Creato da rich18 il 24/09/2006

Connie Island

Life as a roller-coaster

 

Holidays!

Post n°408 pubblicato il 04 Luglio 2013 da rich18

"Cerco l'estate tutto l'anno e all'improvviso eccola qua..."

NO!

Io non cerco l'estate tutto l'anno, perchè dove abito io
l'estate è 365 giorni l'anno.
Non voglio l'estate, mi accontento della primavera.
Mi piacciono le temperature miti,
non africane,
quelle leggere, frizzanti
e non quelle asfissianti per cui sudi solo respirando.

 

L'estate è qua e le sue (t)orride temperature hanno cercato di boicottare la mia sessione estiva, facendomi buttare lacrime e sudore sulle pagine dei millemila libri che bisognava studiare. Ma la sciocca estate non sa che io sono più dura, che non sono bastate le mie discutibili condizioni di salute a bloccarmi e figuriamoci se può farlo lei! u.u 
Scherzi a parte, la sessione è finita, e anche alla grande!, ed è giusto che mi goda un po' di mare, prima di tornare nuovamente sui libri per preparare un altro mattone verso la laurea. Che, mi sembra assurdo, ma è sempre più vicina. È proprio vero che il tempo vola quando ci si diverte e si fanno cose che appassionano! 
Ora che sono più libera avrò modo di raccontarvi le mie vicissitudini dei mesi passati, tra cui un incontro che ha dato una scossa alla mia vita e che porterò sempre nel cuore. Ma con calma. Molta, molta calma.

 

 

 

 
 
 

Painful heart.

Post n°407 pubblicato il 30 Aprile 2013 da rich18

 

 

Ci vorrebbe un cuore nuovo.
No, non è un modo di dire.
Probabilmente è vero, un cuore nuovo mi servirebbe per non essere più anaffettiva.
Nel frattempo, però, mi servirebbe per vivere. Disgnitosamente. 

 

 
 
 

A brand new me.

Post n°406 pubblicato il 07 Aprile 2013 da rich18

Avrò detto mille volte di essere terribilmente desolata per aver letteralmente abbandonato questo posto e non ho mai posto rimedio. Oggi, invece, l'ho fatto. Complice la noia, il fatto che mentre stiro i capelli qualcosa la devo pur fare e Real Time oggi non proponeva niente di buono! Così, eccomi qui! Ho dato una rinfrescata a questo posto e devo dire che già mi piace mooolto di più! Magari questo mi spingerà a passarci più tempo, chissà.

Ammetto di essere molto aleatoria ultimamente, ma non posso farci niente. La pigrizia si è impossessata di me. Vivo fra i "magari", "vedremo", "chissà". Però, mi son ripromessa di cercare e trovare una qualche certezza in questa vita o almeno in questo momento della mia vita. Inutile che stia qua a farvi il resoconto dettagliato degli ultimi mesi, però posso dirvi che in 3 mesi ho: dato filosofia (mica poco per me!), litigato con il preside di facoltà (tipico di me), perso il lavoro (la tirchiaggine della gente è imbarazzante!), ripreso a studiare semi-seriamente (...), assistito alle dimissioni di un Papa e visto eletto un nuovo (il secondo della mia vita!), votato per la prima volta alle politiche, "vinto" le politiche, visto il mio prof diventare senatore, capito che la giustizia è il mio mestiere, perso delle persone, ma ne ho ritrovate delle altre, sentito la mancanza di chi ha deciso di non essere più nella mia vita, ripreso a guardare i miei amati telefilm e scoperto che, con ogni probabilità, il mio cuore non guarirà mai.
Detto questo, ho detto tutto. I prossimi passi li riporterò mano a mano che accadranno. Direi che è ora di riprendere il ritmo.

Lova ya all xx

 

 

 
 
 

.Corsi e ricorsi.

Post n°405 pubblicato il 10 Febbraio 2013 da rich18

Dicono che tutto sia un continuo ricorso storico. Fatti, luoghi, persone. Come se tutto fosse destinato inevitabilmente a ripetersi senza un perchè. Ma un perchè c'è sempre, che ci piaccia o meno. La difficoltà sta proprio nel capirlo.
Personalmente, non ci sto riuscendo. Ho sempre odiato i ricorsi storici, ma soprattutto tutto ciò che apparentemente non ha un senso, ma che in realtà ne ha uno e devi aspettare un bel po' prima di scoprirlo. Ecco, forse più che i ricorsi, odio il dover aspettare. Anzi no, senza forse. Odio dover attendere. È snervante e, per quanto mi riguarda, controproducente.
Come si può giustificare in maniera razionale il ritorno di persone che erano praticamente scomparse dalla tua vita? Qualcosa prima o poi capiterà. Ma cosa e quando? Sono queste le domande che mi pongo e alle quali vorrei una risposta, prima che suoni il gong e sparisca nuovamente.

 

 

 
 
 

.The Renaissance.

Post n°404 pubblicato il 09 Dicembre 2012 da rich18

 

 

 

Arriva un momento nella vita di tutti noi, in cui sentiamo il bisogno di dover cambiare qualcosa, se non tutto. Bene, questo momento è arrivato per me. Non so esattamente da dove partirò, ma l'intenzione c'è tutta e direi che questo è già un grande passo. A pensarci bene, ho già iniziato il mio percorso di rinascita. Nei giorni scorsi, ho capito - seppur con grande amarezza e grande ritardo! - che qualcuno solo apparentemente teneva a me e preferisce gente di bassa levatura. Di fronte a questo, cosa posso fare io? Nulla, se non tentare di aprirgli gli occhi. Già fatto (e anche più volte), ma non essendo io don Chisciotte, mi rifiuto di combattere ancora. Ognuno ha quel che si merita e quel che riesce a raggiungere. Se c'è un meglio, io lo voglio e questa persona non lo era decisamente. Per cui...sento già nuovamente l'odore della libertà, della freschezza e del divertimento.Guardare alla vita in questa nuova prospettiva mi piace. Al centro ci sono io (egocentrica! ), i miei studi, il mio mini-lavoro, la mia famiglia, i miei amici e il mio futuro. La mia vita. Suona particolarmente bene! :D
Detto questo, ora devo individuare l'altro fronte sul quale fare piazza pulita. Di certo, in questo non rientrano i miei studi. Non sono mai stata tanto soddisfatta di studiare Giurisprudenza. Quest'anno abbiamo iniziato il corso di penale e per una che aspetta 7 anni della propria vita per capirne di più, questa è decisamente la ciliegina sulla torta. Tra l'altro, ho il privilegio di avere come professore uno dei massimi penalisti d'Italia e questo non fa che aumentare la mia passione per questa disciplina. Uomo di grande carisma, stronzissimo, cinico, ma con un grande senso dello stile! Lo adoro!
Per il resto, le feste natalizie sono quasi alle porte. Ieri ho completato il mio alberello, personalissima operà d'arte, ma vedrò di aggiustarlo. Pensandoci, dovrei rimodernare pure questo posto...magari lo farò domani, fra una settimana, chissà quando. La verità è che ho poco, pochissimo tempo a disposizione e non riesco mai a trovare 10-15 minuti per essere qui. I'm so sorry!

With love x

 
 
 

Ta-daaan! My Scotland

Post n°403 pubblicato il 01 Settembre 2012 da rich18

Ladies and gentlemen, hold on because...I'm baaaaack! Ahahah
Lo so che sono sparita per un BEL po' di tempo, ma cause tecniche, e non solo, mi hanno tenuta lontana da voi e da questo piccolo spazio. Ma adesso sono tornata e anche se non posso promettere che aggiornerò ogni giorno, mi impegnerò per farlo! Dunque, sono passati ben 5 mesi dall'ultima volta che ho scritto, poi un po' per noia mia personale e un po' per altre cose, ho lasciato tutto abbandonato. La causa principale è perchè ho cambiato casa e sono con una grama chiavetta che non vede l'ora di abbandonarmi, ma sto provvedendo per una soluzione più consona. Ovviamente, in 5 mesi è successo di tutto e di più, ma di questo vi racconterò un po' alla volta. Per adesso mi limito a narrarvi delle mie scapestrate avventure in quel di St. Andrews (Scozia) quasi un mese fa ormai.

 

Dunque, la vacanza-studio a St. A è stata una sorta di premio per quanti, nella nostra università, avevano superato con merito l'esame delle certificazioni d'inglese. A dire il vero, la meta inizialmente non mi entusiasmava molto. Sarà perchè è sperduta in un buco di mondo, boh. Ma sta di fatto che ci dovevo e volevo andare. Da quanto William e Kate hanno frequentato e hanno preso il diploma alla St. A, l'università ha avuto una certa fama (direi!) ed è diventata un po' una meta ambitissima da scozzesi e non. A parte il fascino di camminare dove loro avevano camminato, di studiare in quelle mura, di sedermi sulle sedie in cui si sono seduti, di respirare l'aria che hanno respirato anche loro - il tutto suona molto feticista, ma io li adoro! - diciamo che nutrivo seri dubbi su quello che avremmo potuto combinare. Dopotutto, eravamo a 1 ora dalla città più vicina! Bon, sta di fatto che siamo partiti e che dopo ore e ore e ore e ore di viaggio siamo arrivati in questo piccolo paesello della Scozia orientale. Tralasciando i dettagli del viaggio che farebbero inorridire chiunque, è stata una vera sorpesa. Se ne avete la possibilità, andateci. Non è un granché, dato che comunque è un paese di provincia, ma è molto caratteristico ed molto, molto carino. Inutile che io sta qui a raccontarvi com'erano le lezioni e altre cose noiose. Posso dirvi che l'università è una signora Università, tipica della cultura estera, con standar molto, molto, molto e dico molto elevati e di conseguenza, molto molto molto ma MOLTO costosa. Ma non sei scozzese! ahahah Loro ci vanno gratuitamente! Ad ogni modo, il corso è stato interessante e proficuo, così come tutta l'esperienza in sé. Dovevamo provvedere a noi stessi, cucinarci, organizzarci e non era semplice a volte. NonT nego che gli screzi non sono mancati - specie per il cibo - però alla fine l'esigenza ci portava a restare uniti. Ovviamente, McDonald era il preferito quando andavamo nelle escursioni in altre città, ma i panini home-made erano un'abitudine, tanto che ancora mi mancano! ahahah Anche Starbucks è stato un amico di fiducia per 15 giorni, salvo poi scoprire negli ultimi 3 che esisteva un posto ancora più buono: Costa, che aveva dei muffin che a pensarci mi vien la fame! ahahah Ma comunque, del paese mi è rimasto nel cuore tutto, dal mare con i gabbiani - a proposito, lì non esistono i piccioni; hanno le invasioni di gabbiani! E corvi! - ai resti della cattedrale (con il cimitero antico alle spalle...), al supermercato, ai campi da golf, alle immense distese verdi, alla nebbia mattutina e al sole che sbucava all'ora di pranzo, agli scozzesi amichevoli come non mai, ai pubs e alla mia discoteca preferita! ahahah Sì, c'erano due discoteche in paese e una faceva anche da pub. Spettacolare. Bellissima. Originale. British. Come il cameriere per il quale io avevo perso la testa e per il quale tornavo ogni santa sera lì. Ahahahah E dire che ogni volta c'erano 30 minuti e passa di camminata dal residence al paese! Cosa non si faceva per lui. E per la birra, ovviamente. L'ultima settimana ci ho trascinato anche i due stranieri con cui ho fatto amicizia: un francese e uno spagnolo. Fortissimi! Mi mancano un sacco, così come mi mancano anche gli altri stranieri con cui abbiamo ballato al Ceilidh, la festa tradizionale scozzese. Faticosissima, ma troppo troppo divertente! Ahahah Non voglio tediarvi ancora, magari riservo qualcosa per i prossimi post. Intanto vi lascio con due immagini della mia Scozia.

Lots of love xxx

 

 

 

Questa è l'università.

 

 

E queste sono le case vicino al mare! :)

 
 
 

.Let it out.

Post n°402 pubblicato il 03 Aprile 2012 da rich18

Ho sempre "sofferto" di questa strana cosa: non lascio mai che una persona si avvicini troppo a me, alla mia vita, specie se è un ragazzo. Non saprei nemmeno dire con esattezza perchè, ma è un qualcosa che, mi sono resa conto, faccio spesso e volentieri, tra l'altro senza nemmeno accorgermene. Probabilmente, è una forma di autotutela, come quelle di conservazione della specie. O forse, è una forma per evitare di soffrire e far soffrire. Soprattutto la seconda. Ogni volta che una persona entra a far parte della mia vita, dei miei casini e del mio mondo, dopo poco ne esce, per una cosa o per un'altra. C'è chi lamenta una scarsità di attenzioni, c'è chi è talmente noioso da non esser nemmeno preso in considerazione, c'è chi è paranoico e se la prende per ogni cosa e poi ci sono quelli che io allontano. Ma non per qualcosa, ma perchè sono talmente per bene e perfetti per me che ho paura di perderli quando ci possa essere un legame più forte. Intendiamoci, non succede sempre. Ho il mio bel numero di amici e con i ragazzi sviluppo un legame diverso, particolare e più bello. Ma sono solo amici e gli amici sono autorizzati ad entrare nella mia vita. Gli altri...bè...non sempre, ecco. Non so perchè vi sto dicendo tutto questo. Forse perchè trovo assurdo e paradossale che qualcuno possa anche minimamente essere preso da me. Perchè non ne capisco il senso, il perchè. La ratio, per dirla in termini giuridici. Voglio dire: come puoi fare una cosa del genere, considerato che il 99.9% dele volte sono un'emerita stronza? Sei autolesionista o cosa?
Sembro un po' scema a scrivere ste cose, lo so, ma lo sto facendo per provare ad esternare quello che mi passa per la testa (il che non è semplice!). Resta comunque uno di quei dilemmi che non riuscirò mai a risolvere, una di quelle domande che resteranno non risposte. Ricordo però una frase di Skins che descriveva a pieno questo stato:

"E' sempre stata brava a far sparire le cose. A nasconderle, a evitarle.. Ma io la conosco molto bene e sono sicura che c'è così tanto amore rinchiuso nel suo cuore..che il pensiero di lasciarlo uscire, di mostrare le sue carte, la spaventa a morte."

 

 

 
 
 

.Life less serious.

Post n°401 pubblicato il 11 Marzo 2012 da rich18

Forse sembrerò incostante nell'aggiornare questo blog, ma la realtà è che il tempo scarseggia e sento di avere molto poco da dire. Non perchè non sia successo niente di particolare, ma perchè le mie emozioni sembrano essere impostate su OFF e io non sto facendo il minimo sforzo per riattivarle. In fondo mi va bene così. Life less serious.
Ad ogni modo, posso bellamente (il prof di filosofia è illuminante con questi termini -.-) dire che me la sto godendo - per quanto possibile, ovviamente - e riesco ad essere più cazzeggiatrice che mai. Non mi va di stare lì a rimurginare su quello che è successo, sul perchè o sul dopo. Pensarci mi farebbe solo star male e non porterebbe a nessuna conclusione. Sono dell'idea che gli eventi me lo faranno capire.
All'uni va alla grande. Alcune lezioni sono un'enorme perdita di tempo, devo ammetterlo, però il fatto che ci siano i miei amici (no, non sono solo colleghi!) e che ce la facciamo ridendo tutto il tempo, fa dimenticare qualsiasi aspetto negativo. Altre, invece, mi stanno prendendo parecchio e non me lo sarei mai aspettato. Questo mi fa piacere, perchè è indice del fatto che stia cambiando e stiano cambiando anche i miei interessi, così come anche le mie prospettive professionali (in un futuro molto, molto prossimo)!
In più, forte della mia ritrovata libertà, avevo notato tipo 3 giovani appetibili. Senonché, uno è accasato, l'altro è troppo tamarro per me e l'ultimo mi da la sensazione di essere piccolo e stupido. Tutti motivi che mi hanno spinto ad abbandonare ogni pensiero e a godermi la libertà. .
..Credo che stia diventando troppo...avete presente Mean Girls? Bene. Moltiplicatelo all'infinito. Gli inglesi direbbero "bossy" (da non confondersi né con il signor Umberto, re della fantomatica regione chiamata Padania - senza offesa per nessuno! - , né con l'erede al trono, Trota l'ignorante!). Ma questo è un discorso che affronteremo un'altra volta.

Alla prossima xxx

Stay up!

 

 

 

 
 
 

.Back.

Post n°400 pubblicato il 23 Febbraio 2012 da rich18

Sì, finalmente riesco a trovare 10 minuti per aggiornare e, con Nick Cave on air, ragionare un attimino su quello che è successo e sta succedendo.
Donc, l'esame è andato bene. La prima parte di Andrea è andata via con un voto anche abbastanza alto, ma non per la mia media. Però, non ho avuto il coraggio di rifiutarlo. In fondo, è sempre un esame in meno. E poi: privato 1 dato, un quarto avvocato! [teoricamente, sarebbe "privato dato, mezzo avvocato", ma dato che noi lo facciamo diviso, ci piace dire così!  ]. 
In tutto questo, avevo ripreso a sentirmi con il mio "animo gemello", che ovviamente non si è dimostrato essere così. Abbiamo fatto pace, c'è stato il suo compleanno, ci siamo visti, per poi tornare a litigare e chiudere definitivamente qualche giorno fa. Non mi soffermo sul perchè abbiamo litigato ferocemente, perchè vi mettereste a ridere, dato che si è trattato di una cretinata - divergenza di opinioni -  che lui ha furbescamente colto per rompere. Non l'ha detto palesemente, ma è abbastanza chiaro. Ad ogni modo, the show must go on, diceva Freddie, e così io, prendendolo in parola, sono andata avanti. Sto andando avanti, essendo che è successo meno di una settimana fa. Non posso negare che un po' faccia male, però considerato ciò che mi è stato detto - e anche il modo! - senza che io abbia ricevuto un minimo "scusa", mentre io l'avevo già chiesto, bè...mi è caduto di cuore, ho perso ogni voglia di sentirlo e/o vederlo. Posso sorvolare su tutto, ma non sulla mancanza di rispetto. Ragion per cui, c'est finie. 
A tenermi la testa occupata, fortunatamente, ci sono le lezioni all'uni. Non vi dico la bellezza -.-" Solo internazionale si salva! ahahaha Povera mi! Ringraziando il cielo, ci sono i miei colleghi a ravvivare l'atmosfera e fare del cazzeggio la materia principale. E' tornato anche il mio amatissimo collega, che pare abbia sviluppato una sorta di telepatia con me. Ormai ci captiamo in lontananza. Seriamente!    
Vi bacio, cari xxx

 

 

 

 

 
 
 

.Aggiornamento lampo.

Post n°399 pubblicato il 08 Febbraio 2012 da rich18

...

Giuro che tornerò presto,
molto presto.
Ho pochissimo tempo
persino per respirare,
ma sto bene.
Dubbi risolti,
problemi superati,
nuovi grattacapi e
l'esame è alle porte.
Questo è quanto.
Vi darò maggiori dettagli in seguito.

Love ya all xxx

...

 

 

Time is running out.

 

 
 
 
Successivi »
 

 


Always...

 

 

 

 

 

 

...in...

 

 

...my...

 

 

...heart.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ciaobettina0elviprimobazarbroccolaimpazzita74Luna_95fufy1968MAN_FLYsols.kjaerhornicleiner.ruthepietroiaffageompatriziaMaristellina91tarcentopostaDIAMANTE.ARCOBALENO
 


 

 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 52
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31