Creato da: TabeaBorchardt il 17/05/2013
TabeaBorchardt

shopify analytics tool

 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 35
 

 

 

L@nguid@&Torbid@

Post n°23 pubblicato il 17 Dicembre 2017 da TabeaBorchardt

 

Non c'è castigo nelle parole
né fioche illusioni
attecchite sul ventre ossuto.
Non c'è pietà
né smilze speranze appese
o cuori incrostati nel buio.
Solo tepenti sofferenze
annegate dentro giorni d'assenza
che da parte a parte
attraversano i nostri corpi
disillusi e trasparenti.
Un moto rettifilo e uniforme
rasenta i nostri piedi
slavati e affilati
su cui trovano posto
minuscole pietre aguzze
incuneate fra le dita
tesori del desiderio
minute ferite sul derma indurito
costellazioni desertiche
tempo di tenebra
che perisce sulle labbra.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°22 pubblicato il 07 Dicembre 2017 da TabeaBorchardt

 

 

Mi accosti con le mani il paltò
non avevo mai scorto tanto amore
sfavillarmi in fronte o nei dintorni.
Poi lo abbiamo fatto propriamente l'amore
un amore diuturno uno scalpicciamento ventricolare
quello dei richiamati in vita degli eccitati vinti.
Non possediamo nulla a parte il nome
e la carne fossile di taluni ricordi.
Questa egloga non l'ho stilata io
l'ho rinvenuta per caso e decriptata
addosso al tuo costato.

T@be@

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°21 pubblicato il 05 Dicembre 2017 da TabeaBorchardt

 


Da questa notte a seguire
dimeno le nubi dagli occhi,
sui rostri dei marciapiedi serpeggio
questi ultimi granelli di distanze
e computo a ritroso ogni tonfo,
nei bordi d'acqua che ti elargisco
sulle dita ti sommo nei parziali
che la cupidigia dei paracqua aizza,
distribuendosi nei neonati sospiri
che reitero con talune indubbie assenze.

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°20 pubblicato il 14 Dicembre 2016 da TabeaBorchardt

 

In questa vanità d'ombre,
nel mio involucro è liquida la cornea
si volge nel cedimento la collera,
nei rebbi già deformi e spuntati dall'inedia
impero un corpo nel vento,
durante la notte indugio l'apocalisse,
nei distacchi mi perseguo,
nel tacere di delfini che scartavetrano alfabeti,
dove le discinte ginocchia palesano,
i cantoni nerastri di una parola lattiginosa.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°19 pubblicato il 03 Dicembre 2016 da TabeaBorchardt

 

È falotica l'assenza che ti riredigo
il vento poscia sul dorsale di un corpo sparso
e il cessato non reclama parola
ma daccapo tace
in siffatto quando che scroscia
e importuna una vena difilato l'altra
tra le cartilagini delle nubi
nell'inverno acquitrinoso esanime sui polsi.

 

T@be@

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°18 pubblicato il 28 Novembre 2016 da TabeaBorchardt

 

Oncia di tempo eteroclita
nella dischiusa parete
accostando la pelle
oblunga si lacera
il sangue si plasma
al tacere delle vene
adunche e cave
il boato, raccimola
ogni trascorso triviale.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°17 pubblicato il 16 Novembre 2016 da TabeaBorchardt

 

Sei un fottuto commiato,
latente nelle maniche di certi paltò,
un luccicone lasciato rasciugare,
mentre a morsi mi riacchiappo
l'ansia di un refolo di vento.
Ricomputo il destino su quel dorso
infiacchito, morbidamente liquefatto
fra le ventrali di anemiche parole
spinte e profuse a-mare.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°16 pubblicato il 10 Novembre 2016 da TabeaBorchardt

 

I tagli sono la mia crescita
solo io rimiro il sangue che stilla.
Ninnolo e lappo
il dolore di uno sgravarsi a cosce serrate
dove il gaudio è un aborto
da avvinghiare in grembo
che non sono in grado di rianimare.
Le mie stanze
sono sterili cristalli
piantati nel cuore

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°15 pubblicato il 27 Giugno 2015 da TabeaBorchardt


Nell'ombra di queste vene
disponiti tra me e l'avvenire
là dove depongo visioni oniriche
come pulviscolo dei pensieri
esuma gli aneliti
fanne luce e parole
mollemente covale
fanne alito sommesso
nell'incavo snello della bocca
là dove s'inerpica la parola
che ti conduce qui.
Disponimi tra te e il venturo
dentro di me coricati
cerca un'alcova nel mio recondito
spennella nel tondo dell'iride
efflorescenza di tempeste
tra le nubi smorza ogni mia lemma
e spalanca la tua voce
dalle odore dalle il fiato
che ti accresce novello
didentro al midollo allungato
che mi porgi ancora.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°14 pubblicato il 09 Giugno 2015 da TabeaBorchardt

 

Se mi schiudi di cuore
mi trovi negli smorti inverni
a far la conta delle orme attecchite
nei mattini di sole corvino
quando la mia bocca
t'agogna e s'infervora.
Se mi schiudo di cuore
prorompe la donna che sono
e che t'adorna a re solenne
mentre germini aggrappato nelle vene
per sbocciarmi sulla pelle
come una lascivia
che il mio gelo non paventa.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°13 pubblicato il 25 Aprile 2015 da TabeaBorchardt

 


Respiro e vagheggio pressochè ogni notte

il corpo reclama e geme

inzuppato nella brace della pelle.

Vorrei destarmi

piuttosto che farmi cadenzare e flettere

da questo maldanima adepto.

Mi sveglio e sudo nella cecità della notte

granuli di sudore pallido su pori esagitati

rincruditi nell'astenia del risveglio.

Lingua ampollosa imbevuta di malinconia

aria che annaspa, ansia che viola,

abusa fasci di fiato e comprime il petto

maldanima in ammollo

imbibito tra il sopore e la veglia.

 

T@be@

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°12 pubblicato il 05 Settembre 2014 da TabeaBorchardt

 


Accadrà di rincontrare te,

di avere un bagliore,

un fiotto di acromatica ricordanza,

di che tinta sarà il tempo che transita?

che sfumatura vorrò darti?

Forse sarà un'amalgama dolce, acerba, grata, amara,

forse un sorriso pieno o un dolore raccolto e intimo.

Forse un rieccheggio

che tra il vuoto delle pieghe intercostali

è rimasto impigliato.


T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°11 pubblicato il 17 Novembre 2013 da TabeaBorchardt

 

 

E' novembre, ti do appuntamento nell'aria,

tra questa amara ombra del mattino rarefatta di malinconia

fa freddo senza le tue mani.

Con le dita dei piedi tocco l'ala della tua poesia,

tra le ciglia trascino il tuo nome

mentre porto a spasso sugli occhi intime lacrime di desiderio

ed ogni accenno di abbandono striscia fuori bordo

da questo impreciso tempo.

 

T@be@

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°10 pubblicato il 30 Ottobre 2013 da TabeaBorchardt

 

 

Aveva un insolito modo di accarezzarle il cuore.

Come una nuvola a mezz'aria

nel grigiore di un cielo primaverile

perde l'orientamento e lascia piover lucciconi

per germogliar risvegli.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°9 pubblicato il 04 Settembre 2013 da TabeaBorchardt

 

 

Sdraiata nel letto

dondolo le gambe nude

come le pagine di un libro.

Sotto lo scorrere denso di dita

vado rallentando la sottigliezza di carezze

come per fermare il passaggio di un tempo

al galoppo tra versi brevi

nella parte migliore di una storia.

 

T@be@

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°8 pubblicato il 29 Luglio 2013 da TabeaBorchardt

 


In principio,

la parola come un muro

di stigma e stami.

Lì, negli occhi

involucro di muschio,

lacrime al riparo, asciutte,

aspettano un concerto

bagnato di luce.

E lì, in aria

un cappotto denso,

uno scambio di anime,

uno scisma, un territorio vivo,

una dimora per tutto.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°7 pubblicato il 21 Luglio 2013 da TabeaBorchardt

 

 

Vibra la fame appesa alla porta della bocca,

il calore più vicino alle labbra,

quella rete di respiro che è debole,

piena di latenze sull'isola e nei bordi

che è geografia di ciò che non si può afferrare.

 

T@be@

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°6 pubblicato il 04 Luglio 2013 da TabeaBorchardt

 


Su fogli nudi stai toccando il mio corpo

mentre i giorni continuano lontani da te

e il battito del mio cuore

indossa colori proibiti.

Ogni notte nasci nel silenzio,

poi naufraghi tra liturgie di tenerezza

sull'abito vivo che è la mia pelle

dove ti inghiotto con una dolcezza che uccide.


T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°5 pubblicato il 01 Luglio 2013 da TabeaBorchardt

 

Porgere, offrire, donare, il respiro.

Non come sacrificio ad un altare,

ma come vortice silente che in me ti tiene.

Godere del tuo appagante abitarmi.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L@nguid@&Torbid@

Post n°4 pubblicato il 27 Giugno 2013 da TabeaBorchardt

 


Nel palmo delle tue mani

custodisci un pensiero

e legata tra le tue dita

l'Anima della mia Vita.

 

T@be@

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »