Creato da Lorely11 il 30/06/2009
Specchio d'anima. Riflesso di sogni. Perle di saggezza per dipingere istanti di vita, pensieri, frammenti di me.

©

Le immagini utilizzate
sono state prelevate dal web.
Se violo qualche copyright
contattatemi e provvederò
a cancellare immediatamente
t
ali immagini.

Grazie.

 

In lettura:

   

♥ Il grande gatsby" - Fitzgerald

 

Area personale

 

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Grazie alla grafica di:

 

Ultime visite al Blog

Lorely11daunfioresols.kjaerailata76massimo1dglnodopurpureoAtena.88Poison830VentoDiPoesiabal_zacilsegretodiNoagioh87iolaurabibeth_sullivanFlyshine89
 

 

« Non tutti i mali vengono...Piccolo mondo antico »

Luce e Buio.

Post n°29 pubblicato il 07 Marzo 2013 da Lorely11
 

                Titolo: "Inconfessabili desideri"
                 
                Autore:  
Carry Loft

                Editore: Harlequin Mondadori

 

 * La melodia iniziò sommessa come la pioggia primaverile. 
Come il suono della neve che si scioglie con un lieve sgocciolio. 
Crochi in piena fioritura. Primavera, quando le possibilità di una nuova stagione ondeggiano come una nebbia su un lago. 
Pulizia. Chiarezza. Rinnovamento. 
Ma troppo presto le nubi si ammassarono, annunciando una tempesta. 
Le note si ammassarono con impeto tumultuoso. 
Dove c'erano stati fiori e luci, restava solo tristezza. La perdita della primavera rendeva intollerabile la disperazione. 
Dopo alcuni minuti scolvolgenti, riapparve la luce. 
La melodia colma di speranza si ripetè come un timido riflesso di se stessa. Il viaggio nella notte, nell'angoscia, creava un grande rimpianto per quello che era stato un inizio ottimistico. L'innocenza perduta, un esitante risveglio. Audacia. Tormento ed estasi. *

Trama:

Un linguaggio miracoloso fatto di note. Violino e Pianoforte. La loro musica intrecciata alla loro anima. Un passato oscuro da dimenticare ed insieme superare.
Questo e molto di più lega Mathilda ad Arie. Una storia che inebria ed emoziona, che regala vivide sensazioni e permette di sentirsi partecipi dei loro momenti e dei loro tormenti. È come se mi fossi trovata più volte insieme a loro in quello studio (in cui insieme suonavano ed in cui è nata, insieme al loro amore, la loro sinfonia) e poi tra il pubblico, alla fine del concerto, ad applaudire; e non solo per la loro musica.
Un romanzo che a detta di molti mi è piaciuto davvero, nonostante alcune sfumature che - a mio parere - l'autrice avrebbe potuto evitare.
Una trama che rivela quanto il potere delle parole, a volte, possa essere inutile se non addirittura dannoso.
Un racconto dal significato nascosto, che sicuramente saprà rivelarsi a chi percepisce nella musica un valore profondo.
Perché come dice l'autrice: l'amore, come la musica, sopravvive oltre.

Il mio voto a questo libero:
 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog