Creato da tequilaesale il 13/06/2007

Tequila,Sale+Limone

Adesso abbiamo anche Will...

 

 

I PREPARATIVI PER CUI DEVI PREPARARTI

Post n°240 pubblicato il 07 Settembre 2010 da tequilaesale
Foto di tequilaesale

Tutte sognano il principe azzurro, tutte bramano il momento in cui lui si metta in ginocchio e apra questo scrigno magico (possibilmente di Tiffany) e illumini la loro vita con un diamante e, va bene si, anche con la fatidica proposta.

All’inizio tutto è fantastico, il tuo telefono è incandescente, perché non c’è un’amica che non debba saperlo, soprattutto quella che ha sempre rosicato, e passi ore a guardare come ci sta quell’anello al tuo dito.

L’entusiasmo ti spinge a cercare subito l’elemento fondamentale: il vestito!

Fatto questo, pensi che tutto sia in discesa, anzi, ti chiedi se davvero ci sia qualcos’altro da fare!

Ed è lì, in quel momento, che ti inizi a rendere conto che sbagliavi, AH quanto sbagliavi!

Il primo scoglio da superare è di certo la lista degli invitati, chi invitare? Solo gli amici stretti? Un po’ tutti i conoscenti?

E come dividere i conoscenti che, come si sa, vivono su vari livelli di conoscenza?

E iniziano tutte quelle frasi del tipo “No se inviti la Pina devi invitare anche Gina, altrimenti ci fai una brutta figura” oppure “Lo so che la Lina non ti sta simpatica, ma è la sorella del cugino del cognato della zia Tina e non possiamo non invitarla”.

Insomma in breve tempo i pochi amici diventano almeno 100 persone e inizi a pensare che, in fondo, un matrimonio tu e lui a Las Vegas sposati da Elvis non è proprio una cattiva idea…

Altrettanto difficile è la scelta delle damigelle e dei testimoni. Probabilmente le tue amiche bramano più questo ruolo che quello in un grande film che le porterebbe ad un successo planetario.

Scelti i protagonisti principali, sperando di non aver troppo mortificato le comparse, si passa alla scelta del posto, ma soprattutto del catering.

E anche qui se pensi di scegliere solo l’agenzia a cui rivolgerti e potergli dire “Ok per il resto fate voi” ti sbagli! C’è da scegliere il tovagliato, i centrotavola, la torta, i primi ed una lunga seria infinita di cose che forse sarai l’unica a non mangiare quel giorno e di cui non ti frega un tubo.

Altra scelta fondamentale è quella delle bomboniere. Andare sul classico pacchiano che fa sempre contente le zie che possono aggiungere un altro pezzo alla loro vetrinetta o scegliere un oggetto più moderno che il 90% degli invitati si chiederà cosa diavolo sia?

E mica è finita qui! Scelta l’inutilità da regalare (perché parliamoci chiaro: bella o brutta che sia una bomboniera è sempre e comunque inutile) c’è da scegliere come confezionarla, in che colori, con che gusto di confetti!

Da quando sono stata a scegliere i confetti per il mio matrimonio mi si è aperto tutto un mondo sconosciuto su di essi: mica ci sono solo a mandorla e al cioccolato! No!

Ci sono perfino al gusto di fiori, al gusto di dessert concentrati in una pallina minuscola (tipo tiramisù, caprese), al gusto di tutti i tipi di cioccolata esistenti (nutella compresa) e al gusto di liquore per gli ubriaconi. Scelta ampia ma ardua!

Poi scegli la musica, accertati che il tuo dj non sia un fanatico di cantanti neomelodici, invia le partecipazioni a cui avrai una risposta sempre a soli pochi giorni dal matrimonio, combatti con tua madre anche sui fiori, sui capelli e sui gioielli.

Si perché mia madre, nonostante abbia avuto l’occasione di decidere già per due matrimonio, ha deciso che non si sarebbe risparmiata sull’esprimere giudizi (per lo più in contrasto con i miei) anche sul mio.

Tutto ciò che circonda i preparativi del matrimonio inizia a diventare uno stress, tanto che ho incominciato a pensare che la Luna di miele andrebbe fatta DURANTE e non dopo!

Estetista, fotografo, parrucchiere, fioraio, gioielliere, dentista…sono solo alcuni devi impegni per cui non avrai più di un attimo libero prima  della cerimonia.

E per finire una delle cose che mi sta creando più problemi: seguire le tradizioni!

Come si fa ad indossare qualcosa di vecchio qualcosa di nuovo qualcosa di prestato e qualcosa di blu?

Passi per qualcosa di nuovo (il vestito è valido), passi pure per il blu (riuscirai sempre a trovare una giarrettiera che ne abbia un minimo) ma se non hai scelto di farti prestare i gioielli da tua madre è davvero difficile trovare qualcosa di vecchio e qualcosa di prestato!!!

Posso mai farmi prestare una mutanda vecchia e usata da indossare quel giorno?

 

 

Lenek

 
 
 

QUANTE COSE CAMBIANO

Post n°239 pubblicato il 06 Settembre 2010 da tequilaesale

Mammamia che emozione ritrovarmi qui a scrivere dopo tanto tempo!!

Mi rendo conto che è una cosa anche abbastanza inutile visto che, se non lo aprivo più io il blog…figuriamoci gli altri!

Però non so…questa sera ci ho pensato e, guardando le tante cazzate scritte in passato, ho pensato che fosse giusto aggiornarlo sulle grandi novità che ci sono state, e chissà che qualcuno dei vecchi contatti passando di qui per caso non possa leggerle.

Innanzitutto è giusto spiegare il perché dell’abbandono del blog.

Sale ha incominciato a lavorare ed io ho messo tutta me stessa nell’università (che ho finalmente concluso e questa è la prima novità) ed il tempo a disposizione era diminuito notevolmente.

Per me scrivere era diventata una fatica più che un piacere e questo è sicuramente il motivo principale che mi ha spinto a mollare.

Nonostante questo, questo blog compariva spesso nei nostri pensieri, è stata un’esperienza bella e divertente, che ci ha permesso anche di conoscere persone fantastiche (solo una dal vivo purtroppo).

Ma ora passiamo alle novità.

Sale ha smesso i panni della meretrice e…si è fidanzato!!! Ebbene si!! E con tanto di fedina per giunta (cosa su cui continueremo a prenderlo in giro fino alla morte visto che si è sempre dichiarato contrario a queste banalità da fidanzati!).

E’ bello vederlo così, con gli occhi a cuoricino quando sul display del cellulare compare un certo nome…e poi lui è carino, dolce, molto simpatico, forse un po’ timido, ma si sa gli opposti…

Anche per quanto riguarda il lavoro quest’anno è stato un anno favoloso per Sale, che fa finalmente ciò che ha sempre desiderato fare: disegna vestiti che altre persone realizzano al posto suo!

Per quanto riguarda me ho avuto una storia durata un anno e mezzo e finita malissimo. Se pensate che i vostri ex facciano schifo, aspettate di sentire cosa ha fatto il mio!

Ha continuato a fingere per mesi che tutto andasse a meraviglia, tanto da parlare di convivenza, quando invece aveva già un’amante chissà da quanto e poi, una mattina, da un giorno all’altro…E’ SCAPPATO! Si, avete letto bene, è scappato! Letteralmente fuggito dall’altra cambiando numero e scatenando un’ovvia reazione da parte di amici e conoscenti.

Ovviamente solo dopo alcune indagini sono riuscita a scoprire la verità e dopo un periodo orribile in cui mi chiedevo cosa diavolo fosse successo (e dove diavolo fosse) ho visto le cose come stavano e ho capito che lui era semplicemente uno stronzo.

Ho deciso in ogni caso di cambiare aria, di fare un’esperienza diversa e sono andata a Londra.

Ora vivo lì da quasi un anno (seconda novità) e tra 12 giorni mi sposo (novità più grande) con un ragazzo conosciuto lì che è un bonazzo colombiano da paura.

Quando si dice riprendersi le rivincite…!!!

Sono felice, sono innamorata e sto vivendo la mia favola. Un po’ come quella granculo di Cenerentola insomma (cit. Pretty Woman).

Ora sono nel pieno dei preparativi, talmente sotto stress che se non si fosse trattato di lui avrei già fanculizzato tutto (promemoria per me: al prossimo matrimonio chiamare wedding planer).

Il giorno del nostro matrimonio è anche il giorno del nostro primo anniversario.

Ebbene si, sai quanto incontri qualcuno e pensi “cavolo lui/lei è quello della vita”? A noi è successo così!

Conviviamo da 10 mesi ormai e di lui ho visto ed odorato il peggio…e nonostante questo voglio ancora sposarlo!

Ma da ex sfigata/single incallita vorrei contribuire a dare qualche consiglio a quelle come me, a dargli una speranza, e proprio per questo penso aggiornerò il blog ogni tanto.

Per ora un bacio a tutti.

 

Lenek

 

 

 
 
 

Diversi? Certo che sì!

Post n°238 pubblicato il 23 Marzo 2009 da tequilaesale
Foto di tequilaesale

Ho seguito i dibattiti di Luxuria dopo la vittoria all’Isola, ho ascoltato la canzone di Povia a Sanremo, ho letto l’intervista di Bolle su Vanity Fair.. ieri sera il clou con Porta a Porta puntata speciale dal titolo: “Diverso da chi?”. Mentre mi godevo lo spettacolo dell’Argentero nazionale che, quando parla, emana sex-appeal ancor più di quando sta zitto, una perplessità si è insinuata nella mia testolina: a cosa dobbiamo questo recente infarcimento mediatico sull’argomento “omosessualità”? Nemmeno la proposta di legge sui DiCo suscitò tanto interesse illo tempore. E una risposta proprio non l’ho trovata. Però una cosa mi è chiara: stiamo qui ad arrovellarci sul contorno della questione senza toccare l’elemento cruciale. Perché in effetti…che l’omosessualità secondo l’OMS non sia più una malattia dal 1992 lo sanno davvero in pochi. Che esistano episodi di omofobia nel nostro Paese non è invece una novità, al pari delle morti sul lavoro, le violenze sulle donne e la crescente xenofobia. Ogni tanto però s’impone una nuova tendenza mediatica. In questo momento fanno molta presa i gay che si redimono e quelli che si pavoneggiano. Perché tanta paura e perché tanta ostentazione? A me sembra tutto davvero troppo. Insomma…possibile che nessuno parli di cosa stia davvero a cuore a noi comuni omo-mortali? A noi che non gridiamo Al lupo!Al lupo! se qualcuno canta di un tizio che era gay ma adesso ha una lei? A me importa soltanto di non essere bollato dalla comunità in cui vivo per le mie preferenze sessuali. A me importa soltanto di poter vivere serenamente con un altro uomo in un condominio qualunque. E non venite a dirmi che tutto questo esiste già. Perchè se la legge non riconosce le unioni di fatto..okay, lo capisco. So di essere nato nel tempio del cattolicesimo e blablabla. Ma quello di cui parlo è la vera accettazione della diversità, che non deve essere imposta dall’alto ma venire dal basso, dall’opinione pubblica. Quando la schiavitù fu abolita negli States ci vollero anni prima che una donna nera sedesse in un autobus. Io sono diverso dalla maggioranza delle persone con le quali vivo, ma dalle quali mi aspetterei di essere preso in considerazione per i miei valori umani, culturali, etici e non per quello che faccio tra le mie lenzuola. La discriminazione è deplorevole, sempre. Che sia razziale, etnica, religiosa o sessuale. Né più, né meno. Essere gay purtroppo non è come il colore della pelle, che è lì sotto gli occhi di tutti. C’è pertanto chi preferisce tenerlo per sé e chi invece lo rende pubblico. Ma un Paese che voglia ritenersi civile dovrebbe garantire – e non per legge porca miseria! – a chi vuole fare coming out la certezza di proseguire la sua vita così com’era fino a quel momento. Chiedo troppo?                 

Limone

 

 
 
 

UN PO' DI COMICITA'

Post n°237 pubblicato il 12 Novembre 2008 da tequilaesale

Due amici ma soprattutto due grandi artisti vincitori del Premio Massimo Troisi.

Mica Bau bau micio micio topo topo!!

 
 
 

Che tempo che fa?!

Post n°236 pubblicato il 21 Maggio 2008 da tequilaesale
 
Tag: noi
Foto di tequilaesale

Ah. . . finalmente!!! l'estate si avvicina sempre di più!!! temperature elevate. . . clima torrido. . . sole che picchia . . . cicale che cicaleggiano (?). . . lucciole (nn quelle sui marciapiedi) che luccicano. . . prime tintarelle. . . questo ovviamente solo nei sogni-_-'
Com'è possibile che siamo al 20 maggio e sta facendo una tempesta che manco in Groenlandia se la sognano?
Ma che è un uragano? un tifone? un ciclope, oops, cicloneImbarazzato. . .
Ma un tempo Napoli nn era la città do sole? guardate che a me piacciono i luoghi comuni, com'è vero che un gay sa ballare o si sa vestire bene, nn può essere che a Napoli piove il 20 maggio!!!! Vi voglio solo dire che in preda ell'estremo picco di fashionismo, oggi -come già sabato a dire il vero- ho indossato i sandali!!! No dico, mi immaginate con i piedi di fuori con le mie fanastiche ciostolette in cavallino e argento in mezzo al diluvio universale? fortunatamente però Mosè mi ha raccolto per strada, si è accorto che sull'arca mancava una zocc. . . scherzo!!!!!! sono autoironico!!!! ( o no? . . . Perplesso) Cmq ho evitato la tragedia, perchè i sandali erano solo uno delle tre paia di scarpe che avevo con me stamattina, ho quindi indossato gli stivaloni (nn quelli da pretty woman [perchè li ho], ma da pescatore), sono salito a bordo del canotto e sono arrivato a casa remando, cioè ci  mancava solo che per strada incontravo la sirenetta e Nemo che erano andati a prendere un caffè al bar Mexico.
Pioveva talmente tanto che la signora Maria dei quartieri, ha sceso tutti e otto i figli giù per strada e ha cominciato a lavarli sotto la pioggia, ha detto "staser ce sparagnamm l'acqua pà docc" (grazie a questa sera, risparmieremo sulla bolletta dell'ARIN [Azienda Rete Idrica Napoletana] data la quantità d'acqua che nn useremo per la doccia). . .
Cioè il sole nn ci può abbandonare. . . se va via pure lui ci resta solo  a' pizz e o mandulin. . . Perchè vogliamo essere ottimisti!!!
Sale

 
 
 

scuLetto

Post n°235 pubblicato il 19 Maggio 2008 da tequilaesale
 
Foto di tequilaesale

Questa domenica resterà di sicuro nella storia!!!
Il rosso sul calendario è segnato nn perchè  è domenica, ma a causa di quanto vi andrò a riportare. . .
Io, e dico proprio io, me medesimo, in tutta la mia splendida taglia 42 e bellissimi capelli che già stanno diventando biondo/rossi, ho seguito un'intera partita di calcio, anzi peggio, 3 partite di calcio!!!Perplesso Il che è davvero un evento quasi paranormale, è un caso da archivio nell'aria 51. . .
Perchè oggi era l'ultima di campionato, quindi si doveva capire chi vinceva lo scudetto tra inter e roma, chi retrocedeva in serie B e chi si salvava, chi partecipava a nn so quale coppa e altri fatti del genere.
Alla fine l'inter ha vinto lo scudetto, che nn so perchè si chiami proprio così, perchè lo "sculetto" sarebbe stato molto più carino, cioè mille volte più chic!!! Ma questo per me è solo uno dei molteplici misteri di quello che è lo strano mondo del calcio, tipo: perchè i giocatori devono avere quelle divise? qualcosa di un pò più alla moda nn si può fare? e quei poverini degli arbitri, nn gli viene mal di testa a guardarsi nello specchio conciati in quel modo? e il frontino? no, ditemi lo scopo del frontino? ca**o figli miei, la virilità sotto i piedi!!!
Alla fine mi sono cmq appassionato perchè ho fatto l'ilaria d'amico (troppa tosta n.d.r.) della situazione e facevo le pose plastiche mantendendo uno scottex come se fosse la scaletta del programma.
Il mondo del calcio però attira, soprattutto ovviamente la specie XY, che nn si sa come mai, ma avanti a quei 22 figlioli che rincorrono la palla -anche se a rincorrerla sono solo 20 (visto che anche io ne capisco qualcosa)- si lobotomizzano, azzerano tutte le loro funzioni vitali primarie, l'unica cosa che riescono a fare, è emettere dei suoni gutturali ed una serie di imprecazioni che messe insieme al confronto il libro nero del demonio è più candido.
Ma ora ecco che sorge il vero dubbio, quello che io mi son sempre chiesto, sin da quando ero un fanciullo tenero e indifeso -concedetemi qualche palla- : perchè ca**o urlate consigli ai giocatori da seduti sul divano di casa? del tipo "scendi, passala" e così via, ovviamente tutte rigorosamente in dialetto perchè quel tocco folk è sempre una marcia in più, guardate che nn vi sentono mica i giocatori, nn sono collegati con nessun auricolare super mega tecnologico con i salotti d'italia, nn funziona che più urlate e loro più vi sentono, mi dispiace sfrantumare questo vostro idilliaco sogno che vi fa pensare di essere il coach personale di Cannavaro, Materazzi e degli altri bonazzi di turno per quei novanta minuti, ma nn è così, NN VI SENTONO!!!!!
Almeno una cosa positiva della fine del campionato c'è, beh già la parola fine è una cosa positiva, ma quella veramente meravigliosa è che a fine partita tutti i giocatori - ancora nn so perchè - si spogliano!!!! restano solo con i loro micro slippini che lasciano così poco all'immaginazione, li adoro!!!!!!! Viva l'ultima partita di campionato!!! Perchè nn può essere ogni domenica l'ultima partita di campionato?In lacrime
Sale

 
 
 

CICINIELLO: IL DRAMMA

Post n°234 pubblicato il 11 Aprile 2008 da tequilaesale
 
Foto di tequilaesale

Lui ti piace. Ti piace davvero.

Sei arrivata addirittura a pensare che sia l’uomo dei tuoi sogni.

E arriva il fatidico momento dove ti giochi tutto e dove speri che, vedendo le tue abilità da amatrice, anche lui si innamori.

Si, lui ti piace, ma arriva anche il momento di vedere cosa c’è sotto…sotto lo slip intendo!

Ed è lì che (delusione delle delusioni) scopri che…c’è poco e niente!

Si, è vero, le dimensioni non contano (anche se Sale non è d’accordo) ma qui si esagera…

Insomma, tuo nipote di 6 anni in confronto sta messo bene!

E allora che fare?

Certo, là per là, è inutile e controproducente mostrare la propria delusione, ma una volta arrivata a casa e rimasta sola coi tuoi tristi ricordi?

Inutile prendersi in giro, il sesso è una parte importantissima di un rapporto, da non sottovalutare.

E allora io mi chiedo e dico….voi che fareste?

Direste addio a lui e al suo piccoletto o ve lo terreste lo stesso?

Tequila

 
 
 

MY B-DAY

Post n°233 pubblicato il 09 Aprile 2008 da tequilaesale
 
Tag: noi
Foto di tequilaesale

 

Ovvero se la vita va a rotoli…almeno che non siano quelli della ciccia!

Storia finita. Buttarsi su film strappalacrime e cioccolata? Non è da me.

Io piuttosto mi distruggo in palestra e, se esco, vedo di non tornare prima delle 4.

Inoltre giovedì è il mio B-day e quale migliore occasione per regalarmi qualcosa?

No. Non gli altri.

Io mi regalo qualcosa.

E per la precisione mi regalo uno spogliarellista.

Qualcuno potrà trovarlo volgare, qualcun altro potrà definirlo un regalo incompleto…

Io penso semplicemente che godermi un po’ di muscoli che guizzano tutti per me mi farà bene!

