Creato da antares.mati il 28/05/2007

SILENZIOSAMENTE

ricordi, sussurri, compagnia , nel silenzio della vita

... ... ...

Ho camminato con te senza compiere passi
ed insieme a te ho sfogliato la vita,
pagine mute di parole ed intensi capitoli d'amore...

mi hai descritto il tuo cuore conducendomi piano tra i suoi sentieri
ed hai appreso, in silenzio, il mio dolore,
seguendone i solchi che ancora trasudano...

ho rivolto lo sguardo, cercandoti, fin oltre la linea del 'dire'
ed ho ingabbiato il rumore del vento,
rubando i colori al tramonto...

ti ho trovato all'alba del sogno,
avvolto di pianto lontano e di ombre sul cuore,
incontro di mani e nuovi passi sul cuore...

-------M. D. S.-------

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
! No alla pedofilia!
Image Hosted by ImageShack.us
 

! Attenzione!
Le immagini che sono inserite in questo blog sono state prevalentemente scaricate da siti di immagini e di fotografia, ad uso pubblico. Qualora, pubblicandole nel blog, avessi reso danno agli autori, prego loro di farmene notifica e provvederò subito alla loro rimozione.

 

Tutti i testi e le poesie pubblicate in questo blog sono

già stati registrati e, pertanto, è assolutamente 'VIETATO'

utilizzare in parte o totalmente il contenuto dei post!

Chiunque dovesse 'appropriarsi' indebitamente,

anche solo in modo parziale, di quanto è pubblicato nel blog,

se ne assumerà tutte le conseguenze legali.

antares 

 

PREMIO DIECI E LODE

PREMIO DIECI E LODE

Premio D eci e lode

 Il premio è stato assegnatomi dalla  blogger amica e 'DONNA VERA'

MySpirit con il blog MySpirit 

CON LA SEGUENTE MOTIVAZIONE:

antares.mati..con il blog”SILENZIOSAMENTE”

una grande donna..una grande scrittice..

perché in tutto quello che scrive ci mette

anima e cuore..travolgendoti..

facendoti provare le sue stesse emozioni.

Anche per lei provo una grandissima stima

Assegnatomi dal blogger sergiorgios ,

con la seguente motivazione:

Ad ^antares.mati^,per il suo blog di pura poesia; per quella  lettura mi sono immedesimato ed emozionato... per quei versi, spesso ermetici ma per me sempre colmi di sensazioni forti e vivi

 

- BRILLANTE WEBLOG-PREMIO 2008

Ringrazio
adoroilmare57

per aver assegnato questo
bellissimo premio
al mio blog

SILENZIOSAMENTE

in quanto blogger del suo ^spazio amici^, con la seguente motivazione:
                                               
... perchè ognuno di voi ha argomenti di qualità al proprio interno che ritengo giusto premiare che si aggiungono poi alla meravigliosa amicizia dimostratami in questi anni...
Grazie!!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

fosco6mariangela922antares.matiRiccardoPennascrittoreoccasionaleSky_Eaglelorenzo1mazara1950lalistadeidesideri79italianionlineorsobianco.amNoirNapoletanoblunice26lacky.procinopeppe_randazzo2015
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

ULTIMI COMMENTI

 

« A piedi nudiCos'è la felicità »

A TUTTI COLORO CHE PARLANO SENZA SAPERE DI COSA

Post n°246 pubblicato il 16 Maggio 2015 da antares.mati
 


Sono mortificata, offesa, delusa, ma anche tanto tanto disgustata di come tutti, ma dico tutti, parlano di noi. ORMAI ovunque, per strada, nei supermercati, nella sala d'attesa dei medici, in farmacia e persino al mercato, si sparla di noi docenti: siamo diventati la pietra di paragone per ogni cosa, simo la zavorra della società, siamo la vergogna dell'Italia.
SONO INDIGNATA E TANTO: i nostri politici sono riusciti a "vaccinare" una intera società contro di noi ed a costo zero, con una campagna denigratoria costruita sulle false verità, sul facile giudizio, sulla condanna a priori di tutti i nostri "privilegi". ORA BASTA, SONO INDIGNATA e lo dico a tutti, in modo chiaro e deciso, non parlate più di noi, non sporcateci con la cattiveria delle vostre repressioni, non aggrediteci con le vostre sentenze prive di qualunque sostanza.....
NON VOGLIAMO PIU' essere presenti nelle vostre sterili e stupide discussioni, godetevi il vostro triste passeggiare senza sparlare di cose che non sapete, imparate a TACERE, non partecipate a tavole rotonde su di noi, ritornate al sano e ludico gossip di paese, datevi allo sport.....
State vomitando su di noi il vostro frustrante sopravvivere, continuate a farvi strumentalizzare dai politici che tali non sono, continuate a fare il loro gioco mentre noi con dignità, forza e rabbia stiamo lottando per tutti.
Forse questa è la prima vera, grande rivolta che non vi aspettavate. Voi che ci giudicate e denigrate siete stati e sarete solo un gregge, noi stiamo cercando di camminare da soli, scegliendo la strada che riteniamo giusta e continuiamo a pagare perché abbiamo osato opporci all'ennesimo scempio della democrazia, alla distruzione della libertà, alla fine della cultura che comunque, nonostante tutto è il vero rimedio contro la cattiva politica.
matilde

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/Ritmo/trackback.php?msg=13204624

