Blog
Un blog creato da stevelacaste il 26/11/2011

DIRO' LA MIA, SEMPRE

...NESSUNO SI PERMETTA DI TAPPARMI LA BOCCA!

 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: stevelacaste
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 46
Prov: MI
 

Per aver bevuto da un pozzo musulmano, in Pakistan, ASIA BIBI una donna cristiana di 45 anni, dal 2009 e segregata e torturata in una cella in attesa di essere condannata a morte, nel novembre di quest'anno. Unica sua colpa aver infettato  l'acqua, essendo una cristiana infedele.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

In classifica

 

TAG

 

Lo ribadisco: Monti è un capo massone che pensa di risolvere tutto senza pensare a Dio, dunque, presuntuoso ed orgoglioso e pretende di affamare la Chiesa. E'uno strumento di Satana.

     Padre G. Amorth

 

Le mogli dei politici fanno tutte beneficenza. Hanno il senso di colpa per quello che rubano i mariti.  R. BENIGNI

 

Cos'è lo svaligiare una banca rispetto al fondarne una?

BERTOLD  BRECHT

 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Le leggi sono ragnatele che le mosche grosse sfondono, mentre le piccole ci restano impigliate.   H. de BALZAC

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

LA VENDETTA DI ZACMAN...

Post n°116 pubblicato il 13 Novembre 2014 da stevelacaste

Zac-man non è un nuovo personaggio fumettaro sulla scia dei Batman, Superman e soci ma bensì l'on. Matteo Renzi dopo i vistosi TAGLI decisi nella finanziaria: 6,1 miliardi di Euro. Non ha guardato in faccia nessuno, ha sfilato la forbiciona, gentile omaggio della BCE e della Merckel, e giù tagli su tagli. Vediamo come sono suddivisi in milioni:

Tutela dell'Ambiente = 3,5

Tutela del Territorio = 2,3

Politiche agricole =  8,3

Soccorso civile =  1,4

Sanità = 11,3 (2015) 22 (2016/17)

Scuola = 148 (2015) 421 (2016/17)

Sicurezza = 300 (2015/16/17)

Contributi a organismi internaz.= 25 ( 20-ONU/3-OSCE)

Insegnanti all'estero= 3,7 (2015) 5.1 (2016/17)

Difesa = 496

Giustizia = 102

Amministrazioni carcerarie = 36,1

Prevenzione dissesto idrogeologico = 15

Ministero sviluppo economico = 20

Incentivazione sistema produttivo= 6,2 (2015) 10 (2016/17)

Ministero Esteri = 108

Ministero Lavoro = 4,6

Ministero Trasporti = 11,2

Lotta alla contraffazione = 15 (2015/17)

Istat = 2

Agea = 3

Corte dei Conti = 6

Consiglio di Stato e TAR = 3,2

Balzano agli occhi, immediatamente, dei tagli ingiustificabili come ad esempio i 15 Mil. alla Prevenzione dissesto Idrogeologico proprio in questo periodo l'Italia è parzialmente sommersa dall'esondazione di fiumi, canali, torrenti. Altro taglio assurdo sono i 15 Mil. alla Lotta alla Contraffazione, proprio nel momento più difficile per i nostri prodotti come il Parmigiano Reggiano, il Brunello, la Passata di pomodoro, i Pelati e tanti altri prodotti DOP o DOC. vanto del nostro Paese. I 36,1 Mil. alle Amministrazioni Carcerarie già da anni in sofferenza. Per non parlare della Sanità, della Scuola, della Sicurezza.

Troppo facile Renzi non appioppare ancora tasse sul groppone italico tagliando forsennatamente a destra e a manca. Ma che fine a fatto il famoso tetto sulle PENSIONI D'ORO? Perchè mai ha sbugiardato la spending review di Cottarelli che voleva tagliare 7000 enti sugli 8000 che gravano come mattoni sul bilancio statale? Semplice, per parcheggiare i riciclati politici altrimenti sarebbero a spasso. Grande, Renzi!!!

 
 
 

FRATELLI D'ITALIA.....

Post n°115 pubblicato il 12 Novembre 2014 da stevelacaste

Fratelli d'Italia...ecc...ecc..., ma lo siamo davvero, oppure solo quando gioca l'Italrugby o l'Italiotta pedatoria, con tanto di mano sul petto? Ma non scherziamo, l'Italia è composta da 21 staterelli  e da oltre 100 feudi. Ognuno pro-domo sua! Cosa hanno in comune Brixen con Ragusa, Trieste con Sassari, Imperia con Otranto, Napoli con Milano per non parlare di tutte le altre città, anche vicinissime, perchè Bergamo e Brescia, Vicenza e Verona, Padova e Venezia, Frosinone e Latina ecc...ecc... non sono certo città aperte a sinergie, come fossero in campo sportivo. Ognuno pro-domo sua! Siamo lontani anni luce da un nazionalismo alla francese o all'americana, nonostante 52 stati. Esterofili nati, ma attenti ai confini paesani, siamo noi italiani di nome ma non di fatto. Lontani da un vero modello europeo, lontani dalla propria patria, cittadini come condomini che non salutano il dirimpettaio. Mors tua, vita mea! Non esiste un cuore patriottico, un'unione d'intenti, una forza universale per sovvertire chi da decenni approfitta di questa Italia cialtrona e chiusa per fare e disfare governi, leggi, pensioni d'oro e di fame, tasse su tasse, ige-iva-imu-tasi-tari-ilor-iperf...giochetti di parola che nascondono solo ruberie. Tante bandiere nostalgiche, tanti colori stinti dal tempo, ma poca voglia di non farsi pestare i piedi , di sentirsi cittadini che non accettano più sopprusi governativi. Mentre pochi s'arricchiscono avidamente, tanti...troppi tirano a campare, mentre l'Italia sprofonda e ad un nigeriano qualsiasi beccato per ben tre volte dagli agenti dell'ordine per spaccio di coca viene "perdonato" con sei mesi con la condizionale e dato un contributo "umanitario" di 500 € al mese dallo stato. E tutto tace! Qualche leggera invettiva dinanzi ad un microfono e poi anonomato. Zitti!! Piano, piano saremo costretti ad emigrare per far posto a chi viene dal "marenostrum", a chi viene da paesi provati dalla dittatura feroce e noi italiotti belanti ci troveremo nel nostro pianerottolo a organizzarci per affrontare "il nemico" d'oltrape o d'oltremare! Eppure in ogni cabina italiana abbiamo la possibilità di smettere di belare per ululare come veri lupi che vivono in branchi.

 
 
 

COSA SI NASCONDE DIETRO LA NOSTRA TESSERA SANITARIA?

Post n°114 pubblicato il 11 Novembre 2014 da stevelacaste

Facciamo quattro chiacchere sulla nostra Tessera Sanitaria...a prima vista mi chiederete che ci sia di strano su questa tessera che adoperiamo più o meno giornalmente. Niente esteriormente, ma andiamo a scoprire le caratteristiche tecniche nel retro della stessa: troviamo il BAR CODE che secondo lo standard di codifica 39 risponde alle norme:

                  MIL - STD - 1189 e ANSI MH 10.8M - 1983

Cosa significa Mil - Std 1189? Military Standard ( Ministero della Difesa Nordamericana standard Department of Defense Bar Code Symbology).

Sulla TRACCIA 1 della banda magnetica sono registrate le seguenti informazioni secondo la codifica IATA (International Air Transport Association) sulla TRACCIA 2 è registrato concodifica ABA (American Bankers Association) lo stesso codice fiscale registrato in traccia 1, convertito in forma numerica.

Ritornando sulla IATA è una Organizzazione Internazionale di Compagnie Aeree con sede a Montreal, nella Provincia del Quebec, Canada. L'Unione regola, pure, il trasporto di materiale pericoloso e pubblica la " IATA DANGEROUS GOODS REGULATIONS MANUAL". La Iata è stata costituita al termine della II guerra mondiale. I principali obbiettivi erano quelli di assistere le compagnie aeree a promuovere trasporti aerei sicuri, regolari ed economici a beneficio dell'umanità, favorire il commercio aereo e studiare tutti i problemi connessi. Ma cosa c'entra il Ministero della Difesa Nordamericano, l'American Bankers Association e la Iata organizzazione internazionale di compagnie aeree del Quebec con la nostra Tessera Sanitaria....???? Forse resteremo con questo dubbio!

 
 
 

PROTAGONISTA O COMPARSA?

Post n°113 pubblicato il 10 Novembre 2014 da stevelacaste

Senza volerlo questo mio post prende spunto da un commento fattomi nel post precedente. In quel post, guardandomi allo specchio, cercavo di riflettere sulla mia esistenza, sulla felicità o meno che provavo, su cosa avrei fatto se fossi stato diverso da ciò che sono. Il commento, in accordo con me su tutto, mi faceva notare, però, che dopo tutto sono fortunato perchè mi pongo domande, cerco di risolvere dubbi, limare conflitti mentre altri nascono, vivono, muoiono senza rendersene conto di cosa avrebbero potuto fare o  di chi sarebbero potuti essere. E' pur vero che esistono coloro che si accontentano di essere ottime comparse piuttosto che pessimi protagonisti, la famosa comparsa di "Monsieur Travet" l'invisibile, ma è anche, altrettanto, vero che la vita che ci è stata regalata dev'essere resa viva e prorompente come lo sbocciare della flora, come il desiderio della donna di diventare madre, dobbiamo curare con amorevole passione quel qualcosa che ci infiamma dentro, quel qualcosa che ci vuole protagonisti. Guai spegnere quella fiamma, si diventa colore delle ceneri e si accompagna il tempo alla nostra fine! Beati coloro che sentono il calore di questo fuoco interiore e lo manifestano al mondo o più verosimilmente al proprio mondo. Crediamoci, non lasciamo che la vita ci viva, ma viviamola da protagonisti con le forze che abbiamo, con la consapevolezza che ci aiuta a riconoscere questo dono che ognuno di noi possiede, ma che troppi non se ne accorgono per mancanza di ricerca, di esplorazione di loro stessi. Va bene così, la mia vita mi sta bene così, non cerco d'essere eroe ma un semplice soldato da retrovie! Dio me ne scampi da coloro che pensano in questo modo, perchè, spesso, sono ingestibili, ingiudicabili, intolleranti a novità, sono  "tiepidi", sono piccoli ras di un microscopico paese. Cosa dirà a loro la vita quando se ne allontanerà?

 
 
 

DENTRO NOI STESSI

Post n°112 pubblicato il 17 Luglio 2014 da stevelacaste

Ci guardiamo allo specchio per renderci presentabili, per osservare i danni che il tempo ci procura, per nasconderci dietro apparenze posticce, per fare la guerra agli enestetismi della pelle, per capire come gli altri ci vedono ma mai ci guardiamo per entrare dentro di noi. Abbiamo paura di trovare scheletri non solo dentro gli armadi del nostro vissuto ma dapertutto. Mi sono guardato allo specchio con intensità, ho fissato i miei occhi, la mia bocca e da essa è uscito una parola sommessa, inconprensibile. Che parola poteva mai essere, se non detta da me stesso? La mia bocca la ripetè, ancora, sommessamente, ma, questa volta, riuscii a comprenderne il significato era il mio nome! Perchè il mio nome? Cosa mi stavo chiedendo? Ebbi un leggero sussulto, abbassai lo sguardo, quasi a proteggermi da ciò che avrei voluto dirmi  pronunciando il mio nome. Fissai il mio volto, attentamente, pronunciando ripetutamente nella mia mente, quel nome. Un fiume d'immagini si stagliò dinanzi a me, quand'ero bimbo, adolescente, giovane, uomo...ora! Fotogrammi su fotogrammi, pellicole sbiadite dal tempo, video, chiusi gli occhi ed entrai dentro di me. Cosa mi volevo dire? Ero psicologo o giudice di me stesso? Nulla di tutto questo ero solo io che mi chiedevo che vita stavo vivendo, se fossi felice di quell'esistenza scelta allora, se avessi potuto scegliere diversamente cosa avrei scelto? Ho vissuto od ho trascorso solo tempo? Ho abbracciato la vita totalmente o le ho solo dato la mano, ho assaporato e gustato ogni profumo di esistenza od ho i miei sensi narcotizzati dal ticchettio del tempo? Ho regnato da giusto sovrano sull'impero della mia vita o sono solo un plebeo che ha raccolto avanzi di qualche esistenza che ho incrociato nel mio vagabondare? La risposta può far più male di uno sparo in bocca! Spalancai gli occhi dalla paura di sentirmi rispondere: hai sprecato la tua vita! Si, ho la testa frastornata dal fragoroso ticchettio del tempo, non m'ha mai lasciato un solo istante! Il cuore mi batte all'impazzata, gran parte della mia esistenza è già trascorsa, come rimediare? Come far smettere questo ticchettio, come accorgersi ora del tempo-vita, la mia vita, quella vera, quella che ti fa vivere, quella che non conosco? Avrò il coraggio di guardare in faccia il vero me? Oltre ogni paura, inganno, accomodamento, ci posso essere: io! Si, posso entrare nel mio nuovo essere come un re entra in una città conquistata, da vincitore. Dovrò imparare a dire no o si secondo ciò che sento o desidero, mai assecondare gli altri, mai rinnegarmi per mancanza di stima...io sono io! Tutto facile a parole, ma i fatti sono come il ticchettio sempre più rumoroso!

 
 
 

BLOGS & LIBERTA' DI ESPRESSIONE

Post n°111 pubblicato il 12 Luglio 2014 da stevelacaste

Ho aperto il mio primo blog nel 2006, con altro nick, l'ho chiuso per manifesta demenza da parte di parecchi "amici" che, allora, riempivano i loro blogs di stupidissime foto o disegnini glitterati, poesiole scopiazzate di qua e di là, frasi stucchevoli e soprattutto molti tentativi di aggancio sessuale. Il mio desiderio di trasmettere qualcosa di interessante ha scosso il mio scarso desiderio di riapparire in questo "bloggario", alla fine ho riprovato con un blog di poesie da me scritte. Qualcosa s'è mosso, alcuni amici venivano con assiduità a leggere ciò che componevo, per un paio di anni feci pace con il mondo di libero e la sua community. Iniziarono dopo un altro anno ad arrivare inviti di profili femminili, gli amici venivano a leggermi solo se andavo a visitarli prima, la cosa mi stancò e chiusi amche il secondo blog. Entrai quasi subito con un nuovo blog mascherato, mi feci passare per una donna procace e desiderosa di incontri concreti. Tre giorni dopo avevo 800 visite e 24 amici, dopo un mese 6700 visite e 118 amici, e-mail a getto continuo, appuntamenti, ai quali naturalmente non andavo, inserii qualche foto di repertorio di donnina un pò troppo discinta e gli amici aumentarono a 375 dopo un altro mese. Stop, non ne potevo più di tutto ciò, chiusi il blog ed il profilo! Dopo qualche anno aprii questo blog, tornando a raccontare fatti, opinioni ed altro seriamente, ma senza tanti peli sulla lingua. Raccontare certe cose senza tanti giri di parole e senza edulcorare troppo certe affermazioni mi fecero comunque arrivare al Gold Blog, anche se Google mi cancellò ogni pubblicità per le cose che scrivevo. Bene ne fui felice! Ma a parte qualche fedele amico che mi leggeva giornalmente, notai che il mio profilo interessava molto di più di ciò che scrivevo. Dopo solo 3 settimane avevo cancellato ben 134 richieste d'amicizia "molto interessata". Scrissi un post di fuoco contro queste donnine (molte straniere) ma la cosa non ebbe alcun effetto, tant'è che le richieste continuarono ed io cancellavo. Smisi anche su questo blog di scrivere, tristemente compresi che questo mondo è fatto di vacuità, superficialità, scopiazzature, foto di nudi femminili, insomma un contenitore più adatto alla spazzatura che alla bellezza ed alla riflessione. Naturalmente a parte qualche raro caso che ebbi la fortuna di leggere e di scambiare amicizia. Ora dopo aver esplorato un pò mi rendo conto che nulla è cambiato e così sono nuovamente combattuto se chiudere anche questo ed ammettere che questo mondo non fa per me.

 
 
 

SKY E IL PROFITTO

Post n°110 pubblicato il 22 Aprile 2014 da stevelacaste

 Sto pensando seriamente di recedere dal contratto fatto nel 2004 con Sky, oltre a subire pubblicità a josa, a far vedere e rivedere gli stessi film inseriti nel palinsesto anche 6 volte alla settimana, ormai, è chiaro che tutte le buone proposte televisive fatte una decina di anni fa stanno lasciando il posto a squallidi programmi con forte impronta stelle e strisce. Programmi che l'europeo o meglio l'italiano farebbe volentieri a meno visti i contenuti di basso profilo più adatti ad un pubblico tutto popcorn e hotdog. I programmi relativamente più "decenti" sono in pay per view, naturalmente, senza un secondo di pubblicità, tutta a carico di chi non acquista. Stanno nascendo come funghi programmi con dosi massicce di imput del profitto, del denaro, della ricchezza come: AFFARI IN FAMIGLIA - AFFARI AL BUIO - MACCHINE DA SOLDI - FRATELLI IN AFFARI - CACCIATORI DI TESORI - VENDITE IMPOSSIBILI, messi in onda e ripetuti lo stesso giorno su : 407 - 408 - 126. Sono programmi, assolutamente, non veri creati ad arte con finti professionisti immobiliari, imprenditori edili, collezionisti, rigattieri, banditori d'aste, carrozzieri, affaristi e negozianti di pegni. Tutto gira vorticosamente attorno al  dio-dollaro, frasi come" ...il denaro comanda" - " ...la mia vita per il profitto" - " ...mi diverto ad accumulare denaro" - " ...prendo sonno solo se penso ai dollari" - " ...amo le vecchie auto, sono il mio profitto" - "...non ho tempo per le vacanze mi rilasso solo guadagnando denaro" - " ...cosa sarebbe la vita senza un grosso conto in banca" - "...pago solo in contanti...biglietti da 100 dollari" - " ...soldi, soldi,soldi,soldi adoro questa parola" - "...l'ho comprato a 350dollari devo guadagnarci almeno il doppio" - "....ho un alto tenore di vita grazie ai dollari che entrano continuamente nelle mie tasche" - "....l'essere umano ti tradisce il dollaro no!". Se uno spettatore non è in grado di prendere una distanza da tutto ciò può solo esserne coinvolto e deviato dai suoi veri principi. Ritengo con certezza che satana sia il denaro, per esso l'uomo può arrivare a compiere le cose più turpi e programmi come questi sono deleteri per la mente umana. Sky non è più la bella scoperta di dieci anni fa...ora si nutre di violenza, profitto, psicosi di accumulo, ricchezza, sesso e altre devianze. Persino la vita di Hitler e stata proposta e riproposta più volte, la storia di banditi, di serial killers, di stupratori. Attenti, dunque, a lasciare il telecomando in mano ai vostri figli, perchè dopo un bel cartone animato ci può essere la vita di Manson.

 
 
 

NON MI RICONOSCO CON QUESTO PARLAMENTO!

Post n°109 pubblicato il 11 Marzo 2014 da stevelacaste

Resteremo sempre uno stato politicamente arretrato finchè non si deciderà di mandare al governo gente competente. Via da subito al Senato già sono troppi i deputati che soggiornano alla Camera, snellire l'iter burocratico delle leggi. Le commissioni che devono studiare i decreti legge non possono essere composte da politici ma da gente competente per quel tal settore. Per quanto riguardano le quote rosa, non ha senso neppure sottoporle al voto, perchè si dovrebbero chiamare: quote di competenza. Siano donne o uomini, non ci dovrebbe essere nessun problema, purchè competenti. Credo che il Popolo Italiano sia stanco di vedere siparietti tragicomici di deputati che arrivati allo scranno più ambito lottino con ogni mezzo per il solo scopo di mantenerlo a contatto di chiappe. Non è possibile assistere a deputati longevi, che passano gran parte della loro vita abarbicati al loro posto, senza, ormai, sapere perchè avevano scelto quel tal partito e cosa avevano promesso ai loro votanti. Il mestiere dell'onorevole con stipendi d'oro, con bonus di platino, con agevolazioni su agevolazioni, ma con idee, sempre, meno brillanti, sempre, meno adatte alle richieste del popolo. Dopo 5 anni dovrebbero ritornare al loro abituale lavoro con lo stipendio per quel lavoro. E' offensivo per chi tira a campare, per chi fa la fila agli sportelli, per chi non si può permettere visite private, per chi fa acquisti ai discounts, per chi non arriva a fine mese constatare che c'è una casta che vivacchia alle loro spalle mantenuti come fossero benedetti da chi sa quale dio, con pensioni da nababbi, con auto blu, con gorilla che li proteggono da qualche cretino che vorrebbe dar loro la mano. Svecchiare, snellire, tagliare il 70% dei partiti il virus mortale di questo paese, dare spazio a uomini o donne in base alla loro competenza, meglio 300 donne competenti che 300 politicanti ancora legati a partiti in via di estinzione. La competenza dei deputati darebbe il buon  esempio anche a certi enti pregni di burocrazia, di clientelismo, di personaggi che attendono solo il 27 del mese. Un monito alle donne che entrano alla Camera, siate donne, sempre, senza scopiazzare la parte più molle e trafficona dei maschi. Come si può arrivare ad essere eletto da migliaia di elettori e dopo qualche mese tradirli, magari, cambiando bandiera o fregandosene delle promesse fatte. Il potere non logora, ma arricchisce e rende l'uomo insensibile alla tragedia umana. Detto ciò, io non mi riconosco con questo parlamento e tanto meno con chi ho avuto il dispiacere di votare.

 
 
 

PIU' IMPOTENZA E SEMPRE MENO CULTURA.

Post n°108 pubblicato il 08 Marzo 2014 da stevelacaste

Ma, davvero, noi maschietti siamo, sempre, avidi di nudo femminile? Visto che qualsiasi "donnina" con tette normali, con culo più o meno alla brasiliana, trucco da mignotta si espone in ogni spazio possibile per mostrarci ciò che conosciamo, ormai, alla noia. Naturalmente giornali, giornaletti, web e tivù fanno a gara per sbatterci in faccia questa o quella modella, dando un'enfasi tale che l'allocco segaiolo di turno ci sbava sopra. Non m'interessa perdere tempo nel fare i nomi di queste starlettes brave solo a denudarsi, tanto le abbiamo, purtroppo, sotto gli occhi giorno dopo giorno. Infatti quando si giunge ad un punto tale che quel bricciolo di neurone che viaggia solitario nelle loro testoline fa comprendere che non si è nate per fare teatro, cinema, tivù allora scatta il nudo. Durerà, forse, un paio di stagioni poi dopo essersi gonfiate in ogni angolo possibile si aspetta che qualche giornaletto sulla via del fallimento le chiami per fare l'ultimo reportage di una carriera di sostegno agli ultimi nostalgici segaioli. Non so all'estero, ma in Italia questo triste vivaio di troie è talmente fecondo che ormai l'uomo guarda verso altri lidi. E' sconsolante ammettere che il troppo stroppia, ma, purtroppo, finchè ci sono editori che sperano di alzare lo share d'ascolto con le tette o con i culi ci sarà sempre meno conoscenza e più impotenza.

 
 
 

LA BELLEZZA DI TONY SERVILLO

Post n°107 pubblicato il 05 Marzo 2014 da stevelacaste

Ieri sera ho sbadigliato come avessi bevuto quattro camomille, davanti alla "Grande Bellezza" di Paolo Sorrentino. Dopo un'ora la noia mi ha distrutto, ho continuato a guardare il film, imperterrito, ma alle 23.00 sono stramazzato al suolo in preda ad una rottura di coglioni tale che neppure la "Corazzata Pothionkin" a suo tempo era riuscita nell'impresa. Che dire della "cartolina" di Roma, poco o nulla visto che la conosciamo talmente bene che non ci voleva Sorrentino a riproporci i soliti squarci con sole a picco o al tramonto, lode alla fotografia, ma ci aspettavamo un film non un album fotografico. Perchè, signori, ancora adesso mi chiedo se era un film o la brutta copia della Roma mollacciona, vitellona, godereccia di Fellini. Già il grande Federico c'aveva sguazzato in questa "urbe" coi film "Roma" e " La dolce vita" e non ci aspettavamo un'ulteriore film capitolino. Un'accozzaglia di attori in cerca di conferme, di sconosciuti orribilmente truccati, di sigarette tracannate, di mollezze studiate ma poco vissute, di salotti di marzottiana memoria, insomma un quadro naif, ricco di colori, ma dall'anima vuota. Naturalmente gli americani lo hanno votato perchè ci riconoscono in questo modo d'inventarci la vita, pure la Giulia Roberts è venuta a Roma per mettere su qualche chiletto con suo pessimo "Prega, mangia, ama" la parte mangereccia guarda un pò era tra le vie di trastevere, untuose di sugo e condite da schiamazzi. Grazie, Hollywood, per la statuetta che i francesi hanno ingoiato malissimo perchè consci che la "Grande Schifezza" non meritava tanto prestigio. Unico divo Tony Servillo, grande tra tante figurine, da solo in grado di farci capire la vera Roma.

 
 
 

SPESE FOLLI DEI POLITICI

Post n°106 pubblicato il 20 Dicembre 2012 da stevelacaste
 

Altro furbetto nella rete, si tratta di Stefano Galli Capo gruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale della Lombardia. Il furbetto ha sotratto più o meno una cinquantina di migliaia di euro di soldi pubblici per organizzare il matrimonio della figlia. Beccato ha risposto:" Non ho ricevuto alcuna denuncia e poi me ne sbatto i coglioni!". Siamo alla più spavalda sfacciataggine...tanto riusciranno a farla franca, sborsando ciò che hanno preso con pazienza e tanto tempo.

 
 
 

GIUSTIZIA E' FATTA...MADE IN USA!

Post n°105 pubblicato il 15 Dicembre 2012 da stevelacaste
 

Una grande lezione di giustizia celere ci viene dagli USA! E' successo ad una grande azienda italiana la Zamperla spa di Altavilla Vicentina, primo produttore mondiale di giostre ed attrazioni per parchi di divertimento. Ha una quota export del 98% con un fatturato di 54,5 mil. di Euro e 350 dipendenti sparsi nel mondo. Il Luna Park di Coney Island (New Jork) è interamente costruito dalla Zamperla, come altri centri di divertimento in tutto il mondo. Nel 2004 la Zamperla apre una filiale a Sozhou ad Est di Shanghai. Tutto funziona bene...finchè ci si accorge che i cinesi copiano le attrazioni e le vendono ad un prezzo troppo concorenziale rispetto alla Zamperla. Vengono denunciati al Tribunale della Florida ed in un anno esatto trova tutta la documentazione contro l'azienda cinese che ha ripetutamente copiato i brevetti della Zamperla, emette il verdetto di colpevolezza e una super multa di 138.000.000 di $ a favore dell'azienda vicentina. Se fosse stato in Italia, la Zamperla sarebbe fallita e dopo oltre dieci anni, forse, avrebbe vinto la causa. Mi chiedo perchè all'estero sono così, veloci e precisi i giudici?

 
 
 

DUE, TRE COSE SU LIBERO!

Post n°104 pubblicato il 05 Dicembre 2012 da stevelacaste
 
Tag: LIBERO

Che Libero sia un portale con news superficiali pregne di gossip e fuffaggini varie è assodato, ormai, da parecchio tempo! Il sottoscritto entrò nel 2006, c'erano notiziole leggere, impalpabili poi col passare degli anni e con la pubblicità che gonfiava ogni angolo dello schermo è diventato il dinosauro del nulla che è oggi. Non me ne frega una beata mazza se qualcuno si risente o peggio, dico solo che è un peccato barattare ciò che fa cassetta con l'intelligenza dei visitatori. Oltre tutto, se si clicca su una notizia...si riclicca...e ci si perde perchè rimane solo la foto con un paio di puttanate scritte in calce. Insomma poche volte ho letto argomenti sviscerati e chiari! Non parliamo della serpe in seno a Libero, quel giornale on-line che peggio non si poteva pensare e mettere in moto Affari Italiani ovvero Cazzate Italiane, ora imprezziosito dal Funweek altra perla del nulla con la donnina che è puro succo di gossip del più insignificante. Sarà, pure, il primo portale italiano ma organizzarlo con qualcosa di più decente forse darebbe più tono anche agli inserzionisti che ora manco li vedo e trovo scocciante dover chiudere e richiudere pubblicità che mi rompono i coglioni! Signori lo so che è più facile guadagnare con nudi, ammiccanti troie, notiziole velenose buttate là, magari inventate, trovate da tutto il mondo così strane che attirano i creduloni...ma siete sicuri che la gente sia tutta cretina? Questo intruglio di tutto e di più non vi fa onore, poi i bloggers scopiazzano e passi e ripassi ad esplorare il peggio di loro. La pubblicità fa mangiare, la cultura fa vivere!!

 
 
 

VIVA IL PRESEPE!!!!!

Post n°103 pubblicato il 22 Novembre 2012 da stevelacaste
 

Sono incazzato!!!! Non se ne può più di insegnanti islamico-comunisti, che calano gonna o calzoni e mutande offrendo il culo a chi non è cristiano! Siamo in Italia, un paese cattolico, con tradizioni millenarie del presepio fatto in tutti i modi e con tutti i materiali possibili, penso che nessun islamico che non sia fondamentalista rispetti i nostri rituali natalizi senza scandalizzarsi e comunque sono sempre in un paese straniero! Abbiamo importato l'albero di natale, abbiamo importato Santa Klaus, abbiamo importato la festa pagana per eccellenza Hallowen ma non vogliamo mantenere il presepio. Questo sfogo è nato dalla notizia apparsa sul portale di Libero, che racconta la demenza di una maestra di Caorso (Pc) che ha soppresso ogni accenno al presepio per non offendere chi non è della stessa religione. Cazzate....si vergogni!!!! Siano i genitori dei bambini di religioni diverse a spiegare ai loro figli la tradizione cattolica italiana e se si offendono non guardino il presepio. Ripeto siamo in Italia o vogliamo togliere pure il Prosciutto di San Daniele o di Parma, il culatello, la finocchiona toscana, la sopressa veneta perchè i musulmani non mangiano carne di porco! Vogliamo mettere il burka alle nostre donne perchè non si offendano i musulmani! Ripeto si deve vergognare questa signora filo-islamica e comunista vecchia maniera. Viva il presepio, viva la fantasia dei bambini italiani nel crearlo, viva le nostre tradizioni.

 
 
 

IL GIOCO D'AZZARDO COMPULSIVO

Post n°102 pubblicato il 20 Novembre 2012 da stevelacaste
 

Dal 2000 lo Stato ha messo le mani sui videopocker, le slot machines e come una belva mai sazia ha inventato i "gratta e vinci" e i Bingo! Ora i suoi introiti lordi viaggiano sui 50.000.000.000 di Euro. Depredando il 65% degli incassi delle 420.000 macchinette che hanno bruciato più di 900.000 giocatori e rispettive famiglie con una malattia fino al 2000 poco conosciuta "azzardo compulsivo". Fanno la fila al SERT come drogati, soprattutto, maschi dai 30 ai 50 anni, ma, ahimè, pure le donne stanno subendo questo dramma. Pur di avere del contante rubano, uccidono, si vendono. Una città di appena 70.000 abitanti del nord (non faccio nomi) ha 1000 persone ormai al limite del suicidio e altre 2000 in stato compulsivo avanzato. Al SERT di Milano per il gioco dei video pocker c'è anche un bambino di appena 8 anni. Questo è lo stillicidio che lo Stato italiano sta perpretando sui suoi cittadini...e pensare che prima del 2000 le aveva messe al bando, sguinzagliando la Guardia di Finanza per far chiudere quei locali dove fossero state scoperte tali slot machines.

 
 
 

LA MATERIALITA'

Post n°101 pubblicato il 19 Novembre 2012 da stevelacaste
 

Gli oggetti sono creati per essere usati,

le persone sono create per essere amate.

Il mondo va male perchè

si amano gli oggetti

e si usano le persone!

 
 
 

CONTRO IL VILE ABBANDONO DEI CANI!!!

Post n°100 pubblicato il 08 Novembre 2012 da stevelacaste
 

Un uomo scrisse ad un albergo in Irlanda per chiedere se avrebbe accettato il suo cane.

Ricevette la seguente risposta:

" Caro Signore, lavoro negli alberghi da più di trent'anni. Sino ad oggi non ho mai dovuto chiamare la polizia per un cane ubriaco nel cuore della notte.

Nessun cane ha mai tentato di rifilarmi un assegno a vuoto.

Mai un cane ha bruciato le coperte, fumando.

Non ho mai trovato un asciugamano dell'albergo nella valigia di un cane.

IL SUO CANE E' BENVENUTO !!!

SE LUI GARANTISCE, PUO' VENIRE ANCHE LEI".

Fonte: Compagnia contro l'abbandono dei cani.

 
 
 

OBERATI DAL ...PERDER TEMPO!!!

Post n°99 pubblicato il 25 Ottobre 2012 da stevelacaste
 

Dopo questo mio post, manderò una lettera al mio comune ed al Ministero che sovraintende l'Amministrazione Pubblica!! Sono esterefatto e indignato per quello che ho visto e sopportato questa mattina! Mi reco di buon'ora all'Agenzia delle Entrate per sbrigare alcune faccende personali, entro alle 8.40 e mi fiondò celermente a prendermi il numerino...EA00002, mi giro e mi accorgo di non essere il primo infatti, con mia somma pazienza mi siedo tra una ventina o forse più di persone. Alle informazioni mi dicono che il turno va a seconda dell'orario d'ingresso: il mio è 8.42...Ci sono ben 12 sportelli, quindi spero di cavarmela in una mezz'oretta...spero...forse...boh?!?! Ed ecco la tragedia degli "scansafatiche pubblici". Dei 12 sportelli sono aperti alle 8.55 solo 3(!!!!!!!), uno è chiuso con tanto di cartello, in un altro l'impiegato sta telefonando alla sua banca, si sente perchè ha un forte timbro e non fa nulla per non farsi udire, in un altro sportello ci sono due impiegati che chiaccherano con tanto di caffè, in un altro c'è l'impiegato che con la Gazzetta sotto il braccio si alza e se ne va....deduco in toilette, un altro sta "lavorando a computer", in un altro c'è l'impiegata che si aggira con dei fogli su e giù per gli uffici, negli ultimi 2 non c'è anima viva...sono già le 9.18!! La gente sbuffa, va su e giù nervosamente, il sottoscritto si avvicina al signore delle informazioni esordendo:"...Vorrei parlare con un responsabile, perchè è offensivo per tutte queste persone il dover attendere i fattacci propri di questi sfaticati!" Il tizio mi guarda ed addombrato mi dice:" Caro signore, vorrei vedere lei 8 ore al giorno davanti al computer e a migliaia di pratiche ...ogni tanto bisogna decantare altrimenti si va via di testa!"...rispondo alzando il tono di voce, con tanto di sorrisi degli astanti..." e si, perchè dalle 8.30 alle 9.18 se non decantano, scoppiano poverini...ci vorrebbero i cinesi per farvi lavorare come sarebbe corretto, la saluto!!" Certo che proprio all'Agenzia delle Entrate ci sono sfaticati che "rubano" stipendi...l'effetto Brunetta è già finito? Che Paese...poveri noi!

 
 
 

LA RECESSIONE BUIA E LA VISIONE LUMINOSA!!!!

Post n°98 pubblicato il 23 Ottobre 2012 da stevelacaste
 

Avevo deciso di abbandonare il povero Dissidente, le sue battaglie, le sue precisazioni tutto quello che continua a non apparire sui media nazionali cioe':la verità! Non che il sottoscritto abbia ricevuto questo dono da chi sa chi, ma il rovistare continuo tra giornali, interviste, libri mi portava a trovare una verità che mai e poi mai era la stessa che milioni e milioni di persone divorano, giornalmente, in silenzio senza porsi domande! Il Dissidente si poneva domande su domande, leggeva ed ascoltava campane e voci, finchè si sentiva sazio di verità. Anche se la sua raggiunta verità era solo un decimo di quella che forse non conosceremo MAI! Detto ciò, volevo intervenire sul furbastro intervento di Monti a proposito "della luce che s'intravvede dal tunnel"...Caro Presidente, beato lei che ha corso talmente veloce che ha quasi terminato il tunnel e vede la luce, noi andiamo molto più piano e continuiamo a vedere il buio di un tunnel infinito. Scenda sulla terra, caro Monti, entri nei supermercati, nei bar, nei negozi ed in tutti quei luoghi che Lei e la sua casta non siete avvezzi frequentare perchè altri li frequentano per voi. Si guardi attorno e mi dica dove scorge la luce? Il sottoscritto è un funzionario per il recupero del credito e mai come da oltre un anno a questa parte il mio lavoro è diventato un inferno. Per carattere non riesco ad essere freddo e feroce come tanti, il sottoscritto ascolta i debitori e trova per loro piani di rientro sopportabili per le loro tasche logore ed esangui. Mi creda signor Monti, è dura, a volte, alla fine della giornata mi sento svuotato perchè oltre a farmi pagare,  la gente a bisogno di essere anche ascoltata e tranquillizzata ed allora interagisci con loro dandogli speranza che a volte non esiste. Impresari edili, negozianti, piccoli e medi imprenditori, ristorazioni, bar e tanto altro ancora lottano per sopravvivere e non sempre ci riescono. Rate, anche, da 100 Euro per me vanno bene e passo e ripasso, annoto e detraggo. Un mondo di debiti, una catena senza fine:"...non ti posso pagare finchè X non mi paga" ed allora prendi in carica anche questo debitore per farti pagare da X ...e da Y...e da Z...e così via  racimolando modeste cifre giornaliere dopo visite su visite. La sua freddezza ed il suo cinismo andrebbero molto bene per questo lavoro, ma sangue dalle rape non si può estrarre, caro Monti! Tolga sussidi, tagli al piccolo ceto anche l'aria, bruci al rogo i dipendenti pubblici, tagli sanità, ricerca, tagli ai comuni il più possibile, tolga province e qunt'altro la sua mente luciferina pensa pur di salvare e sostenere le Banche, ma non ci venga più a far ridere con la sua strana luce...che forse viene da ben altra parte che dal tunnel della recessione!

 
 
 

LADY GAGA, STRUMENTO DEGLI ILLUMINATI

Post n°96 pubblicato il 16 Agosto 2012 da stevelacaste
 

Vi consiglio di guardare questi video cercando di capire quanto a volte il successo possa essere terribile, perchè il male fa proseliti anche con la musica attraverso artisti strumentalizzati che forse troppo tardi capiranno che non valeva la pena essere famosi allontanandosi dalla salvezza eterna.

 

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 

 

a

 

 

blog.libero.it/stevelacaste

 

AGENZIA ANSA

A

 

tibetlibero.gif

 

Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero.  (Anonimo)

 

I grandi ladri mettono in prigione i piccoli. D. LAERZIO

 

I politici raramente hanno preteso d'inventare valori morali, ma hanno sempre giustificato e rafforzato quelli immorali.

CARL WILLIAM BROWN

 

Bisogna prendere il denaro dove si trova: presso i poveri. Hanno poco, ma sono in tanti.  E. PETROLINI

 

Il potere ubriaca, ed i migliori, investiti di autorità, diventano pessimi. C. CAFIERO

 

L'empirismo inglese, l'illuminismo francese, il pragmatismo americano, il pressapochismo italiano. D. RISI

 

Le banconote asciugano le lacrime meglio del fazzoletto. A. FOGAZZARO

 

E'un Paese così diviso l'Italia. Così fazioso, così avvelenato dalle sue meschinerie tribali! Si odiano anche all'interno dei partiti, in Italia. Non riescono a stare insieme nemmeno quando hanno lo stesso emblema, lo stesso distintivo. Gelosi, biliosi, vanitosi, piccini, non pensano che ai propri interessi personali. O. FALLACI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

I MIEI LINK PREFERITI