Creato da ricrubbiani il 20/10/2007

Ploja

giorni dopo giorni

I MIEI LINK PREFERITI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lumil_0ferruccio.masnataricrubbianiricballondorfalco58dglsemplicementecomplicLara_999kutterboyelliy.writerLorenzoCostanzinisoulplacebarteliocristy8812gigiettina83
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Michael Nyman

Post n°63 pubblicato il 16 Settembre 2008 da ricrubbiani

Un altro genio?
Un altro genio.

 
 
 

Vittorio Ploja e Caterina Cielo parlano

Post n°62 pubblicato il 16 Settembre 2008 da ricrubbiani

 
 
 

Post N° 61

Post n°61 pubblicato il 10 Settembre 2008 da ricrubbiani
Foto di ricrubbiani








Da sinistra:


Ric
Boni-il-kolonnello
Kutter
(non si vede Mont,ma c'era anche lui)


Un ultimo concerto di Spleen,sotto molto molto sole.
D'estate.
Qualche anno fa.

 
 
 

Post N° 60

Post n°60 pubblicato il 03 Settembre 2008 da ricrubbiani

 
 
 

Post N° 59

Post n°59 pubblicato il 28 Agosto 2008 da ricrubbiani



Dichiarazione del regista





Sinceramente vostro,

Aki Kaurismäki




 
 
 

Post N° 58

Post n°58 pubblicato il 27 Agosto 2008 da ricrubbiani

Un passante,di notte




Di cosa sapeva la bocca
forse di mattina fresca
di lampione,forse
di notte
il vento è lento
sei più stanca del gatto che ti ama,vicino.

 
 
 

Stanza a piano terra - Tuscany song -

Post n°57 pubblicato il 25 Agosto 2008 da ricrubbiani






Ci si alzava presto, la mattina.
Verso le sette e qualche minuto.
Il tempo per vestirsi un po' e lanciare uno sguardo al cielo.
Ci sedevamo su piccole mele verdi e comode arance in fiore.
Bastava guardarsi intorno.
Poi negli occhi.

"Per i tuoi larghi occhi
per i tuoi larghi occhi chiari"
avrei cantato,sottovoce.


Bastava guardarsi intorno.
E alzarsi presto, la mattina.
E chiedersi se anche per quel giorno volevamo essere felici.

 
 
 

Aki Kaurismaki, un genio

Post n°56 pubblicato il 22 Agosto 2008 da ricrubbiani

 
 
 

Carol

Post n°55 pubblicato il 17 Agosto 2008 da ricrubbiani

Si lecca i capezzoli
e poi sorride
all'imprenditore svogliato
svogliato

che mai ha visto suo padre
e nemmeno una cinepresa
ma preme..........................................

start - stop
start - stop
start - stop                         

rec rec rec


start - stop                 
start - stop

.....
.....
.....
.......................................... ...
. . . . .
..........................................
.  ..  .  ...................

Carol è bellissima

 
 
 

Agosto, quasi Settembre

Post n°54 pubblicato il 17 Agosto 2008 da ricrubbiani

Con le gambe da bambina
restavi lì
le ore della notte stanno via via salendo

"Tra poco è mattina
la luce della camera da letto, sì!
la chiamerò Martina"

Quando poi
invaso dai fiori della sera
sentivi che nessuno era in arrivo
la sorpresa sta nel vaso vicino la porta
è lì, vicino la porta che avevi felice nella casa
d'infanzia
a poche ore dal mare
la sabbia sulle cascate del piccolo monte




 
 
 

Post N° 53

Post n°53 pubblicato il 29 Luglio 2008 da ricrubbiani

Petrarca's odissey


Hai quel sogno

che scivola giu' lungo il collo
sbatte sul pavimento in legno
compensato di anelli di polvere
quel sogno,dai!
non dire di no nemmeno all'alba tua moglie
quel sogno con cui ti risvegli
poi hai la barba lunga e lo sanno tutti
non sei più un pesce fuori dall'acqua
ma dentro l'acqua di tutto il mondo che gira
pensi
le mani quasi vecchie che poi sono stanche
quelle mani,dai!
sembrava proprio che non ti piacessero per niente
così poco avevano di femminile
tutto il resto rimaneva fermo
molle come un lampo della natura
una nuvola del cielo
l'ultimo ramo della quercia
sei diventato vecchio solo di fronte lo specchio
davanti la pellicola
nel centro storico
lungo il mare di provincia
a Milano hai raggiunto il caldo e l'afa dell'estate
sei giovane invece,dai!
quel giovanotto ribelle in cantina
l'umido locale del vino e la sua fonte
l'origine delle risate e degli amici
quel giovanotto,dai!
che aveva la cravatta viola
ma si dipingeva di bianco subito dopo una Stravecchio
però quelle mani non avevano nulla di femminile
e ti sei addormentato su quella piccola barca di legno
spostato i remi vicino l'acqua
il resto del sogno era tutto femminile?

 
 
 

Julio Valentìn

Post n°52 pubblicato il 17 Luglio 2008 da ricrubbiani






Lunedì mattina alla ricerca di un lavoro

i primi campi verdi
accontentarsi delle prime feritoie
quelle di passaggio
per forse riposare dentro stanze in Sud Africa

Lunedì sera riaccende il fuoco della corsa
sull'erba che già tramonta
almeno lontano abbastanza dall'asfalto

Te ne ritorni in Paraguay
dove non c'è angolo d'oro e corone per campioni
dove l'eco di Germania appare come un albero triste
un maggio senza cielo

Ma parli in portoghese
quando tuo padre ti fa bere in festa
te ne ritorni in Paraguay

You can't clap your hands

Non puoi rimettere la palla in gioco
dal fallo laterale
però puoi fumare una sigaretta a tarda notte
innamorarti di una montagna
un po' di cuore è già partito

camminare di sera come un cane con in bocca la luna
verso la piccola Parigi verde di gente in festa
ancorare il sogno d'Argentina
correre per i campi da solo
vincere un concorso di bellezza
in una notte di pioggia nel parcheggio delle scuole vecchie

 
 
 

...forse un po' in anticipo...o un po' in ritardo

Post n°49 pubblicato il 12 Luglio 2008 da ricrubbiani

 
 
 

Post N° 48

Post n°48 pubblicato il 07 Luglio 2008 da ricrubbiani


Stanno schiaffeggiandoci la faccia proponendo teleculi teletette telesoubrette televalletti.

Nessuna telemagia è gratuita.

Continuano a rubare le biciclette e far saltare in aria i gelati.

 
 
 

Nuvole barocche per pranzo,oggi

Post n°47 pubblicato il 05 Luglio 2008 da ricrubbiani

Ho deciso che oggi voglio lasciare un ampio spazio a Fabrizio.
Tra le mie mani e nel mio cuore.
E le bocche di tutti gli uomini e di tutte le donne.

Cercherò Via del campo anche a Spilamberto.
Suoneremo armoniche e bouzouki sotto le parole del cielo.
Sopra fisarmoniche spiritose.

 
 
 

CINEMA ALL'APERTO



Takeshi Kitano  "Il silenzio sul mare"

 

SALA DA BALLO

 

Tom Waits
'Cold cold ground'

 

MUNDIAL