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
fosco6
fosco6 il 17/05/15 alle 12:44 via WEB
La vergogna dell'Italia purtroppo sono gli Italiani che hanno erditato una terra ricca di arte, di storia e di cultura e non riescono neanche a percepirne il valore, riconosciutoci peraltro da tutto il Mondo. Abbiamo tante risorse che potremmo vivere di rendita, mentre le lasciamo morire d'inedia. Abbbiamo persone, anche tra gli insegnanti molto capaci, ma che non vengono valorizzate, anzi si confondono purtroppo nel marasma di inefficienza e di diseducazione che è la scuola di oggi.
Ho lavorato e insegnato per tanti anni nella scuola pubblica e ho purtroppo visto il decadimento che è ormai in atto da molti anni, decadimento dovuto alla sminuita autorevolezza del corpo insegnante che ha ormai lo stipendio di un qualunque impiegato esecutivo e che quindi è molto meno motivato, visto che con la perdita del potere economico ha perso anche l'autorevolezza, che per buona parte era comunque già persa grazie alla diseducazione dei Mass-Media che spingeva le famiglie verso una arroganza e una difesa insensata dei propri figli...con Presidi ricattabili perché se alzavano troppo la voce con i genitori perdevano poi le iscrizioni e con loro alcuni insgnanti magari bravi, oltre naturalmente a subire una mazzata al prestigio della scuola stessa.
D'altro canto ho visto un personale insegnante troppo succube delle famiglie e degli alunni, ed ho visto tanti insegnanti svogliati e inetti, alcuni più attenti al loro lavoro esterno che all'isegnamento, altri interessati a difendere qualche privilegio e qualche emolumento in più ingiustificato o a costruirsi il secondo stiupendio con le ripetizioni a pagamento ai loro ragazzi, quando una scuola giusta dovrebbe consentire il recupero gratuito all'interno delle stesse strutture.
Naturalmente i politici che si sono succeduti hanno le loro colpe, ma sono solo una rappresentanza di questa nostra società. Se siamo per la gran parte furbetti e inetti, se siamo privi di cultura e disponibili solo ai diriti e mai ai doveri (i sindacati su questo versante hanno fatto più male che bene), è inevitabile che possiamo produrre solo Governi e Parlamenti che sono la media matematica di questo popolo di superficiali e di lavativi oltre che di ignoranti.
Non a caso negli altri Stati Democratici i cittadini sono rispettosi delle regole e dei doveri, e hanno un alto senso morale che noi neanche sappiamo cos'è, così che possono sperare in governanti bravi perché sono lo specchio di quel Paese.
La vera rivoluzione è nelle nostre coscienze, se non lavoriamo per cambiare quelle, e la scuola come la famiglia ne hanno una grossa responsabilità, nessuna legge potrà mai fare nulla per migliorare la nostra società.
Ora io non so se la riforma della scuola così come è stata accennata sia giusta o sbagliata, penso comunque che possa essere migliorabile, ma rispetto all'immobilismo penso che qualcosa debba essere comunque fatto per svegliare tutti da questo torpore insano e per responsabilizzare alunni, famiglie, docenti e Dirigenti. Se nel corso dell'attuazione si vedranno errori credo che si potranno sempre correggere.
La cosa più importante penso che sia ridare autorevolezza alla Scuola e al corpo docente, costruire percorsi formativi con serietà e decisione, ricordando alle famiglie e agli studenti che se è vero che la scuola è per loro è anche vero che non può essere bistrattata e svilita così come si è fatto in questi ultimi anni.
Gli insegnanti è vero che debbono formarsi, debbono spendere del tempo per il loro aggiornamento, che non sarà più prelevato dalle loor tasche visto che c'è un badget di 500 euro l'anno per ogni insegnante, quindi non più scuse per eludere l'aggiornamento stesso. E' però anche vero che per la loro valutazione bisogna trovare dei criteri validi e non campati per aria o troppo soggettivi, come è anche vero che un qualche corso vada fatto anche alle famiglie, così che non rompano più i coglioni nella difesa tout cort del loro pargolo maleducato, svogliato e incapace.
C'è molto da fare, ma se gli attori principali, e cioè, insegnanti, studenti e famiglie, sindacato e Governo, pensano soprattutto agli interessi della Scuola e non a battaglie ideoloogiche e pregiudiziali o a scadenze elettorali, forse qualcosa di buono potrebbe venirne fuori, perché ora abbiamo veramente toccato il fondo, quindi anche se è faticoso, non possiamo che risalire, sempre se ci mettiamo un po' di buona volontà e trascuriamo l'interesse personale per l'interesse più generale che è quello del futuro dei nostri figli.
Ciao....CARLO.
 
 
antares.mati
antares.mati il 24/05/15 alle 10:23 via WEB
La scuola ha bisogno di riabilitarsi agli occhi di tutti, soprattutto degli studenti che non ricevono il giusto stimolo ma in questi anni molto di negativo è stato commesso e intendo dire che l'avvicendamento di correnti politiche e di tecnici- manager ha decretato un marasma di contraddizioni e il disorientamento che ne è derivato è stato il disastroso risultato. Io credo che per parlare di scuola ci sia bisogno di uomini di scuola, di persone che hanno coltivato il rispetto per la cultura ed hanno, al tempo stesso, vissuto dall'interno la ricaduta di schemi e di decreti che non hanno corretto ma totalmente distrutto l'apparato generale del sistema scuola e, cosa anche grave, il senso comune , l'obiettivo, lo scenario verso cui far confluire professionalità e passioni che, nonostante tutto, i docenti, in gran parte, continuano a possedere. Spero che ci si ritroverà a non dover più parlare della scuola come azienda e come mercato; i nostri " prodotti di qualità" sono menti e persone che non trovano alcuna allocazione nel mercato degli oggetti e non hanno scadenza......spero si parlerà di eccellenze nazionali e di ricercatori validi che possano essere grati all'Italia per averli supportati nel loro cammino di verità e di scienza. Matilde
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.