Community
 
Lady_Juliette
   
Creato da Lady_Juliette il 07/02/2011

Lady Juliette

Giochi e Gare di nuovi Autori da conoscere su pensieri, prosa, poesia, racconti. . . tutti meravigliosi respiri di parole dell'anima, tutti vincitori nella creatività, nei contenuti, nelle forme e nella fantasia, nell'impegno e nel donare parti della propria anima nella complessità dei vari giochi, dove sanno creare composizioni che donano emozioni, riflessioni e unione di sentimenti. Momenti condivisi dall'amore per la scrittura, dalla bellezza dei pensieri come abbraccio al sentire altrui che unisce nel sentirsi parte della meraviglia della creatività umana.

 

Cosa vedi nell'Immagine 2

Come una maschera
la libertà d'essere
c'intrappola
al ritmo di quel suono
che si perde nell'aria.
E noi incatenati ad essa
tentiamo di strapparla
dal viso per emergere e
tornare ad essere musica

@Alice

 

 

Oltre le nubi
ho disciolto illusioni
ho gettato via zavorre
e gioco con me stessa
una sfida per spostarmi
un po' più su
o precipitare in fondo

suona il violino
il sospeso tempo
e il mondo da laggiù
non riuscirà a capire
né inquadrare
le maschere che piangono
la vita
e alla morte
fanno l'occhiolino
Lady_Anima
 


Mezzelune di cielo

Quando sul far del giorno
peregrinano
discordanze di fieno secco
e ciuffi di ginestre
s’adombrano
nel rumore ostile
di fatalità metalliche
riaffiora un degrado interiore
di motivazioni viola
rarefatte nella foggia d’un ventaglio
che scomponga i raggi
nelle mezzelune di cielo
ove proiettarsi
rimboccando un’ancora di vento
e far riaffiorare parole dimenticate

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati


  
Ho costruito una macchina assurda, l’ho ancorata alle mie effimere maschere
Mi sono seduto su un pavimento a scacchiera ed ho aspettato di far vibrare le corde
L’archetto non ha fatto uscire nessun suono celestiale pur essendo di cielo sommerso
Che sciocco! La leggenda dell’energia racchiusa in magiche linee, catene e condizionamenti, ha avuto ancora la meglio. Simbologie arcaiche della verità
Ed è un attimo cadere dalla torre che d’avorio non è
Troppo deformi e caricaturali le facce per volare davvero 
AlfaZulu31
 

Ascolta come risuona
violino lancinante tra nuvole
E' il sole la posta in gioco
l'armonia dei suoi raggi l'azzardo
l'infingimento tra i vapori
muove viaggi fin sulla stratosfera
Woodenship
 
 Bambina mi arrampicavo sullo sgabello
e raggiungevo la scatola inanimata
piccole manine giravano la molla e
lo spettacolo prendeva vita

Occhi sgranati di stupore
saltimbanchi e scacchiera volante
marionette nude e maschere senza corpi
euforia di folli baccanali
e il violino strideva malinconico
inciampando nelle note
di ritmi ubriachi
fino a spegnersi nel giro di molla

Mi sussurra dolce voce
all'orecchio il segreto
Ciliegie le guance
sorridendo malandrina corro via

Ora non serve più lo sgabello
e lo spettacolo rivive eterno
nello stregato carillon

Chinandomi ti sussurro
con tono dolce e monello
il silenzioso segreto
Delicata carezza al tuo viso
che sorride compiaciuto e sereno

E torno a fuggir via
nella mia eterea e giocosa follia

Ai_leen 


 

Malinconia
Passa forte
Tra brani di cuore
Mosse sbagliate
Maschere di inutile Carnevale
Sopra quelle nuvole
Un sole scintilla
Non è
Il mio...
kurtz
 
Sospesa tra le nuvole
suono le mosse da compiere:
ogni mossa una vibrazione diversa.
Dondolio di note tra catene, dadi, torri
mentre sulla spalla
mi fa compagnia
un cardellino che canta
lieto e festoso
al ritmico del mio violino.
Sky_eagle
 
 


La maschera incatena
l'essere nel gioco della vita.
Liberandosene spiccherà il volo
e potrà suonare note di vita ed amore,
senza alcun conflitto interiore(morte).
Creando così un nuovo destino
LUCE55YOGI
 
 
 
Liberiamoci dalle Catene che Opprimo no la Nostra Vita, Fuori le Maschere, Passo dopo Passo, Mossa dopo Mossa, Viviamo le Intense Emozioni che la Vita ci Regala
Lux_Diaphanum
 
 

 Ho perso ogni partita
ormai
ma tra una maschera e l'altra
ritrovo la voce del mio violino.
Piange per me.
LividaFollia
 
 
La Vita è una partita a scacchi:
ma io più non barerò!
Non indosserò più alcuna maschera per vincere:
mi basterà affidarmi alle mie note e versi
per incidere la mia firma
sul destino infame!
katartica_3000
 
 
io che sto pensando a come fare per raggiungere i miei sogni piu' belli....
Blackpike1

 
 
 
 
 

Cosa vedi nell'immagine I



imparerò un giorno, forse,
a leggere il mondo
e non sarò più saggio di adesso
avrò conoscenza
quanta vorrò già da ora

ma senza un cuore
pulsante di fantasia
vestirò i miei giorni
della peggiore scuola
per fare dei miei suoni d'anima
un linguaggio diverso
in cima all'universo
Lady_Anima
 
 
 


Come raggiungere il cielo

Una fiaba da quegli occhi bambini
prolungamento di saggezza di righe
puntano il cielo sfumato lontano
mentre dalle pagine straripa natura
immaginifica e pervasiva
riversandosi fantasie confonde:
la carta era albero
saprà farsi domani
Woodenship
  


Per raggiungere il cielo ho coltivato la conoscenza raccolta nell’odore del cuoio antico, ho camminato paesaggi rigogliosi e aspri, ho disceso fiumi al mare, ho salito la cima dei monti, ho parlato con animali con un corno solo, ho abbracciato piante che mi hanno raccontato di un passato segreto, mi sono dissetato di stille rilasciate dai ghiacciai che mi consegnavano la storia del mondo, ho incontrato donne dalla pelle nera brillante e uomini urlanti dai volti dipinti, tutti parlavano di novelle mai udite…ma il cielo non l’ho mai toccato.
Ora che ho raggiunto il tempo, ho fatto pilastro portante del sapere, poi ho cancellato tutto e sono regredito sino all’innocenza, senza farmi più domande ho ripreso a giocare. Di colpo mi si è aperto il libro dell’universo, mi ci sono disteso sopra e ho aspettato che si richiudesse su di me.
Ora sono Cielo, mi guardo senza paure, posso essere ovunque.
Alfazulu31
 

 
C'era una volta...
un fiore che sapeva volare
una mano si avvicinò
il fiore disse:
non farlo...t'insegno a volare
ma la mano lo colse
ed il fiore morì
la mano divenne radice
incatenata alla terra
morendo...vivendo.
SweetGame
 
 

Seduto sul passato di grandi opere,
scrutano il futuro
nuove menti aperte all'orizzonte
che nascerà nell'alba del Giorno dopo.
Finché vi sarà curiosità del Sapere.
UnPòDeaUnPòBefana
 

 

Ci vedo la speranza di un mondo migliore, lo squarcio di luce nel cielo fa pensare al positivo, e il bimbo seduto sui libri per me significa la bellezza della cultura, gradino dopo gradino nella scala dei libri, simboleggia maggiore conoscenza e cultura, base di vita per noi tutti.
SilenLady
 

 
 
grande speranza.... energia positiva che MAI deve mancare

Semplice.E.Dolce

 

Ogni giorno il sole sorge per ricordarci che ciascuno di noi è importante sulla terra. Proprio Tu, quel giorno, potresti fare la differenza...
Luce78_2
 


 

Ammiro il sogno impossibile, Consapevole di combattere il nemico invincibile, sopportando il dolore insopportabile, correndo dove l'audace non osa andare, amando il puro aldila' di tutto, sforzandomi quando le braccia sono troppo stanche finche' non avro' raggiunto la stella irraggiungibile.
xalex27
 


 

Ogni libro è come un vascello che ti porta a navigare nel mare della fantasia...
Ti_faccio_un_regalo

 

Vedo minacce, oscure ed aliene...incombere sul nostro Mondo

Ravanar

 

Il Libro della Vita si apre, mi investe con la sua Sapienza..
Io così piccola e desiderosa di imparare, di assorbire ciò che può insegnarmi...
Mi siedo e.. Le pagine ad una ad una cominciano a sfogliarsi mostrandomi paesaggi incantati, foreste, deserti ed oasi dove ristorarmi, cieli immensi dove perdermi ..
Il percorso si snoda tra le insenature più buie, sperdute per giungere lassù dove la vista è meravigliosa e contemplativa..

Sky_Eagle


 
 
 
 
 

Cosa vedi nell'immagine I


Inquiete queste tenebre
amor mio      
danzami ancora sul viso   
con le tue mani
profumate di speziato olio
miele le tue labbra dissetano  

cullami nel tuo seno
un'ultima volta
per sentirmi nuovamente tuo
per poi
raggiungere l'alba
ritrovandoti in me

Resfire

 
 
 
vedere è il sentire ciò che c'è
leggendo dietro bende fallaci
il mondo sgretolato nel reale
e ricomposto
nel mosaico d'emozioni
che mai fingono
che dentro bruciano di verità
Lady_Anima
 

 
Voyeur
Allenti le corde dell’amore
scavando in estenuate perturbazioni
insite nella tua loggia sbilenca
Si discosta dall’incanto d’un credo sublime
l’estremo esilio d’un piacere ormai logoro
nel dissentire gestualità ovvie
estranee a un’uscita di senno
Urla intriganti approdi
nei fiati distorti
respirano clandestini in pianeti oscurati

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 
 
 

Cosa vedi nell'immagine II

 


In caduta di dolcezza


Flette l’amore inconsapevoli saggi d’anima…
inspiegabili mutazioni d’un accresciuto viavai
senza mediazioni o lievi avvisaglie
che ne lascino percepire l’entità….
quasi una crescita improvvisa
Non dà misura alle tempie
dislocate solo in quel gettito d’emozioni
nella congiunzione di densi vuoti
logoranti un senso d’ipotetica solitudine….
E' messa alle strette dalla gestione d’un incanto
inaspettato e ardente
nella disfatta d’irrisori beni vuoti d’abiti insulsi
nell’etereo indosso d’inflorescenze rosse
mentre accentuano sconfinati rimbalzi
nella schiena in caduta di dolcezza

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 

 

Eburnea è quell'armonia che non seppi ascoltare, perdendola nel sonno di un tempo melodico...
Kurtz 
 

 
 
La forza più viva del pensiero, è nell’ amore “sognato”… Avete presente quando l'anticiclone calda, passione rosso, che entra nelle nostre vite senza bussare e decide che lì ci si trova bene… Eh, si le note di quel soffio suonano di sospiri vibrante e strappano un pezzo di etere... Mentre la struttura geometrico di quelle corde ci consente nel suo gioco di esistenza… Toccarci, senza Esserci...
o3radovicka
 
 

 
Concerto
Sposa l’ansa di melodia
porcellana tinta di rosso
Marcata l’impronta di chiave
che al mondo pone confine
Non fuga
un momento di tregua
si desta
e di vita si veste
Sol4Y
 
 


Chiave sei dei miei sogni
accendimi
di musica rossa
che mi sconquassi il ventre
nel fremere delle palpebre
il fremere dei miei sensi
Donami un tango
piedi appaiati
da musiche tzigane
arrotami sul braccio
e calami poi
un palmo dal suolo
In questo sonno d'onde
soffiami la musica addosso
che sia di fuoco
per un risveglio caldo

ComPensAzione
 
 
 
La tua passione… Chi ti ha lasciato così, a giacere inerme, coperta dai segni delle sue passioni, seminascosta dallo strumento con il quale ti soggioga ? Non rimanere succube, SVEGLIATI… e vivi LE TUE PASSIONI, non le sue.. Solo così potrai far esplodere il fuoco che arde dentro di te, Più rosso ed intenso di quello falso che lui ha dipinto sulle tue labbra, più di quello del suo artificiale e freddo strumento, che senza rispetto per la tua anima, ha lasciato di fronte a te, dopo averti usata, nascondendoti a metà, per impedirti di riprenderti la vita! LA TUA VITA! Chi ti ama davvero, ti vuol vedere solare e non a terra come una marionetta senza vita…
Morganaf
 


 
Labbra Suonano Note
sulle Corde di un Violino
come un Sogno che Vibra
nel Cuore all'Infinito
Lux_Diaphanum
 
 
   

NOTE DI VIOLINO 25-04-14

Note di violino
rosse accese
scritte con un fine pennino
sulle tue labbra protese…
Ecco di un Amore quel che rimane
frammenti, molliche di pane…
Ora note di pentagramma stonate
in armonie, ma più,nate…

IlMondoDiIside
 
  



La musica è nell'aria,
la senti nella mente uguale,
ha sempre il solito ritornello
La sento nella mente la senti nel tuo cuore,
una musica, una carezza,...
Semplice.E.Dolce
 


 

 
Guardarti nel sonno
ascoltando il suono dolce del tuo respiro.
Così mi accorgo di vivere.
RobertPlant
 



 
Musica. Alternanza di rispettose melodie, composte dentro di noi.
La.Pergamena.Bianca Miya
 
 

musica ch'è sogno
sogno ch'è perdersi
nell'infinito CHISSA'

Elia_Corso

 


 

E mentre danzo porto la mia anima scalza a te.
Coloro di note il mare.
Carezzo la musica di un violino rosso e
lo appoggio a me come fosse il tuo cuore

Perla88s

 


Vivere tra sogno a realtà 
respirare solo l'aria
dell'immensa notte dei sogni
spesso ti abbatterà l' anima

Monika_Nowak

 

 


 
 
 

Cosa vedi nell'immagine I

 

 

è ciò che in me non muore
la volontà
la sua forza
che nonostante la benda
almeno da un occhio
mi fa spiare il mondo
Elia_Corso
 
 
 
- Tu non puoi capire - allargò le mani guardandosi attorno: - Questo l'hai sempre potuto vedere, sempre, dal primo tuo ricordo. Potevi chiudere gli occhi e poi riaprirli, pensare ad un nome per ogni cosa al primo sguardo, il mondo era già prima di ogni parola.- Si fissò le mani: - Queste sono state i miei occhi, davano la forma, parola alle cose, per me non esistevano fino a quando non potevo toccarle, e ciò che non potevo toccare non esisteva se non come nome.- Sollevò gli occhi :- Ma nessuna parola è stata mai in grado di descrivere il sole, il cielo, le nuvole... i colori ! Il mio era un mondo completamente vuoto di immagini, non potevo vedere con la mente perché non vedevo con gli occhi, c'erano solo forme, curve, spigoli, materie dure, morbide, calde, fredde. Esistevano perchè le sentivo, le annusavo, le gustavo... ma erano forme senza forma, senza colore, parti di qualcosa di cui non riuscivo a costruire un senso compiuto.- Sospirò - Se fossi nato con la vista avrei avuto la consapevolezza di ciò che perdendola avrei perduto, ma nella memoria ci sarebbero state le immagini, avrei avuto il ricordo su cui costruire le cose; , invece ho una memoria fatta di odori, di sensazioni, di suoni, un archivio che ora devo collegare piano, piano, con ogni cosa che incontro, è come se fossi in un mondo alieno, un mondo che non conosco. - Mi sorrise: - E anche le mie notti ora sono cambiate... ora finalmente sogno! -
ComPensAzione
 

 


 
Tra la folla ti sei mai trovato da solo e sentito diverso?
Non ti preoccupare, perché "Se la comunità è cieca,
l'uomo anche con un occhio solo, cerca l’ equilibrio nel mondo...
o3radovicka
 
La libertà non è un’eredità naturale dell’uomo.
Per possederla, dobbiamo cercarla...
o3radovicka
 
 
Sguardi che s’infilano nello specchio del tempo,
come le piccole clessidre che colano goccia a goccia
in un angolo di sterili e ciechi silenzi…
o3radovicka
 
  



Gli occhi della mente 25-04-14
Eppur vedo bendato,
al di là di ciò che è evidente,
con l’Animo ormai disincantato
di che guarda con gli occhi della mente
IlMondoDiIside

 

 


Non mi ero accorta che la vita stava facendo di nuovo capolino dalla benda che mi oscurava la vista. Stanca, ma con dentro tanta voglia di fare. Riprenderò a tempo debito il dominio dello sguardo. Per ora lascio solo che la benda protegga lo specchio della mia anima.

LaScrivana


 
 
 

Cosa vedi nell'immagine II

 

 

 

Risveglio

Mi addormentai subito dopo l’ultima nota.
Il trucco nel rossetto ancora intatto.
Chi è stato a mettermi vicino il violino di rosso laccato, offerta nell’assolo della mia arte?
Il riposo fu lungo pareva non finisse mai.
Note di ciglia accordavano il mio silenzio.
La pelle d’avorio, il rosso di labbra non diedero segni di cedimento per intere settimane.
Mi nutrivano il sonno o i sogni.
Sogni di sonno forse!
Poi il tuo raggiungermi, fresco, sereno, spontaneo. L’archetto, sconosciuto strumento fra le tue mani, mandò in risonanza le quattro di crine.
Il suono giunse diritto dentro le mie visioni. Si posò sul battito del cuore e con lui ballò.
Graffi, carezze, gemiti, messaggi, baci
...m’agitavano.
Mi risvegliai dal sonno e ancora musica uscire dai tuoi occhi. Intonavano quella romanza, la ricordi vero? “non sarai più sola”
Ci saremmo presi cura l’uno dell’altra, avremmo suonato insieme solo la nostra musica.
Un pentagramma su cui deve ancora essere posato il prossimo arpeggio.


AlfaZulu31
 
 


Potessi arpeggiare questo tuo sonno
modulandone i sogni
Con dita voluttose vorrei
ricercando le note sullo spartito
del tuo corpo onirico
il sussultare fantastico del petto
ricerca felice sulle curve di violino
Con la lingua e con i denti
Allora con l'orecchio dei sensi
potrei raccogliere la melodia del tuo respiro
dalle tue labbra a suggerne
felicità vellutata
mi ritroverei palpitante...

giusto come un sole
che ti scaldasse le membra
E tu ad occhi chiusi che lo baci...

Woodenship
 


 
Su coltri di note mi adagio
per coglier soave la brezza
di un'Anima che in panne, si arresta
ma ancora vorrebbe cantare...
katartica_3000
 


 

 

 


 
Mi riposo nella culla soave della musica, in quella melodia che mi tranquillizza e mi rende sorridente: l'Amore..
Sky_eagle
 
 



Mi scorre dentro
quella voce soave
il flusso del mare
su docili note
risale
posando sugli occhi
la chiave d' Amore.

The_Blue_Pearl

  



 
il senso di tutto ciò, istante chiuso o racchiuso, silente narcisa musicale
MisteroPagano
 

 


 
La Musa della musica che si riposa..
Indiana_Oglala

 
 
 

Cosa vedi nell'immagine I

Post n°878 pubblicato il 23 Aprile 2014 da Lady_Juliette
 

 

 

Ogni tentativo di nascondere il tuo sguardo, fu vano.
Ebbi la percezione dei tuoi occhi la prima volta che il tuo cuore parlò al mio.
In quel preciso istante “ti vidi” oltre la benda e colsi nel tuo sguardo la tristezza... Compresi poi, perché volevi nascondere i tuoi occhi, ed anche il motivo di quella tristezza. Era per la consapevolezza che un solo sguardo, ci avrebbe devastato l’anima per sempre! Tuttavia eri già altrettanto consapevole ormai, che non avremmo più potuto far niente per evitarlo.
morgana.f

 



Potrebbe toglere la benda...ma preferisce tenerla. Decide di vedere solo una parte della realtà che lo circonda
Hellah
 
 


Io supero le bende dei miei limiti
e gli occhi guardano oltre alle finzioni:
un giovane diventa uomo quando invecchia,
o almeno quando fa i conti con le sue paure!
katartica_3000
 

 


 

 


 
...La dura realtà la voglio guardare nonostante tutto, non voglio coprirmi gli occhi ma vederla dritta per quella che è.. Basta nascondersi..
Potrebbe addirittura diventare bella basta guardarla con occhi diversi, con gli occhi del Cuore..
Sky_eagle

 

 


la lucida follia è acciecata dalla bieca razionalità...

ti_faccio_un_regalo

 
 
 
 
 
 
 

Anche le pagine nere sono colorate e non sono vuote, sono piene di vie da percorrere silenziosamente...

Post n°875 pubblicato il 25 Gennaio 2014 da Lady_Juliette
 

 

 

 

Abbiamo avuto la possibilità di commuoverci sempre in questo luogo, in questa casa abitata dalle nostri menti e dai nostri cuori.
Abbiamo avuto la fortuna di poter riflettere, sorridere e condividere... Sono state le emozioni a guidarci negli incontri e poi le azioni concrete di amicizia ed abbracci...
Anche ora, oggi, avete saputo disegnare le stesse stelle, sia su questa pagina nera che è la strada percorsa e che forse percorreremo ancora nei tempi che saranno, sia nelle vostre pagine personali, illuminandole di affetto in ricordo di ciò che è stato... E vi ringrazio perchè so che in modo genuino avete percorso questa strada che ci accomuna e sono felice perchè sento che per tutti noi è stato un cammino ricco di esperienza umana.
Anche le pagine nere sono colorate non sono vuote, sono piene di vie da percorrere silenziosamente... ogni tanto poi si vedono illuminare gli incroci ^___^ e quante luci avete acceso e quanto siamo stati bene insieme e lo staremo ancora! Non ci siamo mai abbandonati, abbiamo percorso i nostri cuori in diverse forme e con passi leggeri. Grazie miei splendidi amici per aver ripercorso la bellezza che abbiamo saputo donarci e che sempre sapremo regalarci, grazie per la commozione che mi donate nel vostro volermi bene.
Vi abbraccio forte nel mio volervi bene
vostra Simona

 
 
 

.

Post n°874 pubblicato il 19 Dicembre 2013 da Lady_Juliette

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Cosa vedi nell'immagine 20

Post n°873 pubblicato il 28 Novembre 2013 da Lady_Juliette

Vedo un uomo, che intrappolato fra i propri ricordi.. non ha avuto la grazia del perdono da...sé stesso.

In una vecchia canzone di Willie Colon c'è un verso che credo rispecchi perfettamente ciò che vedo in questa immagine:

El que nunca perdona
tiene el destino cierto
de vivir amargos recuerdos
en su propio infierno

Chi non perdona
ha il destino certo
di vivere amari ricordi
nel suo proprio inferno.

Io non so perdonare.. per questo sono AcrossTheShadows...
 
Ti vedo anima mia
Nel rifiuto di una mano tesa
Ti ascolto, in questo silenzio
In questa notte, battaglia e vento
Fra i sensi di un uomo
Che ha perso parte della vita.
 
AcrossTheShadows

 

 

 

 

 

Perché  guardarsi  con  gl’occhi tristi…? Io  ho le ali  e,  Tu  degli arti … Come faccio ad attenderti, ...  Allora,  restiamo uno fronte ad  l’altro,  una mossa di distanza,  giuro che ti guardo ma non ti tocco , ti sfioro .. Se hai bisogno  delle mie mani,  te le offro  assieme le  loro tepore.  Prometto,  se non lanci tu il primo passo,  anch io non lo faccio…
-    Che fai,  non mi tocchi… ???? 
- così difficile  è sganciare il  tuo passo  e venir  ad  abbracciarci  ?
-    Io  non  ti tocco….      

 * ecco perché non ti ho  toccato, non avrebbe avuto senso senza te!  
radovicka
 
 
 
Non si può fuggire al bilancio...ogni uomo dovrebbe prendersi tempo per dialogare con se stesso e la propria pace, ne va della sua stessa specie
Misteropagano
 
 
Quando il vento si calma
l’uccello spicca il volo elegante
come te che mettevi camicie bianche
e ben stirate nei giorni di festa
Quando il vento comincia a correre
lui sta fermo ad aspettare
come te che nell’ora delle attese
stringevi le spalle alla paura
nelle nostre notti andate
Noi, i figli scellerati,
che tornavano all’alba
tutti sotto la tua ala
riparo alla nostra voglia di crescere in fretta
C’è una valle dove respira la mia anima perduta
là ti vedo, immobile ad aspettar la preda
sotto il sole, petto aperto
e zampe in fondo al fosso
Io non so volare fuori dal tuo nido
aspetto ancora il tuo braccio saldo
come l’ala dell’aliante
che vola sopra il mio cielo svuotato
da quel giorno d'agosto
Era in paradiso che ti aspettavano
sopra gli alberi azzurri
tra i fiori di nuvola
dove vanno gli uccelli, gli uomini stanchi
e tutti i padri belli.
SweetyGame
 
 
Qualche volta son stato uccello fuggito dalla pioggia
ed ho bagnato di canto le mie ali in una corsa di notte
mentre tremavano ai polsi le mie vene verdi d’erba.
black_pearls
 
 
Sono attratta di questo tronco…e mi viene questo pensiero… La passione è, libertà al interno dei nostri equinozi,mentre l’ amore è la botanica del nostro giardino, in cui non tutte le piante si possano coltivare.
radovicka

 

 

Sabbie mobili
Che fai qui al bordo del pantano?
Vola tu che puoi!
Mi guardi
e non capisci che io non ho ali
se le avessi accompagnerei il tuo volo
e non posso neanche uscire da qui
sabbie mobili mi inchiodano
alla ragnatela
del tempo di un amore
divenuto follia.

Gradiva1940

 


Si condivide lo stesso destino nel mondo che gira inesorabile come un'eterna ruota

IndianaOglala

 

 


Vedo desolazione dentro nell'anima la pozzanghera sotto quella specie di piattaforma lo rispecchia molto bene . Sui pilastri non è chiaro se è ragnatela o schizzi d'acqua . Se è ragnatela rispecchia il tempo che è passato ,il corvo fermo di fronte al ragazzo il suo lato onirico . Tutto l'insieme è una riflessione del proprio lato oscuro ed autolesionista come se fosse chiuso nel cerchio della propria vita (ragazzo e corvo nel cerchio che si guardano a vicenda verso basso) . Il Super - Io a volte è pesante da reggere.
FreeOnTheAir

 

 
 
 

Cosa vedi nell'immagine 20

Post n°872 pubblicato il 27 Novembre 2013 da Lady_Juliette

 

Non si sprofonda
nella Luce
ma nei tratti bui
dei nostri giochi
giacendo immobili
tra ragnatele e marmi
S'attende dal Messaggero
il rivelarsi del presagio
e già le lacrime
si spargono
nel nostro vuoto...

ComPensAzione

 

 

La voce dell'incoscienza
ha tessuto
ragnatele di parole
e ti fissa orgogliosa
di aver ricevuto in dono
la tua Anima

Perla

 
 
Era lo sgabello mio preferito
ci sedevo al piano e strimpellavo la sera
alla sera mi guardavi non ancora gazza
ladra di cuori lucenti ci si fissava
incuranti di ragnatele ed acquitrini.
Io ci sprofondavo immaginandoti vicina
tu invece assistevi al mio sprofondo:
sapevi già che palude fosse amarsi
woodenship
 

 

Ci rivediamo finalmente
custode dei miei tormenti
Fili ininterrotti
d'un unico sentire
Goracelu
 

Sparviero

Metamorfosi dell'io
catturato dalla malgama d'inconscio
lascia affiorare
antiche pecche
insolute nel guaito d'un risentimento
che logora lo sguardo accecato
dall'insistenza di sparviero
dalla guglia aguzza
che d'aggressività fa vanto

birilliester diritti riservati 

 

Presto finisce il giorno 25-11-13


Presto finisce il giorno
tra l’opra solerte di un ragno tessitore.
Il guardiano del tempo,
nero uccello,
è venuto stasera
a raccontarmi una storia disadorna,
di un uomo
smarrito in nostalgia
per un amore volato via.
Bisogna decidere se rimanere in quel passato,
murato come nel cemento armato,
o se impastare il corpo,
ancor forte dopo tante primavere,
di seconda vita…
Perché non è ancora finita…

IlMondoDiIside
 


Inguaribile malessere


Nel tracciato invisibile d'un lago trasfigurato
da caliginose anse di bruma
si riflette l'aria nuda d'individualità contorta
S'addentra guardinga nella solinga esplorazione
di isterie e sommosse logoranti
ambigue nell'accentuare pulsioni lesive
Sconvolgono per la loro natura incrinante
diniegano slanci di dolcezza
s'espande quell'orrendo malessere
fino a un precipitare nelle dimenticanze
d'una realtà tagliente... ingoiata da un buco nero
assordante nello scivolo d'ostentati rancori

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 


il crogiolo dell'umanità
minordomus
 


Siamo soli davanti a noi stessi ci vuole tanto coraggio a scendere negli abissi piu' profondi del proprio essere e' una storia di sudore e lacrime ma forse il dinamismo che si crea nella lotta e' l'elemento piu' importante.La creativita' emerge nel perseverare di fronte a una sconfitta questo permette di inseguire i colori dell'arcobaleno del cuore e dare un senso alla ragione profonda di albergare sotto questo cielo
xAlex27
 

 
Emerge
L'ombra della nostra
Anima
Specchiandosi
Negli occhi ferini
Della bestia
Stordita e immobile
Nella empietà del tempo
Che ineluttabilmente
Scorre
Bramando i riflessi
Di qulla lontana alba
Che man mano si evolve
Nelle brume del tramonto
Kurtz
 

 
quando Siamo Pronti a Sprofondare mentre il Tempo Scivola ci Vengono in Mente Questioni Irrisolte, il Corvo è la per Aiutarci
Lux_Diaphanum

 
 
 
 
 

Cosa vedi nell'immagine 19

Post n°870 pubblicato il 25 Novembre 2013 da Lady_Juliette

 

Un tratto d'unione la carne
La pelle lacerata
il filo spinato ben infisso
e teso, tanto che non duole più
Ci si abitua
come ad un bicchiere di rosso
ad una sigaretta
Al cliente di passo nemmeno lo sguardo
natura bendata fortuna
inchiodato amore è fare il palo
c'è ancora qualcosa da rubare
woodenship
 
 
Eravamo paralleli, separati tra quei fili di spine … Sentivo Lui, nella mia misura di fiati; tra la rabbia e il desiderio ed emersa in quella voglia : “Baciamoci e mordiamo il dolore..!  Ma, l’ assenza di lui si diventò sofferenza ..Consumavo tutto le mie giornate pensando a Lui e ogni giorno tutto uguale… Io, estasiata, innamorata e malinconica con quel sangue d’amore che entra senza bussare, poi lo segui passo dopo passo come l’agnello sacrificale verso il suo altare…
radovicka


Mi fumo lacrime
che dalla terra
sollevano polvere
iniettandomi
il veleno
di parole silenziose
che ottenebrano gli occhi
incastrandomi
in un legame
che non ha senso
nemmeno cercandolo.

Perla


Ti perdi in pensieri estremi e perversi
per superare la tua fragilità di donna
e trovare il coraggio di continuare
il cammino della vita.
Gradiva1940
 
 
SESSO A PAGAMENTO 16-11-2013

Laceranti esperienze ai bordi delle strada
nella prigione di filo spinato.
Mi fan compagnia
Bacco e tabacco
e un paio di scarpe col tacco.
Svendita di gioventù,
tra il soffiar inclemente del vento…
Ma io cosa sento?
Anestesia del cuore,
cecità della mente…
Non vedo e sento più niente.
Forse un palpito nel ventre,
nella frettolosità di sempre,
tra il frusciar vuoto di danaro
in un attimo di Amore avaro.

IlMondoDiIside
 
 
Scavalca i limiti del tuo Regno..
portati al Regno di Tre Spade...
all'Ordine, in punta di spada e freccia ..
Shadowmoor
 


scelte obbligate e spesso dolorose
Luna.Piena40

 

Trafiggimi l'Anima,
se ne hai il coraggio:
tanto non vedo,
non sento dolore,
e affogo nel vino
quel poco che avverto...
Nel filo spinato
che punge la pelle e i sensi
io beffo anche i ricordi,
fumandomeli a colazione...
E sono Viva,
nonostante tutto...
...NONOSTANTE TE!

katartica_3000
 



Ossessiva ripassa ancora l'ala della notte
sopra occhi bendati, aridi, mai vuoti a tal punto che il sonno li riempia
Ossessiva e lenta sfila la processione dei minuti, come pellegrini scalzi
Ossessiva rimane l'ultima sigaretta sulle labbra, mute di parole
Qui, in questa notte di cristallo drogami di sogni sul viso, negli occhi, sul petto
Fammi volare su tetti d’autunno come una foglia
E un’altra sigaretta va in fumo.

black_pearls

 

 

E' un caleidoscopio
in cui tutto torna dove deve essere
ed allora tutto è come deve essere...

SweetyGame


Attimi in cui il respiro diventa vento
ed allora la vita sorride
e si allontanano i giorni vuoti
senza amore
ed allora voglio stare con te, solo con te.

black_pearls

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Cosa vedi nell'immagine 19

Post n°869 pubblicato il 15 Novembre 2013 da Lady_Juliette

Erano rose non asterischi di ferro
Di Bacco e tabacco
anestetizzi
la Venere tua dal fico nascosta
Che sguardo cieco e austero che hai!
Hai forza amore mio
Non c’è smorfia di dolore da ruggine spinata
Hai orgoglio nel finger distacco dal tuo amore sepolto
Dov’è?
Dov’è la luce di quando sognavi il futuro che sfugge?
Dov’è finito il castello e il nido di torre?
Severa, inflessibile fosti di fronte alla mia libertà
Un soffio e il silenzio
Vidi spalle allontanarsi
e non tornare più
spalle, amore mio, le tue...

AlfaZulu31
  


 
Quale sarà
l'ultima donna
che chiuderà
gli occhi del mondo
Figlia di Eva
avrà colto e gettato
ogni frutto
avrà sorbito
ogni amore ed ogni vizio
avrà forse disgusto
della Madre e di se' stessa
seduta su un trono fittizio
spinata dal languore
di desideri appagati
cieca ormai di sogni delicati
non più figlia
non più madre
in solitudine
eterna ...

ComPensAzione
 
 
 
Malarmonia

Nelle semine dell’anima
intristite dal gelo a far inverno
sa intravedere grigi e salti di buio
nel tremore attutito di mani
inabili percepire la dolcezza d’un fruscìo
che si schiude tra le dita
Incespica in aspre siepi di livore
inseparabile alleato nei taglienti traguardi
rivolti incupire iridi femminee
libere di gioire nei colori del creato
Persa nel riflesso concavo d’ombra maligna
sa scolpire grinze approfondite di malarmonia
nell’incarnato che asseconda
la vertigine intinta in cieli neri

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati

 
 
 
 
 
La stella cerca il riflesso
della sua immagine
nella mano tua
trafitta dal dolce amore
attende tra il fumo del suo piacere
l'illusione dell'istante
raccogliere il suo scatto
tra labbra arse
dalla sete di un fuoco
cieca
della sua stessa prigione

Hellah1
 
 
 
 
 
Quella malinconia fosca
talvolta ricorrente
nei tessuti del crepuscolo
attenua la fragilità d'amore
nelle sfumature
di vissuti languidi sulla pelle d'oca
S'inoltra in armonie d'eterno
sfiorando attimi lievi, ma indimenticabili
che segnano i pensieri...

birilli ester diritti riservati
 


 

 
intrappolati nei nostri dubbi
nella paura dello scegliere
Luna.Piena40

 
 
 

Cosa vedi nell'immagine 19

Post n°868 pubblicato il 12 Novembre 2013 da Lady_Juliette

 

 

Le stelle non le vedi mica brillare di giorno!
Hanno bisogno della notte
per far la parte delle regine.
Forse è tutta qua la mia insana vanità.
Lanciarsi nel buio per farsi brillare.
Illudersi di sfondare l'infinito.
E in effetti...passata la notte,
le stelle non le vedi più.
Chi può dire in quale parte dell'universo
avverrà la loro ricaduta!

Luce78_2
  

 



Scivola in alto
Lento
Mentre cogli
Il respiro di madre terra
Quel filo teso
Fumoso
Parodia di un tempo
Afono
Senza voce invoca
I suoi diritti
Dove un popolo
Sordo
Solleva nuovi muri
Ubriacandosi
Del nuovo oppio dei popoli
Siamo ottenebrati
Privi di quel conscio
Dolore che ci atraversa
Le viscere
Stonati dalla realtà
Mentre Gea
Solleva la sua mano
Dimostrando l'esistenza
Di un universo superiore
E a nulla vale
Blandire la falsa ingenuità
Giacché il corso delle cose
E' ineluttabilmente
Segnato
Strappa le bende
Dalla tua mente e apri
La coscienza del sentire
Prendi quella mano e
Stringelandola
Lasciati pervadere
Sarà l'armonia a condurre
Un cielo rasserenato
In cui tornar a contar
Le stelle

Kurtz

 

 


 Non vedo nulla
non so se sognavo
ma c’è qualcuno
ne sento il profumo
cos’è questo respiro?
chi c’è? chi sei?
lasciami in pace
cosa vuoi?
non capisci non capisci
non voglo nessuno
voglio stare con me solo con me
chi sei? l’amore?
ah!
l’amore è morto
l’ho seppellito
insieme a cristalli di ghiaccio e fiori di carta
e già non ricordo cos’era
ma...cos’è cos’è?
l’ombra del vento
il respiro di niente
il vuoto del nulla
e adesso va via...amore mio...va via!
e non ti voltare.

SweetyGame

 

 


Fra una sigaretta accesa e un bicchiere di vino anneghiamo i nostri desideri e copriamo ogni vergogna. C'induriamo, e dimentichiamo... "Se la ribellione non è possibile tanto vale ignorare. Perché soffrire inutilmente?" Sono i nostri tempi soprattutto, i nostri tempi. Insensibili al dolore che ad ogni istante ci attraversa, solidi come la poltrona mano nostra maestra; ci rabbuiamo, ci bendiamo gli occhi davanti alla prosperità della natura, certi di farla franca. Ma per quanto ancora? Per quanto ancora??
goracelu

 

  
 
L'Amore alcune Volte è un Filo Spinato che Attraversa L'anima e il Corpo, non Basta la Passione, una Benda o del Buon Vino per Migiorare la serenità di chi Attraversa questo stato d'Animo
Lux_Diaphanum

 

 

 

Certi vizi bendano gli occhi dell'anima dalla vera realtà, rinchiudendola in un mondo fittizio come in una prigione di spine.
IndianaOglala

 

 

 

 
 
 
 
 
Successivi »
 

BADGE FACEBOOK

BANNERINO JULIETTE BOX LAT 7

 


 

ULTIME VISITE AL BLOG

belladigiornopercasolascrivanaLady_JuliettenessunatracciadimeDiPelle_RossoVellutoilmondodiisideclaudio2012sninny90NarcysseSky_Eaglehellah1Massimiliano_UdDlegion740PaulineDumas
 

GEMELLAGGIO

 

 

5 PUNTI PER UN BLOGGER BOX LAT 8

1. Sono una blogger e non cerco nient'altro che il confronto con l' altro. Confrontarsi significa esprimere un pensiero duttile che si presti ad essere confutato con quello altrui, fatta eccezione per i valori cristallizzati in ognuno.

2. Lascio commenti pubblici perché i feedback sono la linfa vitale per un blogger

3.
Non urto la sensibilità altrui con volgarità, offese, bestemmie, etc.

4. Non ho preferenze sessuali, razziali, religiose o culturali

5. Apprezzo le persone e non gli aggettivi (bello, brutto, basso, magro, ricco, povero, sporco cattivo, buono, etc.)

 
Citazioni nei Blog Amici: 155
 

COPY RIGHT BOX LAT 9


Poesie by Lady_Juliette is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at Lady_Juliette

E’VIETATO Senza il consenso dell’autore, la riproduzione, anche parziale, la trascrizione, la diffusione o la commercializzazione delle opere qui pubblicate. Il tutto ai sensi degli articoli 1–2 e 171 della legge n.633 del 22-04-1941 e successive integrazioni. Per tali trasgressioni è prevista la sanzione penale.

 

BLOG DI QUALITÀ BOX LAT 5

 


"BLOG DI QUALITA'"

 
MOTIVAZIONE:
perché con un'idea geniale l'autrice ha saputo creare un salotto letterario presso il quale scrittori del web affluiscono per cimentarsi in una gara amatoriale di poesia.  Elegante, capace, umile, disponibile ai miglioramenti, attenta alla critica costruttiva, Lady Juliette ha saputo riunire un gruppo di amici dalla spiccata capacità. Sicuramente originale la sua iniziativa. Blog di cui non si può fare a meno.


 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova