Community
 
ciukina2
   
 
Blog
Un blog creato da ciukina2 il 28/01/2008

Dove Si Va

Non smettere mai di sognare in un mondo migliore...

 
 

AREA PERSONALE

 

I MIEI LINK PREFERITI

FACEBOOK

 
 

DIECI E LODE

Ricevuti da:
StoriediMare0 : per i temi trattati
Gran_Sasso_web : PER LA SUA SENSIBILITA' E L'IMMENSITA' DEL SUO CUORE, E IL SOSTEGNO IN ONORE DELL'AMBIENTE, è LA MIA CICCI!
AngeloDecaduto
 : blog riflessivo e ambientalista dal carattere giovane e allegro, uno SPAZIO nella rete in costante crescita di qualità dove apprendere, condividere e discutere le proprie idee con la simpatica supervisione di Ciukina_2
PlanetGate : sperando che resusciti!!!!!
bianconera83
 : semplicemente perchè è il ns Capitano!!! a volte sparisce per giorni ma quando torna mi fa sempre sorridere coi suoi commenti... e poi mi aiuta a tenere alta la bandiera delle donne bianconere...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

sem_pli_cemino.ragone64valeria.tallaricoaquarius010aleuromarialamberti2salverina.camarcastefano46daciukina2jdiablospino1950toscocam72lhkmanagementsalvatore264canevari1
 
 

 

 

« Terremoto, protesta degl...

La febbre del Kilimangiaro

Post n°35 pubblicato il 04 Novembre 2009 da ciukina2

I ghiacci della montagna simbolo della Tanzania arretrano e si assottigliano. In meno di due decenni potrebbero addirittura scomparire. Uno studio di Lonnie Thompson della Ohio State University a Columbus, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences

Ghiacci e nevi del Kilimangiaro in Tanzania si stanno sciogliendo per colpa del riscaldamento globale: in meno di due decenni le lastre di ghiaccio rimaste sulle sue cime potrebbero scomparire. Le terrificanti previsioni sono opera di uno studio di Lonnie Thompson della Ohio State University a Columbus, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. La ricerca, attraverso il carotaggio profondo del ghiaccio, mostra che il Kilimangiaro sta subendo in modo inesorabile la stessa sorte del monte Kenia e della catena Rwenzori in Uganda.

Ciò, insieme allo scioglimento dei ghiacciai andini e di tutti gli altri ghiacciai tropicali, fa ricondurre il disastro a un'unica 'mano', quella del riscaldamento globale. Il Kilimangiaro, che con la sua cima di 5.895 metri è una tra le sette vette più alte della terra, è anche il più grande vulcano spento del pianeta. Svettando a 205 miglia a Sud dell'Equatore tra Tanzania e Kenya, è praticamente l'unico punto in Africa dove la neve è ancora perenne e si formano ghiacciai. Ma gli esperti Usa hanno raccolto dati che testimoniano la sua 'condanna a morte': l'85% dei ghiacci che coprivano la montagna nel 1912 sono scomparsi al 2007, tabula rasa anche per il 26% dei ghiacci che erano presenti nel 2000.

Inoltre il segnale radioattivo del test nucleare Usa del 1951-52, il test 'Ivy', presente nel 2000 a 1,6 metri sotto la superficie del monte, è adesso assente, e si stima che manchino 2,5 metri di lastre di ghiaccio dalla cima. E ancora, la presenza di bolle d'aria intrappolate nei ghiacci testimonia fenomeni di scioglimento e ricongelamento degli stessi, un fenomeno di certo imputabile alle attuali condizioni climatiche; infatti nemmeno con la siccità di 4.200 anni fa che colpì questa parte dell'Africa e durò ben 300 anni, si verificò scioglimento e ricongelamento dei ghiacci.

"È la prima volta che si misura il volume di ghiacci perso dal monte", conclude Thompson, i dati mostrano che la percentuale di volume persa dal 2000 è molto simile alla percentuale di superficie persa nello stesso periodo a causa del ritirarsi dei ghiacci, segno evidente di un doppio fenomeno in atto: l'assottigliamento insieme all'arretramento dei margini dei ghiacciai. (Ansa)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/StopTheWorld/trackback.php?msg=7938113

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
StoriediMare0
StoriediMare0 il 07/11/09 alle 20:30 via WEB
Hei ciaoooooooo, ogni tanto ritorni. Tutto bene? Un abbraccio
 
StoriediMare0
StoriediMare0 il 30/12/09 alle 12:41 via WEB
Ciao Ciuki, tantissimi auguri di un felice e sereno 2010. Un abbraccio ed un bacio Nadia
 
Difesambiente
Difesambiente il 20/09/10 alle 22:46 via WEB
SELEZIONE FOTO PER CALENDARIO DIFESAMBIENTE 2011 http://www.difesambiente.it/forum/default.aspx?g=posts&m=1156#post1156
 
grandaniele
grandaniele il 05/08/12 alle 11:13 via WEB
ciao fanciulla ma continuano a dire che non c'è da preoccuparsi ! la fine del Pianeta Terra sarà un evento..naturale ?
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

NOMADI - Io Voglio Vivere

 

PEAK OIL

 

La vita ci mette continuamente a dura prova.
Solo la fede mi da la forza di andare avanti.

Ora più che mai so che lassù Qualcuna ci osserva e ci ascolta.

Ci ama e ci protegge, anche quando soffriamo.
E grazie alla fede ho la certezza che un giorno staremo di nuovo tutti insieme.

Ciao nonno

 

COSA DOBBIAMO FARE. TUTTI. SUBITO.

- Usa lampadine fluorescenti e compatte. Per gli esterni, scegli le lampade a sensore, che si accendono solo quando serve;
- Usa la macchina il meno possibile. Se ti è possibile monta gpl o metano. Ridurrai drasticamente le emissioni nocive e peserai meno all'ambiente; oltre a ridurre del 70% la tua spesa non dovrai più preoccuparti più di scioperi dei benzinai o rincari del prezzo del petrolio;
- Ricicla carta, plastica, legno, vetro e lattine;
- Non sprecare luce;
- Non sprecare acqua;
- Non sprecare acqua calda;
- Non comprare prodotti con molte confezioni, produrrai meno rifiuti;
- Regola il termostato di casa sotto i 20° (ogni grado in più vuol dire +7% nei consumi);
- Monta doppi vetri a casa. Eviterai il disperdersi di calore in inverno e frescura d’estate;
- Spegni gli elettrodomestici quando non li usi. Non lasciare MAI in stand-by tv, stereo e qualsiasi altro elettrodomestico. La spia rossa che rimane accesa consuma tantissimo;
- Fai a meno del condizionatore, almeno in auto. Abbassa i finestrini;
- Scegli elettrodomestici classe A. Nel 2007 si può approfittare di un incentivo di 200€ previsto dalla Finanziaria;
- Informati sul conto energia. È un bene per tutti e può diventare un guadagno;
- Bevi acqua del rubinetto. 87 aziende di acqua minerale su 98 sono risultate NON IN REGOLA dopo essere state sottoposte a esami specifici dal Ministero della SALUTE. L'acqua del rubinetto è più controllata. Inoltre, l'acqua minerale proviene spesso da zone molto lontane dal luogo di acquisto. La conseguenza è un forte impatto ambientale dovuto al trasporto: un camion può trasportare circa 26.500 litri (17.667 bottiglie da 1,5 litri), sono necessari ogni anno oltre 280.000 viaggi. E ancora: imballaggi e bottiglie devono essere smaltite; le Regioni spendono molto di più per lo smaltimento delle bottiglie di quanto ricavano dalle irrisorie concessioni per il prelievo dell'acqua. Si è calcolato che per una famiglia media il vantaggio economico ad utilizzare l'acqua del rubinetto, invece di quella minerale, è di 200 €/anno;

- Dal blog Earth & Social