Libera su Libero...

...e in qualunque altro posto.

 

 

« dal mio EX Space di Wind...dal mio "fu" SPEACE di... »

dal mio "fu" SPEACE di WINDOWS LIVE 2008 / "Una Sola Direzione"

Post n°215 pubblicato il 22 Gennaio 2011 da LaBrusLa
 

Ognuno di noi, durante il corso della vita si domanda, almeno una volta "MA QUALE SARA' LA STRADA VERSO LA FELICITA'  ? " Spesso la risposta non la trova,  vuoi per via della non lungimiranza della sua ottica,  vuoi perchè poco attento ai segnali del destino. Così succede che questa strada  resti eternamente sconosciuta. A volte noi CREDIAMO di averla trovata,  proprio perchè non la conosciamo e quindi, lo stato di benessere che proviamo si presenta a noi come "la strada della felicità", inconsapevoli del fatto che la felicità vera non ha niente a che fare con uno stato di benessere, ma è altamente diretta a uno squilibrio mentale euforico/sereno, che la nostra povera mente umana non può immaginare nè tantomeno sopportare.  Io ho sempre affermato che la felicità detta GIOIA ( è più indicata), ci appare in pochissimi momenti della nostra vita, e sono quei momenti in cui...i nostri occhi si riempiono di lacrime per la troppa felicità.  Se non ci sono lacrime di felicità sinceramente istintive, non è gioia pura. Poi, dopo quell'attimo segue uno stato di benessere totale, ma se ci facciamo caso subito dopo ci manca già qualcosa .Questo sta a dimostrare che noi esseri umani non possiamo sopportare tanta emozione, e che questa emozione è concessa solamente alla nostra anima. Ecco, non è giusto dire SONO TROPPO FELICE quando non stiamo piangendo di gioia, ma si sa che noi confondiamo la felicità con la contentezza: sono due cose completamente diverse.  Bene, spero che questo ci porti a contemplare meglio e più attentamente le nostre emozioni, cosicchè possiamo poi capire quante volte, nella vita, abbiamo rasentato la FELICITA'. Vedremo che saranno davvero molto ma molto poche. La felicità non è terrena, questa vita è il purgatorio dell'anima, per cui ci manda moltissimi segnali invisibili e impercettibili, che solo quando avremo raggiunto noi stessi abbastanza in profondità, potremo cominciare a...captare. Ora ci sarebbe, certo che c'è, una strada che porta verso la felicità: ed è l'unica. Se non si segue QUELLA SEGNALETICA, non  ci arriveremo mai.

 

 

Commenti:


Dany Lab ha scritto: guarda qui (ehm...c'è un link se clicchi su "guarda qui").....non appena ho letto mi è venuta in mente questa melodia!!! :-D 21 ottobre 14.16
Laura Brustenga ha scritto: Grazie Daniela...tu sai sempre come cogliere nel punto :))))))
21 ottobre 14.29

 

 

 

gennaro e. ha scritto: Tre definizioni di felicità che più mi hanno colpito e mi sono rimaste impresse (cito a memoria): 1) La felicità è quello stato di benessere psico-fisico che ti assale nei momenti più impensabili, nelle situazioni più diverse, nei luoghi più imprevisti e ha una durata di pochi istanti.... 2) La felicità non è avere quello che si desidera, ma desiderare quello che si ha .... 3) Per essere veramente felici bisogna possedere tre requisiti: essere egoisti, essere imbecilli ed avere una buona salute ..... Una mattina d'estate, di non molti anni addietro, dopo aver corso in riva al mare, tra i gabbiani, ascoltando le canzoni di Lucio Battisti nelle cuffiette, mi sentii talmente appagato (felice?) che, per un solo attimo, pensai: adesso potrei anche morire! Di lì a poco, ci andai molto vicino...... Da allora continuo a correre, a piedi o in bici, ma evito di formulare simili pensieri!! Perché "QUELLA" inon si fa pregare due volte se si sente chiamare, magari anche per sbaglio, accorre subito !!!! 21 ottobre 15.43

 

 

 

 

 

Laura Brustenga ha scritto: La prima, Gennaro, la prima è assolutissimamente quella giusta. Io dico che è un assaggio della gioia, la cosa che solo l'anima liberata del corpo può provare. E ne sono convintissima.... 21 ottobre 21.09

 

 


Zia Limo ha scritto: Non arriveremo mai alla Felicità eterna...o almeno non in questa vita in cui esiste il tempo. E' vero. Potremmo anche raggiungere la Felicità, ma durerebbe solo un attimo...e nulla più... 25 ottobre 11.33


Laura Brustenga ha scritto: Beh, e io che ho detto???? :-))))) Sono d'accordissimo. 25 ottobre 14.56

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog