Community
 
THOT30
   
 
Un blog creato da THOT30 il 22/01/2005

Aton d'Argento

L'orizzonte è più ampio di ciò che vedi

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

I MIEI BLOG AMICI

 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 
 
 
 
 

Se siete Valorosi
e controllate il vostro Cuore,
abbraccerete i vostri Bimbi,
bacerete la vostra Donna,
vedrete la vostra Sede-Origine.

TH-O-TH 

 
 
 
 
 
 
 

THOTH VIDEO

 

 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Memorie di un viaggio pa...Chi cerca trova... »

Immortal (Ad Vitam)

Post n°18 pubblicato il 15 Dicembre 2006 da THOT30
Foto di THOT30

Antiche riflessioni di Th-O-Th...

La Vita è ovunque, comunque, non comincia con l’uomo, non finisce con l’uomo; non è l’uomo che determina la Natura (e quindi nemmeno la propria) ma il contrario… l’uomo e solo parte di un sistema enormemente più ampio ed in quanto tale opera, illudendosi di essere causa positiva o negativa, della condizione completa del sistema stesso… errore…! L’uomo non determina che piccoli cambiamenti, infinitesimali variazioni, in un infinitesimale frammento del sistema… un solo piccolo, breve, circoscritto respiro di Ga-Ya crea molto di più di migliaia di anni di operazioni umane, o cancella molto di più di accanite distruzioni operate dall’umanità.


La Vita ha sempre il modo, la tecnica, la regola, per perpetuarsi… in ciò che chiamiamo evoluzione o con passaggi che ci appaiono più “violenti” e repentini come la rigenerazione dopo una distruzione, in altra forma, con altre qualità; la Vita resta ovunque, comunque.


La Vita umana è in un corpo, in un embrione, in una cellula, in un cromosoma, in una molecola, in un atomo, in un elettrone, in un pione… ed immediatamente non vi è più ove tutti questi “elementi” si dispongano ed interagiscano con modalità alternativa alla costituzione di un “essere umano”; la coscienza di Se' dell’uomo (o la coscienza di essere in rapporto con un proprio simile…) risiede in ogni piccolo infinitesimo elemento del corpo, ove questo possieda le qualità/quantità minime indispensabili, oppure è inevitabilmente “altro” da umano, da uomo.


Rimane invariata, costante, presente, la definizione di “essere vivente” in ogni stadio ed per ogni singolo elemento naturale; l’attribuzione del livello di “valore assoluto” di ogni essere vivente, è invece dipendente dalle interazioni possibili tra la forma d’energia che “ E' ” e quelle che lo circondano… ovvero l’uomo attribuisce i valori, le “dignità”, in base al proprio metro agli altri esseri viventi ed a se stesso; questo “metro” non è altresì costante e dipende in ogni momento ed in ogni luogo dalla condizione contingente dell’uomo stesso… la presunzione di poter stabilire in assoluto, definitivamente, oggettivamente, l’importanza di un essere vivente rispetto al sistema in cui l’uomo l’individua e lo percepisce è appunto mera “presunzione”; la possibilità di errore è elevatissima ma la definizione stessa di errore è contingente e dipendente… se vogliamo l’errore è una Regola (anche una delle più rispettate…) attraverso la quale la Natura, l’uomo ridefinisce il sistema.


Ora, decidendo di intervenire sulla vita umana, sul metodo di procreazione, sulle cure, sulla interruzione o meno della stessa (ossia di una delle forme che gli uomini riconoscono come tale) si può commettere un errore niente di più naturale… la Vita resta ovunque, comunque;

Decidendo di generare, clonare o sopprimere alcuni “esseri viventi” (cosa che gli uomini fanno continuamente nel rispetto o meno di regole, che sono comunque tutte e solo umane) ed assumendosi la responsabilità, il rischio, per aver generato, clonato o soppresso un essere umano (cosa che avviene comunque anche se non solo ad opera dell’uomo…) l'uomo stesso potrebbe accorgersi, in seguito, di aver commesso un errore ed è anche così che avrebbe solo seguito la Regola (una delle più rispettate…).


La Vita resta, ovunque, comunque.

Salute!

Io sono TH-O-TH, con l'Ah-Nk

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

AL- AVANGUARDIA LIBERA

 
 
 
 
 
 
 

SALUTE!

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

THOT30Montirueormenellasabbiabits_dont_bite0dreik3AngeloSenzaVeliDatura.StramonyumSOUL2007reventM.X.MLUROBASSilvia_MargiottaRoaringDollahuradeva
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

 
 
 
 
 
 
 

1° PRINCIPIO

Tutto è Mente

 
 
 
 
 
 
 

Se siete Valorosi
e controllate il vostro Cuore,
abbraccerete i vostri Bimbi,
bacerete la vostra Donna,
vedrete la vostra Sede-Origine.

TH-O-TH 

 
 
 
 
 
 
 

THOTH VIDEO

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom