Creato da togo290 il 09/01/2010
lo vedete da voi

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

cile54lacky.procinotogo290jenny1966_2016IltuocognatinoTerzo_Blog.Giusamorino11unblogpercasofugadallanimaviscontina17IrrequietaDletizia_arcurivincenzo.digiovanniMieleselvaticaoscardellestelle
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Personale

<script language="Javascript"
src="http://www.apogeonline.com/varie/apogeonlineBOX.jss">
</script>

 

 

Virus Iphone

Post n°1228 pubblicato il 22 Febbraio 2018 da togo290
 


Questo e' il simbolo indiano “telegu” che blocchera' o ha gia' bloccato il vostro Iphone.
Se siete gia' stati contagiati, risolvete aggiornando il sistema operativo iOs alla versione 11.2.6.
Questa versione e' stata rilasciata ieri 21 febb 2018 e include diverse correzioni di errori tra cui la chiusura inattesa delle app con alcune sequenze di carattere e un problema per cui alcune app di terze parti non erano in grado di connettersi agli accessori esterni.
Per eseguire l’aggiornamento selezionate “Impostazioni”, poi andate su “Generali” e cliccate su “Aggiornamento software” e tutto si sistemera'.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Quaresima preelettorale.

Post n°1227 pubblicato il 18 Febbraio 2018 da togo290
 

 

Lo so.. mi faranno vescovo e avro’ la mia statua ad Arona, vicino al SanCarlone ci sara’ il Sancarlino con la c rigorosamente minuscola.
Oggi capodanno Cinese Canifero vi parlero’ del Capo quando ebbe andato nel deserto per una quarantina di giorni ma non per dimagrire come fanno oggigiorno quelli che vista la notorieta’ calare e la pancia aumentare se ne vanno sull’isola e sono pure pagati.
Dicevo che da mercoledi’, ci siamo tutti inceneriti tranne gli ambrosiani milanesi che non essendo dei pistola hanno continuato a carnevalizzare sino alla notte scorsa per poter concludere perbene la settimana..
ho perso il filo..
ah eccolo.. dicevo che da mercoledi’ sono iniziati i 40 giorni che porteranno alla Pasqua per noi cristiani e quindi dobbiamo convertirci e condurre una vita piu’ sobria per rientrare in noi stessi, dobbiamo ascoltare la parola del Capo e non quella del Berluska che promette un migliaio di euro a tutti o il verdiano legaiolo che se passera’ al 4 marzo, fermera’ gli sbarchi e cerchera’ di non far pesare ad ogni nascita il debito pubblico che ad oggi e’ abbastanza consistente e pare sia di 40.000 eurini
mentre svedesi-norvegesi che nascono son piu' fortunati in quanto se ne trovano 160.000 e pure attivi.. inoltre tutti e ripeto tutti pagano meno tasse, hanno la sanita’ che non li fa attendere centine di giorni per fare una visita e soprattutto gratuita, hanno pure scuole e asili gratisse e per gli over la dentatura sara’ come quella dei pescecani e crescera’ senza temi di scucimento pecunia..

La Norvegia non ha il nostro debito pubblico, perche':
1 – Non ha aderito all’euro. La moneta Norvegese e' la Corona (coniata in una banca centrale statale)
2 – Non ha privatizzato le principali banche del paese (DnB NOR) e le aziende energetiche: petrolio (Statoil), energia idroelettrica (Statkraft), alluminio (Norsk Hydro) e le telecomunicazioni (Telenor)
3 – Circa il 30% di tutte le aziende quotate alla borsa di Oslo e' statale
4 – I titoli di stato rendono il 6,75% netto ai risparmiatori
5 – Pur essendo il principale produttore di petrolio europeo, NON fa parte dell’OPEC (per la cronaca, l’Italia e' il secondo produttore europeo e in Basilicata e' stato individuato il piu' grande giacimento d’Europa su terraferma).

Sto di nuovo stemando e proseguo sul 4 marzo p.v. dove pure Pinocchio torna alla ribalta ripromettendo tante cose e dimenticandosi che le precedenti promesse di sparire dalla circolazione non la ha mantenute.

Basta con discorsi elettorali e ritorno alla dissertazione evangelizzatrice di Santogotuentinain che cerca di non esser tentato dal diavolo mentre tenta di non bere grappa con genziana serale e si ispira alle parole del poeta Clemente Rebora secondo il Fatto quotidiano..
E un giorno..il discorso iniziato venne meno
In una turbazion vicino al pianto..la parola zitti’ chiacchere mie..
Mi fece attento a Pietro e alla sua chiesa..
Dei martiri la fede venne accesa..
Quindi concludo non in terza persona, facendo quel che dice il ViceCapo Francesco fermandomi guardandomi attorno e ritorno a contemplare e per concludere questa domenicale vi racconto un aneddoto preelettorale.....
Il Capo e' incazzato con il mondo e convoca a se il Boss dell'ISIS, Donald Trump e Berlusconi.
Ragazzi......se non la smettete di fare casino sulla terra, vi faro' spalare merda per il resto dei vostri giorni!!!!
Scioccati i 3 capi ritornano a terra e vanno dai loro popoli.
Inizia il boss dell'ISIS....
popolo...ho due brutte notizie per voi......la prima, Dio esiste, la seconda, se non la smettiamo di fare casino in terra, dovremo spalare merda tutta la vita.
E' la volta di parrucchino Trump.
Popolo americano, ho due notizie, una bella e una brutta.
La bella, Dio esiste, la brutta, se non la smettiamo di fare casino, dovremo spalare merda per il resto dei nostri giorni.
Tocca a Berlusconi mi consenta....
Italiani, ho due belle notizie per voi.
Mio padre vi saluta.........e ho finalmente lavoro per tutti!!!!!!
e adesso vi lascio alla solita striscia del buon Ste che chiudera’ in bellezza con le sue osservazioni sul fivestar
..pace e pene a tutti e buona domenica.





 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Bruxelles

Post n°1226 pubblicato il 10 Febbraio 2018 da togo290
 

In posta mi son trovato la richiesta di TripAdvisor di una recensione e relativo punteggio sulla citta' di Bruxelles. Azz. Bella domanda vero? Voi ci siete stati? Da parte mia reputo che tra tutte le capitali Europee quella di Bruxelles penso sia negli ultimi posti come desiderio di visita e pensare che questa e' considerata la Venezia del nord coi suoi bei canali..


pero' ad onor del falso io come commento di cosa potrebbe colpire di piu' il visitatore comincerei col classico monumento dell'atomo di ferro ovviamente mi riferisco dell'Atomium e non il parlamento europeo.

 


Questa costruzione ha subìto la stessa sorte della Torre Eiffel ovvero e' stato allestito solo per l'Expo del 1958 con la previsione di sei mesi ma e' rimasto li con le sue 9 sfere da 18 metri di diametro collegate da scale mobili e se avete soldini da spendere salite sull'ultima a 102 mt e fatevi un piatto di cavoletti di Bruxelles o uno sformato di cioccolato alla togotuentinain. 

Queste sfere son tutte visitabili con le classiche esposizioni o mostre, tranne le tre superiori che non avendo sostegni verticali, sono state chiuse per sicurezza e cmq nelle altre si puo' vedere la citta' dall'alto, tramite oblo' e finestrature arrotondate.

Il bello e' che mentre stavo inserendo il commento. ho trovato altre recensioni che parlavano della Grand Place

Patrimonio dell'Unesco e considerata una delle piu' belle piazze del mondo.. bellissima da vedere al mattino quando ci sta il mercato dei fiori e pure alla sera con l'atmosfera delle luci gialle..

Quindi che faccio ripeto i commenti? Naaa mi e' venuta l'idea..e scrivo qualcosa sui monumenti pisciatori che distinguono Bruxelles e parto dal primo, il piu’ fotografato

Questo monumento fontana e' il Mannequin Pis o in francese “l'enfant qui piss” di nome Julien e si narra sia stato il salvatore della citta' in quanto ha spento la miccia di una bomba con la sua pisciatina, salvando cosi' persone e cose.

Il bello e' che questo Julien alto mezzo metro, da seicento anni e piu' piscia 24 ore al giorno ed ha una caterva di vestiti e secondo le occasioni, indossa abiti da pompiere, dracula, avvocato, karateka, prete etc etc 

 

È tradizione offrire al Manneken Pis degli abiti in occasioni speciali, in particolare per onorare una professione.

Nel suo guardaroba attuale ci sono piu' di ottocento costumi, che sono per conservati nel museo della citta' ubicato nella Casa del Re sulla Grand Place.

Il suo primo abito gli fu donato nel 1698 da Massimiliano-Emanuele di Baviera, governatore generale dei Paesi Bassi spagnoli. 

Nel 1747 il re di Francia Luigi XV gli fece dono di un abito per calmare gli abitanti di Bruxelles, incazzati perche' i soldati francesi avevano rubato la statua. 

Manneken Pis viene vestito con uno dei suoi costumi 36 volte all'anno, in date prefissate.. per esempio, ogni 21 aprile indossa il costume di Spirou, ogni 27 aprile i panni di Nelson Mandela ed ai primi di luglio la maglia gialla del Tour de France, ogni 9 gennaio la maglia della S.S.Lazio in Onore del suo fondatore Luigi Bigiarelli che riposa nel cimitero della cittadina belga di Ixelles, uno dei 19 comuni che formano la citta' di Bruxelles.

Dal 2017, ogni 4 Maggio veste la maglia del Torino, in commemorazione dei caduti di Superga, sempre meglio che il monumento di Borgaro e questo grazie all'iniziativa del Toro Club Europa Granata

 

Il 19 dicembre 2015, il Manneken Pis ha vestito gli abiti della Sagra del Tatarata' (Casteltermini provincia di Agrigento).

Ma Bruxelles in fatto di monumenti pisciatori, una trentina di anni fa ne ha fatto un altro per uglianza dei sessi.

Eccolo e questo e' Jenneke pis (jeanne qui pisse) alta una trentina di cm, situata nel centro storico ed e' la versione femminile del simbolo di Bruxelles, non ha gli stessi anni del maschietto datosi che la data inaugurazione e’ il 1987 (anche se porta scritte dell’85 e pare voglia simboleggiare la fedelta' (chi non piscia in compagnia o e' un ladro o una spia), di certo lo scultore ha reso l'idea di una ragazzina simpatica con codini e guanciotte che fissa assorta il cielo con un sorriso beffardo e goduto e sollevato dal gesto evacuatorio. Quindi osservate e buttate la monetina nella vasca sottostante per realizzare un vostro desiderio.

Attenzione,,, non e' finita qui, perche' esiste anche il classico amico dell'uomo che ci da'dentro di Pis , chiamato Zinneke pis (randagio pisciatore) ed e'un'opera posta all'angolo tra la Rue de la Vieux marche' aux Grains et la rue del Chartreux e da 19 anni lui alza la zampa.

peccato che anche qui ci sono i classici vandali e le zampe gliele hanno spezzate facendo leva sulla coda e zampa posteriore alzata.

Per continuare la recensione aggiungo anche una ulteriore scultura o fusione che e' situata in piazza Sainctelette e l'hanno chiamata Vaartkapoen “la canaglia del tombino” ovvero un anarchico che spunta dal tombino e aggancia il piede del poliziotto con mantella e occhio... per la foto classica di coppia la donna si mettera' davanti e il compagno dietro prendera' il gendarme per il piede, fate solo attenzione a non dare il vostro cellulare al ragazzino di turno che probabilmente scappera' anziche' scattare la foto.

Ed infine non c'e' da stupirsi se, all'angolo di due vie la rue Moineaux troviamo una vecchia signora (maschio travestito),

con la sua borsa della spesa, da cui escono gli immancabili gambi di porro, si e' fermata a contare tranquillamente i soldi del borsellino, senza preoccuparsi di essere un facile bersaglio per qualunque borseggiatore.

Nella targhetta si specifica che si tratta di Madame Chapeau, il personaggio di una fortunata commedia della fine degli anni Trenta, rimasta a lungo nella memoria popolare di Bruxelles.

Un consiglio cari Trippisti, se volete visitare Bruxelles di certo non vedrete opere che sfideranno i secoli  offrendo messaggi dirompenti, ne' saranno citate nelle guide del Touring,  ma il loro compito sembra lo stiano assolvendo bene. Con semplicita' e umilta'.

Una ultima raccomandazione ... se avete sete non chiedete dell’acqua, costa piu’ cara delle birre locali tipo Kriek, gueze. Lambii, oppure prendete una cioccolata dalle numerosissime boutique (dire negozio e’ leggermente riduttivo).

Questa e’ stata la mia recensione su TripAdvisor, stretta la foglia larga e' la via e qui da noi non fanno mai pulizia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

4 marzo 2018..

Post n°1225 pubblicato il 03 Febbraio 2018 da togo290
 

Ora ditemi chi stara' meglio di me dopo il 4 MARZO.

Tanto per cominciare mi alzero' tardi e non avendo impegni incombenti, guardero' la TV (senza pagare il canone, me lo ha promesso Renzi che si e' pentito di averlo messo sulla bolletta della luce, sia a me che a mia moglie).

Nel pomeriggio prendero' l'auto (senza pagare il bollo, me lo ha promesso Berlusconi) e farò un giro verso le universita', dove potro' vedere gli studenti che le frequentano (senza pagare le tasse, lo ha promesso Grasso).

Datosi che ci sara' un reddito minimo garantito per tutti da 750 Euro al mese (me lo ha assicurato Di Maio), credo che si possa anche fare a meno di andare a lavorare.

Se poi per noia o per curiosita' mi facessi assumere da qualcuno (perche' il lavoro non manchera', me lo hanno garantito tutti), mal che vada saro' pagato con almeno 10 Euro all'ora (parola di Renzi).

 

Non verro' licenziato, anzi il Jobs Act verra' abolito e i soldi che guadagnero' saranno tassati al 15% (me lo ha giurato Salvini).

Senza contare che si potra' andare in pensione a 60 anni, non piu' a 67, con una pensione minima garantita di 1.000 Euro al mese ( Berlusconi docet).
Speriamo non siano le solite promesse da marinaio, perche' come diceva il nonno "Se la vita e' una tempesta, prenderlo nel culo e' un lampo!

Vuoi un consiglio terra terra?..

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ti uazzappo.

Post n°1224 pubblicato il 29 Gennaio 2018 da togo290
 


Sono consapevole che il fascino della lettera scritta a mano e' una goduria incommensurabile.

Pero' scrivere con carta, penna calamaio (o anche con la Bic nera) e' un gesto in via d'estinzione nell'era della posta elettronica e dei messaggi Whatsapp chattosi.

Quando mi dissero per la premier fois “Ti uazzappo” pensavo fosse una nuova posa del Kama e potete immaginarvi la delusione di scoprire che si trattava di uno scambio di frasi veloci in una delle tante specie di chat.

I'm old ma mi reputo moderno, veloce al passo coi tempi, ho diversi blog e uso twitter, le mail e tengo il flacone dello shampoo a testa sotto per fare piu' in fretta la doccia alla mattina.

Pero' ci sono eventi nella vita, che non possono essere risolti troppo velocemente, tanto meno con la sintesi estrema di un messaggino elettronico.

In una relazione ad esempio, essere mollati con un sms o una frase su Whatsapp deve essere un'esperienza terrificante..e non parliamo delle emoticons del tipo..




Ti lascio (emoticon con faccina triste )..

Non ti amo piu' (icona col cuore infranto)..

Non cercarmi piu' (icona con faccina tipo urlo di Munh)..

Non preoccuparti, ignobile testa di (icona con pannocchia)..

Non ti cerco piu', vai a (icona con cacca che sorride).

Abbandonare il partner con un messaggino, dovrebbe diventare un reato in una societa' civile, ma anche la mail e' un metodo infame usato per evitare l'imbarazzo del confronto diretto.

Ora non dico che scrivere su carta per compiere lo stesso misfatto sia un gesto encomiabile, ma sicuramente aver fatto lo sforzo di cercare un foglio, la penna e di essersi seduto a scrivere, riflettendo sulle frasi da usare, puo' rendere il gesto ugualmente atroce, ma meno frettoloso e umiliante.

Insomma se capitasse a me, forse eviterei di spalmarti sull'asfalto con la mia auto e mi limiterei a farti saltare la rotula e il dente del giudizio. Forse..

La lettera scritta a mano richiede tempo, capacita' riflessive e una conoscenza della lingua sufficientemente appropriata.

Nella lettera scritta si coniugano i verbi, si evitano le ripetizioni e soprattutto si usa la punteggiatura, elemento ormai scomparso nei messaggi elettronici e anche nei miei blog ad onor del falso.

Il punto e la virgola, i due punti, per non parlare del punto e virgola, sono stati sostituiti da infinite linee di puntini di sospensione (e' il mio caso), il tempo presente ha preso il posto del congiuntivo, sono sparite maiuscole, apostrofi e dulcis in fundo, la lettera K ha preso il posto del ch, ma incomprensibilmente anche della C. Se abbreviare la congiunzione “che” con un K e per risparmiare tempo e spazio e' cretino, scrivere Kaffe' con la K e' raccapricciante.

Quac1 opps, qualcuno poi utilizza queste abbreviazioni persino nei testi scritti a mano, per esempio nei temi scolastici, ma qui siamo nel campo dell'aberrazione. Direbbe mia sorella proff.dott Graziella.

Gli acronimi usati negli sms, sono moltissimi e si sprecano, ad es ..

xchè = perchè

xo = però

cs = cosa

rit = ritardo

qnt = quanto

grz = grazie

prg = prego

tvb = ti voglio bene

tvtrb = ti voglio troppo bene

e via andare..

Accade, dunque che uno scambio scritto possa risultare cosi':

“ ciao cm stai, 6lib x and dp al cinema cn me? 80 vgl di te”.

A causa di queste abbreviazioni, una ragazzina si dichiara ammiratrice della cantante Opera anziche' Anna Oxa.

Ora la lettera scritta a mano ha un sapore sicuramente vintage, ma a confronto, questo tipo di linguaggio appare molto piu' arcaico, direi quasi primitivo (provate a leggere le frasi di cui sopra a voce alta e capirete cosa intendo).

L'estrema sintesi di questo lessico sintetico, veloce, frettoloso, ci fa' provare un impeto nostalgico per la dolcezza corposa e lenta della lettera scritta a mano.

L'impatto della scrittura su carta ha qualcosa di insostituibile rispetto alla scrittura elettronica...l'unicita' della grafia diversa per ognuno di noi, e' un marchio personale e inimitabile che ci identifica e ci distingue dagli altri.

E' forse per il fascino di questa unicita', unita al piacere del gesto della scrittura e del tatto sul supporto cartaceo, che il Festival delle lettere ha avuto cosi' tanto successo.

Nell'arco di dodici anni gli organizzatori del concorso hanno ricevuto ventiquattromila lettere, e ogni anno sono state premiate le migliori.

Lo scorso anno una cara amica Bolognese e' risultata vincitrice con “ Lettera a un cervello in fuga” leggetela e son sicuro che molti/e di voi potrebbero identificarsi. “

Quest'anno e siamo nel 2018 il tema del festival e' “Lettera a chi ha cambiato la mia storia”.

Dateci dentro e mollate il melafonino uozzapposo.

Nn V rest ke scrvr li'.

Vi lascio con la striscia di Stefano e il tema "Campagna Elettorale” .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »