Community
 
giramondo595
   
Creato da giramondo595 il 14/11/2008

CHIACCHERE FRA AMICI

DI TUTTO UN PO'

 

 

Spigolature calabresi.....3 sotto l' ombrellone, per i pochi fortunati

Post n°853 pubblicato il 30 Agosto 2014 da giramondo595

Continua il viaggio ..nella mia regione. Nei due messaggi precedenti. Vi ho parlato della Statua del Gagini, della Madonna a Mare, oggi vi parlerò di una splendida chiesa sita nel mio paesino d' origine.

Con questo messaggio, voglio augurare a tutti voi, un felice rientro dalle vacanze ed un felice ritorno alla normale routine.. Ai pochi fortunati, che sono riusciti a ritagliarsi le ferie in questo periodo... auguro buon divertimento e sereno relax.


La Chiesa di S. Andrea,

in dialetto andreolese 'A chjìasi 'e Santa Ndrià, è la chiesa del Patrono del Paese di S.Andrea Apostolo dello Jonio. Un paesino della costa ionica calabrese. E' ubicata su una collina rocciosa all'inizio del paese) - È una chiesa ad una sola navata, costruita intorno all'Xl sec., ma restaurata o ingrandita verso la metà del '700 (sul portale di granito c'è la data del 1757) e arricchita nella facciata esterna - sul finire dell'Ottocento (1893) - di vari ornamenti architettonici e dell'unica campana di cui è dotata. Al suo interno si possono ammirare: l'altare, costruito in stile barocco sul lato o- rientale; efficaci affreschi murali, iniziati nel 1926, che sono opera dei pittori Zimmatore e Grillo, originari di Pizzo Calabro, ma venuti nel nostro paese - su richiesta dell'arc. don Bruno Voci - per affrescare la chiesa di Sant'Andrea e la cappella deirimmacolata nella Chiesa Matrice (lo si evince dal sigillo "Zimatore e Grillo pinsero 1926" che si legge in alto sulla parete della cantorìa)', e la statua del Santo, scolpita nel 1009 e restaurata nell'Ottocento, dopo l'oltraggio subito il 1806 dai soldati francesi, i quali, non riuscendo a portarla via perché "Sant'Andrìa ac- cippàu", le divelsero gli occhi. All'esterno la Chiesa è circondata da un bel giardino ("villètta"), e nel lato orientale si erge la nicchia esterna del Santo, di chiaro sapore neobaroc¬co, la cui statua poggia su un tronco di palma ricavato su una orditura di mattoni pieni sa¬pientemente intrecciati e guarda verso il mare con le sue triglie attaccate al braccio. Tale nicchia fu progettata dall'arch. Francesco Armogida e fu eseguita nel 1952 (sotto il Priore Peppino Carioti Davulìsi e il Procura¬tore Vincenzo Riverso) da mastru Brunu d'a Guardia (Bruno Betrò) e da mastru Bruno Calabretta insieme ad altri muratori. Adiacente alla Chiesa vi è una delle 3 porte d'ingresso al paese, la quale reca la data del 1727 e i segni dell'invasione francese del 1806. All'interno la Chiesa è tripartita da lesene laterali: nella parte orientale c'è l'altare del Santo e, retrostante, una piccola abside a due ingressi laterali, dalla quale si accede nel panoramico giardino. Si distingue dalle altre Chiese del paese per la ricca decorazione che l' adorna in ogni parte. Chi entra, infatti, nella parte centrale dell'intradosso dell'arco che sovrasta l'altare, scorge su doppia riga la didascalia in latino "DILEXIT [AND]REAM || DO- MINUS IN ODOREM SUAVITATIS". E sopra, nella cantorìa, sulla parete occidentale, trova raffigurato da una parte Davide che suona l' arpa e dall'altra Santa Cecilia che suona l'organo a canne; e, sopra una finestrella centrale, S. Paolo tutto intento a scrivere su un grosso libro. Sulla volta a botte, da est ad ovest, sono impresse 3 scene riguardanti la vita del Santo: l'angelo che porge ad Andrea la palma del martirio; la predicazione alle folle che il Santo fa in piedi dalla barca; e l'implorazione che Andrea fa a Cristo perché protegga il paese, raffigurato - a tinte sfumate, ma chiaramente percepibile - sulle 3 colline su cui si adagia. Le prime due scene furon dipinte su tela, poi applicate alla volta e forse re¬staurate; la terza, invece, fu dipinta direttamente sull'intonaco della parete, la quale nel tempo si è impregnata di umidità e perciò è in varie parti screpolata. Sono pitture a colori vivi, come il rosso (colore predominante, associato all'idea del martirio), il verde, l'azzurro, il giallo ... Scendendo verso le 2 pareti laterali, in alto, per ogni lato, ci sono 3 aperture voltate, ognuna delle quali porta disegnato al suo interno un angioletto con un ricco mazzo di fiori variopinti e alFestemo altri 2 angeli che sostengono un festone orna¬mentale. E ai 2 lati di ogni finestra 2 tondi, ciascuna col busto di un apostolo e sotto il nome in latino: a sinistra Pietro, Andrea, Giacomo maggiore, Giovanni, Filippo e Bartolomeo; e a destra, Mattia, Simone, Taddeo, Giacomo minore, Matteo e Tommaso. Le due pareti laterali sono tutte ricoperte di scene esemplari (sempre di martirio) della vita paleocristiana, anche se a tinte più sbiadite, direi terrose: a destra, prima la crocifissione di S. Pietro, tradizionalmente raffigurato col capo all'ingiù; al centro la lapidazione di S. Tarcisio che stava portando l'eucarestia a un cristiano (nella parte centrale della raffigurazione sporge la nicchia in cui si conservano le reliquie del Santo Patrono); e infine il martirio dei Cristiani al Colosseo dati in pasto ai leoni (un quadro che - secondo l' informazione dello storico Pietro Voci - è la riproduzione di un disegno di un certo Conti ) e a sinistra, prima il martirio di religiosi ( francescani ? ) da parte di soldati orientali ( islamici ? ); poi il martirio di Sant' Agnese che poggia il capo sul ceppo ed è decapitata dal boia con una possente scure; e infine il martirio di San Sebastiano colpito a morte dalle frecce dei soldati romani.

Incollando questo link sulla barra di explorer troverete altre foto della chiesa

https://www.facebook.com/pasquale.romeo1/media_set?set=a.918972511451627.1073741845.100000166594886&type=1

 
 
 
Successivi »
 
Citazioni nei Blog Amici: 113
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 

 MESSAGGIO PER I GIOVANI

...Droga e alcool portano alla distruzione fisica e mentale!!! La vita e' troppo bella per essere distrutta dalle sostanze!!!!!! Vogliatevi bene !!!

http://spazio.libero.it/SARA28LUGLIO/

 

 

ULTIMI COMMENTI

Un abbraCCio a te rosaria, Smackkkkkkkk
Inviato da: giramondo595
il 02/09/2014 alle 23:25
 
Il mio prossimo viaggio sarą in Calabria. Un abbraccio...
Inviato da: roseilmare
il 02/09/2014 alle 22:27
 
un caro saluto, buon pomeriggio fabio (clicca)
Inviato da: musica_x_te
il 02/09/2014 alle 16:19
 
smackkkkkkkkk!!!!
Inviato da: vittorio.35
il 02/09/2014 alle 14:54
 
Grazie Vittorio, tutto bene.. Nel pomeriggio verrņ a...
Inviato da: giramondo595
il 02/09/2014 alle 14:16
 
 

UN CALOROSO ABBRACCIO A TUTTI VOI

   BENVENUTI NEL MIO BLOG

   BENVENUTI NEL MIO BLOG 

   

 

AREA PERSONALE

 

CITAZIONI DI

Beata Madre Teresa di Calcutta


Quello che noi facciamo
è solo una goccia nell'
oceano,
ma se non lo facessimo
l'oceano avrebbe una
goccia
in meno

Non importa quanto
si dà
ma quanto amore si
mette nel dare.


Trova un minuto
per pensare,
trova un minuto
per pregare,
trova un minuto
per ridere.

La peggiore malattia
dell'uomo?
La solitudine.


Le parole gentili
possono essere brevi
e facili da pronunciare
ma la loro eco è infinita.

 

 

GRAZIE AMICI QUESTI REGALI SONO PER VOI

 

          Grazie Solic

 

Grazie diana.fini

 

 Grazie Trappolinax ( Wanda )

Grazie aumania_12 ( Alisia )

Grazie Trappolinax ( Wanda )

grazie STREGAPORFIDIA (Sonia)

questi splendidi regali,
li voglio
dedicare a
tutti voi amici

Aforismi 

Edward Morgan Forster è stato uno scrittore
britannico,autore di racconti brevi,
di romanzi e saggi letterari.
Da alcuni suoi romanzi sono stati
tratti film di grande successo come:
Passaggio in India (1984, regia di David Lean)
Camera con vista (1986, regia di James Ivory),
Maurice(1987, regia di James Ivory)
e Casa Howard (1992, regia di James Ivory).


Se è facile raccontare la vita,
ben più difficile è viverla,
e siamo tutti dispostissimi a
chiamare in causa "i nervi",o qualsiasi
altra parola d'ordine che serva a
occultare i nostri desideri.
( Edward Morgan Forster )

 

Albert Einstein è stato un fisico
a soli 26 anni, ha mutato
il modello istituzionale di
interpretazione
del mondo fisico

 


E' più facile spezzare
un'atomo, che
un pregiudizio
( Albert Einstein )

 

 

GRAZIE PER I VOSTRI DONI

       Carissimi amici,
       grazie a tutti
       per i vostri doni.
       Questi sono solo
       una piccolissima
       rappresentanza
       della vostra amicizia
       ed affetto.
       sono felicissimo di
       ciò...bacioni
        a tutti

      vivi la vita    

      Grazie agli amci Trappolinax e luce 1001 per
      i bellissimi regali per il compleanno del mio blog

                    

               

 

SAGGEZZA POPOLARE ANDREOLESE

Cu ava focu campau,cu ava pana moriu.
Chi ha del fuoco è vissuto,
chi ha pane è morto a causa del freddo

'A casa mbidìàta,o pòvara o malàta.
La casa ch'è oggetto d'invidia va
incontro a povertà o malattia.

A bbona lavandàra on manca petra.
Ad una brava lavandaia non manca
pietra (su cui lavare).

E cu' t'affìdi, ti nganni.
Sulla persona a cui presti
fiducia ti sbagli (facilmente).

Canta lu gaddru e si scòtula li pinni.
Il gallo canta e si scuote le piume.
(Si dice di persona che di un fatto
non vuole assumersi alcuna responsabilità
e "se ne lava le mani", come Pilato.

Per altri curiosi proverbi andreolesi:

http://www.andreolesi.com/dialetto/proverbi.htm

 

FRASI CELEBRI

Golda Meir, fu una donna politica
israeliana, quarto premier d'Israele
e prima donna a guidare il governo
del suo Paese.

La vecchiaia è come un aereo
che punta in una tempesta.
Una volta che sei a bordo non puoi
più fare niente
(Golda Meir)

Anton Pavlovič Čechov è stato uno
scrittore, drammaturgo e
medico russo.
Laureatosi in medicina,
scriveva novelle di notte.

L' intelligente
ama istruirsi,
lo stupido istruire.
( Anton Cecov )

Non sappiamo cosa può accaderci
in quello strano guazzabuglio che è la vita.
Possiamo però decidere quello che avviene
in noi, come affrontarlo, che uso farne...
ed è questo, in conclusione,
ciò che conta.
( Joseph Fortton )

 

Henry Ford è stato un imprenditore statunitense.
Fu uno dei fondatori della Ford Motor Company,
società produttrice di automobili, ancora oggi
una delle maggiori società del settore negli
USA e nel mondo.

Chiunque smetta di imparare è vecchio,
che abbia venti o ottant'anni.
Chiunque continua a imparare resta
giovane. La più grande cosa
nella vita è mantenere la
propria mente giovane.
( H. Ford )

Riflessioni sul Tempo ... Il passato rivive ogni giorno perché non è mai passato. (Proverbio Africano); Il tempo è un grande maestro, ma sfortunatamente uccide tutti i suoi studenti. (Hector Berlioz);        Una briciola d’oro non può comprare una briciola di tempo. (Proverbio Cinese);                                            Quando ogni uomo avrà raggiunto la felicità, il tempo non ci  sarà più. (Fëdor Dostoevskij)Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J Lennon )Un giorno senza un sorriso è un giorno perso.(Charlie Chaplin) L'unica cura per l'acne giovanile è la vecchiaia.( Totò )Ogni minuto muore un imbecille e ne nascono due. ( Eduardo De Filippo )Chi vive troppo tempo in un luogo perfetto finisce per annoiarsi. (Paulo Coelho)