Community
 
rainproof
   
 
Creato da rainproof il 21/06/2007
AUTOMODELLISMO DINAMICO A SCOPPIO
 

ORA E TEMPERATURA

 

AMICI DAL MONDO

 

 

VERI CAMPIONI

 

Contatta l'autore

Nickname: rainproof
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 41
Prov: PA
 

MRX-5 1:8 ON ROAD COMPETITION

 

 

kyosho

 

One SIII Evo Motul GT-R

 

 

LE COMPONENTI DEL MOTORE A SCOPPIO

 

SCHEMA MONTAGGIO CAMBIO PURETEN ALPHA KYOSHO N°1

 

 

SCHEMA MONTAGGIO CAMBIO PURETEN ALPHA KYOSHO N°2

 

SCHEMA MONTAGGIO CAMBIO PURETEN ALPHA KYOSHO N°3

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Ultime visite al Blog

mauriga.81casataxiclubtamtamdickdastardly0inakfrance680nicola.cinquino75raffaella_caccingsmotorsport.gsalvinop2009ciro1000sergio83_sEtabeta95claudiotonicinti0
 

DRIFT

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Ultimi commenti

ciao non è un problema di giri da tenere ma di trovare il...
Inviato da: rainproof
il 13/04/2014 alle 19:43
 
ciao a tutti ho preso da poco un modello a scoppio 1:10 ho...
Inviato da: maurizio
il 13/02/2014 alle 20:31
 
le spiegazioni sono molto valide ma se ci fosse anche un...
Inviato da: mantovani andrea
il 22/01/2014 alle 14:51
 
buona sera a tutti chiedo a voi dei consigli: ho la...
Inviato da: martino
il 03/06/2013 alle 21:17
 
secondo me è un problema legato alla...
Inviato da: franz
il 28/04/2013 alle 22:57
 
 

MONSTER

 
 
 
 
 

FOTO1

 

FOTO2

 

DETTAGLI CANDELA

 

SPACCATO DEL DIFFERENZIALE

 

 

« L'ASSETTO DI UN AUTOMODELLO #1R/C DRIFT »

L'ASSETTO DI UN AUTOMODELLO #2

Post n°25 pubblicato il 21 Luglio 2007 da rainproof
 
Foto di rainproof

L'assetto, è un complicato gioco di leve e forze contrapposte. Lo scopo è far si che il modello possa contare sul maggior appoggio possibile in tutte le condizioni senza scomporsi.Le modifiche devono essere fatte una alla volta, verificandone gli effetti, solo così potremo individuare se stiamo lavorando nella direzione giusta.

In questo post parlerò delle sospenzioni, sperando sempre che vogliate intervenire, per lasciare i vostri commenti o consigli utili a migliorare questo blog....

                          Sospensioni

Il tipo di molla che sceglieremo determinerà la rigidità della sospensione, il diametro del filo d'acciaio ne individuerà la durezza.

Solitamente una macchina rigida risulta essere più performante, più reattiva e più guidabile in sbandata. E' ovvio che la rigidità del modello deve essere valutata in base del grip del fondo su cui si corre. Più questo sarà elevato più la macchina potrà essere irrigidita. Badate a non confondere il grip del fondo con la levigatezza ! Un asfalto molto levigato o a grana fine può trarre in inganno e variare il suo grip in modo sostanziale man mano che si "gomma". Logica conseguenza a quanto detto è che al diminuire del grip deve corrispondere un progressivo ammorbidimento del modello.Questo, assieme ad altri accorgimenti, permetterà alla macchina di rollare nelle curve e di conseguenza caricare peso sulle ruote esterne. Gli eccessi sono sempre da evitare. Così, se è controproducente una macchina del tutto rigida anche col più "grippante" dei fondi, così è controproducente un modello con l'assetto tipo Citroen 2 CV su fondi scivolosi o addirittura sul bagnato. Nel primo caso, infatti vi trovereste con un modello eccessivamente reattivo e portato a pattinare prima che a scaricare la potenza. Sareste costretti ad una guida eccessivamente accorta e stressante sia nell'impostazione delle traiettorie che nell'apertura del gas. Un avantreno troppo duro innesca inevitabilmente il sottosterzo soprattutto in accelerazione, l'esatto contrario avviene con un avantreno troppo morbido. Il solo modo per trovare il giusto equilibrio è provare tenendo presente che anche il retrotreno fa la sua parte. La macchina in uscita di curva non deve scodare se non è chi guida che glielo fa fare. L'equilibrio del retrotreno è proprio nel punto in cui nulla aggiunge alla sterzata e nulla toglie solamente spinge.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog