Creato da sempreilmare il 22/04/2010
heart light...cuore leggero ...

Ultime visite al Blog

E03sybilla_cdelfina.nera1fugattoficcanasomarlow17carosakKimi.777silvia1943sempreilmareanna545Lisa20141azzurraluna69icabozottigiuseppe_2013mammolitif
 

musica

Premio D eci e lode

In classifica

 

BARCA A VELA


Upload Pictures

 

libro aperto...

Image Hosting Site

 

POESIA

 

clark foto

Image Hosting

 

il mio volto al tramonto

 

il libro di...

TIMONIERE CLARK

Min: :Sec

 

 

caff napoletano

 

bussola

 

IL FARO...

 

Come onda

Come onda

come onda 

nel mare della vita 

nulla di te so e conosco, 

ma questo nulla mi piace 

e mi porta ad immaginarti 
                                    JW VON GOEHTE

 

E' l'ora

E' l'ora

È l'ora in cui s'ode tra i rami 
La nota acuta dell'usignolo; 

È l'ora in cui i voti degli amanti 
Sembrano dolci in ogni parola sussurrata 

E i venti miti e le acque vicine 
Sono musica all'orecchio solitario. 

Lieve rugiada ha bagnato ogni fiore 

E in cielo sono spuntate le stelle 

E c'è sull'onda un azzurro più profondo 

E nei Cieli quella tenebra chiara, 
Dolcemente oscura e oscuramente pura, 
Che segue al declino del giorno mentre 
Sotto la luna il crepuscolo si perde.

GEORGE GORDON BYRON

 

la mia stella!!!

 

la mia stella...

colei che ...

mi guida...

lungo le acque chete..

e mi conduce..

nei sentieri...

dell'amore

 

Contatta l'autore

Nickname: sempreilmare
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Et: 47
Prov: NA
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FACEBOOK

 
 

 

poesia...

Post n°148 pubblicato il 01 Settembre 2015 da sempreilmare

partono leggieri e pronti dal petto i miei pensieri Una brezza leggera increspa il mare notturno, pare una tela dipinta, con mano leggera, dai bianchi riflessi di una calante luna. Il mio sguardo si perde, la dolcezza dei ricordi mi pervade l'animo e mi culla lentamente sino al dolce oblio del sonno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

il mio mare...

Post n°147 pubblicato il 22 Dicembre 2014 da sempreilmare

Aspetterò te

Camminerai per sempre sulla spiaggia

Del mio cuore, fra la sabbia e il mare,

cancellando le mie orme.

Il vento soffierà fino a portarti via,

ma il mare e la spiaggia

dureranno all’infinito.

La luna, avvolta nella solitudine,

bagnerà con le sue lacrime

le vicine stelle,

e si addormenterà

aspettando un nuovo giorno…

come io aspetterò te,

ogni giorno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

poesia...

Post n°146 pubblicato il 25 Agosto 2013 da sempreilmare
Foto di sempreilmare

Credo in te... perchè nella luce dei tuoi occhi vedo l'amore... 

... perchè nella tua voce ascolto vibrazioni infinite, 

perchè le tue labbra posandosi sulle mie rallegrano il mio cuore...

Vivo... perchè nella tua anima c'è luce...passione... gioia infinita

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

oltre il mare...

Post n°145 pubblicato il 03 Febbraio 2013 da sempreilmare
Foto di sempreilmare

Una poesia per coloro che come me...amano sia il mare e tutto ciò che rende romatica la vita...Oltre Il mare e volo dei gabbiani sorvolando onde in burrasca oltre il luccichio del sole che specchia sull'acqua all'orizzonte una linea scura a limitare l'oltre che pare finire allo sguardo. Ma nella mente l'oltre non si ferma va oltre il pensiero va oltre lo sguardo le stesse onde s'accorgono e indietreggiando lasciano spazio alla sabbia dorata e bagnata come a fare da cuscino al luccichio dell'oro che riflette. Vanno oltre i profumi di un inverno che lascia i gabbiani al loro destino al loro mondo finalmente incontaminato. vanno oltre i pensieri che si accontentano dei ricordi di una stagione di vita.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

uomini...

Post n°144 pubblicato il 23 Novembre 2012 da sempreilmare
Foto di sempreilmare

La maggior parte degli uomini,

sono come una foglia secca,

che si libra e si rigira nell'aria

e scende ondeggiante al suolo.

Ma altri, pochi,

sono come stelle fisse,

che vanno  per un loro corso preciso,

e non c'è vento che li tocchi,

hanno in se stesso la loro

legge e il loro cammino.

            "tratto dal romanzo siddharta" "hermann hesse"

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »