Creato da Flauto_dolce il 10/04/2006
Attività flautistiche amatoriali in Italia ed Europa

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

acquamarina225greg_06luisa.ebastamarco.giaccherita.gorelliprofmichpaolo.faetiSecondaCarl.gcarl.gigliapie.marelinomorena1965nixcalopattivincenzosabry.faeti
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Lucca 2006 -  Ringraziamenti ( dalla ML  <flautodolce> )

Post n°7 pubblicato il 17 Aprile 2006 da Flauto_dolce
Foto di Flauto_dolce

Ringrazio innanzi tutto Luca Scarpa per le sue gentili parole, che risultano ancora più gradite in quanto provengono da un amico che ha già dimostrato più volte la sua grande esperienza musicale e le sue rimarchevoli capacità nell'organizzare incontri per amatori e
professionisti che sono apprezzati anche ben al di la' dei nostri confini nazionali.Nel ringraziare tutti coloro che sono intervenuti numerosi sia al  Corso che alle attività dell'Orchestra Italiana di Flauti Dolci, posso testimoniare che le soddisfazioni che ne abbiamo ritratto superano ogni nostra più rosea aspettativa, e ci ripagano ampiamente delle fatiche organizzative, e di qualche occasionale ansietà legata  alle molteplici competenze che ci venivano di volta in volta richieste. L'aspetto che ci ha maggiormente commosso è stato il palpabile entusiasmo ed il coinvolgimento emotivo che ha unito insegnanti, allievi ed amministratori del Corso. Se ci è concesso di paragonare le nostre piccole fatiche ad altre ben più gloriose, ci è sembrato a volte di tornare ai momenti magici dei Corsi organizzati circa trent'anni fa da Sergio Balestracci e dagli altri pionieri della didattica flautistica in Italia.

A partire da queste nostre modeste esperienze, penso di potere ancora una volta sottolineare l'importanza degli amatori nella scena flautistica italiana, e la necessità per la didattica istituzionale di occuparsi ancora attivamente della promozione della pratica strumentale amatoriale ad ogni livello.

Altrimenti non si avrà il necessario ricambio generazionale, ed i nostri migliori talenti musicali saranno sempre più spesso costretti a trovare lavoro fuori dall'Italia per mancanza di un pubblico nazionale adeguatamente motivato. Da parte nostra rimane l'impegno a prodigarci per quanto ci sarà possibile per le prossime edizioni del Corso di Lucca, e già in questi primi giorni stiamo raccogliendo le nostre nuove idee per Lucca 2007. Potrete seguire i nostri progetti attraverso questa ML, e tramite il blog:

http://blog.libero.it/Recorder/

Un cordiale saluto a tutti, anche a nome del Maestro Celestino Dionisi.

Paolo Faeti

PS: per coloro che vogliano partecipare ad un incontro per amatori caratterizzato da uno spirito analogo al nostro, vi raccomando caldamente il prossimo weekend musicale che verrà organizzato da Walter Mussano dal 2 al 4 Giugno 2006 in Piemonte  (vedi messaggio
N° 1458  di questa ML)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Lucca 2006 - Recensione di Luca Scarpa (dalla ML  <flautodolce> )

Post n°6 pubblicato il 17 Aprile 2006 da Flauto_dolce
Foto di Flauto_dolce

Cari amici della ML,

sono appena tornato da Lucca dove ho partecipato ai giorni finali del Corso internazionale di Musica di Insieme per Flauti Dolci organizzato da Paolo Faeti e  vi riferisco le mie impressioni “a caldo”.

 Una prima considerazione circa la sede del Corso, Lucca.Ho rivisto Lucca dopo molti anni e non solo e’ una citta’ splendida ma le dimensioni contenute sono davvero ideali per una iniziativa del genere perche’ consentono agevoli spostamenti e visite ai monumenti nei momenti di pausa (basti pensare alla bellissima passeggiata sulle mura che consente in bicicletta di percorrere in pochi minuti l’intero perimetro della citta’ vecchia).

Con rammarico retrospettivo confesso di avere partecipato per la prima volta al Corso, quindi posso riferire solo quanto accaduto in questa edizione appena conclusa senza poter fare confronti con le edizioni precedenti, inoltre per motivi di lavoro non ho potuto assistere al Seminario di Musica di Insieme per Flauti Dolci condotto da Petr Zeifart, molto apprezzato da chi vi ha partecipato, un musicista che ho l’onore di conoscere personalmente, dotato di una sensibilità unica unita a una tecnica flautistica e a una capacità di lettura analitica dei brani e di resa interpretativa straordinari. Chi conosce le sue incisioni sa bene di cosa parlo.

 La Master class e’ stata condotta dal giovane flautista portoghese Antonio Carrillho che e’ stata una vera sorpresa: ho (abbiamo) scoperto un concertista di livello internazionale, con una tecnica mostruosa – ha studiato molti anni in Olanda e Belgio con maestri del calibro di Sebastien Marq, Marion Verbruggen, Jeannette van Wingerden – unita a una magnifica musicalità.  Tra l’altro Antonio Carrillho si e’ esibito in concerto (suonando anche brani di musica contemporanea) riscuotendo un grande successo. Oltre a questo la sua disponibilità, musicale e umana, nei confronti di tutti è stata davvero sorprendente (in effetti mi debbo ripetere).    

Celestino Dionisi ha guidato con la ben nota competenza e passione le prove collettive dei corsisti nonche’ la esibizione dell’Orchestra  italiana di flauti dolci, che ha chiuso il corso, con risultati positivi e inaspettati visto il poco tempo a disposizione e l’eterogeneita’ del livello tecnico di partecipanti. Suonare in una orchestra di flauti dolci (circa una quarantina di elementi !) e’ una esperienza davvero interessante e istruttiva, dal punto di vista umano e tecnico. 

In conclusione il corso e’ stato un grande successo, non solo quantitativo (vista la partecipazione di corsisti italiani e stranieri) ma anche qualitativo per il livello davvero elevato dei docenti. Lo sforzo organizzativo sostenuto da Paolo Faeti e’ impressionante, ma credo che i risultati lo abbiano compensato.
ciao, Luca

PS: richiamando il recente thread sulla master class di Dan Laurin a Vicenza, viene spontanea una domanda: gli studenti di conservatorio, i diplomati e gli aspiranti professionisti dove sono ?   

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il Concerto di Antonio Carrilho   ( 3 )

Post n°5 pubblicato il 16 Aprile 2006 da Flauto_dolce
Foto di Flauto_dolce

Il compositore Portoghese Pedro Junqueira Maia, al quale dobbiamo questa opera, era presente all' evento insieme alla sua compagna.

Questo brano è stato infatti presentato  per la prima volta in Italia in occasione di questo Concerto.

Lo stesso compositore aveva in precedenza tenuto una conversazione informale sulle intenzioni artistiche e sulle caratteristiche tecniche della sua opera.

Pedro ed Antonio sono stati lungamente applauditi dai musicisti presenti e dal pubblico.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il Concerto di Antonio Carrilho   ( 2 )

Post n°4 pubblicato il 16 Aprile 2006 da Flauto_dolce
Foto di Flauto_dolce

Una delle attrattive  di questo Concerto  è stata  la esecuzione di una interessantissima composizione polifonica moderna per flauti dolci e voce.

Tale opera richiede in alcuni passaggi l' uso simultaneo di due flauti dolci, suonati da un solo flautista, che deve inoltre cantare mentre articola le note,  creando così suggestivi effetti di risonanza  e di battimento.

Nell' immagine vedete Antonio alle prese con questo brano affascinante e di  impegno estremo, che è stato molto apprezzato dal pubblico

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il Concerto di Antonio Carrilho   ( 1 )

Post n°3 pubblicato il 15 Aprile 2006 da Flauto_dolce
Foto di Flauto_dolce

Concerto

 * Dario Castello – Sonata prima
flauto ed cembalo

* Jacob van Eijk – Onse heilige vader  (Pater Noster)
flauto solo

* Antonio Vivaldi – Sonata in Dó minore
Adagio/ Allegro/ Andante/ Allegro
flauto ed cembalo

* Pedro Junqueira Maia – Duplum, my sweet old etc (2006)
flauto solo

* J. S. Bach – Sonata in Ré minore
Largo-Siciliano/ Allegro/ Adagio/ Allegro
flauto ed cembalo

 

******************************


* Bartolomeo de Selma y Salaverde - Canzon Quarta
flauto ed cembalo

* Cândido Lima – Serezina/ Le Cahnteur du val (2006)
flauto solo

* Arcangelo Corelli – La Follia
flauto ed cembalo

  

António Carrilho – flauto dolce
Claudiano Pallotini - cembalo
Lucca   ----   Casermetta S. Croce   

Giovedi' 13 Aprile 2006 ---   ore 20.00

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »