Creato da stelladelsud_1976 il 26/04/2010

Spuma_di_mare

Tra piume di stelle...e coriandoli di cielo...(Max Gazzè)

 

 

NO PUBBLICITA' DI LIBERO

Post n°362 pubblicato il 13 Ottobre 2014 da stelladelsud_1976

Scrivo poche righe solo per esprimere come un pò tutti il mio dissenso rispetto all'imposizione di Libero di mettere sui nostri blog della pubblicità senza darci la possibilità in qualche modo di poter esprimere un consenso.

Libero...sarà libero di fare pubblicità in tanti altri contesti ma non all'interno dei nostri blog, soprattutto senza richiedercene l'autorizzazione.

NO ALLA PUBBLICITA'...

 
 
 

CIO' CHE RIMANE DI NOI...

Post n°361 pubblicato il 27 Settembre 2014 da stelladelsud_1976
 

 

 

Ultimamente, sono tornata sul blog, di tanto in tanto, bloccandomi, però, ogni volta, davanti alla tastiera...incapace di tirar fuori qualcosa di me da raccontare o da raccontarmi. 

Allora, ho scelto di allontanarmi un po' dalla scrittura, per concentrarmi sulla lettura, complice una brutta influenza, che mi ha costretto a letto, neanche fossimo a novembre! Con una punta di dispiacere ho constatato, che questo silenzio sembrava quasi fosse diventato contagioso, poiché,  saltellando di blog in blog, pareva che tutti avessero appeso il medesimo cartello...chiedendo di ripassare in un altro momento.

Mi sono chiesta, poi, se fosse ancora il caso di continuare a scrivere, di cosa poi?  E per chi?? Se poi la prima ad essere annoiata dalla sottoscritta sarei in primis per l'appunto io???!! 

Eppure, nonostante l'influenza sono stata alquanto impegnata...e ci sono stati anche momenti di divertimento...ma è come se mi sfuggisse sempre qualcosa...come se mi ingannassi con tutte queste cose da fare assolutamente. Dentro di me, mi sento soffocata e costretta, perché sono consapevole che ciò che sono al momento, non è quella persona che vorrei essere in realtà. Non sono io perché i farmaci hanno alterato le mie sensazioni ed il modo in cui appaio, limitandomi nei miei desideri più profondi. È come sentirsi incastrati in un bozzolo che a tratti sembra quasi farsi più piccolo e privarmi di aria.  E non è neanche detto che un giorno la farfalla possa finalmente dischiudersi...magari il bruco rimarrà tale, perché ognuno ha il suo destino.

Ma, intanto, i colori di certi arcobaleni, di certi cieli non sfiorati e di mondi rimasti inesplorati, colma, a tratti, il cuore di tristezza e di amarezza.

 

"Cosa c'è

e cosa no

che ci portiamo via

chissà se ciò che senti

lo sentirai per sempre

cosa va

e cosa no

in questa fantasia

e come non è andata

e cosa non è stato"

(Ligabue)

 
 
 

O

Post n°359 pubblicato il 06 Settembre 2014 da stelladelsud_1976
 

 

(*foto: dal web)

Nell'ultimo periodo ho avuto modo di rendermi conto di come spesso, in passato, mi fossi lasciata affascinare dalle persone, al punto tale da "infatuarmi" di un'idea, convinta che queste sarebbero state simil alle immagini che mi si erano create nella mente.

Sono sempre stata molto sensibile nel lasciarmi andare a sciocche fantasticherie...al punto da provare una fortissima empatia per i personaggi dei libri, di alcune serie televisive o film, ma chiaramente crescendo ho imparato quanto siano diverse le persone che ci stanno intorno dalla proiezione che abbiamo di loro, divenendo chiaramente meno "credulona" e più disillusa nei confronti del mio prossimo, tanto da ripetermi che meno mi aspettavo dagli altri e meno sarei rimasta delusa.

Ultimamente, poi, smessi gli occhiali rosa del romanticismo,  ho rivisto con altri occhi due persone, che per me avevano rappresentato molto in due periodi differenti della vita.

Strano che loro, invece, continuino a vedermi con gli stessi occhi, mentre io mi senta tutto ed il contrario di tutto, rispetto all'immagine che loro continuano a percepire della sottoscritta.

Bizzarro, invece, come con le persone a cui vorremmo dare la migliore impressione possibile, alla fine, si dia un'immagine di persone poco interessanti, noiose o peggio poco simpatiche e poco brillanti.

Mi è successo anche ultimamente con P.,  che ha conosciuto molti aspetti del mio cuore e del mio essere, nonchè della mia vita. 

Ho intravisto nel suo sguardo a tratti noia e disappunto...ed io ho capito come la sintonia di un tempo si fosse sbriciolata chissà dove. La mia schiettezza, i miei sorrisi, la mia espansività; che in passato gli erano parsi la parte migliore del mio carattere, sono risultati, invece, irritanti e fastidiosi ed io ho finito per chiudermi sempre più a riccio, ferita nell'amor proprio, consapevole di quanto si cambi nella vita e di come anche le amicizie più belle possano sbiadire come cartine di tornasole..

Triste...molto triste...

 

 
 
 

RICOMINCIO DA ME...

Post n°358 pubblicato il 30 Agosto 2014 da stelladelsud_1976
 

 

(*foto: dal web)

Mentre il cielo piano piano si rannuvola..ed in lontananza tuona...mi viene da pensare a questa estate ed a quanto vorrei durasse un altro pò insieme alla voglia di avere un colore di pelle ambrato e profumato di crema solare...

Ho ancora voglia di tramonti sul mare, di una "cerveza" bevuta in spiaggia...di spruzzi in acqua giocando con i nipotini mentre loro fanno a gara a mostrarmi chi sia più bravo con i tuffi. Mi piace sentire il profumo della frutta colorata e vestirmi per non più di cinque minuti davanti all'armadio; potendo ancora uscire con ancora i capelli bagnati dopo la doccia...

Non mi va di pensare all'autunno, come è giusto che sia e come facevano già dei colleghi lo scorso venerdì, arrivando perfino ad immaginarsi già a Natale!

Dopo, le notizie su cui mi ha dato da riflettere il medico l'altro giorno...preferisco non pensare troppo alle decisioni da prendere, a tutti i controlli che ho da fare, ed a forse l'ultimo intervento che mi aspetta, con tutti i se ed i ma che esso comporterà per chissà quanti anni...ed alle mille paure da superare come sempre con un bel sorriso tirato stampato sulla faccia.

Ho ancora voglia di leggerezza...risate e musica e di tuffarmi in bei ricordi da portare con me nei prossimi mesi a venire...

 

 

 

 

 
 
 

PHOTOGRAPH...

Post n°357 pubblicato il 26 Agosto 2014 da stelladelsud_1976
 

 

(*foto: dal web)

E' strano come, delle volte, la percezione che abbiamo di noi stessi sia alquanto lontana da come si sia in realtà...o peggio da come si appaia a chi ci sta di fronte...

L'ho capito una volta di più, durante il mio ultimo viaggio, da cui sono tornata solo due giorni fa. 

Forse, avrei dovuto ricordare le parole della canzone di Irene Grandi: 

"Prima di partire per un lungo viaggio
Devi portare con te la voglia di non tornare più
....

Prima di partire per un lungo viaggio

Porta con te la voglia di adattarti..." 

Ma più che la capacità di adattarmi al luogo verso cui mi sono diretta, per conoscerlo, mi sarei dovuta adattare alla percezione più vera di me e non a quella a cui ero abituata a riconoscermi. 

Non sono nè quella Wonder Woman che chi mi sta intorno crede che sia ("eh sai dopo tutto quello che hai passato...tu sei fortissima! Tu puoi sopportare tutto e non devi mai mollare!"), nè sono instacabile o priva di défaillances, anzi...chilometro, dopo chilometro, mi sono scoperta più fragile e fallace di quanto credessi. Più andavo avanti nel percorso di viaggio e più mi sono sentita persa dentro me stessa, anzichè perdermi con lo sguardo nelle incredibili vedute (seppur funestate da vento e pioggia) che mi si prospettavano davanti.

Mi è dispiaciuto, a volte, essere stata così impegnata a seguire un programma fitto di cose da vedere, perdendomi a tratti il piacere puro di quello che mi stava davanti, senza assaporare, dunque, davvero l'essenza del posto, più importante della foga di essere stata "anche" in quel luogo, collezionando luoghi su luoghi.

Non so descrivere quanto sia stato destabilizzante e sconcertante, a tratti avvilente, sentirsi così fuori luogo, fuori contesto, persa nonostante mappe cartacee e digitali, ma sicuramente più che altro persa dentro me stessa, incapace di provare quell'entusiasmo dato dalle novità che mi si srotolavano dinanzi.

Non mi piaceva l'immagine che di me vedevo riflessa nello sguardo altrui, neanche fossi un piccolo uccellino sperduto nella tempesta, meterologica ed emozionale degli eventi, o peggio qualcosa di inferiore ed insignificante. Più andavo avanti e più avrei voluto riavvolgere velocemente il nastro di un film che mi vedeva protagonista senza però farmi sentire realmente tale, per poi ricominciare daccapo il tutto e magari con un altro spirito ed un altro atteggiamento o semplicemente secondo un altro approccio.

Mi è mancato, infine, lo specchio dello sguardo altrui in cui ritrovarmi e trovare il piacere della scoperta e della condivisione del viaggio. Mi è dispiaciuto non essermi potuta appoggiare ad una spalla amica e ritrovarmi, magari, dopo una lunga ed estenuante giornata di cammino in un abbraccio che sapesse di casa o anche semplicemente il poter sentire una pacca solidale sulla spalla...per sdrammatizzare le piccole disavventure incontrate sul cammino o per rimirare i panorami visti e conquistati con lo sguardo e catturati nell'obiettivo della mia piccola macchina fotografica...

Tuttavia ringrazio, chi  non mi ha permesso di non lasciarmi cedere allo sconforto ed alla voglia di ripartire verso casa. E sono orgogliosa di aver portato con me il calore del mio sorriso e della mia gentilezza, nonostante la freddezza apparente o reale altrui, malgrado i silenzi e le incomunicabilità linguistiche e caratteriali del mio prossimo.

La mia anima fragile è (forse) impossibile da modificare, ma insieme a tutte le mie sensazioni negative provate, ce ne sono state anche altre inaspettatamente positive che ho ricevuto e donato, ed altre che non hanno trovato i canali e le persone giuste che le potessero accogliere.

 

We keep this love in a photograph
We made these memories for ourselves
Where our eyes are never closing
Our hearts were never broken
And time's forever frozen, still

So you can keep me
Inside the pocket of your ripped jeans...

 
 
 
Successivi »
 

EN E XANAX

 

Se non ti spaventerai con le mie paure,

un giorno che mi dirai le tue

troveremo il modo di rimuoverle.

In due si può lottare come dei giganti

contro ogni dolore

e su di me puoi contare per una rivoluzione.

Tu hai l’anima che io vorrei avere.

(Samuele Bersani)

 

L'AMORE E' UNA COSA SEMPLICE

* il lungomare di casa mia!

 

EVERYBODY'S CHANGING - KEANE

This is my refrain...

 

MY DEFROST BLOG!

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

stelladelsud_1976tobias_shuffleMARIONeDAMIELAssenza_di_LogicaVerainvisibileSky_Eaglechiarasanycall.me.Ishmaellafarmaciadepocabal_zacStella.di.mare83valentinachiummomusica_x_tebelladigiorno_m
 

STELLA... DANZANTE

"Bisogna avere un caos dentro di sè

per generare una stella danzante"

Friedrich Nietzsche.

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

READING NOW...

(*foto dal web)

"Il silenzio dei chiostri" 

Alicia Giménez-Bartlett 

***

"Wondy ovvero come si diventa supereroi per guarire dal cancro"

Francesca del Rosso

***

"Il gioco segreto del tempo" 

Paloma Sanchez- Garnica

 

I MIEI LINK PREFERITI

MENTRE DORMI_MAX GAZZE'

(*foto: dal web)