ogni giorno di vivere attimi come quello...ma non è più successo. Ho compreso che io non posso pretendere l'impossibile. Anche se da Karol, io lo so...l'ho avuto. Ma da quel giorno è sceso il mio dolore. Perchè ora so che le persone che ci lasciano non ci abbandonano mai. E' triste per noi avertirne la mancanza perchè non li vediamo, non li tocchiamo...ma ci sono. Allora ho creduto giusto lasciare che il corso delle cose sia naturale. Ma so che Karol è con me...e che non mi abbandonerà mai. Perchè un segno di tale entità ti dà una certezza indistruttibile. Mi dispiace per coloro che non hanno ancora la consapevolezza di essere anima, di essere energia. Perchè non sanno ancora che la vita oltre la vita ...è la vita vera.

 

laura

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

base video _3base video _3base video _3