pause

Post n°514 pubblicato il 20 Luglio 2017 da diogene51

 

 

 

Mi sa che dovrei mettermi in pausa. Dovrei scrivere “Blog in pausa”. In effetti sono poco presente da un po’ di tempo, sia da me che da voi. Non tanto per vacanze, che ancora non ho iniziato, anche se, complice la calura dei giorni scorsi, ho passato più tempo in campagna, dove il web è irraggiungibile, ma per tutta una serie di impegni cui ho dovuto e devo ancora far fronte. Forse il prossimo fine settimana riuscirò a mettere in sesto la mia vecchia botte e a partire per qualche giorno verso il mare, verso la Maremma e poi, forse, una puntatina sull’Amiata a far visita ad un caro amico che ho rivisto questa primavera dopo vent’anni di mancati contatti. Immagino che la particolarità di questa amicizia sia incomprensibile a molti…

 

Al vero mare, cioè al Sud, in Salento, ci andrò dopo Ferragosto o anche più in là, sperando che l’affollamento sia un po’ scemato. Il guaio delle spiagge di quella zona (io vado in quelle libere) è che, più si va avanti con la stagione, più sono sporche e piene di residui. L’idea che il bene pubblico sia nostro (anche se condiviso) stenta a farsi strada, purtroppo lì più che altrove. Le zone scogliose sono un po’ meglio, ma hanno altri difetti.

 

Però non vorrei astrarmi del tutto dalla Comunità e, nei limiti del possibile, venirvi a leggere e magari vedere qualche vostra traccia qui da me. Per cui non scriverò “Blog in pausa”. Anche se non ho l’opportunità di leggervi siate sicure/i che vi tengo presenti. Per cui a presto!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

pause

Post n°513 pubblicato il 20 Luglio 2017 da diogene51
 

 

 

 

Mi sa che dovrei mettermi in pausa. Dovrei scrivere “Blog in pausa”. In effetti sono poco presente da un po’ di tempo, sia da me che da voi. Non tanto per vacanze, che ancora non ho iniziato, anche se, complice la calura dei giorni scorsi, ho passato più tempo in campagna, dove il web è irraggiungibile, ma per tutta una serie di impegni cui ho dovuto e devo ancora far fronte. Forse il prossimo fine settimana riuscirò a mettere in sesto la mia vecchia botte e a partire per qualche giorno verso il mare, verso la Maremma e poi, forse, una puntatina sull’Amiata a far visita ad un caro amico che ho rivisto questa primavera dopo vent’anni di mancati contatti. Immagino che la particolarità di questa amicizia sia incomprensibile a molti…

 

Al vero mare, cioè al Sud, in Salento, ci andrò dopo Ferragosto o anche più in là, sperando che l’affollamento sia un po’ scemato. Il guaio delle spiagge di quella zona (io vado in quelle libere) è che, più si va avanti con la stagione, più sono sporche e piene di residui. L’idea che il bene pubblico sia nostro (anche se condiviso) stenta a farsi strada, purtroppo lì più che altrove. Le zone scogliose sono un po’ meglio, ma hanno altri difetti.

 

Però non vorrei astrarmi del tutto dalla Comunità e, nei limiti del possibile, venirvi a leggere e magari vedere qualche vostra traccia qui da me. Per cui non scriverò “Blog in pausa”. Anche se non ho l’opportunità di leggervi siate sicure/i che vi tengo presenti. Per cui, cari amici, a presto!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Italia e terrorismo

Post n°512 pubblicato il 03 Luglio 2017 da diogene51
 

Leggo sulle  notizie di MSN che il Guardian si è posto il problema che forse molti di noi si pongono: perché l’Italia non è diventato un teatro di attentati ad opera degli estremisti dell’ISIS? Sono stati sentiti alcuni esperti che hanno posto l’accento sia sul fatto che non abbiamo immigrati di seconda generazione sia sulla bravura delle forze dell’ordine (con molti agenti che operano sotto copertura) e sul collegamento tra esse e i servizi segreti nonché sull’esperienza maturata nella lotta al terrorismo interno.

Ora, sulla bravura delle forze dell’ordine, in generale, ho qualche dubbio, basta ricordare il caso dell’omicidio di Perugia, dove ci sono state gravi omissioni nella raccolta delle prove. Però può darsi che sia un caso isolato.  In altri casi in effetti, come nel delitto di Cogne, non è stato trascurato nulla.

E voi cosa pensate in merito?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

con e senza

Post n°511 pubblicato il 27 Giugno 2017 da diogene51
 

C’è  una cosa che mi sorprende nei cibi in vendita. La differenza di prezzo tra i cibi “con” e quelli “senza”. Uno penserebbe che i cibi senza costino meno dei cibi con, e invece no.

Ora, ci sono due possibilità nei cibi senza: che siano cibi a cui vien tolto artificialmente qualcosa oppure che siano al naturale e che, semplicemente, non gli sia aggiunto niente.

Per esempio, posso capire che se nel pane senza glutine il glutine viene tolto artificialmente, il prezzo sia più alto. C’è una lavorazione in più. Però, mi sembra, anche se non sono uno specialista, che il pane senza glutine sia in realtà un pane senza farina di grano, ma fatto con altri cereali o comunque vegetali che non contengono il glutine. E se è questo il caso, la differenza di prezzo mi pare assurda.

Poi c’è l’altro caso: prendiamo i pistacchi. Generalmente son tostati e salati. Si trovano anche quelli non salati (che io prediligo) e addirittura non tostati. Allora, la tostatura vien fatta (è meglio che ci sia, secondo me, perché altrimenti c’è il rischio delle pericolose aflatossine), ma il sale può essere aggiunto o no. E invece vediamo che quelli non salati costano assai di più. In realtà io credo di capire il perché. Forse quelli salati sono pistacchi di seconda categoria, che se non li sali non si mantengono. Quelli non salati, invece, devono essere di ottima qualità, se no vanno a male. Ci sono tanti casi. Un altro è quello dello zucchero di canna. Se è grezzo dovrebbe costare di meno, e invece no…

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

commenti

Post n°510 pubblicato il 08 Giugno 2017 da diogene51
 

Confesso che sono un poco assente dal blog, che negli ultimi tempi ho scritto poco. In realtà ci sono tanti stimoli e tanti fatti da commentare che talvolta non ne faccio di niente. Anche oggi avrei due argomenti da utilizzare e, giocoforza, ne scelgo uno, il più triste.

Alludo al caso di quella povera madre che ha abbandonato la figlia in auto facendola morire. E’ successo in Toscana, a Castelfranco, in provincia di Arezzo. Pochi anni fa c’ero stato, a Castelfranco, a visitare l’archivio comunale e magari l’ho anche conosciuta, quella povera donna, che è segretario comunale. Voi direte: un lavoro tranquillo e ben pagato, ma io so che non è così. Il segretario comunale è, nel piccolo comune, l’uomo di legge, che deve guidare e spesso convincere gli amministratori, che sono gente comune, senza preparazione specifica, di cosa si può fare e di cosa no. Gli amministratori (parlo soprattutto delle piccole realtà) sono gente volonterosa, che ha un lavoro e una famiglia e che si dedica anche all’attività ammnistrativa. Forse qualcuno mira anche a mettersi in luce nel suo partito, a fare carriera, ma generalmente poi tornano a fare il loro quotidiano e basta. Spesso vorrebbero fare tante cose, ma, appunto, ci sono le leggi, i vincoli di bilancio, il patto di stabilità, ecc. ecc.

Nel mio lavoro ho conosciuto vari segretari comunali, anche qualche marpione, ma per lo più gente brava che si scapicolla da un comune all’altro, quando sono troppo piccoli (i cosiddetti segretari a scavalco) e si macinano ogni settimana molti chilometri.

Certo, dimenticarsi un figlio in macchina…come si fa?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 70
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

lacky.procinogabbiano642014diogene51dolcelady_2013SoloDaisySky_Eagleamorino11letizia_arcuriStolen_wordsL_INCANTOdelNULLANuvola_volapaneghessanina.monamouroscardellestelle
 

Ultimi commenti

A presto^^
Inviato da: lacky.procino
il 02/08/2017 alle 16:38
 
Come dicevo anche in campagna oggi era molto caldo,...
Inviato da: diogene51
il 01/08/2017 alle 23:11
 
Grazie, Nina! Non so che tempo faccia da voi, ma ieri sera...
Inviato da: diogene51
il 01/08/2017 alle 23:10
 
Ciao cara Simona! Un paio di settimane di pausa, penso di...
Inviato da: diogene51
il 01/08/2017 alle 23:07
 
Grazie, Lucrezia!
Inviato da: diogene51
il 01/08/2017 alle 23:01
 
 
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom