Il vero amore... non si incontra MAI!

Post n°62 pubblicato il 19 Luglio 2009 da sciupi2008
Foto di sciupi2008

Cari amici,

ebbene si, é con una frase piena di ottimismo e di buone speranze  che ho intitolato questo post. Devo dire che sono fortemente influenzato nelle scrittura di queste inutili righe dalla mia padroncina, già poco ottimista di natura, ma che ultimamente il fato avverso e infame ha reso ancora più scettica e sfiduciata sulla possibilità di incontrare l'altra metà della mela o anche una metà non proprio complementare, anche di un frutto diverso andrebbe bene.

Alla base di questo annoso problema, dopo un analisi accurata, la mia sventurata padroncina è giunta alla conclusione che le cause sono riassumibili in ben 3 punti cruciali:

1) Aspettative troppo elevate. Ebbene cercare l'anima gemella bella, intelligente, simpatica e pure generosa è pura, purissima utopia. Bisognerebbe abbassare la posta, rinunciare a qualcosa. Generosità, mica è cosi' indispensabile? oggi noi donne lavoriamo, abbiamo modo di comprarci quel che vogliamo e quindi chi se ne frega se il nostro lui è tirchio in canna! simpatia, bè su quella non farei sconti, è indispensabile altrimenti sai che noia!! bellezza e intelligenza, si possono trovare delle ragionevoli vie di mezzo!!

2) Società moderna. Con tutte le sciaquette spudorate che sono in circolazione oggi, senza pudore e vergogna oramai circolanti liberamente anche online, se uno incontra problemi chi se ne frega di risolverli... avanti un'altra! E qui si ritorna alla riflessione di un post precedente su quanto fosse tutto più semplice un tempo, quando bastava lasciare un foglietto scritto a mano sotto una pietra e aspettare che l'amata lo leggesse trepidante... ah se ci fosse la macchina del tempo!

3) Uomini e donne. Perchè ci credo che se ci sono questi programmi deficienti da mentecatti (peraltro seguiti molto anche da piccoli e medi uomini)  dove il tipetto di turno, vestito come la moda comanda, assapora decine di ragazze come se fossero vini e lui un sopraffino sommelier, mica ci si può aspettare che abbia una qualche forma di profondità nascosta chissà dove? E purtroppo di questi tipi ne circolano davvero parecchi, povere noi!

Quindi in conclusione l'amore è da scartare, bisogna accontentarsi di un surrogato o della beata singletudine; e, per rgazze cresciute col mito di Pretty Woman,  è dura da accettare.

Di questo passo la mia povera padroncina sarà corrosa dall'acidità, diventerà una vecchia bisbetica che al mattino esce col portafoglio in mano e con l'obbiettivo di litigare col fruttivendolo per il prezzo troppo caro delle mele o criticare aspramente gli innamorati per strada... per fortuna ci sono io a consolarla e quando posso le dò un tuzzino di sfuggita.

Ma spero, spero vivamenete che queste acide teorie, dettate da un momento di sconforto, possano essere smentite... ebbene sopravvive sempre un germoglio di romanticismo anche quando tutto è perduto... la speranza è l'ultima a morire e noi moriremo con lei e che c...aspita!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Saturno contro, ma di passaggio

Post n°61 pubblicato il 12 Luglio 2009 da sciupi2008
 
Foto di sciupi2008

Cari Amici, oggi la mia padroncina leggendo il giornale, si è imbattuta in un articoletto alquanto inquietante... queste poche righe di giornale recitavano che il 35% degli italiani che possiedono un pet (un animaletto come il sottoscritto) ricerca nel web notizie e curiosità che lo riguardano, alimentazione corretta, igiene etc... ma anche si prendono la briga di andare a leggere l'oroscopo che li riguarda, per capire come butta oggi e cosa dovrebbero fare per assecondare gli influssi astrali del loro adorato animaletto!

Cosi' la mia padroncina, che (anche se non ci crede) se le capita un oroscopo sottomano lo legge sembre (se non altro per consolarsi con le confortanti parole : venere in aspetto positivo, farai stragi di cuori, sex appeal alle stelle...ma quando maiiiiii!!!! ) è corsa a leggere il mio oroscopo!

Io sono un tenero micetto biondino nato sotto il segno dello scorpione e sul sito astroconsulti nella sezione oroscopo per animali ha letto quanto segue in forma riassunta: "deve essere lasciato libero di vivere i suoi istinti che si sono affievoliti con il contatto umano!"   Bene se non altro non c'era scritto che avevo bisogno di rinnovare la mia protezione antipulci con quelle gocce urticanti o che bisognava spazzolare il mio ispido pellicciotto! Cose ben più veritiere ma molto meno piacevoli dello scorrazzare nel prato lontano da appiccicosi abbracci, con questo caldo poi...

Inoltre, sempre nell'ambito degli oroscopi (che in questo periodo di incertezze sono sembre più consultati per disperazione), mentre era dal parrucchiere, in un attesa estenuante dopo aver letto circa 5 riviste con i relativi oroscopi che riportavano sempre questo aspetto positivo di venere (che a quanto pare non ha effetti solo su  quella sfigata della mia padroncina) si è imbattutta in Novella 2000! Rivista notoriamente piena di preziosi approfondimenti, anch'essa con l'oroscopo nella pagina finale; questa volta ancora più dettagliato con la suddivisione in: oroscopo per Lei, Lui e Gay! Wow! Che rivista all'avanguardia! Poteva inserire però anche Lei, Lui,Gay, Bisex e Pet. Così ognuno avrebbe avuto la sua buona dose di consigli, compresi gli incerti...

Ora essendo uno scorpioncino, amo la natura e gli spazi aperti, non amo le costrizioni e i legami appiccicaticci, per cui ora vi lascio per andar a correre sotto il sole cocente di Luglio e stendermi sotto un alberello al fresco a riempirmi di pulci....  bye!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Non c'è tempo da perdere

Post n°60 pubblicato il 04 Luglio 2009 da sciupi2008
 

Finalmente un minuto di tempo per poter scrivere qualcosa... chissà perchè in passato quando non esistevano automobili, telefoni, tantomeno cellulari e internet, e per far recapitare un messaggio bisognava salire in groppa ad un cavallo, attraversare praterie, campagne assolate e una volta giunti sul posto consegnarlo a mano a qualcuno di fidato, sperando che il sigillo in cera restasse integro fino a che l'importante missiva fosse giunta tra le mani dell'interessato..dicevo, chissà perchè c'era anche il tempo di fare tante altre cose: dipingere, conversare nei salotti bene, stare ore sullo scrittoio per buttare giù due parole all'amato, col pennino intinto di inchiostro, senza la possibilità di cancellare gli errori col tasto CANC! , farsi l'amante e scappare nel pagliaio a copulare, lavare le robe a mano, mettere in piega i capelli scaldando un ferro sui carboni ardenti, impiegare ore ad allacciare conturbanti corpini, incipriarsi il naso con la polvere ecc...

Oggi invece, con tutte le comodità della nostra società, non c'è più il tempo di fare nulla... leggere un libro sembra diventato un lusso; la mia padroncina riesce a leggere solo in treno, cosi' quando deve viaggiare prende l'intercity col maggior numero di fermate e spera sempre in un ritardo di almeno un'ora per poter concludere il libro e , cosa che non guasta, chiedere il rimborso spese alle ferrovie dello stato....

Cosi' anche scrivere un post richiede tempo prezioso che non si riesce a trovare, ma che ne avremo mai fatto del tempo? ci sono alte probabilità che nell'arco della giornata facciamo molte cose stupide e inutili, che ci rubano spazio per fare altro, e ci sono altissime probabilità che queste cose siano alcune delle seguenti:

-accendere il computer ogni giorno,controllare la posta e perdere minuti preziosi a cancellare email insulse pubblicitarie o di bancoposta fasulli che vogliono solo scipparti i dati di accesso

-perdere tempo a cancellare le catene di sant'antonio che un amica ti manda quasi quotidianamente, senza prima avergliele rigirate perchè di solito nella parte finale recitano: "mandala anche a chi te l'ha inviata se è per te un caro amico", e tu non vuoi certo provocare la suscettibiltà della tua amica non ricambiando questo singolare gesto d'affetto

-accedere a quell'immensa perdita di tempo che è facebook, dal quale e meglio scappare finchè si è in tempo e finchè il tuo panettiere non ti chiede l'amicizia, perchè in quel caso dovresti necessariamente accettare per non provocare anche la suscettibiltà di quest'ultimo e cosi' dover rinunciare agli assaggini di focaccia quando vai a comprare il pane

-Vedere Beautiful! non più di 10 minuti di straziante soapopera in verità, ma quanto basta a capire che o lo vedi o non lo vedi è lo stesso, Brooke torna sempre con Ridge, Taylor è sempre cornificata e Bridget ha la sfiga addosso e non troverà un uomo decente neanche fra cent'anni (come si identifica in questa sfortunata ragazza la mia padroncina!!)

- Parrucchiere: quando effettivamente si può andare, e nonostante si abbia l'appuntamento c'è sempre quell'ora e mezza di attesa che impieghi ad aggiornarti sugli ultimi gossip

-Palestra: utilissima per mantenersi in forma per carità, se non si perdesse tempo sulla cyclette a guardare i video di Beyoncè o a chiacchierare con un amica adagiata apaticamente su una panca scrutando il muscoloso di turno , o nello spogliatoio a cercare di rendersi nuovamente presentabili sempre se si è fatto qualcosa.

-Sempre restando nell'ambito della cura del corpo, c'è una mezz'ora o più che molte ragazze, soprattutto in questo periodo dell'anno sprecano inconsapevolmente, è la mezz'ora impiegata a spalmare la Somatoline o quant'altro con movimenti circolari dall'alto in basso... tanto ragazze la cellulite non passa neanche con le cannonate, neanche se sotto i piedi avessimo costantemente un tapis roulant, tanto vale impegare quella mezz'ora a scrivere un post su quanto tempo si perde ogni giorno!

Infine, io che sono un micio ve lo posso dire con certezza, non c'è miglior tempo sprecato di quello che si impiega a farsi un pisolino... almeno si viaggia col la mente e al risveglio si è più lucidi ed efficienti di prima!

 

Si vive solo il tempo in cui si ama

Claude-Adrien Helvetius

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A volte ritornano...

Post n°59 pubblicato il 21 Giugno 2009 da sciupi2008

E' passato più di un mese (1 mese, 11 giorni, 7 ore, imprecisati minuti..) dalla mia decisione di abbandonare questo blog. E' stata una scelta non facile, molti pensieri mi hanno bombardato la testa, dubbi, incertezze, insoddisfazioni...voglia di nuovi stimoli e cambiamenti... Ma quel giorno di un mese e 11 giorni fa ho deciso di dire basta, e cosi' è stato.

Oggi, però, complice il maltempo, oppure la necesità di scrivere qualcosa, ho deciso di riaprire questa pagina e rinnovare tutto... togliere un pò di polvere e dar nuova vita a questo blog, una rinfrescata e magari...magari...ricominciare a scrivere... Ebbene si perchè come diceva qualcuno solo i cretini non cambiano idea!

Quando ho preso questa decisione sono entrato nel blog è ho visto l'icona dei messaggi lampeggiare... c'erano diversi messaggi di una mia amica, Anna qualcosa, che si scusava della sua assenza, neanche s'era accorta che me n'ero andato! e poi c'era un messaggio di una mia cara amica che  mi ha fatto immensamente piacere e che, nonostante mi fossi allontanato, ho continuato con interesse a seguire. Cosi' ho deciso di riprendere in mano questa barca e anche se la mia presenza non sarà assidua ...bè continuerò ad esserci (non nascondo che spero che questa mia falsa partenza abbia allontanato i parenti spioni che hanno contribuito a far spegnere la mia ispirazione).

Bon, ora vado, ci risentiamo presto....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Ai miei cari amici

Post n°58 pubblicato il 09 Maggio 2009 da sciupi2008
Foto di sciupi2008

Cari amici,

è da tempo che rifletto su una cosa importante; già dal post scorso i più attenti di voi avranno capito che in me qualcosa stava cambiando... non sono più lo stesso micio spensierato, che parlava di uccellini e farfalle, stagioni e spensierate dormite. Oggi qualcosa manca, ho bisogno di riflettere, non mi sento più lo stesso felino  di quando ci siamo conosciuti.  Quando tutto era semplice e leggero ed era divertente conoscersi, scambiarsi opinioni e raccontarsi esperienze, oppure semplicemente salutarsi con un ciao o un abbraccio che nascondevano tanto affetto e voglia di non lasciarsi.

Oggi sento di essere ad una svolta, e no, no... non c'entra nulla facebook, non c'è un'altro blog... sono io che ho bisogno di star solo.

Senza tergiversare oltre, con questo post volevo salutarvi tutti... ebbene si questo è il mio ultimo post, poi uscirò di scena. E' giusto che sia cosi', che me ne vada salutando anche se con amarezza; sarebbe stato da codardi sparire senza dare spiegazioni, avrei lasciato in balia del dubbio troppi miei cari amici che non meritano un trattamento del genere.

In particolare vorrei salutare Anna1964 per la costanza con cui manda messaggi di buonanotte,buongiorno,buonpomeriggio e buon finesettimana, auguri e tanti altri pensieri sempre gentili e premurosi, il tuo blog è un angolo di purezza e serenità in questo mondo caotico.

Un saluto va anche a gattabgm, unblogaquattrozambe la tua pagina è sempre la più lenta a caricare grazie alla ricchezza di immagini fantasiose che inserisci,  a marmotta fayaway sparita anche lei non si sa perchè, spero tu torna ad allietare le nostre letture, i tuoi post sono davvero spassosi e non farti scappare quella perla del tuo ragazzo, le mie padroncine si sono sempre identificate nelle tue vicissitudini! Infine, una saluto a tutti coloro che non ho nominato ma che mi sono comunque a cuore.

Non proseguo oltre questo straziante addio, il mio pelo è già umido di lacrime e se le mie padroncine dovessero vedermi in questo stato si preoccuperebbero, quindi chiudo senza aggiungere altro. Proseguirò la mia vita di micio perbene e ogni tanto mi soffermerò alzerò gli occhi al cielo e accecato dal sole penserò ai momenti passati insieme,

con eterno affetto 

Sciupi 


E' oggi: tutto l'ieri andò cadendo
entro dita di luce e occhi di sogno,
domani arriverà con passi verdi:
nessuno arresta il fiume dell'aurora.

Pablo Neruda

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

BUCO NERO

Post n°57 pubblicato il 19 Aprile 2009 da sciupi2008

 

Vorrei dedicare questo post a tutte le persone che conosco, che mi conoscono e che hanno scoperto l'esistenza di questo piccolo spazio e lo vengono a visitare... spero non spessisimo.

Il vantaggio di un blog è quello di poter usufruire dell'anonimato e di poter dire qualsivoglia cosa liberamente, provocatoria o banale, semplice, casuale, tutto viene fuori scioltamente senza costrizione, persino in modo più fantasioso. E' come se si avesse accesso a una parte della nostra mente chiusa e abbandonata negli anni, a causa del maturare, del crescere delle responsabilità e dell'aumentare delle inibizioni. Con un blog ci si può liberare, sfogarsi, può risultare persino terapeutico, e poi si possono conoscere tante persone che come te si sfogano in questo spazio. Ma, tutto ciò svanisce quando, non ricordo neanche come, le persone che frequenti nella quotidiana vita vengono a conoscenza di questo spazio e si divertono persino a leggerlo. Allora cerchi di continuare disinvoltamente a scrivere come prima, ma digitando sulla tastiera ti rendi conto che tasto dopo tasto i tuoi pensieri non sono più cosi' liberi... continui a pensare e se xxx leggesse queste parole che penserebbe, e se yyy si sentisse offesso e pensasse che parlo di lui/lei? Allora crescono in te lentamente quelle inibizioni quotidiane, smetti di essere cosi' libero e inizi a parlare di... cavolate, del tempo, della primavera etc... non che le cose che dicevi prima fossero di cosi' gran spessore, ma sicuramente erano più spontanee.

E' questa l'anticamera dell'aborto dell'ispirazione, già non molto spiccata a causa della mancanza di tempo. Posso dire di avere quel blocco tipico che capita ad ogni cosa quando si supera l'entusiamo iniziale, oppure di avere esaurito le stupide banalità da raccontare, dovrò forse darmi alla scrittura impegnata? parlare di temi di attualità che non siano pulci o polpette avvelenate dei vicini? naaaaaa... neanche per sogno. Forse dovrò solo attendere che questo momento passi, cercare altra ispirazione o chiudere il blog.... naaaa neanche per sogno!

Con affetto, 

sciupi in stato confusionario

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

come cambiano le giornate di un tenero tigrotto

Post n°56 pubblicato il 12 Aprile 2009 da sciupi2008
Foto di sciupi2008

Ciao amici! Un tenero tigrotto come me, semicasalingo, amante della natura e degli esserini che la abitano (mi riferisco a quelli volanti e striscianti... e alle mie padroncine!) avverte subito quando qualcosa cambia nell'aria, quando incomincia a sentirsi quell'arietta tiepida, quando si vedono i primi boccioli e dal terreno l'erbetta sembra crescere più rigogliosa e forte che mai.... e quegli adorabili fiorellini a campanula giallini, così odorosi che ogni volta che ci passo da vicino non posso che annusarli e sfiorarli col musino! Quant'è bello quando le ore di luce aumentano e posso godere del tepore del sole appollaiato sul muretto di cinta della mia casa mentre osservo la vita che scorre, il vento che soffia, le lucertoline passare, le prime graziose farfalline...insomma la primavera è qualcosa di straordinario e noi mici che siamo più in sintonia con la natura la avvertiamo ancora di più! Difatti il ritmo delle mie giornate cambia radicalmente e le mie padroncine sono, loro malgrado, costrette ad abituarvisi!

TIPICA GIORNATA INVERNALE: mi sveglio verso le 7:30, faccio colazione esco a far pipì e rientro dopo due minuti cronometrati, mi sistemo vicino al camino, opportunamente riavviato dal padre delle mie padroncine mentre ero a far pipì, e dormo tutto d'un tiro fino all'ora di pranzo quando il profumo di cucinato mi sveglia. A quel punto già che sono sveglio mangio qualcosa di leggero e vado a schiacciare un pisolino sul letto delle mie padroncine possibilmente in loro compagnia e dopo averle fatto qualche coccola. Verso l'ora di cena faccio il mio pasto principale, esco per fare i bisognini, 3 minuti cronometrati e rientro stanco distrutto per rimettermi vicino al camino e dormire fino all'indomani.

TIPICA GIORNATA PRIMAVERILE O AUTUNNALE: Quando il sole è oramai tiepido, dopo una breve colazione a base di latte, crock e coccole, saluto le mie padroncine ed esco. Una volta fuori faccio con comodo i miei bisognini, mi stendo al sole, passeggio e vado a salutare le gatte vicine di casa. All'ora di pranzo torno a casa, dopo aver ricevuto qualche rimprovero per essere stato troppo tempo fuori casa, pranzo e mi vado a stendere sui gradoni davanti alla porta di casa, in modo che le mie padroncine possano tenermi sott'occhio e si sentano rassicurate. Sul calar del sole faccio un altro giro, un bisognino e rientro per cenare e dormire lontano dall'umido della sera.

TIPICA GIORNATA D'ESTATE: Il forte caldo mi impedisce di dormire dentro casa, nonostante l'aria condizionata, opportunamente dosata dal padrone di casa, preferisco dormire all'esterno, sulla veranda su cui si affaccia la finestra della camera da letto delle mie padroncine, in modo che possano sentire la mia presenza anche di notte e anche se son fuori. Al mattino mi affaccio in casa per mettere qualcosa sotto i denti, ma non amo essere toccato nè coccolato, odio le mani sudate e appiccicaticce che toccano il mio pelo! Riesco per stendermi al fresco e rientrare solo di sera per cenare, fare due coccole veloci alle mie padroncine e rassicurarle sul mio stato di salute, ma  subito dopo esco fuori per stendermi sul fresco pavimento e magari passerggiare per trovare qualche animaletto notturno da sgranocchiare in giro.

Sono un micio piuttosto noioso, lo ametto, ma d'altra parte da quando non ho più interesse per le micie le cose da far in giro sono poche, non devo corteggiare, fare a pugni con altri gatti, girarmi il quartiere per marcare il territorio, andare in giro a cercare compagnia... non che mi dispiaccia, ma forse ... chissà.... se quel giorno non mi avessero...... probabilmente oggi sarei un altro micio!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Arieccoci!

Post n°55 pubblicato il 14 Marzo 2009 da sciupi2008
 
Foto di sciupi2008

Ciao amici! E' davvero tanto tempo che non scrivo sul mio blog, difatti quella lavativa della mia padroncina addetta alla stesura di questi assurdi e assolutamente inutili post si è evidentemente dedicata ad altro... La colpa non è di facebook o almeno non direttamente... infatti quel micidiale strumento di socializzazione possiede all'interno altre forme di dipendenza  ossia dei famigerati giochi che ti mettono vergognosamente in competizione con i tuoi pseudoamici. Premetto che la mia padroncina ha una vita sociale normale, si reca ogni giorno a lavoro per circa otto ore giornaliere, pranza e cena normalmente, circa altre due ore giornaliere, a volte segue corsi di aggiornamento, legge qualcosina, dorme dalle 8 alle 9 ore al giorno, nel fine settimana non è inconsueto un coma di 12 ore per notte (si sa la migliore prevenzione per l'invecchiamento precoce è una bella dormita); quindi il tempo che effettivamente riesce a dedicare agli svaghi online non supera un'ora scarsa al giorno. Fatto sta che proprio su facebook è incappata in una trappola terribile, un gioco chiamato "geo challenge" che mette alla prova le tue conoscenze geografiche con 4 diverse prove: una in cui devi riconoscere le bandiere, una in cui dalla forma devi riconoscere la nazione, in un'altra la giusta locazione delle città e infine l'ultima ti chiedeva di collocare al giusto posto dei monumenti; il tutto ovviamente con un cronometro che scandisce il tempo a disposizione e il punteggio ottenuto. Sul lato destro, poi, puoi intravedere le facce sorridenti  dei tuoi amici che hanno fatto lo stesso gioco con risultati eccezionali, e ogni volta che finisci una partita in base al punteggio ottenuto in una nuvoletta compare un insulto di vario genere, sempre meno pesante quanto più è alto il punteggio. Un pò come quei programmi di dimagrimento o di ginnastica che ti incitano con frasi del tipo: Bravo ce l'hai fatta! Continua così se vorrai ottenere dei risultati decenti!  Ebbene, un giochino simpatico e vagamente istruttivo, un modo per svagarsi e non pensare alle noie quotidiane. Se non fosse che la mia padroncina ha visto sul lato destro dello schermo del suo pc la faccia di un suo ex compagno di liceo , il più figo, simpatico e intelligente della scuola... all'epoca tutte gli andavano dietro, dalle più piccole alle più mature, tra le altre cose era anche una specie di secchione senza la bruttezza tipica di questi. Avveva ottimi voti, gli bastava seguire la spiegazione per sapere già tutto, neanche studiava a casa, il pomeriggio andava a giocare a calcio o pallavolo o si dedicava ad altro... Immaginate il rancore covato in quegli anni dalla mia padroncina, che, costretta a portare terribili occhiali da vista doppi e l'apparecchio ai denti doveva anche studiare per circa 4/5 ore a pomeriggio per avere una pagella decente e ovviamente non era neanche lontanamente considerata da cotanta beltà e sconfinata intelligenza. Così, ritornando al gioco di facebook, quando ha visto quel viso con quel nome con sotto un punteggio stellare non ci ha visto più! E no, non poteva essere che anche nel privato del suo pc  dovesse sentirsi umiliata come in quegli anni!!! Doveva assolutamente superare quel punteggio e far si che sullo schermo del pc di quel bullo apparisse con un punteggio superiore e lo umiliasse con la sua faccia sorridente. Penserete che è alquanto stupido e a tratti da smidollati accanirsi in queste inutili sfide che molto probabilmente non  avrebbero sortito alcun effetto in quell'essere dotato di poteri paranormali, gonfio di autostima e self-confidence. Tuttavia la mia padroncina, con la sua autostima conquistata duramente dopo aver elimato l'apparecchio ai denti ed aver adottato le lenti a contatto ed essersi laureata e tante altre cose, sentiva il bisogno di questa sfida, di questa simbolica vincita, un piccolissimo orgoglio che le avrebbe dato un breve, ma intenso momento di felicità. Così si è accanita e grazie all'ausilio di un mouse superveloce  e di tanta concentrazione, ha brillantemente superato il punteggio del bullo! Che gioia!

Speriamo adesso si dedichi di più a me e al mio blog, e soprattutto la smetta di parlare di se nei post del MIO blog!! -azz!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Da GIUANN SEMP TANT

Post n°54 pubblicato il 14 Febbraio 2009 da sciupi2008

Cari amici,

 

quest'oggi vi parlerò di un posto qui dalle mie parti dove si può mangiare della favolosa pizza e passare una spensierata serata in compagnia... certo il locale è piuttosto rustico, spartano, senza pretese, sedie di plastica bianca, tavoli uno diverso dall'altro, non ci sono insegne e il tutto è più simile ad un garage che ad una pizzeria; ma il conto compensa le altre mancanze: pizza+antipasti+bevande = 5 euro... sempre (da qui il nome, Giuann è il proprietario), indipendentemente dalla quantità di cibo che riesci a trangugiare, dal tipo di bevande con cui preferisci annaffiare la pizza e incredibile, ma vero, il tutto è anche squisitamente buono! Ha quel sapore di cose genuine, di cose tipiche del posto, ortaggi nostrani, mozzarella locale, salsa fatta in casa... come se stessi assaporando una pizza fatta dalle amorevoli mani di una premurosa mamma! poi assaporare la birra in familiari bicchieri assortiti e utilizzare dei comuni tovaglioli di carta contribuisce a rendere il tutto ancora più accogliente e familiare appunto.

 

Vi chiederete come fa il gestore di questo locale a sopportare le spese se il tutto è a "prezzo di costo" per non dire più economico. Bè le voci di corridoio narrano che questo amorevole signore abbia avviato questa attività per il solo piacere di far dar mangiare e che, quindi, il profitto non gli interessi; inoltre pare che prepari solo cose col cibo che ha a disposizione, per cui se i funghi non ci sono, niente pizza ai funghi e che nessuno si lamenti! Inoltre non è permesso ai clienti vantare pretese sul tipo di pizza che deve degustare, infatti la possibilità di scelta non è concessa, ma decide Giuann che tipo di pizza dovrai mangiare quella sera. Questo aggiunge un non so che di mistero ad una banale serata e la rende più intrigante, per non dire il sollievo che si avverte nel non dover essere costretti a prender una decisione nel breve arco di tempo di un'ordinazione; inoltre non dobbiamo negare che in questi tempi di crisi ben venga qualsiasi cosa ci permetti di risparmiare qualche eurino.

 

Bene, questo post non vuol essere una trovata pubblicitaria, anche perchè la fila all'ingresso di questo locale non sarebbe in linea con lo stile dimesso del posto, ed inoltre Giuann non penso gradirebbe, perché si rischierebbe di attirare l'attenzione della finanza che, seppur sia io un semplice micio che non sa nulla di legge, sono sicuro potrebbe trovare qualcosa da ridire...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

I miei nomignoli 1

Post n°53 pubblicato il 31 Gennaio 2009 da sciupi2008
Foto di sciupi2008

Ogni giorno sono costretto a sentirmi chiamare in mille modi dalle mie padroncine, ebbene si Sciupi non è il mio unico nome! Innanzi tutto non ricordo se vi ho mai raccontato l'etimologia del mio nome.... sciupi deriva da Sciupacchini, il nome con cui le mie padroncine chiamavano i numerosi figli della mia mamma, per chiamarli in un modo diverso e più affettuoso dell'anonimo "micini" ; inoltre chiamavano sciupa-dance il... come dire ...l 'atto d'amore grazie al quale vengono concepiti favolosi mici o meglio sciupacchini.

Cosi' quando sono nato ero chiamato come i miei fratellini sciupacchino, visto che dovevo andare in un'altra famiglia non hanno provveduto a darmi un vero nome; poi colei che doveva adottarmi non è più venuta a prendermi (vedi post del 22/11/08 ) e poichè era troppo tardi per trovarmi un altro appellativo, essendo cresciuto, il mio nome da sciupacchino è divenuto un più maturo e serio Sciupi  

Come dicevo all'inizio non è il mio unico appellativo, infatti l'affetto delle mie padroncine le porta a trovarmi ogni giorno un delizioso e ricercato epiteto .

Ne elenco alcuni:

-Biscottino arancio (dal colore di grano maturo del mio pelo)

-Tigrotto delizioso (non molto originale direi)

-Anfrattino peloso (perchè mai?)

-Panzerottino (devo dire che somiglio molto a un gigantesco panzerotto fumante e ripieno di mozzarella...mmm)

-Chicchi (il più usato per la velocità con cui viene pronunciato)

-Mucchietto di peli pulcioso (quando sono arrabbiate..)

-Vomitino (si sa ho lo stomaco delicato )

-Ciuffettino di peli profumosi (sono un maniaco della pulizia)

Questi sono quelli più in voga in questo periodo, ma ho paura che ne inventeranno altri e mi toccherà anche fare gli occhi dolci ogni volta che sento uno strano suono... è pur sempre una manifestazione d'affetto anche questa!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Social Network

Post n°51 pubblicato il 23 Gennaio 2009 da sciupi2008
Foto di sciupi2008


Cari amici, purtroppo non sono riuscito più a scrivere nulla e vi spiegherò sinceramente il perchè.

La mia padroncina che digita sulla tastiera i miei pensieri ( visto che io non posso farlo a causa dell'anantomia delle mie zampette) è stata risucchiata dal vortice, dal virus che sta purtroppo colpendo molta, moltissima gente, per il quale non esiste vaccino, non esiste cura... si sa come si contrae, ma non si sa come si debella! Tutto inizia da un calo delle difese, non immunitarie, ma di riservatezza, che comporta una irrimediabile iscrizione, semplice, veloce e indolore. Dopo essersi iscritti si apre un nuovo mondo... amicizie da allacciare, gruppi a cui iscriversi, cause da perorare, poke da inviare, baci e abbracci inviati con un semplice click del mouse. In un solo colpo si riescono a contattare un sacco di persone, vicini di casa che si salutano tutte le mattine, amici di infanzia a cui non si pensa da anni, amici più recenti ma lontani fisicamente, la mia padroncina ha visto iscritto anche il proprio medico di famiglia!!  sconcertante! Neanche lui, che ha i mezzi per difendersi e riuscito a evitare il virus... che catastrofe!

Avrete capito che sto parlando di facebook, neanche un post della mia amica Fayaway è bastato ad avvisare del pericolo, perchè si sa che per certe cose bisogna sbatterci la testa contro!! Ed ora lei, non appena accende il computer, deve vedere chi ha scritto sulla bacheca, deve fare due quiz, salutare qualche amico, curiosare nelle bacheche altrui, inserire qualche mia foto per far tenerezza hai suoi contatti e non resta molto tempo per entratre nel mio blog e aggiornarlo! Ma cosa ne sarà del mondo se tutti lo vivranno dietro una bacheca? La creatività che fine farà se sarà espressa con delle "applicazioni"? La mia padroncina si è resa conto di avere un problema è ha deciso di affrontarlo guardandolo in faccia!

Quindi si è autoimposta di:

-non superare i 10 minuti di presenza in facebook al giorno,

-non pubblicare troppe foto personali sul suo profilo, in modo da salvare quel che resta della sua vita privata

-di organizzarsi per contattare anche dal "vivo" i suoi amici lontani

-di continuare a curare il mio blog (anzi di impegnarsi a farlo meglio!!)

-di non inviare più poke perchè non si capisce bene cosa siano, ma sicuramente sono una caz...

-di iscriversi solo a gruppi che hanno un senso e sono in accordo con i suoi interessi

- di creare un gruppo che racchiuda tutte le vittime di facebook che cercano di uscirne fuori

Adesso vi pongo un quesito:

Si sa come iscriversi, ma se uno vuole cancellarsi come deve fare?

Deve eliminare ad uno ad uno le sue amicizie? cancellare foto video e quant'altro?

Fingere che non esista più una sua realtà virtuale? e semplicemente non accedervi più?

Ma tutto ciò non è alquanto inquietante... Come si fa a cancellare tutto  con freddezza, senza un rimorso, facendo finta che nulla sia accaduto... facendo finta che non ci siano più sentimenti virtuali...

Il percorso di disintossicazione sarà lungo e tortuoso, ci saranno ricadute, momenti di sconforto, ma forse... un domani...chissà!


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Evviva Epifania!!

Post n°50 pubblicato il 06 Gennaio 2009 da sciupi2008
Foto di sciupi2008

Che deliziosa festa l'epifania, la più simpatica è carina che ci sia, per svariate ragioni:
- Finalmente finiscono le feste e si torna ad una tranquilla e serena normalità, senza ospiti improvvisi, pranzi affollati durante i quali tutti mi ignorano e sono costretto a mangiare per ultimo e a non proferire miagolio per non disturbare i commensali
- Le insopportabili canzoni Natalizie sono orami fuori uso e tutte le cianfrusaglie sempre natalizie possono finalmente essere riposte in un cartone ed essere buttate in cantina ad ammuffire, fino a che, mesi e mesi di vita quotidiana non risveglino in noi quell'incomprensibile spirito natalizio di fine novembre
- C'è questa dolce befana, cosi' generosa e simpatica che nell'aspetto mi ricorda le mie padroncine in tenuta casalinga!
- Tutti sono allegri e rilassati, non c'è più questa foga di fare e strafare
- Finalmente i bambini il giorno dopo tornano a scuola e la smettono di sollazzarsi a non far nulla, schifosi fannulloni!
- Ci sono molte parole che fanno rima con Epifania e le possibilità di fare battute banali sono tante come in questo post!
Insomma evviva l'epifania che tutte le feste porta via!!
Auguri a tutte le befane e alle aspiranti tali...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'ultimo dell'anno

Post n°49 pubblicato il 28 Dicembre 2008 da sciupi2008
 
Foto di sciupi2008

Anche un'altro anno sta per volgere al termine, oramai questo è il mio quarto capodanno e devo dirvi che l'ultimo giorno di ogni anno non è che sia quello che preferisco! Botti, fuochi e tanto rumore per nulla! Neanche le mie padroncine prediligono questa giornata, ma haimè c'è da festeggiare e si festeggia!!
Vi racconterò quello che per loro è stato il San Silvestro più pittoresco in assoluto. Ometterò nomi di luoghi e di persone per non offendere nessuno e non creare malintesi.
Tutto iniziò qualche giorno prima del 31 dicembre di un paio d'anni or sono....
Come al solito la fatidica data si avvicinava, i programmi di festeggiamento erano svariati e multisfaccettati: serata in locale elegante e costoso, serata in piazza alla leggera o serata tra parenti e amici, tranquilla e serena, buon cibo e tanta spensieratezza? Si optò per quest'ultima.
Il luogo era la casa in campagna dell'amica della mia padroncina, i partecipanti parenti vari compresi nonni e fidanzati in carica. Il camino ardeva e ardeva, fin troppo, infatti la mia padroncina, vista la serata fredda e piovosa aveva pensato bene di mettere un caldo maglione a dolce vita (perchè mai si chiamerà cosi se, se sbagli giornata, può diventare uno strumento di tortura fuorilegge) color rosso fuoco, perchè si sa che l'ultimo dell'anno qualcosa di rosso porta bene. Ma sarebbe stato meglio mettere uno slip rosso, perchè quel maglione era fin troppo caldo e confortevole e fatale fu la sua postazione a tavola: la più vicina al camino, addetta a controllare che il pesce arrosto non bruciasse!! Le fiamme dell'inferno le sembravano caldo venticello di scirocco in confronto.[img]http://www.vocinelweb.it/faccine/fattedanoi/donia/08.gif[/img] Ma non doveva essere l'unica ad avvertire un eccessivo caldo quella sera, infatti anche la più anziana di tutti, la nonna dell'amica delle mie padroncine, doveva aver sbagliato abbigliamento e pensò bene di rinfrescarsi sfilandosi, all'insaputa di tutti, sotto il tavolo, le pantofole!! Fù cosi' che come gas lacrimogeno si sparvero olezzi a dir poco ripugnanti, di difficile individuazione per tutti ma non per la mia padroncine che mentre controllava il pesce aveva una visuale ben chiara di ciò che accadeva sotto il tavolo, e notò con preoccupazione che la tenera nonnina non era l'unica a cercare refrigerio dalle estremità inferiori, ma altri avevano avuto la stessa geniale idea, contribuendo al surriscaldamento del globo terrestre! Fosse solo quello a rendere la serata per cosi' dire .... ruvida, sarebbe stato nulla! La padrona di casa pensò bene che per rendere più gustosa la cena sarebbe stata buona cosa andar giù pesante con il sale e cuocere e ricuocere i vari condimenti in modo da concentrarli il più possibile. Le lenticchie sembravano in salamoia, il cotechino un frullato di salame... e per dissetare solo cocacola, aranciata, birra e vino, quest'ultimo sconsigliabile per evitare la già accentuata vasodilatazione dovuta al caldo.
Per fortuna come le cose belle, anche le cose più difficili conoscono una fine... lo scoccar della mezzanotte arrivò, si brindò con lo spumante caldo, si assaporarono le saporite lenticchie (che si dice bisogna mangiare dopo la mezzanotte per portar fortuna, nonostante si sia già arrivati al dolce) e la mia padroncina oramai esalava l'ultimo respiro, paonazza e stordita dai gas inalati, quando saluti e commiati si potè riaffacciare alla fresca brezza di un primo dell'anno da non dimenticare...
Felice Anno nuovo a tutti e optate per gli slip rossi piuttosto che per il dolcevita, non si sa mai!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

BUON NATALE A TUTTI!!!

Post n°48 pubblicato il 24 Dicembre 2008 da sciupi2008
Foto di sciupi2008

Io lo passerò vicino al camino ad ingozzarmi con tutti i miei parenti e voi?In attesa di domani faccio a tutti i miei amiconi di libero blog i migliori auguri!Miao...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Evviva il Natale!

Post n°47 pubblicato il 07 Dicembre 2008 da sciupi2008
Foto di sciupi2008

Che sono un micio spaventevole era oramai noto.
Diverse cose provocano in me un istinto alla fuga e al nascondiglio:
-La stupida voglia di scherzare della mia padroncina (lo scherzo della porta che si apre lentamente mi terrorizza letteralmente!)
-Le urla improvvise (specie quando sono intento a fare qualcosa di proibito)
-Gli ospiti inattesi (specie se sono uomini, alti e con voce possente o donne basse e con voce stridula, a loro volta impaurite da me)
-I cani (e questo mi pare ovvio)
-I rumori improvvisi
Ma quest'anno ho scoperto che esiste un'altra cosa che mi spaventa tantissimissimo, l'ho vista per la prima volta quest'anno perchè l'anno scorso per ragioni di spazio non si era impossessata della mia casa!
E' l'ATMOSFERA NATALIZIA!!!
Stelle di natale di ogni genere (la madre delle mie padroncine ha il pollice verde e ama circondarsi di cespugli fiorati), festoni, candele e quel famigerato albero che col pollice verde non c'entra nulla ... alto, verde, addobbato con palline colorate, le mie padroncine hanno privilegiato quelle dorate e panna, con nastri sempre dorati e un pò alternativi arricchiti con grossi fiori sempre... dorati! In più la cosa che credo mi incute più timore sono quelle lucine, tante, immense che possono fare ben otto tipi di variazioni luminose !! Una sciccheria!! Le mie adorate padroncine conoscendo la mia tendenza alla fuga di fronte a cose sconosciute mi hanno avvicinato all'albero con tatto e delicatezza, tra le loro braccia mi sentivo al sicuro, ma, man a mano che ci avvicinavamo a quella costruzione pazzesca il mio cuoricino batteva sempre più forte, le mie unghia retrattili uscivano dai polpastrelli e affondavano nel morbido maglione della mia amorevole accuditrice, il mio atletico corpicino si irrigidiva e i miei occhioni erano spalancati e sinistramente ipnotizzati da quel misterioso gioco di luci.
Primo o poi mi abituerò a questa presenza in casa, non farò più caso al fruscio delle palline sull'albero e all'atmosfera per me agghiacciante di quelle lucine... ma nel frattempo mi tengo alla larga dall'albero di natale e me ne sto tranquillo nel mio cesto vicino al camino, dove l'atmosfera natalizia non è ancora arrivata!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

 



L'ora esatta di Sciupi
 

fotomontaggio

 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Ultime visite al Blog

cassetta2AncientroseFayawayrbt2008unamamma1sciupi2008ximoxcreazioniuniche0Janis.J0fede1390iouomo.mmsancemichimitchitalyscenerydesignPACCAGNELLINO