Diario di Barbie

Storie, pensieri, sogni di una bambola

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: plasticgirl2012
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: AN
 

TAG

 

CHE COSA È QUESTO BLOG?

Ciao a tutti!

Mi chiamo Barbie, sono una ragazza rumena che vive in Italia. Ho aperto questo blog per realizzare il mio sogno: scrivere delle storie. Così in questo spazio hanno preso forma le avventure di Diana/Bambola, la protagonista del mio primo racconto "Storia di Bambola". Poi è stata la volta di "L'ambizione", di Simona e del suo Presidente. E molto presto ne arriveranno altre, che spero vi appassioneranno come le prime due. 

In definitiva questo spazio è per me una sorta di diario virtuale, dove oltre a scrivere racconti mi piace cercare dei fatti, delle storie di persone che mi colpiscono, a volte in positivo ma a volte anche in negativo, come nel caso della rubrica "Bellezza di plastica" dove spesso critico l'uso eccessivo e quasi mostruoso della chirurgia plastica, che distrugge noi donne e ci allinea ad un ideale di bellezza maschile. Se passate di qui e leggete i miei pensieri oppure qualche puntata vecchia delle mie storie, lasciate un commento. Positivo o negativo non importa: mi danno la carica per andare avanti.

Un abbraccio. Barbie 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

 

Grazie a tutti!

Post n°788 pubblicato il 07 Gennaio 2018 da plasticgirl2012
 

Ciao a tutti,

scrivere letteragli anni passano, non me ne sono accorta, eppure sono oramai cinque anni e più che ho aperto questo spazio. Volevo solo raccontare delle storie, più o meno belle, più o meno attuali, ma che erano mie, frutto delle mie fantasie e delle mie esperienze. "Storia di Bambola" e "L'ambizione" sono quelle che ho amato di più, quelle che mi hanno fatto divertire e soffrire. Poi come spesso accade, non ho più avuto idee, come se quella vena si fosse improvvisamente esaurita. Ci ho provato a riprendere la penna varie volte ma niente, cominciavo e poi dopo un po' mi fermavo perché tutto mi sembrava uguale a quello che avevo già scritto. Così un po' per gioco mi sono messa a commentare articoli di giornale, in attesa della scintilla, in attesa dell'ispirazione. Forse la vita frenetica, forse tutti i miei problemi sentimentali hanno intrappolato la mia fantasia. Non lo so. Però questi giorni passati a casa mia in Romania mi hanno aiutato a fare chiarezza con me stessa e tutto quello che mi stava attorno. E così sono giunta ad una decisione, sofferta ma ben ponderata: liberarmi di tutte le cose inutili che mi circondano. E tra queste purtroppo, c'è anche questo spazio. Ho deciso di chiuderlo, perché non lo sento più importante come una volta. Nella mia nuova vita ci sono altre priorità ed anche altri luoghi da vivere che mi attendono. Tuttavia non lo chiuderò subito, resterà ancora aperto per un mese, poi schiaccerò il famoso bottone ed addio a tutti. So che a qualcuno questa cosa dispiace ma sono certa che ve ne farete una ragione. Grazie a tutti coloro che in questi anni mi hanno seguita, che mi hanno incitato ad andare avanti, che mi hanno commentato i post. Vi auguro le migliori fortune. Vi ho voluto bene. Un abbraccio. 

Barbie

 
 
 

Buon 2018 a tutti!

Post n°787 pubblicato il 31 Dicembre 2017 da plasticgirl2012
 

C'è un momento incomprensibile negli ultimi secondi dell'anno. Non proprio in quelli del conto alla rovescia, ma poco prima, diciamo all'interno degli ultimi due minuti. C'è un momento, anche se si è accesa la tv su Raiuno e appare il countdown in sovrimpressione - c'è un momento in cui se ci si guarda intorno, sono spariti tutti. È come se all'improvviso un'ondata di razionalità colpisse tutti insieme gli esseri umani sparsi nelle case o nei locali del mondo, per minare la regola da cui siamo partiti, un ricatto che ci hanno inculcato da quando siamo nati: è Capodanno e dobbiamo divertirci, sfrenarci, ubriacarci. Anzi, quel momento in cui tutti si disperdono è un lampo di maturità, perché diventare persone adulte vuol dire, tra le altre cose, aver capito che non è un obbligo divertirsi a Capodanno, e se la serata è stata mediocre non è una sconfitta. Bisogna diventare persone molto assennate per arrivare al principio zen che non è essenziale andare a letto ubriachi alle sei di mattina.

capodanno Ma i secondi passano e per fortuna c'è qualcuno che si rende conto, preso dall'ansia del fallimento della serata, allora sente di dover urlare, scuotere, dire: ma che fate? Venite qua! E come per miracolo, otto secondi prima della mezzanotte, sono tutti pronti ai loro posti, con i bicchieri in mano, i tappi pronti per essere stappati. Ci sono anche quelli che restano soli a casa, che sono andati a dormire alle dieci e mezza dicendo abbiamo brindato con quel po' di vino che era rimasto, e ostentano indifferenza verso il nuovo anno. Ma anche questo è troppo.

È Capodanno, di conseguenza si dice che quest'anno non vedevamo l'ora che finisse, che è stato brutto (anche se non lo è stato), e che ci aspettiamo molto dal nuovo anno, da noi stessi e dagli altri, e saremo migliori, e ci occuperemo di più di genitori, figli, parenti, amici, poveri, affamati, barboni. Ci occuperemo di tutto, promettiamo a noi stessi mentre brindiamo con spumanti scadenti e dolciastri. Sappiamo essere molto buoni a Capodanno, sappiamo promettere un anno fantastico, diverso. Ma poi il tre gennaio tra salvare l'umanità dalla fame e comprare il nuovo iPhone, sceglieremo il secondo, ma ci diremo che così l'economia riparte, si muove grazie a noi.

Dopo mezzanotte, dopo aver dato bacini sulle guance a tutti, anche a persone mai viste, manderemo messaggini col punto esclamativo, faremo qualche telefonata a familiari e amici e amori lontani, commossi, come se davvero da domani ricominciasse il mondo da capo. E al risveglio, il primo gennaio del 2018, ci prepareremo con spirito diverso alla nuova vita. Insomma, ci mettiamo ogni anno molte delle nostre energie, in questa attesa della mezzanotte, ci vestiamo bene, mettiamo indumenti intimi di colore rosso perché non si sa se davvero sono dei portafortuna, però non si sa mai. Ci diamo da fare, compriamo cibo e bevande, ci organizziamo con gli amici. Poi arriva sempre il rompiscatole che a mezzanotte e dieci circa dice con sentimento sincero (oltretutto): per me il vero inizio anno è a settembre, perché è a settembre che davvero si ricomincia. E mina definitivamente tutti gli sforzi che abbiamo fatto. (da corriere.it).

Con questa divertente e vera riflessione sul Capodanno voglio augurare a tutti voi una buona fine di 2017 ed un 2018 in compagnia delle persone che amate. Io lo passerò con la mia amica e  probabilmente all'una andrò a dormire. Dal nuovo anno chiedo solo serenità; so già che ci saranno tanti cambiamenti a partire anche da questo spazio...ma per adesso non voglio dire nulla. Ci sarà tempo. Un abbraccio. Barbie

 
 
 

Auguri di buon Natale!

Post n°786 pubblicato il 22 Dicembre 2017 da plasticgirl2012
 

auguri di buon Natale

A tutti i miei amici virtuali ed a tutti gli amici di questo blog, faccio i più sinceri auguri di un buon Natale da trascorrere con le persone più care. Io lo farò con la mia famiglia, che raggiungerò domani e ci starò almeno fino a capodanno, quindi per un po' non vi annoierò con le mie idee ed i miei ragionamenti. Magari qualcuno sarà contento... Un abbraccio forte a tutti! Barbie

 
 
 

Belen e Iannone travolti dalla passione al centro commerciale

Post n°785 pubblicato il 20 Dicembre 2017 da plasticgirl2012
 

belen e iannoneA dispetto dei rumors che li darebbero perennemente in crisi, l'amore tra Belen Rodriguez e Andrea Iannone va a gonfie vele. La passione tra i due è così forte da essere incontenibile. Ed è per questo, nonostante i paparazzi nei paraggi, che la coppia non si trattiene neanche quando fa shopping.

Belen e il fidanzato sono stati immortalati dai fotografi del settimanale "Chi" mentre si scambiano effusioni durante gli acquisti. Il pilota prova un paio di pantaloni e armeggia con i suoi gioielli, mentre l'argentina gli salta addosso. (da ilmessaggero.it).

Ma dico io, questi due non hanno proprio il senso della misura? Pure mentre sono in giro per shopping? Sono dei veri animali: pensano solo all'accoppiamento... Barbie

 
 
 

I 50 anni di Pamela Prati

Post n°784 pubblicato il 18 Dicembre 2017 da plasticgirl2012
 

pamela prati«È dopo i 50 anni che si vince la guerra». Lei, che ne sa qualcosa, lo ha anche postato su Instagram, per omaggiare un'altra donna per cui il tempo non sembra passare mai, come Julia Roberts.

Pamela Prati, che ha compiuto 59 anni da quasi un mese, può vantare un fisico da fare invidia a tante ventenni. Su Instagram le sue foto, in cui mette in bella mostra il fisico statuario, mandano in estasi i follower. Quale sarà il segreto di questo elisir dell'eterna giovinezza? Pamela Prati sostiene si tratti di condizioni genetiche favorevoli, rivendicando il proprio dna sardo, ma anche e soprattutto uno stile di vita sano, una dieta equilibrata ed una lunga serie di faticosi esercizi quotidiani. (da ilmessaggero.it).

Vorrei anche io un po' del suo dna...Barbie

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: plasticgirl2012
Data di creazione: 10/09/2012
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

do_re_mi0tramontorosso17Terzo_Blog.Giusfugadallanimaannamercolinoje_est_un_autremoschettiere62carloreomeo0Bloggernick10misteropaganogiorgio662015plasticgirl2012olgy120zendoris
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom