Creato da schik1 il 30/05/2011

Silvana Scognamiglio

Se ami la lettura, svolta a sinistra, vai in fondo e rifletti. Hai appena terminato di leggere il testo che ti piace. Teatro, Musica, Danza, le basi per una vita migliore e di qualità.

Messaggi del 20/07/2012

Per le mogli deficenti...

Post n°195 pubblicato il 20 Luglio 2012 da schik1

Alla mia vera nemica, la sua sola nemica suggerisco di riflettere su quanto affermo.

Non sono come te che si fa mettere incinta dall'uomo di posizione incastrandolo per poi sposarlo;

non mando amiche zozze a sfasciare i matrimoni altrui.

Sei lesbica? Nutri una forte attrazione fisica per me? Perchè mandi amici tuoi "uomini" per sapere come sono? Sappi che le donne mi fanno schifo, tranne che per essere mie amiche :)

Non rubo progetti altrui! 

Se fossi stata marcia come te me lo sarei portato a letto tuo marito perchè ... perchè sono fatti miei!

Per fortuna non sono come te, marcia, falsa, bugiarda e subdola.

Onde evitare DAVVERO fraintendimenti e critiche inutili, riferisco che essendo una scrittrice faccio sano uso della parola.

Mi irrita il verbo sostantivato "ARRABBIATA" perchè non si addice a noi umani, semmai alle bestie. La persona in questione per me lo è, quindi potete rivolgerle queste domande:

Perchè sei arrabbiata con Silvana?

Cosa ti ha fatto per vendicarti così?

Vediamo se si irrita. Questa è logica altrimenti scusate, risponderò come conviene. :)

 
 
 

 

GRAZIE SERGIO ALESSI

Ma dove va questo amore nascosto,

va dove ha deciso di andare.

Maggio 2015.

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: schik1
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 46
Prov: NA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

schik1apungi1950fenice_2015latortaimperfettaelio_celantpsicologiaforenseshantjediogene51SOL57DSfugattoficcanasoMarquisDeLaPhoenixpaperino61toombraeventogattoselavatico
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Una volta, nel tratto Napoli-Milano, notai i capelli di una donna che parlava con una ragazza. Erano così arruffati e sciupati, che dava l'impressione di una closhar. Giuro. Poi, allontanando l'interesse dai suoi capelli, iniziai ad ascoltare la loro conversazione. Appresi con meraviglia e trasalii che di ella, trattavasi di una professoressa universitaria di Filosofia, plurilaureata e scrittrice, che discorreva sapientemente con la giovane donna, sua interlocutrice avvezza, di trattati filosofici moderni. Aveva una padronanza di linguaggio e una discorria latente che permeava di loquacità, in tutto il vagone. Ad un certo punto eravamo, noi passeggeri, zitti ad ascoltarla con interesse. Che fossero quei capelli arruffati a contenere cotanta saggezza? Pensai. Ebbene, da lei ho preso il buon esempio di essere arruffata, casomai i miei pensieri dovessero abbandonarmi da un momento all'altro! Schik

 

LA VITA È...

quando è pronta la cena e Barone col muso mi viene a chiamare,

quando Roberto suona al piano, la vita è adesso,

quando mi trovo in un posto e mi sembra di stare in un ricordo

quando sono giù e invece le cose si mettono meglio

quando un'amica mi chiama amore!

quando un'amica mi dice come stai, mi sei mancata.

 

Le foglie sono cadute al suolo.

La fiducia è perduta

l'amaro in bocca resta.

Mi guardo attorno e osservo

già la luce che il riverbero esalta

sei tu, ombritale che si allontana

lasciando posto alla vita.

 

Elvis Costello.

Quando osservo il suo sguardo, il suo volto

ricordo te, uomo indimenticabile.

Indimenticabile, davvero.

Grande personalità.