Creato da lo_snorki il 21/01/2005

Snorki sarai tu!

L'Italia non è un paese per onesti ...

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

TAG

 

EDITORIALI ZVEN

 

ZVEN SITE





 

ZVEN LEGGE ...

 
 
Il Manifesto

 

UNA CANZONE PER TE

Caricamento...
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 43
 

ULTIMI COMMENTI

"Il post sulla necessità di trattare con l'Isis?...
Inviato da: lo_snorki
il 13/10/2014 alle 14:07
 
Con due mesi di ritardo Di Battista si corregge:...
Inviato da: lo_snorki
il 12/10/2014 alle 08:35
 
Saluti
Inviato da: cp2471967
il 11/10/2014 alle 13:22
 
Dopo anni lavoro ancora li...
Inviato da: lo_snorki
il 05/10/2014 alle 11:42
 
Saluti
Inviato da: giovaniesereni
il 03/10/2014 alle 15:30
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

rhettbutler1lo_snorkimari4570malware_jinxITALIANOinATTESASky_Eaglecarezzadellanimagioiaamoresifabriyaga1Persa_nella_ReteDJ_Ponhzijeremy.pursewardengreta.rossogeranioBeB.camp
 

ZVEN CONSIGLIA ...

Bloguzz
Blogbabel

Quo M&dia Queer Blog 
Una canzone per te Un Posto al Sole Fan Forum

 

ANDREA BOCELLI, LA MADRE, LA LEGGE CHE NON C'ERA

 

SPOT NAPOLI PULITA: UNA FURBATA!

Da qualche giorno in tv gira una pubblicità che ricorda a tutti gli italiani che il governo ha ripulito Napoli e che invita gli stessi a tenerla pulita.

E' chiaro: trattasi di una furbata! Una furbata perchè Napoli non è mai stata ripulita, in quanto mentre hanno provveduto a togliere la sporcizia dal centro, hanno lasciato la periferia invasa dall'immondizia. Una furbata anche perchè mettere questa pubblixcità a poco più di due mesi dalle europee equivale a farsi pubblicità (che come abbiamo detto prima è inveritiera.

Nella prima parte del video sottostante c'è la pubblicità in questione interpretata dall'attrice Elena Russo (raccomandata da Berlusconi come le intercettazioni ci hanno fatto scoprire); poi segue una breve spiegazione della vera situazione del napoletano.

 

3193 280409 BIGNARDI - BRUNETTA

Francamente credevo che con quello che avevo scritto qualche post fa sulla sesta puntata di L'Era glaciale ci chiudere l'argomento. Mi riferisco all'intervista che la Bignardi ha fatto a Brunetta. Ma mi accorgo, invece, che in questi giorni non si fa altro che parlare di questo sia sui giornali, che in internet.

Io la mia l'ho già detta e francamente ho trovato Brunetta molto arrogante e non mi sento di rimproverare alla Bignardi di essere sbottata in più di un occasione. Perchè tutto ciò è umano. Noto invece che mentre chi è a favore della Bignardi argomenta (leggere ad esempio il mio pensiero nei commenti del post in questione); chi è favorevole a Brunetta lo fa d'ufficio in quanto elettore del centro destra. E ci capisce da quello che scrive. Ma l'apice l'ha toccato un signore che evidentemente oltre ad essere elettore del centrodestra è anche fan della Bignardi che ha argomentato che i toni devono essere sveleniti da entrambe le parti e che comunque la Bignardi da un anno a questa parte non è più la stessa. 

Che tristezza! Ecco dove va a finire la libera informazione...

PER COMMENTARE CLICCA QUI

 

REPUBBLICA.IT

Caricamento...
 

FLAG COUNTER

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Attentato in Canada

Post n°5096 pubblicato il 24 Ottobre 2014 da lo_snorki
 

Attentato in Canada

E' successo che la guerra dell'Isis ha raggiunto un altro picco. Già da tempo era provato che degli occidentali aderivano alla causa terroristica e andavano a conbattere in Siria e in Iraq dopo essersi convertiti all'Islam; ma adesso per la prima volta uno di loro ha commesso un attentato terroristico nello stato in cui è nato, è cresciuto e ha studiato. Ad essere presa di mira è stata la sede del Parlamento federale, ad Ottawa, al cui interno sono stati esplosi diversi colpi d’arma da fuoco. Mentre all’esterno, davanti al National War Memorial, è stato ammazzato il soldato di guardia Nathan Cirillo.

Nessuno parla ancora ufficialmente di terrorismo islamista. Ma più passano le ore più si rafforza l’ipotesi che ad entrare in azione non sia stato un “lupo solitario”, come era sembrato all’inizio, ma forse un vero e proprio commando composto almeno da due-tre uomini. Uno di questi, quello che avrebbe sparato al militare ucciso, sarebbe a sua volta morto in seguito allo scontro con la polizia. Il suo nome era Michael Zehaf-Bibeau, cittadino canadese di 32 anni, figlio di Bulgasem Zehaf, un uomo d’affari del Quebec che sembra aver combattuto nel 2011 in Libia, e Susan Bibeau, vice presidente di una divisione dell’ “Immigration and Refugee Board” del Canada. I due sono divorziati dal 1999. L'attentatore si era convertito all'Islam solo l'anno scorso.

Per quanto sia inaspettato il Canada come obiettivo: è chiaro che si volesse prendere di mira un paese occidentale assolutamente liberale e multietnico. Gli obiettivi dei terroristi sono senz'altro due: portare la guerra aldifuori del Medio Oriente e far crescere il senso di paura dei cittadini occidentali, ma anche il clima di sospetto visto che chiunque potrebbe essere il prossimo a fare un attentato, non per forza un immigrato mediorientale.

E' già da parecchio tempo che parlo di un ipotetico scoppio della terza guerra mondiale. Con questo passo ci siamo ancora più vicini. Avevo detto che ci sono tre schieramenti e finchè due di questi non si sarebbero uniti contro l'altro, nonostante quello che succede nel mondo, non sarebbe scoppiato nessun conflitto mondiale. La novità è che adesso riesco a immaginare chi sono i due fronti che riusciranno a trovare un compromesso: gli occidentali e i russofoni. Del resto non sarebbe la prima volta.

 
 
 

E se mi sbagliassi su Papa Francesco?

Post n°5095 pubblicato il 23 Ottobre 2014 da lo_snorki
 

E se mi sbagliassi su Papa Francesco?

Diciamo la verità: da quando è stato eletto Papa Francesco gli ho fatto più critiche, che complimenti. Questo perchènel suo fare ho sempre visto una certa ipocrisia di chi dice di voler innovare; ma in realtà vuole solo fregarti meglio. Ho sempre creduto che Papa Francesco fosse stato eletto dalla stessa maggioranza di cardinali che ha eletto anche Papa Benedetto VI; ma che a differenza di quest'ultimo avesse un modo diverso di porsi pur perseguendo gli stessi obiettivi.

Ho detto che era un Papa progressista solo a parole perchè pur promettendo rinnovamento nei fatti da cardinale di Buenos Aires non aveva perseguito niente di tutto questo; che nella sostanza non ci trovavo nessuna differenza col predecessore; che la sua apertura dell'anno scorso alle coppie gay non si sarebbe tradotta in nessun fatto concreto e che era solo uno specchietto pwer le allodole per riguadagnare i consensi dei fedeli delusi; che le ovazioni verso di lui si devono al fatto che sia un Papa e non da quello che dice o da come governa la Chiesa ecc. Mi sono però tiepidamente complimentato quando ha detto che non voleva le donazioni di quei cattolici corrotti che fanno una doppia vita, che rubano alla Stato, e fanno qualche donazione alla Chiesa; quando ha scomunicato i mafiosi dicendo che chi aveva a che fare con la malavita non aveva posto nella Chiesa.

Poi c'è stato questo sinodo in cui ha proposto due grandi cambiamenti: il ripensamento di come gli omossessuali dovevano essere considerati dalla Chiesa e la riaccoglienza dei divorziati risposati nella Chiesa. Su entrambi i fronti sembra aver perso la sfida perchè per la prima volta un Papa ha avuto un'opposizione interna. Ma allo stesso tempo la strada è segnata. La bozza di documento emerso contiene un invito chiaro a "scelte pastorali coraggiose" nei confronti dei divorziati risposati e delle coppie conviventi. E sulle unioni omosessuali, pur sottolineando che "non possono essere equiparate al matrimonio tra uomo e donna", e "senza negare le problematiche morali", dal Sinodo arriva una presa d'atto che "vi sono casi in cui il mutuo sostegno fino al sacrificio costituisce un appoggio prezioso per la vita dei partner".

Cosa devo considerare quindi? Che mi sono sbagliato? Che in fondo questo Papa sta cercando di muoversi in un mondo congelato dalla storia; che spaccia tradizione per immobilismo? Francesco è forse un Papa che sta cercando di far entrare i cambiamenti della società nella Chiesa? Fermo restando che non sono religioso e quindi non verrò mai "conquistato" dalla parte liturgica; ma per l'influenza importante che ha la religione nella cultura italiana credo che sia importante che un Papa cerchi davvero di cambiare le cose. E se questo Papa è sincero nei suoi propositi non può che essere un bene. Del resto questa era la più grande critica che gli ho sempre fatto e se davvero si battesse per un cambiamento ne gioverebbero tutti; non solo la Chiesa stessa. Continuerò a osservarlo!

 
 
 

Governo Renzi: ottavo mese

Post n°5094 pubblicato il 22 Ottobre 2014 da lo_snorki
 

Governo Renzi: ottavo mese

Al centro della discussione dei provvedimenti del governo questo mese c'è stato sicuramente il Jobs Act, che è finalmente approdato in Parlamento e che dovrebbe essere approvato entro fine anno. A presentarlo è stato il ministro Giuliano Poletti, ma si è speso molto anche Matteo Renzi in persona. Jobs Act serve per togliere articolo 18 nei primi tre anni di assunzione in cambio di buonauscita. Allo stesso tempo più facilità di assunzione rimettendo in moto i centri di assunzione. Si eliminano tutti i contratti precari e la contribuzione nei primi tre anni di assunzione viene versata dallo Stato. Si è tenuto anche un incontro a Palazzo Chigi per illustrare il provvedimento ai sindacati: si è parlato di articolo 18, Tfr, salario minimo, rappresentanza e contrattazione decentrata. All’incontro hanno partecipato per il governo oltre a Renzi e Poletti anche il sotto segretario Graziano Delrio, i ministri della pubblica amministrazione Marianna Madia e dell'economia Piercarlo Padoan. Per il sindacato i quattro segretari conferedali: Susanna Camusso per la Cgil, l’appena nominata Annamaria Furlan per la Cisl, Luigi Angeletti per la Uil e Geremia Mancini per l’Ugl.

Il ministro degli interni Angelino Alfano in un question time alla Camera ha tenuto a precisare che: “Dall’inizio dell’operazione ‘Mare Nostrum’ sono state 499 le persone decedute rinvenute. Dalle dichiarazioni dei superstiti sarebbero 1446 i dispersi. Sono inoltre 91 mila le persone messe in salvo dall’inizio della missione. Da quando abbiamo iniziato l’operazione sono stati arrestati oltre 500 scafisti, mercanti di morte”.

Alfano ha compilato anche una circolare a cui chiede ai prefetti di annullare le liste che vari comuni italiani hanno aperto per registrare le unioni civili omosessuali contratte all'estero. Non essendoci nessuna legge Alfano ritiene che siano illegali. Ovviamente non la pensano così i vari sindaci che hanno protestati e si sono detti pronti ad andare contro la direttiva del ministro dell'Interno. Tra i tanti spiccano Giuliano Pisapia sindaco di Milano, Ignazio Marino sindaco di Roma e Virginio Merola sindaco di Bologna.

Anche l'alluvione a Genova, come è giusto che sia ha mobilitato il governo. Matteo Renzi annuncia che il governo utilizzerà su tutto il territorio nazionale due miliardi fino ad ora non spesi a causa di ritardi della burocrazia. “C’è bisogno di sbloccare i cantieri, come abbiamo iniziato a fare con l’unità di missione. Di superare la logica dei ricorsi e controricorsi che rendono gli appalti più utili agli avvocati che non ai cittadini, come abbiamo previsto con il disegno di legge delega sulla Pubblica amministrazione. Di coordinare la protezione civile con un maggior ruolo del livello centrale come prevede la riforma costituzionale del titolo V. Si chiamano Sbloccaitalia, riforma della P.A., riforma costituzionale, riforma della giustizia, cantieri dell’unità di missione le priorità per l’Italia che vogliamo”.

Matteo Renzi e PierCarlo Padoan hanno presentato la manovra per il 2015. La manovra è da 36 miliardi di euro. La legge di stabilità parte con un numero: 18 miliardi di tasse in meno. Quindici miliardi verranno dalla spending review, così composta: 2,5 mld da decreto legge 66, quello degli 80 euro; 6,1 da risparmi dello Stato, 4 da risparmi delle Regioni regioni, 1,2 dai Comuni e 1 da province. Altre voci di spesa sono: 9,5 miliardi per confermare il bonus 80 euro, 5 miliardi per tagliare componente lavoro dell’Irap, 1,9 per sostenere gli incentivi ai contratti a tempo indeterminato, 3 miliardi per l’eliminazione di nuove tasse.

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin dopo la bocciatura della pratica ideata da Vannoni da parte del nuovo comitato di esperti: “Il verdetto è senza possibilità di appello: è come rivolgersi ai maghi per farsi curare” Il Comitato di esperti, presieduto dall’ematologo Michele Baccarani ha bocciato il protocollo che utilizza cellule staminali mesenchimali a fini terapeutici, ideato dal presidente di Stamina Davide Vannoni. È stato dunque concluso il lavoro avviato circa sei mesi fa, giungendo ad una valutazione unanime.

Matteo Renzi nel ruolo di premier italiano, ma anche di turno della presidenza europea e Federica Mogherini (sia come ministro degli esteri italiano uscente, ma anche come futuro ministro degli esteri europeo) hanno partecipato alla conferenza Asem per il commercio tra Europa e Asia. Vertice più su intese economiche, che su accordi politici. Poi il giorno dopo il vertice si è ristretto a Russia, Ucraina e mediatori per cercare di riportare pace in quell’angolo d’Europa. Insomma per Milano è stata la grande prova in vista dell’Expo che inizierà il prossimo 1° maggio.

 
 
 

Alfano vuole abolire i registri comunali sulle coppie di fatto

Post n°5093 pubblicato il 21 Ottobre 2014 da lo_snorki
 

Alfano vuole abolire i registri comunali sulle coppie di fatto

Alfano cercava qualche aergomento che gli facesse guadagnare consensi: che contemporaneamente lo liberasse dal giogo di Renzi e lo diversificasse da Berlusconi. Quell'argomento ha ritenuto potessero essere i registri delle unioni civili (in cui si registrano anche le unioni gay) che molti comuni hanno istituito. E' un argomento utile sia per le storiche posizioni della sinistra; sia per recenti aperture in Forza Italia.

Non essendoci nessuna legge Alfano ritiene che siano illegali. Ovviamente non la pensano così i vari sindaci che hanno protestati e si sono detti pronti ad andare contro la direttiva del ministro dell'Interno. Tra i tanti spiccano Giuliano Pisapia sindaco di Milano, Ignazio Marino sindaco di Roma e Virginio Merola sindaco di Bologna. Giuliano Pisapia alla polemica preferisce i fatti: trascrive sette matrimoni tra persone dello stesso sesso che si sono celebrati all'estero e dichiara che rappresenta "un ulteriore passo avanti di Milano come 'Citta' dei Diritti'". Ne parla il primo cittadino sul suo profilo Facebook. "Si tratta di un atto nel pieno rispetto della Legge - spiega Pisapia - che prevede questo obbligo quando si tratta di matrimoni celebrati legittimamente secondo le norme dei Paese in cui si sono svolti".  Anche Ignazio Marino è netto: "Io non chiedo ai miei funzionari con un'ordinanza di fare le trascrizioni, le farò io, sabato prossimo, ad alcune coppie che me le hanno chieste. Spero che questo smuova un parlamento rimasto indietro, solo Italia e Grecia non hanno una legge". Virginio Merola dichiara: "Io non obbedisco. Si assumano la responsabilità di negare ancora una volta diritti riconosciuti dal diritto europeo. Leggeremo questa stupida circolare, che ancora non abbiamo visto. Se vogliono annullare gli atti delle trascrizioni dei matrimoni contratti all’estero – ha concluso – lo facciano. Ma non nel nome di Bologna che come sindaco rappresento. Io non ritiro la mia firma”.

Ma è intervenuto anche Matteo Renzi che ha assicurato che il governo (di cui anche Alfano fa parte) farà presto una legge. Ad Alfano, dopo aver capito che anche questa volta gli è andata male; non è restato altro che dichiarare che quando ci sarà la legge la farà rispettare. Povero Alfie, ritenta ancora!

 

 
 
 

La donna della mia vita

Post n°5092 pubblicato il 21 Ottobre 2014 da lo_snorki
 
Tag: cinema

Un film di Luca Lucini, Italia, 2010

Con Luca Argentero, Alessandro Gassman, Stefania Sandrelli, Valentina Lodovini, Giorgio Colangeli, Sonia Bergamasco, Gaia Bermani Amaral, Lella Costa, Franco Branciaroli e Monica Nappo.

La donna della mia vita è la storia di due fratelli (Leonardo e Giorgio), molto diversi tra loro. Tanto il primo è affidabile e sensibile, quanto il secondo è incostante e donnaiolo. A tenerli uniti e a proteggerli ci pensa Alba, una madre chioccia con la tendenza a controllare tutto, marito e figli inclusi. E ci riesce, almeno fino al giorno in cui Giorgio scopre che la nuova fidanzata del fratello è Sara, una sua ex con cui ha avuto una delle sue turbolente relazioni extraconiugali.

Frase chiave. Alba così descrive i suoi figli. "C'è una cosa che devi sapere. Niente nella vita è come credi. I figli, per esempio, pensi di conoscerli, fin da piccoli, gli dici come devono essere, gli metti addosso delle etichette, il grande, il forte, il piccolo, il fragile... Non si dovrebbe fare, ma succede in tutte le famiglie. Oggi quando guardo i miei figli mi chiedo: "Ma chi sono veramente?" Prendi Giorgio, il maggiore, tale e quale a suo padre, il mio primo marito: quando vede una donna non si tiene, è più forte di lui. Lui è uno che se ne frega, forse un pò superficiale. Leonardino mio invece, è il mio peluche, lo chiamavo così da piccolo. Tale e quale a suo padre, il mio secondo marito. Un ragazzo di una sensibilità unica, troppo buono per queste ragazze di oggi. Non se lo meritano un uomo tenero come lui, che di questi tempi è ancora capace di piangere per amore. Non mi guardare così, in fondo cosa ho fatto? Ho forzasto un pò il destino, ma che c'è di male? Tanto poi la vera natura viene sempre fuori e un giorno all'improvviso, quando meno te lo aspetti, quando pensi di aver fatto tutto per il meglio, tutto esplode."

 
 
 
Successivi »
 

ESTERI







 

SOCIETÀ











 

GIUSTIZIA







 

POLITICA















 

CONDOGLIANZE









 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: lo_snorki
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 37
Prov: MI
 

BERLUSCONI SU TELEVISIONI E SCUOLE SUPERIORI

Guardate un pò cosa riesce a dire il Berlusconi davanti a un D'Alema e un Rutelli increduli. Per Berlusconi infatti scuole superiori e televisioni (ma non solo) sono in mano alla sinistra ...

Per non dimenticare

 

DEBORA SERRACCHIANI, IL VOLTO NUOVO DEL PD

Debora Serracchiani: trentotto anni, avvocato. E' la giovane che all'assemblea dei circoli del Pd ha scosso con un discorso infuocato i tremila delegati del cosiddetto 'territorio'. 

“Chiedo al mio segretario di dirci convintamente che il cambiamento che abbiamo avvertito da quando ha dato le dimissioni Veltroni non è la paura perché abbiamo toccato il fondo, ma è una strategia, che abbiamo la linea di sintesi”. Altri applausi. “Fino ad ora mai una linea netta, mai una linea unica”, incalza. E le mani dei delegati battono più intensamente.

“E' un errore assoluto quello di aver indicato come capogruppo della commissione Sanità chi non rappresenta l'opinione prevalente del partito”. Franceschini sorride. Non sembra affatto preoccupato. Lei prosegue: “Ne ho per tutti”. “E' intollerabile che dopo aver dato mandato all'allora vice segreterio di chiudere l’accordo sulla legge per le Europee, escano il giorno dopo critiche sul giornale”.

PER COMMENTARE CLICCA QUI

 

2138 11.02.07 IO DI.CO. DI SI!

Dico Pacs. Diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi. Il Consiglio dei Ministri ha varato il decreto legislativo sulle coppie di fatto: non più pacs ma dico. Appena sentita la notizia ho pensato: finalmente il governo di centrocentrocentrocentrosinistra ha fatto qualcosa per i diritti civili. Poi mi sono soffermato sulla prima dichiarazione di RutelliRuini: "e' stata una scelta alta di riconciliazione". E mi sono preoccupato.

Di quale alta riconciliazione si tratta?. Via la dichiarazione congiunta. Una dichiarazione disgiunta che neppure il 730...Il convivente ha l'onere di dare comunicazione all'ignaro convivente numero due con raccomandata con ricevuta di ritorno. Il postino vestito in livrea?.

Alta riconciliazione. Successione: 9 anni. Quanto dura un matrimonio moderno?

PER COMMENTARE CLICCA QUI

 

ZVEN SOSTIENE ...

Ti sembrano contro natura?
Fattene una ragione

Silvio c’è… ma a me me lo puppa!
Blog laico!
anti-pedofilia