Creato da daveflowers il 03/10/2006

Runner's Idea

Corri per vincere, corri per partecipare, corri per scappare...basta che tu corra

 

 

Montrigiasco - Gamba d'oro

Post n°79 pubblicato il 29 Luglio 2016 da daveflowers

Si potrebbe banalmente dire che "A Montrigiasco non fai mai fiasco", perchŔ nella frazione collinare aronese si corre di brutto, eccome. Personalmente segno una tripletta mica da ridere in questa complicata settimana di lavoro, con martedi Invorio, mercoledý Dagnente e stasera Montrigiasco. Circus della GDO sempre numeroso e variegato, serata calda ed afosa per onorare il mese di luglio 2016 che se ne va. Si parte dalla piazzetta, subito in paese e si sale. Breve tratto in piano e poi ci si butta nel bosco e si risale, seguendo il tratto finale della gara lunga che si disputa di solito a marzo. Lungo tratto di saliscendi tra le frasche, con sassi sporgenti ben segnalati da vernice rossa. Ma le gambe non girano come vorrei, sono affaticato e sento il fiato latitare alla grande. Sto comunque in un gruppo ben assortito e dal passo regolare, mi ci ritrovo. Ma non va. Ecco la tornata secca a sinistra che risale la costa del bosco. Strano, perchŔ sono passati 18 minuti dallo start e se la memoria non mi inganna (ma tutto potrebbe essere in questo momento di scarsa ossigenazione del cervello) da qui alla fine manca poco pi¨ di un km...non sarÓ stato cambiato il percorso? Lo scopriremo soltanto vivendo (e non Vivendi) cantava il poeta. Finalmene discesa asfaltata, ne ripasso uno e sento che grosse minacce da dietro non arrivano. Vedo il campanile a sinistra, ci siamo. Timbro questa fast race (i gipiessari diranno concordi che i km erano 4,8) in 23'22"15 in 49ma posizione, bontÓ mia dopo tempo immemorabile nei primi 50. Tu chiamale se vuoi (piccole) soddisfazioni. Beveraggio a manella per tamponare la disidratazione, punto della situazione con Viggio (nono, super top!) e Cris (30mo, un metronomo delle serali). Bravi ragazzi e bravo anche a me stasera!Ciao a tutti!!!

 
 
 

Dagnente - Gamba d'Oro

Post n°78 pubblicato il 27 Luglio 2016 da daveflowers

Dagnente...finalmente! Mi viene proprio da dirlo: una gara tosta, sporca, spaccagambe e praticamente senza respiro. Una grande classica che ritorna prepotentemene nel giro (seppur nella versione corta da 6 km e qualcosa) grazie agli splendidi amici della Podistica Arona. Serata calda ed afosa, con promesse di pioggia poi mantenute. Ad occhio direi tanta gente alla partenza, vedremo i numeri ufficiali. Mi metto a metà gruppone, immaginando eventuali imbottigliamenti nelle prime fasi che saranno all' interno del paese. Ore 20 si parte! Cerco subito la mia strada e mi sembra di trovarla, passando qualche concorrente e stando tranquillamente all'esterno della carreggiata. Rispetto a ieri, tutto un altro mondo: asfalto il minimo indispensabile e per il resto tratturi, stradine nel bosco oscuro e fresco (utilissimo peraltro a proteggersi dalla pioggerella che cade sulle foglie sopra le nostre teste). Percorso che ricalca, se la memoria non mi inganna (e se mi ingannasse ci sarebbero comunque le tipiche frecce di vernice sull'asfalto a confermarmelo) al contrario la parte finale della gara lunga che si disputava qualche anno fa il Lunedì dell'Angelo. Qui si sale, e si continua a farlo apparentemente senza fine. Passo qualcuno e mi assesto in quella zona grigia nella quale ti accorgi che i ritmi di tutti sono costanti e quelli davanti tengono e se tu tieni quelli dietro non ti raggiungono. Primo discesone che porta finalmente a Montrigiasco e da dietro qualcuno ringhia ma non mi scompongo. Rimango agganciato al traino di uno che ha le calze giallo fluo come le mie ed intravedo i possenti dorsali di Desi. Eccovi nel mirino, agganciati Maverick. Passo Calzagialla al termine dell'ultima salita su sentiero e lo tengo a debita distanza nel piano che riporta a Dagnente, mi infilo tra 2 della Frattini che fanno da gabbiani ad una ragazza e finalmente mi aggancio a Desi. Entriamo in Dagnente e lo appaio, spingo un attimo e lo passo, ma il poderoso triathleta mi rimette al posto che mi compete ripassandomi rabbiosamente subito. Ultime curve, gli sto attaccato dietro ma la vedo dura. Ultimissima discesa, campo di calcio a destra, i boys della Podistica che in pettorina arancio danno le indicazioni finali e timbro 58mo accaldatissimo in 30'48". Per la cronaca, il tempo me lo comunica lo stesso Desi, visto che stasera per la fretta mi ero dimenticato il crono  a casa: non mi è mancato per niente! Al banco del beveraggio del dopo gara incontro Viggio (13mo!) e Cris (30mo): i forti vanno forte, non c'è niente da dire...Voto alla mia giornata lavorativa: 1. Voto alla mia serale: 8. Media personale: 4,5. C'è molto molto da fare! Ciao a tutti!!!

 
 
 

Invorio - Corsa d'estate

Post n°77 pubblicato il 26 Luglio 2016 da daveflowers

Back to Invorio dopo quasi un decennio. Nonostante tutto non la volevo perdere. Mi presento ai limiti del termine delle iscrizioni, obolo regolarissimo da 2 euro, rivedo Andrea ed Alessia e si fanno 4 chiacchiere dopo un bel po' di tempo. Guardo in giro e direi che c'è meno gente del solito, sarà una mia impressione mah...comunque puntuali alle 20 in punto si parte! Dopo quasi un anno si torna a gareggiare ed è sempre una piccola grande emozione, non importa se tu sia alle Olimpiadi o in una garetta di provincia. La gara è la gara, non ci sono storie! Il percorso è variato rispetto all'ultima volta: si va decisi verso il nord del paese, mentre in passato ricordo che ci si dirigeva verso la frazione collinare di Barquedo, stasera invece si viaggia veloci soprattutto su asfalto nella parte alta del paese. Mi aggancio al gruppo di ECDS e di un paio di tosti palestrati. Afrore e fatica, sono le serali del Novarese bellezza. Riprovo il piacere di provare a non farmi superare e di mantenere la mia ignota posizione e, se possibile, avanzare un po'. Mi riesce anche, in questa afosa serata vergantina. Una bella serie di tira e molla, resi interessanti da cambi di fondo e di pendenze. Segnalazioni chilometriche puntuali, direi bella media poco sopra i 4 al km, con qualche rallentamento dove si sale. Corro abbastanza sciolto, con ECDS nel mirino, dove rimarrà stabile fino alla fine. Discesa asfaltata, secco a destra e rettilineone finale preannunciato dai primi arrivati che stanno facendo defaticamento, beati loro. Posizioni mantenute e nessuno sprint finale, nelle gambe ne avrei anche ma preferisco rendere onore alla categoria "veterano" che mi è stata affibbiata - con mio grande smacco - in sede di iscrizione e non attacco il tonico ma affaticato podista davanti a me. Me ne pentirò da lì a poco, sentendo che la mia classifica recita 51mo...comunque sempre meglio di un calcio nel deretano. 26'49"02 il crono, gamba ancora calda e ristoro bello fresco. Well done! Ora a nanna che domani on doit travailler e, se tutto va come deve andare (e non è assolutamente scontato) si replica a Dagnente.

Ciao a tutti!!!

 
 
 

Montrigiasco - Gamba d'Oro

Post n°76 pubblicato il 01 Agosto 2015 da daveflowers

Venerdì 31 luglio, si corre la classica ultima tappa prima della pausa estiva della Gamba d'Oro. Si corre praticamente in casa, sulle alture di Arona nella frazione di Montrigiasco. Ci ritorno dopo qualche anno, perchè questa stagione si sta rivelando proficua per me all'inseguimento dell'ingresso nei primi 100 delle serali.

Ecco quindi che  mi concedo questa compilation di serali (Comignago, Cavaglio, Paruzzaro, Revislate, Gargallo), che si concluderà stasera a Montrigiasco.

Come di consueto c'è molta molta gente, e trovare parcheggio nel piccolo paese è impresa ardua: per fortuna è stata messa a disposizione anche la sede AIB. Bella e comoda soluzione.

Leit motiv delle serali 2015 è l'incontro con Cristian, per il riscaldamento, perchè poi lui correrà su altri ritmi. Ma sto arrivando, Cris...Confusione nelle fasi di partenza, non si capisce se la direzione da prendere (prima dello start ufficiale) sia in direzione nord o sud. Quindi io - che mi accodo sempre al gruppo - mi ritrovo praticamente nelle prime file. Pam! Partenza ed io sono nel gruppone e riesco a vedere Cristian là davanti. Subito salita nel paese su ciottoli, poi breve discesa dove incontro Bruno - uno che viaggia molto molto forte - e corriamo un po' assieme. Addirittura gli vado davanti nel tratto sterrato che fa rientrare in paese, poi asfalto verso la Cappelletta - e qui vengo ripassato da Bruno con un altro consocio, viaggiano rilassati ma ben sopra le mie possibilità - secco a sinistra di nuovo sullo sterro, pozzanghere assortite qua e là e si ricomincia a salire nel bosco. Faccio più fatica del previsto, stavolta, passo qualcuno ma vengo a mia volta passato. Soffro soprattutto nelle discese dove mi sfrecciano di fianco runners con abbigliamento da skyrace. Mangia-e-bevi nel bosco molto piacevole, svolta a sinistra con insidiosa curva a gomito e di nuovo su per gli ultimi 2 km. Passaggio alla Chiesetta e volata nel centro del paese, ultima discesa ed arrivo sotto il Campanile. Timbro in 29'29"72 in 109° posizione...obiettivo mancato ancora!

Cristian (60°, grande!) mi aspetta all'arrivo. Thè caldo insieme e rivediamo anche Andrea di rientro dalle vacanze, e noi s'approfitta per fare un cda del Dormelletto Calcio.

Domani è un'altra storia.

Ciao a tutti!!!

 
 
 

Gargallo - Gamba d'Oro

Post n°75 pubblicato il 30 Luglio 2015 da daveflowers

Tantissima gente per questa serale del mercoledì della GDO, penultimo appuntamento prima dello stop estivo.

Il caldo sembra avere allentato la sua morsa, tuttavia c'è molta umidità. Sulle verdi alture alle spalle di Gozzano si ritrova il circus della Gamba d'Oro, al campo sportivo di Gargallo per l'occasione allestito con un mega tendone. Obolo di 2 euro as usual, breve riscaldamento e via! si parte per i 6,3 km del percorso. Non avendo mai corso prima sul tracciato, parto prudente ed abbottonato più che mai. Le gambe vanno stasera, a dimostrazione che le ultime settimane di allenamenti e serali abbastanza regolari stanno dando il loro frutti. Si parte in lieve discesa su asfalto e si prosegue nelle vie all'esterno del paese, pochi i tratti sterrati (purtroppo, dico io) ed anche le salite sono molto contenute. Percorso quindi per gente veloce, lista dalla quale posso essere tranquillamente depennato. Eppure non fatico più di tanto, respiro regolare, non vengo passato da nessuno ed anzi mi ritrovo - sulla ultima rampa (dove avviene una bella selezione) - con un gruppetto che solitamente vedo con il binocolo. Li passo con nonchalance e cerco di darmi un tono sostenuto nell'ultimo chilometro. Ultimo taboga nel bosco (in leggero falsopiano), ne passo altri 5-6 ed addirittura provo a sprintare su quello davanti a me nel rettilineo finale. Sarà per un'altra volta. Timbro speranzoso (in 28'48"40i) di essere rientrato tra i 100, ma - con un pizzico di dispiacere - mi classifco addirittura 156mo...c'è ancora molto molto da lavorare! Rivedo Cristian, che mi ha aspettato all'arrivo, con cui beviamo un piacevole thè caldo e con cui si chiacchiera sempre molto volentieri.

Ciao a tutti!!!

 
 
 
Successivi »
 

PERSONAL BEST

100 KM: 14° 03' 04" (100 km del Passatore 2012)

MARATONA: 3°40'35" (Maratona di Reggio Emilia 2004)

MEZZA MARATONA: 1°39'40" (Stramilano Amatori 2004)

ORA IN PISTA: km 13,166 (24x1 Ora, Verbania 2006)
 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova