Community
 
diglilaverita
   
 

ASCOLTA TUA MADRE

LE LACRIME DI UNA MADRE NON ASCOLTATA

 

FERMIAMO LA LEGGE CONTRO L'OMOFOBIA

 

TELEFONO VERDE "SOS VITA" 800813000

CHE COSA E' IL TELEFONO "SOS VITA"?
 
È un telefono “salva-vite”, che aspetta soltanto la tua chiamata. E' un telefono verde, come la speranza la telefonata non ti costa nulla,
Vuole salvare le mamme in difficoltà e, con loro, salvare la vita dei figli che ancora esse portano in grembo.
E quasi sempre ci riesce, perché con lui lavorano 250 Centri di aiuto alla vita.
 
Il Movimento per la vita lo ha pensato per te
 
Puoi parlare con questo telefono da qualsiasi luogo d’Italia: componi sempre lo stesso numero: 800813000.
 
Risponde un piccolo gruppo di persone di provata maturità e capacità, fortemente motivate e dotate di una consolidata esperienza di lavoro nei Centri di aiuto alla vita (Cav) e di una approfondita conoscenza delle strutture di sostegno a livello nazionale. La risposta, infatti, non è soltanto telefonica.
 
Questo telefono non ti dà soltanto ascolto, incoraggiamento, amicizia, ma attiva immediatamente un concreto sostegno di pronto intervento attraverso una rete di 250 Centri di aiuto alla vita e di oltre 260 Movimenti per la vita sparsi in tutta Italia.

 
DUE MINUTI PER LA VITA

Due minuti al giorno è il tempo che invitiamo ad offrire per aderire alla grande iniziativa di
preghiera per la vita nascente che si sta diffondendo in Italia dal 7 ottobre 2005 in
occasione della festa e sotto la protezione della Beata Vergine Maria, Regina del Santo Rosario.
Nella preghiera vengono ricordati ed affidati a Dio:
 i milioni di bambini uccisi nel mondo con l’aborto,
 le donne che hanno abortito e quelle che sono ancora in tempo per cambiare idea,
 i padri che hanno favorito o subito un aborto volontario o che attualmente si trovano accanto ad
una donna che sta pensando di abortire,
 i medici che praticano aborti ed il personale sanitario coinvolto, i farmacisti che vendono i
prodotti abortivi e tutti coloro che provocano la diffusione nella società della mentalità abortista,
 tutte le persone che, a qualsiasi livello, si spendono per la difesa della vita fin dal concepimento.
Le preghiere da recitarsi, secondo queste intenzioni, sono:
 Salve Regina,
 Preghiera finale della Lettera Enciclica Evangelium Vitae di Giovanni Paolo II
 Angelo di Dio,
 Eterno riposo.
Il progetto è quello di trovare 150.000 persone, che ogni giorno recitino le preghiere. Il numero corrisponde a quello - leggermente approssimato per eccesso – degli aborti accertati che vengono compiuti ogni giorno nel mondo, senza poter conteggiare quelli clandestini e quelli avvenuti tramite pillola del giorno dopo. Per raggiungere tale obiettivo occorre l’aiuto generoso di tutti coloro che hanno a cuore la difesa della vita.

“Con iniziative straordinarie e nella preghiera abituale,
da ogni comunità cristiana, da ogni gruppo o associazione,
da ogni famiglia e dal cuore di ogni credente,
si elevi una supplica appassionata a Dio,
Creatore e amante della vita.”
(Giovanni Paolo II, Evangelium Vitae, n. 100)

Ulteriori informazioni su: www.dueminutiperlavita.info
 

PREGHIERA A MARIA PER LA VITA GIOVANNI PAOLO II

O Maria, aurora del mondo nuovo, Madre dei viventi,
affidiamo a Te la causa della vita:
guarda, o Madre, al numero sconfinato di bimbi cui viene impedito di nascere,
di poveri cui è reso difficile vivere, di uomini e donne vittime di disumana violenza, di anziani e malati uccisi dall'indifferenza o da una presunta pietà.
Fà che quanti credono nel tuo Figlio sappiano annunciare con franchezza e amore agli uomini del nostro tempo il Vangelo della vita.
Ottieni loro la grazia di accoglierlo come dono sempre nuovo,
la gioia di celebrarlo con gratitudine in tutta la loro esistenza
e il coraggio di testimoniarlo con tenacia operosa, per costruire,
insieme con tutti gli uomini di buona volontà, la civiltà della verità e dell'amore
a lode e gloria di Dio creatore e amante della vita.
Giovanni Paolo II


 

AREA PERSONALE

 

 

LE REGINE DELLA MUSICA LEGGERA SEMPRE PIU' TRASGRESSIVE, SEMPRE PIU' PERVERSE.....

Post n°9159 pubblicato il 20 Agosto 2014 da diglilaverita
Foto di diglilaverita

Madonna, Lady Gaga, Britney Spears, Miley Cyrus diffondono pornografia, sadismo e altre perversioni per il grande pubblico

Il decadimento della cultura pop è indice di una saturazione del mercato della dissoluzione, ormai impossibilitato a uscire dal recinto della trasgressione obbligata in cui si è cacciato: le devianze sessuali e i comportamenti antisociali sdoganati dalle odierne popstar passano quasi inosservati, soppiantandosi a vicenda in una sorta di manierismo porno-soft. Il genere è condannato a ripetere compulsivamente gli stessi modelli di trasgressione, oppure ad alzare il livello fino al parossismo.
La gara alla "pornificazione" inizia con Veronica Ciccone, nota a tutti come Madonna. La "Regina del Pop" debutta negli anni '80, quando la rivoluzione sessuale ha esaurito la carica sovversiva e il consolidamento del disordine morale permette la liaison tra marketing e trasgressione. È impossibile valutare questa cantante esclusivamente sotto l'aspetto musicale: la sua influenza sui costumi è incomparabile e, nonostante abbia più volte cercato una legittimazione artistica, non è mai riuscita a emanciparsi dal cattivo gusto e dalla volgarità. Dopo un decennio in bilico tra canzonette commerciali e aspirazioni cantautoriali, nel 1992 Madonna decide di alzare il livello della provocazione con un disco (Erotica) e un album fotografico (Sex) che sanciscono la nascita del "formalismo erotizzante" di cui parlavamo. I critici interpretano questo impasto di sentimentalismo e oscenità come una reazione espressionistica al trionfo dell'Aids sulla rivoluzione sessuale. La stessa Madonna si fa redentrice del pansessualismo e, nell'introduzione a Sex, si scusa di aver immaginato «un mondo perfetto, un mondo senza Aids» e di non aver fatto propaganda all'uso del preservativo.

VERONICA CICCONE, L'ESCALATION DELL'OLTRAGGIO

Nel corso degli anni '90 la Ciccone (divenuta, nel frattempo, Queen of obscene, regina dell'osceno), tenta ancora di rifarsi un'immagine, presentandosi come madre, benefattrice e cantautrice impegnata. Nell'album Ray of Light (1998) emerge la sua "conversione" alla dottrina della Cabala, rielaborata dal rabbino hollywoodiano Philip Berg: Madonna cercherà di sacralizzare i momenti peggiori della sua carriera con le viete teorie dell'androgino primordiale e della bisessualità divina. Oltre a ciò, la star cavalca anche la moda omosessualista che in quegli anni sta conquistando il monopolio mediatico: l'amore gay, estrapolato dal coté orgiastico nel quale lo aveva relegato, ora è rappresentato dalle due coppie fisse del video di American Pie (2000).
Rassegnata all'impossibilità di inseguire le nuove tendenze musicali, nel 2003 Madonna intende confermare il suo ruolo di "patronessa" esibendosi in un intenso bacio saffico con le sue eredi Britney Spears e Christina Aguilera. Questa "prova di forza" segnerà per certi versi il suo oscuramento definitivo: Madonna tenterà ancora di suscitare scalpore inscenando una crocifissione sul palco durante il tour del 2005, ma troverà un pubblico ormai ipnotizzato dalle nuove proposte.
Tra le stelle emergenti, la prima a imporsi è Britney Spears (1981). La sua carriera inizia nel 1992 in una trasmissione della Disney. Nel 1999 arriva il successo planetario con la hit Baby One More Time. Col passare degli anni, il suo stile si fa sempre più estremo e i concerti diventano una gara di esibizionismo. Nel 2007 la Spears ha un tracollo e finisce in una clinica di riabilitazione. Un anno dopo, ritorna sulle scene con la volontà di vendicarsi della gogna mediatica. La musica passa in secondo piano rispetto alla necessità di eccitare le ossessioni dei fan: nel video di if U Seek Amy (2008), la cantante inscena la doppia vita di una casalinga anni '50 che la notte organizza orge nella sua villa. Molti critici irridono alla provocazione, descrivendo i tentativi della Spears come grossolane oscenità commerciali. L'ultimo pezzo della popstar, Work Bitch, un inno al materialismo con sfumature sadomaso, è al di sotto di ogni aspettativa: più che alle spiagge di Malibù (dove è stato girato), il video fa pensare a qualche discoteca di provincia dell'est Europa.

EROINA DI UNA GENERAZIONE DI ZOMBIE

L'altra erede di Madonna, Christina Aguilera (1980), ha una carriera simile a quella della Spears. Nel 1993 partecipa assieme a lei al Mickey Mouse Club; sei anni dopo il primo disco e il trionfo immediato. Il repertorio dell'Aguilera è sicuramente più vasto di quello delle altre popstar: spazia da generi quali rock, rap, soul e concede qualcosa alle radici latino-americane. Eppure, i rari momenti in cui la cantante esprime il proprio potenziale sono oscurati da continui riferimenti sessuali. Questa morbosità grava su tutta la sua carriera: sembra che la diva si trovi a suo agio solo quando interpreta ruoli quali la schiava del sesso o la "dominatrice". Nel video di Not Myself Tonight (2010), ad esempio, si esibisce in pratiche sadomaso estreme su un ritmo algido e oppressivo: le manette, i collari da cane, le museruole e i frustini fanno da corredo al feticismo, al bondage e al sesso di gruppo.
Nella pop music contemporanea l'estetica sadomaso è molto diffusa. La sottomissione ai soldi e al sesso viene rappresentata, a seconda del carisma dell'interprete, in maniera esplicita e pacchiana, oppure simbolica e raffinata: quest'ultimo è il caso di Lady Gaga, al secolo Angelina Germanotta (New York, 1986). Anch'essa di origini italiane, rispetto a Madonna descrive un mondo "transumanizzato", nel quale il sesso rappresenta l'apice di una esistenza inautentica e meccanizzata. Secondo la sociologa Camille Paglia, Lady Gaga è «l'eroina di una generazione di zombie», «un androide di plastica», affetto da «una inquietante tendenza alla mutilazione e alla morte». I video della popstar sono carichi di simbologie bizzarre e perturbanti, ispirate alla fantascienza, al surrealismo e all'armamentario paramassonico di Eyes Wide Shut di Kubrick.
Al di là della musica, Lady Gaga è riconosciuta soprattutto come paladina dell'orgoglio omosessuale (anche se lei predilige l'androginia asessuata). Nell'estate del 2011, dal palco del gay pride romano, si è esibita in un iperbolico proclama col benestare dell'ambasciatore americano.

L'EROTISMO COME POSSESSIONE


In contemporanea con la "mostruosa" Lady Gaga, sono apparse altre giovani "sacerdotesse" dello spettacolo. Tra di loro spiccano sicuramente Rihanna e Miley Cyrus. La prima, nata alle Barbados nel 1988, oltrepassa i tipici atteggiamenti provocanti per condurre l'ascoltatore in un tour de force para-iniziatico, affrontando con cinismo temi quali la sottomissione, il suicidio, la possessione, la prostituzione, la tossicodipendenza, lo stupro e - ovviamente - il sadomasochismo. Oltre a ciò, Rihanna associa alla sua immagine simbologie occulte (piramidi, corna, teschi, pentacoli): queste incursioni nel mondo dell'esoterismo hanno evidentemente un ritorno commerciale, se nel video S&M per celia si definisce "Principessa degli Illuminati".
La seconda, Miley Cyrus (1992), è recentemente balzata alle cronache per alcune performance trasgressive in diretta tv. Questa nuova vedette è stata plasmata dal manager Larry Rudolph (lo stesso della Spears) per riunire tutte le caratteristiche delle popstar precedenti: oltre ai continui riferimenti pornografici, all'immagine di ex bambina prodigio della Disney che si lascia andare a ogni tipo di trasgressione, alla propaganda in favore dell'omosessualità e della bisessualità, la Cyrus nutre anche velleità artpop - o almeno è quello che i suoi produttori vogliono far credere. Nel video di We Can't Stop compaiono pretenziosi riferimenti ad artisti contemporanei quali Roy Lichtenstein e Damien Hirst. Ciò dimostra che dietro al personaggio c'è un grande investimento da parte dell'industria discografica, probabilmente in attesa del momento in cui, dopo l'ennesima snervante provocazione, sarà possibile alzare il livello.

LA FABBRICA DISNEY E IL MERCATO DEGLI ADOLESCENTI


A quest'ultimo punto si collega la tendenza da parte dei media a erotizzare il mondo dei pre-adolescenti. Abbiamo visto che molte di queste cantanti provengono dalla "Fabbrica Disney", la quale negli ultimi vent'anni ha incubato gli esempi peggiori per i giovani: oltre a Spears, Aguilera e Cyrus, la lista delle bimbe precoci divenute star softcore è lunghissima (Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Lindsay Lohan, Demi Lovato...).
Non sappiamo se questo esito sia pianificato a tavolino per ragioni commerciali, oppure se è il prodotto di una cultura dissociata come quella americana, la cui ideologia puritana permette la convivenza di certi spettacoli con telepredicatori fondamentalisti e "balli della purezza". In ogni caso, l'unica nota positiva di tutto ciò è che la rottura definitiva dell'industria musicale con i modelli tradizionali della borghesia statunitense sta favorendo la nascita di sottoculture che rifiutano l'immaginario di sangue-sesso-soldi per riscoprire forme di espressione più genuine. Negli ultimi anni accade sempre più spesso che alcuni artisti, dopo essere stati travolti da una celebrità effimera, giungano a riscoprire il valore della spiritualità, persino di quella cristiana e cattolica.
 
di Roberto Manfredini - Fonte: Il Timone - Pubblicato su BastaBugie n. 363 -

 
 
 

BOLLETTINO DA MEDJUGORJE DI SUOR EMMANUEL DEL 15 AGOSTO 2014

Post n°9158 pubblicato il 19 Agosto 2014 da diglilaverita
Foto di diglilaverita

Cari figli di Medjugorje, siano lodati Gesù e Maria !

1. Il 2 agosto, Mirjana ha ricevuto la sua apparizione mensile alla Croce blu, in presenza di una grande folla di giovani. Dopo l’apparizione, ci ha trasmesso il messaggio seguente:

“Cari figli, il motivo per cui sono con voi, la mia missione è aiutarvi affinché vinca il Bene, anche se a voi questo ora non sembra possibile. So che non capite molte cose, come anch’io non capivo tutto quello che mio Figlio mi spiegava mentre cresceva accanto a me, ma gli credevo e lo seguivo. Prego anche voi di credermi e di seguirmi. Ma, figli miei, seguire me significa amare mio Figlio sopra ogni cosa, amarlo in ogni uomo, senza distinzioni. Per poterlo fare io vi invito di nuovo alla rinuncia, alla preghiera e al digiuno. Vi invito affinché l'Eucaristia sia la vita della vostra anima. Io vi invito ad essere i miei apostoli di luce, che diffonderanno nel mondo l'amore e la misericordia. Figli miei, rispetto alla vita eterna, la vostra vita è solo un battito di ciglia. E, quando giungerete davanti a mio Figlio, Egli vedrà quanto amore avevate nei vostri cuori. Affinché possiate diffondere l'amore nel modo giusto, io prego mio Figlio di concedervi, tramite l’amore, la comunione attraverso di lui, l'unità tra di voi, l'unità tra voi e i vostri pastori. Attraverso di loro mio Figlio si dona a voi sempre di nuovo e rinnova la vostra anima.
Non dovete dimenticarlo.Vi ringrazio.


2. Il Festival dei giovani è stato eccellente! Il nuovo parroco, padre Marinko, lo ha organizzato in maniera tale che è stato come un ritiro spirituale, quindi molto profondo, nella preghiera e nella gioia. I sacerdoti al servizio dei giovani sono stati tantissimi. In una delle serate c’erano 534 concelebranti, senza contare quelli che confessavano. Avete tutti i dettagli su Facebook o altri media, ma vorrei condividere con voi una bella storia che il Padre Danko raccontò nella sua omelia del 30 luglio:
Un vecchio racconto cristiano narra la storia di una donna assai ricca e celebre che passava il suo tempo nei divertimenti e viveva in un grande lusso. Arrivata ad essere anziana, si mise a pregare ed a riflettere sulla vita eterna ed al Regno di Dio. Era convinta che nella vita eterna , avendo posseduto potere e ricchezze, lei avrebbe ricevuto un posto meraviglioso nell’altro mondo. Dio decise di mostrarle la maniera per ottenere grande gioia in cielo. Le parlò in sogno ed il suo angelo custode le propose di portarla in paradiso per vedere ciò che attende i beati che vi entrano. Ovviamente accettò. Quando arrivarono lassù e passeggiarono lungo un viale bordeggiato di fiori, con degli splendidi palazzi da ogni lato, uno più bello dell’altro, la donna chiese al suo angelo custode: “A chi appartengono queste dimore?”. “Sono destinate alle persone che sono piaciute a Dio” e cominciò a nominare tali persone. Arrivarono davanti ad un palazzo ancora in costruzione. Una moltitudine di angeli lavoravano in fretta per costruire questa nuova abitazione. “A chi è destinato questo palazzo?” chiese la donna, ammirando il magnifico edificio davanti a lei, quasi al termine della costruzione. L’angelo le disse: “E’ destinato alla tua vicina di casa”, “Ma come! Alla mia vicina di casa! Quella povera donna con tanti miserabili figli?”. “Sì, disse l’angelo, questo palazzo è per lei”. Poi la donne vide una piccola catapecchia, molto modesta, costruita con poverissimi materiali. “Per chi è questa catapecchia?” domandò la donna”. “E’ la vostra” rispose l’angelo. “Ma come è possibile?” Ella rimase scioccata. L’angelo le disse: “Vedi hanno costruito questa modesta abitazione con i materiali che hanno ricevuto da te e che sono molto terrestri. Coloro che ci inviano dei materiali da costruzione di valore celeste – l’oro che viene dalla preghiera, le perle che vengono dalla buone opere, il marmo che viene dalle sofferenze e dalle penitenze, riceveranno da parte degli angeli un palazzo costruito da questi materiali. La tua vicina di casa ci ha inviato molti materiali fatti dalla sua povera vita che è tanto piaciuta a Dio. Questo è il motivo per cui riceverà qui una abitazione così bella. Le cose che ci avete inviato voi sono state appena sufficienti a costruire quella piccola catapecchia di plastica.” Dopo questo sogno, la anziana donna si svegliò e decise di inviare al cielo molti materiali preziosi, aiutando il prossimo, per procurarsi un posto degni in compagnia dei santi. Questa storia, anche se non è che una semplice leggenda, è molto ricca di significato!
In un messaggio, la Vergine ha detto: “Cari figli, non dimenticate che lo scopo della vostra vita, è il cielo! Ma voi vi perdete nelle cose materiali. Satana vi devìa con il modernismo.” Allora, questa estate, approfittiamo di questo tempo di riposo per fermarci, per sospendere per un pò l’ingranaggio delle nostre attività e riflettere: Dove vorrei trascorrere la mia eternità? Quale direzione devo scegliere per essere certo di essere sulla retta via, la via che porta al cielo, e non su quella che mi propone il mondo, che sembra all’inizio più facile, ma che mi porta fuori strada? Il Festival dei giovani è stato un tempo molto forte per tutti noi, ci ha permesso di ri-focalizzarci sul vero senso della nostra vita e di non perdere tempo nelle futilità. Per molti giovani è stata un’occasione di un grande cambiamento. La Vergine sta veramente formando i suoi apostoli per i nuovi tempi che sta preparando. Magnifico!
3. Come celebriamo la Santissima Vergine Maria. Vorrei offrire alla vostra meditazione la seguente magnifica perla ricevuta da un amico, scritto come un racconto, “Il sogno di Dio”. Troviamo l’Arcangelo Gabriele narrare una storia sulla Vergine a un giovane pastore di Betlemme, alla presenza degli angeli venuti dal cielo, quelli che cantavano la gloria di Dio la notte di Natale. La Beata Vergine Maria, l’Immacolata, è la più perfetta creature che Dio abbia mai creato. E’ il suo capolavoro. Ma come ha fatto Dio a crearla? Ecco il racconto dell’Arcangelo Gabriele: Molto tempo fa, molto prima che fosse creato l’universo, Adonai (il Signore) volle realizzare la più bella delle sue opere. Per Dio ciò era un compito molto facile. Fra tutte le creature, una di esse doveva essere la più perfetta e Lui voleva realizzarla quanto meglio Gli sembrava. Ma, ciò non gli bastava: Lui voleva crearla talmente bella che sarebbe stato impossibile superarla in bellezza! Lui stesso non avrebbe saputo come migliorarla. Quando il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo si consultarono (cosa che facevano sempre), decisero all’unanimità di agire nella maniera più semplice. Stabilirono che questa creatura sarebbe sempre stata intimamente legata all’insieme delle tre Persone Divine (alla Trinità), e che avrebbe ricevuto da esse tutta la bellezza e lo splendore di Adonai. Sarebbe stata il riflesso di tutte le loro perfezioni, come il più puro degli specchi. “Io sarò il suo sposo, disse lo Spirito Santo. La santificherò dall’inizio della sua esistenza. Dalla mia presenza, essa concepirà nel suo seno e sarà sempre piena di me-stesso e dei miei doni. Sarà Immacolata e avrà la pienezza delle grazie, come solo la sposa di Dio può avere. “Io sarò suo Figlio, aggiunse il Verbo. Riceverò la sua carne, il suo sangue, le sue cure materne e la sua dolcezza. Realizzerò divinamente i suoi baci. Con il suo sguardo amorevole ed i suoi teneri gesti mi alleverà come un bambino. Tutto in essa sarà divino, poiché tutto in essa sarà mio. “Ed essa sarà la mia Figlia prediletta, disse il Padre. Essa rimarrà sotto il mio sguardo e la renderò talmente bella ai miei occhi che non mi stancherò mai di guardarla, tanto grande sarà il mio amore per lei!” Ecco cosa dissero di lei le Tre Persone della Trinità. Noi, gli angeli, che stiamo sempre davanti a Dio, ascoltavamo queste parole con stupore e non immaginavamo assolutamente che genere di angelo voleva creare Adonai, talmente meravigliosa era la creatura che Lui descriveva. E’ stato solamente quando Adonai ha cominciato a sognare di quella che sarebbe diventata la Madre, sua Figlia e la sua Sposa, che abbiamo capito tutto. Pensando ai suoi occhi, ha creato il mare, pensando al suo sorriso creò i petali dei fiori: quando immaginò la sua dolcezza, apparvero le colombe. Dall’origine del mondo, depose un tratto di Maria in ogni donna.
Voi sapete che la gelosia non esiste nel cielo. Dopo che il Signore ci chiese il nostro parere sul suo piano sulla Madonna, e dopo che satana cadde, noi non abbiamo mai provato questo strano sentimento. Eravamo tutti molto contenti! E sapete come abbiamo chiamato Maria ? L’abbiamo chiamata il sogno di Adonai . E quando Maria è nata , Dio ci ha rivelato il suo nome: Piena di grazia. E’ il suo nome per l’eternità ed è così che l’ho salutata nove mesi fa a casa sua a Nazareth.”
4 – Il mio libro “La pace avrà l’ultima parola” è stato pubblicato in francese dalla casa editrice delle Beatitudini, con prefazione di Suor Briege McKenna, 280 pagine , prezzo 16 euro. Sono in corso le traduzioni in: italiano, inglese, olandese, polacco, spagnolo, croato e arabo.
Cara Gospa, portata gloriosamente in cielo dagli Angeli, ricordati di noi, peccatori, che cerchiamo con tutto il cuore di camminare con te! Ti preghiamo, aiutaci a tenere le nostre mani nelle tue! Conducici sul cammino sicuro del cielo dove i beati non smettono di lodare la tua grande bellezza!
Suor Emmanuel + - (Tradotto dal francese)

La Vergine ama ricevere la posta! Lei risponde nei cuori durante la preghiera. Inviate la vostra lettera a “Reine de la Paix”, BP 2157, Nice cedex , 06103 Francia. Consegneremo la lettera ad un veggente.

© Enfants de Medjugorje 2014 - www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com -

 
 
 

MESSAGGI DEL 17 E 18 AGOSTO 2014 DELLA REGINA DELLA PACE DATI AD IVAN

Post n°9157 pubblicato il 19 Agosto 2014 da diglilaverita
Foto di diglilaverita

Messaggio del 17 Agosto: “Cari figli oggi in modo particolare vi invito a pregare per la pace, apritevi allo Spirito Santo cari figli, che lo Spirito Santo vi guidi, particolarmente cari figli in questo tempo pregate per il mio amatissimo Santo Padre pregate per la sua missione della pace, la Madre prega insieme a voi, intercede presso Suo Figlio per ciascuno di voi. Grazie cari figli perchè anche oggi avete risposto alla mia chiamata”. “

Messaggio del 18 Agosto: "Cari figli miei, anche oggi gioisco insieme a tutti voi. Io vedo i vostri cuori gioiosi, vedo anche questi campi che sono arati, che sono ben coltivati, perciò cari figli, altrettanto lavorate sui vostri cuori, aprite i vostri cuori all'azione dello Spirito Santo perchè voglio chiedere e pregare grazie divine per voi. Perseverate nella preghiera, particolarmente in questo tempo, quando satana desidera distruggere i miei piani. Sappiate, cari figli, che la Madre è sempre così vicina a voi. Prego insieme a voi e intercedo presso mio figlio per tutti voi. Grazie cari figli perchè anche oggi avete risposto alla mia chiamata."

 
 
 

LA FESTIVITA' DELL'ASSUNTA E LE PROFEZIE DI PAPA PIO XII PURTROPPO ATTUALI

Post n°9156 pubblicato il 15 Agosto 2014 da diglilaverita
Foto di diglilaverita

Proponiamo la lettura dell’enciclica Memenisse iuvat - che qui riportiamo nei punti salienti - con la quale il Santo Padre Pio XII, che nel 1950 aveva proclamato il dogma dell’Assunzione di Maria Vergine al Cielo, invitava i cattolici a pregare l’Assunta in occasione della Sua festività,  spiegandone le ragioni con ammonimenti che oggi possiamo definire altamente profetici e attuali.

Ci sembra opportuno ricordare che, quando nuovi pericoli minacciavano il popolo cristiano e la chiesa, sposa del divino Redentore, Noi, come nei secoli scorsi già i Nostri predecessori avevano fatto, ci rivolgemmo supplichevoli alla Vergine Maria, nostra amorevolissima Madre, e invitammo tutto il gregge affidatoCi ad abbandonarsi fiduciosamente alla sua protezione.

Ma se esaminiamo con animo pensoso le cause di tanti pericoli, presenti e futuri, facilmente vediamo che le decisioni, le forze e le istituzioni degli uomini sono inevitabilmente destinate a venir meno, qualora l’autorità di Dio – che illumina le menti con i suoi comandi e i suoi divieti, che è principio e garanzia della giustizia, fonte della verità e fondamento delle leggi – o venga trascurata, o non collocata al suo giusto posto, o addirittura soppressa.

È necessario pertanto ritornare ai precetti del cristianesimo, se si vuole formare una società solida, giusta ed equa. È dannoso, è imprudente venire a conflitto con la religione cristiana, la cui perenne durata è garantita da Dio e provata dalla storia.

Si rifletta che uno stato, senza la religione, non può avere dirittura morale, né ordine.

Folle di cittadini, specialmente del popolo meno istruito, sono attratte con facilità da errori ampiamente divulgati, e spesso rivestiti dall’apparenza della verità; le lusinghe e gli incentivi del vizio, che turbano con influssi nefasti gli animi, per mezzo di pubblicazioni di ogni genere, di spettacoli cinematografici e televisivi, corrompono specialmente l’incauta gioventù.

Molti scrivono e diffondono le loro opere non per servire la verità e la virtù, e dare un giusto svago ai lettori, ma per eccitarne, a scopo di lucro, le torbide passioni; oppure per offendere e infangare con menzogne, calunnie e offese tutto ciò che è sacro, nobile e bello.


Molto spesso – è doloroso dirlo – la verità è travisata; e si dà pubblico risalto a cose false e vergognose.

Non è dunque chi non veda quanto male ne derivi alla società stessa e quanto danno alla chiesa.

Inoltre i giornali, le riviste, le pubblicazioni cattoliche quasi del tutto sono messe al silenzio, come se la verità sia esclusivo dominio e arbitrio di chi comanda, e come se le scienze divine e umane, e le arti liberali non abbiano il diritto di essere libere, per poter fiorire a vantaggio del pubblico bene.

Le scuole un tempo aperte dai cattolici, sono vietate e abolite; al loro posto ne sono state istituite altre, che o non impartiscono affatto le nozioni di Dio e della religione, o proclamano e diffondono le massime dell’ateismo, cosa che spessissimo avviene.

Con dolore vediamo che talora sono calpestati i diritti della chiesa, alla quale spetta, soltanto dietro il mandato della Santa Sede, scegliere e consacrare i vescovi, destinati a reggere legittimamente il gregge cristiano; e questo avviene con grandissimo danno dei fedeli, come se la chiesa cattolica sia cosa interna di una sola nazione, dipendente dall’autorità civile, e non un’istituzione divina, rivolta ad accogliere tutti i popoli.

E ricordino che tutti i persecutori della chiesa – la storia lo insegna – sono passati come un’ombra, mentre il sole della verità divina mai non tramonta, perché «la parola di Dio resta in eterno» (1 Pt 1, 25).

La società fondata da Cristo può essere impugnata, ma non vinta, perché attinge la sua forza non dagli uomini, bensì da Dio.

Anzi, non vi è dubbio che essa dev’essere martoriata nei secoli da persecuzioni, contrasti, calunnie, come avvenne al suo divin Fondatore, secondo la profezia: «Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi» (Gv 15, 20); ma è ugualmente certo che essa, alla fin fine, come Cristo, nostro redentore, trionfò, riporterà su tutti i nemici una pacifica vittoria.

Confidate dunque; siate forti e costanti. … Nessuno fra di voi diventi disertore. Il vostro battesimo sia come un’arma, la fede come un elmo, la carità come una lancia, la pazienza come una completa armatura. Le vostre opere siano i vostri tesori, affinché meritiate una degna mercede.

E poiché molto confidiamo nell’interposto patrocinio della vergine Maria, esprimiamo ardenti voti, perché in ogni regione della terra i cattolici, durante la novena che suole precedere la festa dell’augusta Madre di Dio assunta al cielo, innalzino pubbliche preghiere, in modo particolare per la chiesa che, come si è detto, in talune contrade è vessata e afflitta.

 … tutto ciò implorino i fedeli dalla divina Madre; né omettano di chiedere perdono per gli stessi persecutori della religione cristiana secondando l’impulso di quella carità, per la quale l’apostolo delle genti non dubitò di asserire: «Benedite coloro che vi perseguitano» (Rm 12, 14); né desistano di invocare loro le grazie e i lumi celesti, che possano insieme dissipare le tenebre e mettere nel retto ordine le coscienze.


Se, com’erano all’età degli apostoli e dei martiri, così rifioriranno i costumi cristiani, allora con sicura fiducia possiamo sperare nell’esaudimento benignissimo da parte della beata Vergine Maria, desiderosa com’è che quanti numera suoi figli ritraggano in sé la sua virtù; e nella sollecita impetrazione da parte di Lei invocata da tante supplici voci, possiamo altresì sperare tempi più pacati e più felici per la chiesa del suo unigenito Figlio e per l’intero umano consorzio.

Testo integrale

 
Fonte: La Madre della Chiesa

 
 
 

PREGHIERA DI PAPA PIO XII A MARIA ASSUNTA IN CIELO

Post n°9155 pubblicato il 15 Agosto 2014 da diglilaverita
Foto di diglilaverita

O Vergine Immacolata, Madre di Dio e Madre degli uomini.

1. — Noi crediamo con tutto il fervore della nostra fede nella vostra assunzione trionfale in anima e in corpo al cielo, ove siete acclamata Regina da tutti i cori degli Angeli e da tutte le schiere dei Santi;

e noi ad essi ci uniamo per lodare e benedire il Signore, che vi ha esaltata sopra tutte le altre pure creature, e per offrirvi l’anelito della nostra devozione e del nostro amore.

2. — Noi sappiamo che il vostro sguardo, che maternamente accarezzava l’umanità umile e sofferente di Gesù in terra, si sazia in cielo alla vista della umanità gloriosa della Sapienza increata, e che la letizia dell’anima vostra nel contemplare faccia a faccia l’adorabile Trinità fa sussultare il vostro cuore di beatificante tenerezza;

e noi, poveri peccatori, noi a cui il corpo appesantisce il volo dell’anima, vi supplichiamo di purificare i nostri sensi, affinchè apprendiamo, fin da quaggiù, a gustare Iddio, Iddio solo, nell’incanto delle creature.

3. Noi confidiamo che le vostre pupille misericordiose si abbassino sulle nostre miserie e sulle nostre angosce, sulle nostre lotte e sulle nostre debolezze; che le vostre labbra sorridano alle nostre gioie e alle nostre vittorie; che voi sentiate la voce di Gesù dirvi di ognuno di noi, come già del suo discepolo amato: Ecco il tuo figlio;

e noi, che vi invochiamo nostra Madre, noi vi prendiamo, come Giovanni, per guida, forza e consolazione della nostra vita mortale.

4. — Noi abbiamo la vivificante certezza che i vostri occhi, i quali hanno pianto sulla terra irrigata dal sangue di Gesù, si volgono ancora verso questo mondo in preda alle guerre, alle persecuzioni, alla oppressione dei giusti e dei deboli ;

e noi, fra le tenebre di questa valle di lacrime, attendiamo dal vostro celeste lume e dalla vostra dolce pietà sollievo alle pene dei nostri cuori, alle prove della Chiesa e della nostra Patria.

5. — Noi crediamo infine che nella gloria, ove voi regnate, vestita di sole e coronata di stelle, voi siete, dopo Gesù, la gioia e la letizia di tutti gli Angeli e di tutti i Santi;

e noi, da questa terra, ove passiamo pellegrini, confortati dalla fede nella futura risurrezione, guardiamo verso di voi, nostra vita, nostra dolcezza, nostra speranza; attraeteci con la soavità della vostra voce, per mostrarci un giorno, dopo il nostro esilio, Gesù, frutto benedetto del vostro seno, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: diglilaverita
Data di creazione: 16/02/2008
 

 

LE LACRIME DI MARIA

 

MESSAGGIO PER L’ITALIA

 

Civitavecchia la Madonna piange lì dove il cristianesimo è fiorito: la nostra nazione, l'Italia!  Dov'è nato uno fra i più grandi mistici santi dell'era moderna? In Italia! Padre Pio!
E per chi si è immolato Padre Pio come vittima di espiazione? Per i peccatori, certamente. Ma c'è di più. In alcune sue epistole si legge che egli ha espressamente richiesto al proprio direttore spirituale l'autorizzazione ad espiare i peccati per la nostra povera nazione. Un caso anche questo? O tutto un disegno divino di provvidenza e amore? Un disegno che da Padre Pio agli eventi di Siracusa e Civitavecchia fino a Marja Pavlovic racchiude un messaggio preciso per noi italiani? Quale? L'Italia è a rischio? Quale rischio? Il rischio di aver smarrito, come nazione, la fede cristiana non è forse immensamente più grave di qualsiasi cosa? Aggrappiamoci alla preghiera, è l'unica arma che abbiamo per salvarci dal naufragio morale in cui è caduto il nostro Paese... da La Verità vi Farà Liberi

 

 

 
 

SAN GIUSEPPE PROTETTORE

  A TE, O BEATO GIUSEPPE

A te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione ricorriamo, e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio dopo quello della tua santissima Sposa.
Per quel sacro vincolo di carità, che ti strinse all’Immacolata Vergine Madre di Dio, e per l’amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità, che Gesù Cristo acquistò col suo sangue, e col tuo potere ed aiuto sovvieni ai nostri bisogni.
Proteggi, o provvido custode della divina Famiglia, l’eletta prole di Gesù Cristo: allontana da noi, o Padre amatissimo, gli errori e i vizi, che ammorbano il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del pargoletto Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità; e stendi ognora ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché a tuo esempio e mediante il tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l’eterna beatitudine in cielo.
Amen
San Giuseppe proteggi questo blog da ogni male errore e inganno.

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

maristellina3casalauracilentodani.gaetapao.xtobias_shuffledeteriora_sequorcarloreomeo0LSDtripIlConformistaLivepulcifero78acida.acidomiao73davide.greco1971frenkbillodiglilaverita
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 26
 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Parte del materiale pubblicato può essere stato prelevato da Internet, quindi valutato di pubblico dominio. Qualora i soggetti interessati o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al gestore del blog che provvederà prontamente alla rimozione dei testi e delle immagini utilizzate. Si sottolinea inoltre che ciò che è pubblicato sul blog è a scopo di discussione, approfondimento, studio e comunque non di lucro.