Creato da nero_e_polvere il 26/08/2012
++++

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

nero_e_polvereAngeli_Nerisagredo58daunfiorescalfarottoBrezza_del_mattinome_stessa_mealphabethaaclaudia.holacicala_notturnalamilly60minavagante58ro.sunflower50ale06
 

Ultimi commenti

;) ... Felice per te !!! con affetto.
Inviato da: nero_e_polvere
il 16/03/2013 alle 03:28
 
ciao bello :)
Inviato da: beth68
il 15/03/2013 alle 15:24
 
tu ed io dobbiamo parlare ;) (scrivi le stesse cose che...
Inviato da: beth68
il 14/03/2013 alle 14:59
 
... vero, ma poi passa, per fortuna poi ... passa. :) un...
Inviato da: nero_e_polvere
il 14/03/2013 alle 14:55
 
parole non ne ho... sarebbero le stesse tue. un bacione....
Inviato da: beth68
il 14/03/2013 alle 14:51
 
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Accogli Te Stesso

Post n°28 pubblicato il 18 Ottobre 2013 da nero_e_polvere

Accogli con Amore te stesso, prima che altri cadano nella tentazione di calpestarti. Accogli quello che sei. Fallo con Umiltà, perchè è solo con l'umiltà che è possibile ritrovare la propria Vera Essenza. Non preoccuparti di ciò che apparentemente gli altri di te penseranno. Non temere i giudizi altrui. Non permettere alla tua memoria di ancorarsi dentro ad immagini che non ti appartengono. Non essere mezzo, sii presenza. Non fingere con te stesso e lascia alle spalle tutto il superfluo, tutto quello che ti zavorra Anima Corpo Mente e Cuore. Sostieni i tuoi Sogni. Combina le note della vita e componi la melodia che ti appartiene. Non fuggire e non avere timore… mai. Sostieni le tue idee, difendile. Gioca con l'altrui ipocrisia, smaschera gli stolti ed abbuona gli sbagli di chi ti Ama, ma anche di chi non ti Ama. Perchè lo sbaglio é componente stesso della Vita. Lo sbaglio è necessario, inevitabile, lo sbaglio è il momento profondo di crescita. Per questo non affliggerti dei tuoi. Non mortificarti ne mortificare coloro che ti sono accanto. Non vestire i panni del saccente, quando nemmeno tu sai realmente chi sei e cosa vuoi. Piangi senza vergogna e senza vergogna affronta le tue timidezze. Vivi e credi in quello che senti intimo alla tua vera natura. Non offendere perchè una offesa rimane come cicatrice profonda nell'altrui Anima. Sii paziente e tollerante. Se ti capiterà di perdere la pazienza cerca di farlo in modo dolce. Vestiti di quanto senti a te vicino. Parla con chi sai possa comprenderti, ma non disdegnare di farlo anche con chi difficilmente potrà comprendere ciò che vuoi dire. Sii coraggioso ed audace. Prega il tuo dio ed anche quello altrui perchè è la stessa unica Energia che ci unisce. Raccogli le parole e seminale quando il tempo è propizio. Abbi cura di esse, coltivale perchè sono loro che tirappresenteranno agli occhi dei più. Vivi le tue timidezze e rendi partecipe gli altri delle tue gioie. Condividi Amore. Condividi le tue Passisoni. Gioisci per le vittorie ma non disperare per le sconfitte. Perchè non sono mai così diverse le une dalle altre. Sii prudente ed Amati. Ama ciò che sei. Ama ciò che fai. Ama chi è dentro di te e fai in modo di entrare tu stesso negli altri. Lascia andare l'arroganza, non essere mai pigro, ma se un giorno non avrai voglia di muoverti, rimani fermo immobile e lascia che tutto ti passi accanto e non dolerti per questo. Sii capace di guardare oltre l'apparenza. Sii capace di guardare anche l'apparenza però, perchè a volte diventa importante anche la maschera che uno indossa. Vi sono maschere che già ci indicano tutto. Non forzare mai la mano e non cercare mai di sfilare le altrui maschere. Accompagna l'altro invece, assecondalo e vedrai che  un giorno gli verrà spontaneo rimuoverla da solo la maschera che indossa. Sii cosciente che tutti portano maschere. Anche tu. Sopratutto tu.

 

(pensieri sincroni alla musica qui riportata che li ha partoriti)

http://www.youtube.com/watch?v=IHbW2mtwZKM&sns=fb

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

...

Post n°27 pubblicato il 04 Ottobre 2013 da nero_e_polvere

Cotone

 

 

Eremo cauto

Sospeso, lontano

Giaciglio scomodo

Di Anime assenti

Drappo antico

Ove poggiai la mano

E più la ritirai …

 

Amandoti

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

...

Post n°26 pubblicato il 28 Aprile 2013 da nero_e_polvere

ricostruire ...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Non sono ...

