Community
 
r.rachela
   
 
Un blog creato da r.rachela il 12/10/2008

rachela

....

 
 
 
 
 
 

ONE

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

Accadono cose che sono come domande... Passano istanti oppure anni e poi la vita forse riesce a rispondere...

 
 
 
 
 
 
 

PREMIO

ringrazio viola per il premio donatomi

 
 
 
 
 
 
 

 

 

...

Post n°21 pubblicato il 28 Febbraio 2009 da r.rachela
Foto di r.rachela

" Volgi subito lo sguardo dall'altra parte, alla rapidità dell'oblio che tutte le cose avvolge, al baratro del tempo infinito, alla vanità di tutto quel gran rimbombo, alla volubilità e superficialità di tutti coloro che sembrano applaudire... Insomma tieni sempre a mente questo ritiro che hai a tua disposizione in questo tuo proprio campiello "

 

Cesare Marco Aurelio Antonino Augusto

 
 
 

...

Post n°20 pubblicato il 25 Febbraio 2009 da r.rachela
Foto di r.rachela

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marca,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce

 
 
 

Resta un enorme mistero

Post n°17 pubblicato il 07 Novembre 2008 da r.rachela
 

Dove sono finiti i passeggeri del volo Let-410 della Transven sparito nei cieli del Venezuela lo scorso 4 gennaio? Ancora oggi a distanza di molti mesi e di lunghe ricerche, non è ancora possibile saperlo.

Tra i passeggeri del piccolo aereo erano otto gli italiani.

Come in tutti i casi di scomparse anomale e misteriose, mancano così tante informazioni da rendere possibile ogni ipotesi. Il Let-410 potrebbe essere caduto lontano da dove lo stanno cercando, potrebbe essere atterrato in extremis dove nessuno può trovarlo, potrebbe esser stato dirottato o magari sequestrato dai narcotrafficanti. Nei giorni successivi al 4 gennaio, la scomparsa dell'aereo si era subito tinta di giallo: il velivolo aveva effettuato un viaggio di andata e uno di ritorno lo stesso giorno dell'incidente, e in entrambe le occasioni nessuno dei piloti aveva lamentato anomalie ai motori.

Nelle ore successive alla scomparsa, i familiari di alcune delle vittime avevano segnalato che i telefoni cellulari dei loro congiunti erano perfettamente accesi e in grado di ricevere segnale, ma la notizia era stata in seguito smentita dalle autorità inquirenti. Dieci giorni dopo la scomparsa del volo, a circa dieci miglia dalla penisola di Paraguanà, un gruppo di pescatori ha trovato un corpo di uomo poi riconosciuto dalle impronte digitali come il co-pilota del Let-410.

Un ulteriore elemento di mistero era un gibbotto di salvataggio, ritrovato vicino al corpo. La presenza del giubbotto sembrava contrastare con la ricostruzione dell'incidente: se il volo si fosse inabissato così rapidamente da diventare invisibile ai primi soccorsi, non si riesce a capire come potrebbe avere fatto il copilota ad uscire dall'aereo con tanto di giubbotto indosso. Le ricerche autofinanziate dai familiari avrebbero inoltre recuperato un documento, dove si fa riferimento ad un numero di passeggeri superiore a quello ufficiale di cui si è fino ad ora parlato: "si confermano diciotto a bordo".

I familiari trovano intollerante il fatto che l'accaduto non faccia più notizia.. com'è possibile che ci sia il silenzio , che nessuno ne parli...DOVE SONO I NOSTRI ITALIANI?

 
 
 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 06 Novembre 2008 da r.rachela
 

Era come se Dio, per un attimo,
si fosse ricordato più di noi che degli altri,
e ci stesse regalando una gioia intensa,
come se un filo avesse unito me, lui, quel cielo, quel lago,
quegli spazi, quel volo di uccelli, in un unico abbraccio.
Ma le coincidenze, a volte, sono i segnali misteriosi della vita,
ai quali bisogna credere.una rosa dal mare

"Una rosa dal mare"

di Romano Battaglia

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 05 Novembre 2008 da r.rachela
 

Se alcune vite formano un cerchio perfetto, altre assumono delle forme che non possiamo prevedere né comprendere appieno, il dolore è stato parte integrante del mio percorso, ma mi ha fatto capire che niente è più prezioso di un grande amore.

Le parole che non ti ho detto

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: r.rachela
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 35
Prov: LE
 
 
 
 
 
 
 

gli occhi sono lo specchio dell'anima

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

r.rachelagozzorpaoloclick0pino1959gclaudio_0MalmignattaTarantafabiogaetani1981lanimavolaBelTaitagiocondo672010mind_of_shadeio_chi_sonoliar_everDgVoice
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

ufffffffffffffffffffffffff
Inviato da: paoloclick0
il 05/03/2009 alle 13:58
 
che persecuzione... hihihi
Inviato da: paoloclick0
il 01/03/2009 alle 11:08
 
bentornata......adesso non sparire di nuovo che voglio...
Inviato da: gianni69dgl1
il 01/03/2009 alle 10:01
 
mmmm fatto!!! però...sai?!volgere il mio sguardo verso di...
Inviato da: paoloclick0
il 28/02/2009 alle 21:48
 
ahhaaha spettami che arrivo....da te!!!!
Inviato da: r.rachela
il 28/02/2009 alle 21:15
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 
 
 
 
 

IL LINGUAGGIO DELL'AMORE E' UN SEGRETO E LA SUA ESPRESSIONE PIU' ALTA E' UN ABBRACCIO SILENZIOSO...