Community
 
Semeyaze
   
 

Oceano e stelle

non si puo descrivere l'anima di qualcuno, e vederla non basta..bisogna viverla

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

immagine

  • Nobile è chi sa di bosco e di fiume
  • Guerriero chi non attende la fine
  • Mai le mie chiome saranno bianche
  • Mai le mie membra saranno stanche
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

immagine

 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, il colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce. Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante. Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

(Pablo Neruda)


 

 

Post N° 89

Post n°89 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da artemide_rp
 

 

immagineÈ una bella donna, di ricca nuca, e lascia che la sua chioma fluisca nel vino... Le unghiate dell'amore e i veleni della bisca scivolano e si smussano al granito della sua pelle. Ride della Morte e si beffa del Vizio, quei mostri la cui mano, sempre pronta a raschiare e falciare, ha rispettato nei suoi giochi distruttori la rude maestà del corpo sodo e dritto. Incede come una dea, riposa come una sultana; ha nel piacere la fede dei maomettani, nelle sue braccia spalancate, che il seno colma, richiama con gli occhi l'intera razza umana. Crede, sa, questa vergine infeconda, e pure necessaria al cammino del mondo, che la bellezza del corpo è un dono sublime capace di trovare un perdono a ogni infamia. Ignora Inferno e Purgatorio; quando verrà l'ora d'entrare nell'oscurità della Notte, fisserà la Morte senza odio né rimorso, come un neonato.

Allegoria, da: I fiori del male, Charles Baudelaire 

 
 
 

Post N° 88

Post n°88 pubblicato il 10 Febbraio 2007 da Semeyaze

immagineUrla come una fiamma urla quando avvolge il mondo, urla senza emettere fiato,

Nel principio dei nostri pensieri solo illusioni che chiamiamo certezze , nessun volto dietro il tuo ricordo, occhi brillano nel cuore del buoi, cuore che ha guadagnato privando i suoi ospiti..

Il Male è quella oscurità che ti priva dell'anima, avendo le esembianze dei tuoi sogni.

Rinunciare A dio , per abbracciare le tenebre e perdere per sempre il cuore..

Il diavolo esiste, ma non ha nome, se non quelli stessi Del nostro Fedele dio che tanto ci ama.

Come un cane vago nella luce, mi siedo alla tua soglia, e ogni mia richiesta , è accolta da te.. poiche sono il tuo figlio prediletto..

Poiche sono il tuo primo genito...

....

Ho scalato una montagna ripida, molto alta.. non ero li per farlo, ma l'ho fatto.. nn avevo nulla niente guanti, anche se la neve era li.. ne scarpe adatte,, solo le mi nude mani, e il rantolio del mio fiato... mi sembrva di essere braccato da una fiera.. ma solo a meta della scalata capi che ero io.. dovetti sprofondare con tutta la mia forza le mani nel fango nella neve,, nella roccia..i rovi mi tagliavano le carni.. non potevo tornare in dietro, la discesa era più ardua della salita... salivo in fretta come inseguito.. la vetta era sempre più vicina.. ma avevo la sensazione che si allontanava, da vicino avevo più cognizione delle distanze...

Mi sentivo svenire.. non l'avevo mai fatto prima...e non potevo non farcela...

arivato sotto la punta, era il momento più rischioso, ero stanco...ferito,e la scalata era non so come dirlo, non dritta, ma l'estremita, la fine era verso fuori...

Un pettirosso, o cos'altro mi si avvicino.. non aveva freddo Lui..

E mi disse con passo danzante, quale era la venatura di quella vetta...

Davanti a me.. Tutto...

immagine

Urlai in silenzio profondamente, e so che ogni essere di questo mondo, anche se non ha voluto, mi ha Udito.. e non lo dimenticherà mai....

Semeyaze

 
 
 

Post N° 87

Post n°87 pubblicato il 02 Febbraio 2007 da oz8

questa canzone ha fatto da colonna sonora a molte mie serate... qualche anno fa... stasera la riascolto .... buona serata dani.. morgana

 
 
 

AL LETTORE

Post n°86 pubblicato il 25 Gennaio 2007 da Semeyaze
 
Foto di Semeyaze

 La stoltezza, l'errore, il peccato, l'avarizia, abitano i nostri spiriti e agitano i nostri corpi; noi nutriamo amabili rimorsi

come i mendicanti alimentano i loro insetti.

I nostri peccati sono testardi, vili i nostri pentimenti; ci facciamo pagare lautamente le nostre confessioni e ritorniamo

gai pel sentiero melmoso, convinti d'aver lavato con lagrime miserevoli tutte le nostre macchie.

È Satana Trismegisto che culla a lungo sul cuscino del male il nostro spirito stregato, svaporando, dotto chimico, il

ricco metallo della nostra volontà.

Il Diavolo regge i fili che ci muovono! Gli oggetti ripugnanti ci affascinano; ogni giorno discendiamo d'un passo verso

l'Inferno, senza provare orrore, attraversando tenebre mefitiche.

Come un vizioso povero che bacia e tetta il seno martoriato d'un'antica puttana, noi al volo rubiamo un piacere

clandestino e lo spremiamo con forza, quasi fosse una vecchia arancia.

Serrato, brulicante come un milione di vermi, un popolo di demoni gavazza nei nostri cervelli, e quando respiriamo, la

morte ci scende nei polmoni quale un fiume invisibile dai cupi lamenti.

Se lo stupro, il veleno, il pugnale, l'incendio, non hanno ancora ricamato con le loro forme piacevoli il canovaccio

banale dei nostri miseri destini, è perché non abbiamo, ahimé, un'anima sufficientemente ardita.

Ma in mezzo agli sciacalli, le pantere, le cagne, le scimmie, gli scorpioni, gli avvoltoi, i serpenti, fra i mostri che

guaiscono, urlano, grugniscono entro il serraglio infame dei nostri vizi,

uno ve n'è, più laido, più cattivo, più immondo. Sebbene non faccia grandi gesti, né lanci acute strida, ridurrebbe

volentieri la terra a una rovina e in un solo sbadiglio ingoierebbe il mondo.

È la Noia! L'occhio gravato da una lagrima involontaria, sogna patiboli fumando la sua pipa. Tu lo conosci, lettore,

questo mostro delicato - tu, ipocrita lettore - mio simile e fratello!

immagine

 
 
 

Post N° 85

Post n°85 pubblicato il 18 Gennaio 2007 da oz8

immagine

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Semeyaze
Data di creazione: 07/10/2006
 

immagine

c'è profumo di neve stasera..

che buono..

immagineimmagineimmagineimmagineimmagine

Re del blu, re del mai, non ho più dentro me, quella voglia di terrore e di guai. Quando è notte i passi miei fanno quel tic-tac che ti angoscia finchè griderai!

Piccolissimi trucchetti per stupirti un po'! Fantasie arcane il Venerdì! Quando mormoro "Ciao!" o lo rantolo treman tutti e si disperano così!

E tutto va via, è la mia routine e mi sento stanco di quest'aria qui e io, JACK! Fantasma re, son stufo ormai e non so il perché!

Ho dentro me che cosa non so un vuoto che non capirò Lontano da quel mondo che ho, c'è un sogno che spiegarmi non so!

Ahi che brivido avrai quando mi incontrerai! E l'angoscia avrà vinto anche te! tu sarai incantato avrai visto e toccato il più grande terrore che c'è!

Sono morto, giacchè, la mia testa non c'è ma ti declamerà Shakespear a memoria! Non ridere di me, ma grida perché la mia furia si rivestirà di gloria!

Mai più, io, conmprenderò perchè ma perché son io delle zucche il re! Chi mai capirà quanto io mi sento giù? Che un regno così non mi basta più?

Ho dentro me che cosa non so un vuoto che non capirò Lontano da quel mondo che ho, c'è un sogno che spiegarmi non so!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

rbfinancialbalstat35smariomancino.mSky_EagleLaFigliaDelMareOiriCarolfrancescoalongiadoro_il_kenyamomadoartemide_rpstrong_passionsaverio970aquisgranalibreriayaguararochend
 

immagine

  • Molte delle immagini qui presenti
  • non sono mie
  • I loro autori, meritano grande stima
  • per il loro operato
  • negli angolo, vi sono i nomi

immagine

 

ULTIMI COMMENTI

Ciao :o)
Inviato da: Sky_Eagle
il 01/09/2011 alle 17:10
 
Sei sempre nei miei pensieri Artemide.
Inviato da: Semeyaze
il 04/02/2010 alle 23:54
 
Ely...?
Inviato da: Anonimo
il 02/01/2008 alle 20:11
 
Grazie per il suggerimento che mi hai passato!! .. Un...
Inviato da: Anonimo
il 12/12/2007 alle 14:15
 
Buongiorno e buona domenica!
Inviato da: Anonimo
il 30/09/2007 alle 13:36
 
 
immagine
 

TAG

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Semeyaze
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 27
Prov: CT
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

immagine

Vai cercando qua, vai cercando là,
ma quando la morte ti coglierà
che ti resterà delle tue voglie?
Vanità di vanità.

Sei felice, sei, dei pensieri tuoi,
godendo solo d'argento e d'oro,
alla fine che ti resterà?
Vanità di vanità.

Vai cercando qua, vai cercando là,
seguendo sempre felicità,
sano, allegro e senza affanni...
Vanità di vanità.

Se ora guardi allo specchio il tuo volto sereno
non immagini certo quel che un giorno sarà della tua vanità.

Tutto vanità, solo vanità,
vivete con gioia e semplicità,
state buoni se potete...
tutto il resto è vanità.

Tutto vanità, solo vanità,
lodate il Signore con umiltà,
a lui date tutto l'amore,
nulla più vi mancherà.
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
  Web counters