Post n°25 pubblicato il 12 Marzo 2013 da nero_e_polvere

A nessuno è dato di essere unica cosa. Siamo entità complesse. Spesso complicate. Siamo cangianti e spesso senza averne reale consapevolezza. Non esistono dogmi precostituiti. Ciascuno assimila l'informazione, appropriandosene, divorandola, fagocitandola.

 

Abbiamo etichette. Ne abbiamo addosso infinite. Ciascuna persona che ci conosce o presume di conoscerci, inevitabilmente ci etichetta e sulla base di questo ci considera.

 

Personalmente mi sento addosso un numero infinito di post-it. Alcuni non mi danno fastidio, altri li ritengo così assurdi che lì ignoro. Molti non li comprendo, altri li sopporto.

 

Io stesso ho la cattiva abitudine di etichettarmi. Lo faccio inconsciamente, sebbene poi mi rendo conto che con queste etichette devo quotidianemente poi fare i conti.

 

Premesso questo questa mattina volevo solo dire una cosa. Non centomila come di solito faccio quando inizio a scrivere, una ed una sola.

 

Io non sono una persona leggera.

 

Non lo sono mai stato. Non lo era quando ero ragazzo, non lo sono stato da adulto, ne lo sarò durante la mia vecchiaia.

 

Questo non significa nulla di per se, non significa essere peggiori o migliori di altri, significa solo essere così punto. Questo mi comporta pregi, questo mi comporta difetti. Questo mi fa stare bene, altre volte mi fa stare male. Questo mi avvicina a talune persone e mi allontana da altre.

 

Le cose sono semplici, non bisogna girarci attorno.

 

Sono denso, pesante spesso pedante. Sono persona che analizza scrutando ogni dettaglio, per poi arrivare a decidere con slancio impulsivo. Dentro di me esiste il gioco la parte ludica, la necessaria componete frivola, ma tutto questo è marginale.

 

Il mio anelare continuamente leggerezza è una reazione che io stesso mi do quando il peso eccessivo del mio pensare mi porta confusione, mi porta malessere e sofferenza. Allora provo a divetare leggero, a vestire i panni che non mi apaprtengono per simularmi diverso, ma non è così.

 

Ho dentro di me un infinito universo variegato e multicolore che devo esprimere. Solo questo mi quieta, solo così io trovo pace, solo attraverso la parola scritto o l'Amore io mi ritrovo.

 

Quando non Amo io scrivo, devo scrivere. Lo devo a me stesso.

 

Non voglio nemmeno essere diverso, non voglio migliorare, non voglio diventare ciò che non potrò mai essere. Voglio essere compreso ed accettato per come sono, anche se mi rendo conto non sia semplice, non sia da tutti ma onestamente ora come ora mi interessa davvero poco ... anzi non me ne frega proprio un ...

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.. piove

Post n°24 pubblicato il 06 Marzo 2013 da nero_e_polvere

Finalmente è arrivata la pioggia.

Mondami il Cuore, L'Anima, il Corpo. Dilavami con cura la Mente. Fai che ogni pensiero in te si scioga e mi abbandoni.

Cammino, mi bagno. Un passo dopo l'altro. Gli occhi fissi verso un punto inesistente a cercare quell'idea che non riesco ancora a scorgere. Mi piace sentirmela addosso. Mi piace sapere che questo fisico contatto è reale. Non ho certezze ora. Nessuna certezza nella mia vita. Questo sentirmela addosso invece è reale. Ho bisogno di questo. Ho bisogno di realtà di contatto fisico. Ho bisogno di sentire e sentirmi Colpire. Ferire, o stringere forte, in un interminabile abbraccio.

Ho bisogno, bisogno di qualcosa che vada oltre questo assordante silenzio che mi scarnifica l'Anima.

Brandelli della mia Anima giacciono distesi dietro a me. Sono testimonianza che le lame più affilate non sono le parole. Io mai un tale "Mostro" avevo dovuto affrontare. Credevo di essere pronto a tutto. Mi sono ritrovato nudo. Incapace, Impotente. Un Uomo Solo dentro ad un immenso vuoto circondato da un Asssordante Silenzio.

Vivo una vita in cui non riconosco più alcun confine. Sono avvolto da questo infinito mare di emozioni. Non le riesco più ad arginare. Diventano spesso anche loro pioggia, pioggia salata.

La mia Vita è questa ora. Una continua marea tra un vuoto assoluto ed una successiva innondazione di emozioni.

Guardo in giro alla ricerca di segni. Sono in attesa ed osservo. Annuso l''Aria e mi scopro confuso. Non è Dolore, non è Sofferenza. La carne che ti viene strappata via a brandelli è una sensazione che non provoca altro che un immenso ed insostenibile senso di impotenza.

 

Partorisco parole, per colmare questo immenso vuoto, senza riuscirvi ... senza riuscirvi ... senza riuscirvi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »