Creato da laura_brustenga il 23/02/2008

Dedicato a Karol

Questo blog mi ha accompagnata in diretta nella storia più bella e incredibile della mia vita

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: laura_brustenga
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Et: 54
Prov: RM
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariofiorenza.muomotreRaz_Veganannamatrigianocostanzatorrelli46aligi4olgy120Iltuocognatinomlr777poeta.sorrentinolaura_brustengasagittaria61amorino11IrrequietaD
 

 

Votaci su Net-Parade.it 

Votaci su Net-Parade.it


Blog d'argento

 

 
motori ricerca
 

 

« Successe un anno faLa somiglianza ignorata »

Se cado per te

Post n°250 pubblicato il 28 Febbraio 2009 da laura_brustenga
 

29 FEBBRAIO 2008: mi sveglio improvvisamente e corro a scrivere a Cristina di aver sognato karol, non lo vedevo ma doveva dirmi qualcosa. Il mio sogno però, è stato interrotto da un clackson, ed io sono triste per questo. Cristina io l'ho conosciuta prima di conoscere Karol, mesi fa, è sua amica da sempre perchè essendo amica di sua sorella, lo ha visto nascere quando lei aveva dieci anni. E lei mi risponde dicendomi "SEI UNA STREGHETTA. LAURA, HO SENTITO KAROL DIECI MINUTI FA, MI HA TELEFONATO CHIEDENDOMI DI TE. TI STAVO PER AVVERTIRE." Non credo di aver mai provato una felicità come questa in tutta la mia vita. Karol è tornato a vivere, karol è uscito dal coma. Ma soprattutto...ha chiesto di me! Il cuore comincia a battere così forte che se continua scoppierà. Faccio fatica a crederci, tant'è meravigliosa questa notizia. Ma poi, il sogno...lui che stava per dirmi qualcosa... Chiedo a Cristina di dirmi tutto, e lei mi dice che Karol ...è fuori pericolo da TRE GIORNI. Quindi dal 26 Febbraio, dal giorno in cui ho scritto il mio post per lui qui nel blog; dal giorno in cui ho pianto per aver avvertito "una voce interiore" che mi diceva...PARLAMI, IO TI SENTO. Ma ecco che dalla mia posta elettronica arriva una mail: la guardo incantata. Non riesco ad aprirla per paura. La mail proviene da Karol, ma lui non può essere, è in ospedale, non può essere lui. Forse è Julia, la mamma, che mi vorrà dare la notizia, come fu lei a ringraziarmi quando mandai a Karol le condoglianze per la figlia. Sono talmente felice che se ora apro la mail e non è Karol a scrivermi...resterei delusa, perchè da lui io mi aspetto davvero tanto, non so perchè. La guardo e la riguardo. Poi mi decido. Apro la mail e il mio cuore si spalanca. Sono terribilmente emozionata, sto vivendo un momento troppo bello, che aspettavo da sempre ma che forse credevo di non meritare. Leggo:

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

Com'è vero che a volte tocchiamo il cielo con un dito! Io lo sto toccando e sono anche più su! Karol, Karol è tornato da me, non mi ha dimenticata... Ed io so anche che questa sua mail è frenata dal suo "sondare il terreno": lui vuole capire se in me c'è ancora la voglia di scambiare con lui una piccola parte della mia vita. E il guaio è che adesso io...non so che fare, come comportarmi. Cristina conosce bene la sua famiglia, io ho paura di sconvolgere il ritorno di Karol alla vita, paura di fare errori. Allora chiedo consiglio a Cristina: devo rispondergli? Devo lasciare che passi del tempo? Cosa devo fare? Cristina mi risponde questo " CERTO E' CHE KAROL SI E' SVEGLIATO DA UN LUNGO COMA E CHE IL SUO E' UN CUORE DANNEGGIATO PER TRE QUARTI. CERTO E' CHE OGNI EMOZIONE PUO' NUOCERGLI. MA IO COME POSSO DIRTI COSA DEVI FARE? QUESTO DEVI DECIDERLO TU..."  Allora cerco di ragionare, di dirmi che alla vita di Karol ci tengo come tengo alla mia vita. No, non gli rispondo, non vorrei essere la causa di un nuovo peggioramento, perchè so che per karol sarebbe un'emozione forte, quella di ricevere da me una parola. Decido quindi di restare nel silenzio ad aspettare che tutto si svolga come dev'essere. La notte passa senza che io riesca a dormire, per la gioia d'averlo ritrovato e per il dispiacere di non poter condividere con lui questo momento magico. Lotto con tutta me stessa contro l'istinto che mi spinge invece a scrivergli subito. E se la notte porta consiglio, a me ha dato l'obbligo di dare ascolto soltanto al mio cuore.

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

 

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/


 

Come la notte non faccio rumore, se cado è per te...

Ed io non so cosa sto provando:  irrequietudine, gioia, sconforto, tristezza, paura, tenerezza... Lui così lontano...improvvisamente bastonato dalla vita, lui così dolce e tenero...ed io che vorrei correre a Varsavia ma che non posso farlo, io che vorrei stargli vicino ma che non posso farlo. Ma ignoro che tra noi non serve tutto questo, che tra noi c'è qualcosa di molto più forte che nessuna distanza può distruggere. Però sto pensando a quella gioia inspiegabile che avevo dentro ultimamente: c'è qualcosa in me che avvertiva il suo ritorno nella mia vita. E questo ritorno è per me qualcosa che forse solo Dio saprebbe descrivere, lui avrebbe le parole giuste, io no. Guardo dentro di me, vedo un nuovo amore che nuovo non può essere, sento un sentimento inspiegabile che mi sta portando verso un nuovo cammino. Ma oggi io...ignoro anche questo. Le lacrime che scendono dai miei occhi non sono di dolore: se la gioia del paradiso è come quella che sto provando, voglio morire subito.

 

28 FEBBRAIO 2009:

A TE

 Aggrapparmi a cosa, se non al tuo dolce ricordo che non è mai andato via dal mio cuore...

Violentarmi l'anima non posso, ci sei tu a darle conforto, sempre tu ad arricchirla d'amore.

Un anno è un tempo piccolo, ma infinito, per chi come me non smette di aspettarti.

Non posso sciogliere il nodo del nostro destino, non posso rassegnare la mia vita a continuare senza di te: sarebbe come buttar via tutto ciò che da te ho avuto.

E allora non resta che viverti così, mentre mi sveglio a un nuovo giorno, mentre guardo la luce del sole, mentre respiro la vita della tua vita, mentre come in questo istante sto provando la stessa emozione di allora e sorridendo lascio cadere una lacrima per te. Non è una lacrima di dolore, è una lacrima d'invidia verso il mio stesso passato, quello che ho vissuto con te.

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

  ®*laura*©

 
 
 
Vai alla Home Page del blog