Auguri di cuore a tutte le donne!

Post n°11 pubblicato il 08 Marzo 2016 da salima1980
Foto di salima1980

 

 

 

 

 

 

A tutte le donne che possiedono:

una grandissima forza interiore

un'immenso coraggio

una sbalorditiva capacità intuitiva

un'incredibile capacità di pensiero multiprocessuale

un cuore pieno di amore e compassione

un innato istinto materno verso ogni creatura indifesa

una volontà e determinazione instancabile 

un'infinita pazienza 

un sorriso dolcissimo

uno sguardo che scalda il cuore

e innumerevoli altre qualità 

Siete esseri meravigliosi e speciali non dimenticatelo mai! 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Orzo e Spinaci

Post n°10 pubblicato il 07 Marzo 2016 da salima1980
 
Foto di salima1980

Ecco come promesso la prima ricetta vegan:

 

 

 

 

 

 

Ingredienti:

UNA TERRINA DI SPINACI CRUDI

1 CAROTA

1 GAMBO DI SEDANO

500 ORZO PERLATO

BASILICO ESSICATO

CORIANDOLO ESSICATO

MENTA ESSICATA

ZENZERO IN POLVERE

OLIO EVO (extravergine d'oliva biologico)

ALGA KOMBU TRITATA

1 CUCCHIAIO SALSA TAMARI

UN CUCCHIAIO ACETO BALSAMICO BIO (SENZA CARAMELLO, SOLFITI E CONSERVANTI)

SALE MARINO


FRULLARE IN ½ LITRO D'ACQUA SPINACI CRUDI CON ABBONDANTE BASILICO E CORIANDOLO E UN PIZZICO DI MENTA E DI ZENZERO. METTERE IN PENTOLA A PRESSIONE L'ORZO, I SPINACI FRULLATI AGGIUNGERE 750 ML DI ACQUA, LA CAROTA INTERA E LA GAMBA DI SEDANO INTERA, UNA SPOLVERTATA DI ALGA KOMBU, SALSA TAMARI, ACETO BALSAMICO, UN GIRO D'OLIO EVO. CUCINARE PER 25 MIN DAL FISCHIO, POI TOGLIERE CAROTA E SEDANO E SERVIRE.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Cari amici dopo una lunga assenza sono tornata!!

Post n°9 pubblicato il 07 Marzo 2016 da salima1980
Foto di salima1980

Sono ormai trascorsi molti anni da quando ho creato questo blog, e finalmente dopo una lunga assenza ho deciso di tornare a scrivere.

Molte cose sono cambiate, in questi anni ho acquisito molte conoscenze ed è ormai giunto il momento di condividere...

In questo blog condividerò i miei pensieri e il mio stile di vita in connessione con la natura e con l'Anima, da un po' di tempo seguo ormai una dieta vegana, e mi sono ripromessa di condividere ricette semplici vegane, rimedi naturali fitoterapici, ricette di  prodotti di autoproduzione,  ma anche pensieri, riflessioni e tecniche per riscoprire se stessi e la propria natura Divina.

Certa che la creazione di questo blog potrà essere d'aiuto a qualcuno vi abbraccio nella luce


Salima

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Gli Occhi dell'Amore

Post n°8 pubblicato il 19 Ottobre 2010 da salima1980
 
Foto di salima1980


"Se un uomo ama una persona non percepisce nessuna cosa sgradevole: ogni cosa è perfetta, le sue sembianze, le sue parole, le sue azioni. Praticando, potete arrivare a questo punto. Come Layla e Majnun, lui amava qualsiasi cosa appartenesse a lei, i sui cani, il suo villaggio, comprese addirittura le pietre.
L'amore perfetto significa guardare una persona e non vedere nient'altro che perfezione. Per un amante non esiste nulla di sgradevole nella sua amata. Se vediamo le persone nella loro perfezione, ci piaceranno perché ognuno è unico nella Sua creazione, esiste una perfezione completa e speciale in lui. Anche fisicamente, ognuno è un individuo. Ciò proviene dall'infinito potere di Allah, far si che ciascuno sia il massimo.
Guardando con questi occhi i cuori cercheranno almeno di essere amici con tutti quanti. Allora gli altri ricambieranno con amicizia, e l'amicizia porta all'amore. Quanto più amiamo le persone, tanto più siamo forti nell'amore con il Signore. Guardate ogni volta alla perfezione e cercatene le buone azioni. Allah ordina di non guardare i difetti delle persone, perché ciò porta all'odio e all'inimicizia. Finirete per avere gli stessi difetti. Dovete controllare i vostri occhi." tratto da "AMORE" di Maulana Sheikh Nazim al-Haqqani anche San Francesco nella preghiera semplice diceva "... fa che non cerchi tanto ad essere consolato, quanto a consolare... ad essere compreso, quanto a comprendere... ad essere amato, quanto ad amare... perché è nel dare che si riceve"

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Confronto e giudizio

Post n°7 pubblicato il 01 Ottobre 2007 da salima1980

Vi presento le principali cause della nostra sofferenza: Confronto e Giudizio...non si può dire che sia proprio un piacere conoscerle se non per il fatto che conoscerle significhi anche saperle individuare fra le altre ed evitarle prontamente.

Il confronto: certo a volte il confronto è necessario, infatti non sto parlando ne di confronti scientifici, ne di confronti costruttivi che hanno permesso grandi scoperte e passi avanti nella scienza.

Sto parlando di quei confronti inutili che spesso ci troviamo a fare per abitudine. Confronti su cose che "noi non siamo mentre gli altri sono", su cose che noi non abbiamo e gli altri hanno che non fanno altro che alimentare la nostra cattiva amica Invidia che cresce, cresce...

Il confronto inutile è un processo che ci è stato preinstallato dai nostri genitori (senza cattiveria anche loro l'avevano imparato da altri e credevano che fosse un metodo utile) o dalla società. Infatti noi non ci confrontiamo con la bellezza di un gatto persiano, la velocià di un ghepardo, l'agilità di una scimmia, perchè riconosciamo la diversità e la dote di natura di queste bellissime creature. Però continuiamo a confrontarci con le doti personali delle varie persone che incontriamo, collezionando una serie di "...invece io non.." che spesso ci causano rabbia e rancore verso noi stessi e di conseguenza verso tutti gli altri.

Possiamo imparare a riconoscere che tipo di confronto facciamo, possiamo iniziare ad analizzare i nostri pensieri e chiederci se questo confronto è necessario o se solo un modo per autocommiserarsi.

Ognuno è meraviglioso per le proprie doti, questo non significa che non dobbiamo sforzarci per migliorare, ma che dobbiamo già partire amandoci per quello che siamo per poterci migliorare. Arrabbiarsi con noi stessi, guardare ed esaltare i nostri vuoti non ci aiuterà a colmarli nè ci donerà gioia e serenità.

Siamo noi nella nostra mente e possiamo scegliere di fare a meno di farci del male.

Se il confronto che facciamo ha lo scopo principale di darci del buono a nulla o del fallito non è un confronto costruttivo ma distruttivo della nostra autostima,  è un confronto inutile che genera soltanto invidia e rabbia verso se stessi e gli altri. Iniziamo eliminando quei confronti che rispondono a tale descrizione.

Il giudizio: anche qui non parlo nel senso generale del termine, ma di quei giudizi che mentalmente facciamo sulle altre persone, su ciò che fanno o che non fanno, anche questi si possono evitare e generano la crescita del signor Rancore e della signora Rabbia.

Dopo il confronto inutile che bagna le radici a Invidia arriva il giudizio che da da mangiare ai signori Rabbia e Rancore.

Esempio:

Confronto:

Guarda lei sa fare questo... mentre io non lo so fare...

Giudizio:

Sono un buon a nulla

SENTIMENTI: Invidia verso l'altro e rabbia verso noi stessi

oppure

Confronto:

Ecco io mi faccio in quattro e lui non fa niente.

Giudizio:

Lui è un buono a nulla. Io sono scemo perchè permetto questo...

SENTIMENTI: Rancore e rabbia verso l'altro, e rabbia verso noi stessi

A cui seguono migliaia di altri pensieri ad avvalorare ciò che abbiamo appena affermato del tipo: Ecco come al solito sono così..., non valgo nulla, non si può andare avanti così, non è giusto, non ci si comporta così, ma chi si crede di essere... ect che ci causano un immensa sofferenza.

Tutto questo si può evitare.

Ognuno è responsabile delle proprie scelte, anche mentali, nella nostra mente ci siamo solo noi e nessun altro, nessuno ci criticherà per ciò che pensiamo, nessuno sente ciò che pensiamo. Quindi evitiamo i confronti, accettiamo le nostre diversità, accettiamo che ogni persona fa del suo meglio per quello che è la sua situazione attuale, le sue esperienze, le sue convinzioni, anche se nel farlo sbaglia. Non sta a noi farlo notare, ci arriverà a suo tempo, e come sappiamo il miglior insegnamento è l'esempio. Quindi non preoccupiamoci di ciò che fanno gli altri o di come sono, non sta a noi giudicare, ognuno poi riceve ciò che ha seminato in termini di azioni, pensieri e convinzioni.

Facciamo le cose con amore, come un gioco, come "ora sto facendo questo" senza chiedersi a chi toccava, senza pensare a quanto sacrificio ci costa, ma semplicemente facciamolo. Evitiamo confronti inutili sia a livello mentale che nelle nostre conversazioni in cui cerchiamo conferma della nostra "ragione"o in cui buttiamo fango su noi stessi. Generano solo sofferenza inutile. Aver ragione, non dona gioia, nè amore, ne felicità. E' solo una soddisfazione bassa del nostro orgoglio e del nostro ego.

Conludendo, la maggiorparte della tensione, dell'irritabilità della gente è generata dal confronto e dal giudizio che a sua volta crea sofferenza non solo al soggetto che è l'artefice di questo schema ma anche alle persone che interagiscono con lui. Quindi per il bene di noi stessi e degli altri. Iniziamo a fare un po' di pulizia nei nostri pensieri e godiamoci questa vita meravigliosa che ci è stata donata!

Salima

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

vicinadicasa83enrico505psicologiaforenseElemento.Scostantelubopoester.mi00chiarasanymi.descrivosalima1980carmela59bal_zacsuntreemacchia092009laieloPetitprince43
 

FACEBOOK

 
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Tag

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

L'abitudine a fare confronti

La gelosia è confronto. E ci è stato insegnato a fare confronti, è un condizionamento profondo, per cui viviamo in un perenne confronto. Qualcuno ha una casa migliore della nostra, qualcun'altro un corpo migliore, oppure ha più soldi, oppure una personalità più carismatica. Se continui a fare confronti, se continui  a paragonarti con chiunque ti passi vicino, l'unico frutto inevitabile sarà una gelosia smisurata: è una conseguenza del condizionamento a fare confronti che ci è stato imposto. Viceversa, se abbandoni ogni confronto, la gelosia scompare. In questo caso, sai semplicemente mchi sei, e non sei nessun altro se non te stesso, ne occorre che tu sia diverso da ciò che sei. E' un bene che tu non ti paragoni agli alberi, altrimenti verresti roso dalla gelosia: perchè non sei verde? E come mai Dio è stato così severo con te da non darti nessun fiore? E' un bene che non ti paragoni agli uccelli, ai fiumi, alle montagne, altrimenti soffriresti immensamente. Ti limiti a paragonarti agli esseri umani, poichè sei stato condizionato a fare solo questo tipo di confronto; non ti paragoni ai pavoni e ai pappagalli...altrimenti la tua gelosia ingigantirebbe a dismisura: ne saresti così gravato da non riuscire affatto a vivere!

Osho