Giovedì una visita dal parrucchiere, ieri è venuta l’estetista…e cosa voglio di più dalla vita?

Bhè forse che anche stavolta “Nino”* non avesse fatto la sua comparsa.

(*Per chi non lo conoscesse Nino è un brufolino che compare ogni qualvolta c’è un occasione importante per me e che se ne resta lì bello bello sul mio viso per una decina di giorni).

Sono molto eccitata per quella che sarà la mia festa, anche se so che questo è lo stato che precede la voglia di “fuga”.

Si esatto, fin dal mio diciottesimo compleanno, man mano che si avvicina il “fatidico momento” mi viene una voglia pazzesca di…non partecipare alla mia festa!

E quando sono lì sogno sempre che venga il principe azzurro a rapirmi….

….la devo smettere di guardare Pretty Woman!

Tequila

 
 
 

IL PRIMO APPUNTAMENTO

Post n°232 pubblicato il 08 Aprile 2008 da tequilaesale
 
Foto di tequilaesale

E’ il fatidico momento. Il momento in cui tutto si decide.

Forse siete già usciti insieme ma non da soli oppure vi siete solo scambiati il numero in un locale.

Noi donne siamo preparate da una vita a questo evento. Diciamo che nei nostri pensieri è tutta una questione di look, il resto è tutto in discesa…

Ma voi uomini…mi rendo sempre più conto che siete proprio ignoranti sul da farsi!

Prima regola mai farsi un piano e mai partire con dei presupposti: ANDRA’ TUTTO STORTO!

Se compri i preservativi non ci farai nulla, se non lo fai dovrai trovare una farmacia notturna…è sempre così!

Ma delle piccole istruzioni su cosa NON fare sono d’obbligo (soprattutto per quelli che d’ora in avanti vogliono uscire con me).

Innanzitutto il look.

Noi donne siamo sempre torturate dell’inevitabile dubbio “Sexy provocatrice o ragazza per bene?” e di solito optiamo per un mix tra i due in modo che il lui non si faccia un’idea sbagliata in tutti i sensi, ma anche voi uomini non siete e non dovete sentirvi esonerati da dubbi di questo tipo.

Abolito per il primo appuntamento (salvo che non abbiate avvertito la lei di turno che la porterete in un posto moooolto elegante) il look da damerino e da prima comunione, così come quello troppo street. Una particolare cura va posta all’intimo, anche se molto probabilmente non avrete modo di sfoggiarlo, non si può mai sapere!

Ah! Fate un gran falò di tutti i calzini bianchi che avete nel vostro cassettone! (E questo non vale solo per il primo appuntamento!).

Regola numero due: MAI presentarsi in ritardo!

Si, è vero che, a seconda dei casi, la donna vi farà aspettare dai 15 ai 30 minuti sotto casa sua…ma a voi non è concesso! Sessismo? Si esatto.

La scelta del locale deve essere oculata…cercate di non scegliere un posto dove possiate solo parlare…la conversazione potrebbe a un certo punto languere in modo imbarazzante!

Per cui meglio optare per un disco pub dove si mangi, si beva e si balli!

Ovviamente cercate di adattare anche il luogo alla persona con cui uscite… Non portate la tipa alternativa in un lounge bar e la fighetta ad un festino house!

Prima abbiamo accennato alla conversazione…ed anche per quanto riguarda questa ci sono alcune regole fondamentali.

Prima su tutte è MAI e dico MAI parlare della propria ex al primo appuntamento!

E’ decisamente un argomento tabù che vi farà passare per un ragazzo che ha ancora pensieri volti al passato e non al futuro.

Ancora, mai parlare di sesso (anche perché chi ne parla troppo poi non lo fa) e mai lasciar intendere che vi frequentate con altre persone (ogni donna si vuole sentire unica).

Non mi dilungo su determinati gesti di cavalleria che, voglio sperare, siano già di vostra abitudine come aprire le porte e pagare i conti.

Come concludere la serata lo lasciamo decidere a voi, ma è buona norma limitarsi a qualche bacio e non tentare subito il “polpo-approccio”.

Questo discorso non è fatto in nome del bigottismo, ma in nome del buon gusto.

E inoltre, un ragazzo che ti riaccompagna gentilmente a casa senza provarci, non solo dimostra di essere un signore, ma anche di volerti rivedere. E ti lascia con quel minimo di dubbio sul “se gli sei piaciuta”.

Personalmente abolisco anche lo scontatissimo bacio sotto al palazzo e preferisco che il primo bacio avvenga spontaneamente e senza forzature.

Per quanto riguarda il post-appuntamento aspettate un po’ a mandarle un messaggio…a noi donne piace aspettare (il giusto).

Mandatele un semplice messaggio per dirle quanto siete stati bene e non chiedetele subito di rivederla, per quello c’è tempo.

Mi appello alle altre lettrice munite di utero per altri suggerimenti sulle cosa da non fare al primo appuntamento.

Tequila

 
 
 

Cell vs. Sputo

Post n°231 pubblicato il 06 Aprile 2008 da tequilaesale
 
Foto di tequilaesale

Arriva col fuso, ma arriva. . .

Una notizia del genere non poteva di certo sfuggire al nostro delicious (grazie Fergie) blog.

Parliamo di colei che può schiattarsi indosso ciò che più le pare, anche un sacchetto dell’immondizia riempito di balze di tulle fluorescente, tanto sta bene lo stesso. Io personalmente l’ho soprannominata “Il Manichino”, sempre per il motivo suddetto, il suo corpo è la gioia di ogni stilista. . . beh, almeno fino a che non sono arrivate le Victoria’s Anegls, loro si che ti fanno venire la voglia di suicidio dopo che le vedi sfilare con le ossa iliache che spingono in avanti (il tecnico mi dice che il termine corretto è spina iliaca antero-superiore), gli stacchi di coscia più lunghi del mondo, gli addominali d’acciaio ,le clavicole che vogliono evadere e come se non bastasse tette e culi scultorei!!!! Ma soprattutto loro sono anche alte, perché, bella mia, nonostante ti abbiano chiamato in tutti i modi del mondo: Venere Nera, la Pantera, sei sempre bassa, sei alta solo un metro e 77 (che è cmq più alta di me-_-‘).

A questo punto credo si sia capito che l’argomento del giorno è la Campbell.

Dopo dei trascorsi già abbastanza turbolenti, vi ricordate quando lanciò il cellulare contro la sua colf? ma solo dopo averla già malmenata perché accusata di essersi rubata un paio di jeans. . . poi ditemi a chi può entrare un jeans di Naomi, non lo so. . . Vi ricordate anche che fu condannata a cinque giorni di lavori socialmente utili e fu spedita in una ditta per la nettezza urbana neyorkese e si presentò il primo giorno in completo Chanel e tronchetti di vernice con tacco a stiletto?
Ma questo è solo l’ultimo di una lunga serie, anzi il penultimo, di fatti, dopo tale evento la nostra super top avrebbe rilasciato interviste in cui diceva di esser cambiata, che ora era una brava persona, ecc., ma il lupo perde il pelo ma non il vizio (nel caso della Dion [post precedente] non perde nemmeno il pelo). Così a Londra, mentre era a bordo di un volo delle British Airways fermo in pista, ha maltrattato il personale, forse solo perché la sua seduta non era in pura alcantara  profilata in nabook nella stessa nuances dei suoi capelli, e come se non bastasse, ciliegina sulla torta –ma lei non mangerà torte- ha sputato addosso uno degli agenti che era intervenuto per sedare la lite. Una vera signora insomma, campionessa di stile ed eleganza. . .

Pantera sì, ma non della passerella, anzi una pantera a confronto è un innocuo micino!!!

Così cade sempre di più un mito dell’adolescenza. . . ca**o io ho imparato a portare i tacchi a spillo 120 con disinvoltura guardando te!!!

Sale

 
 
 

Dea!?!?!?!

Post n°230 pubblicato il 03 Aprile 2008 da tequilaesale
 
Tag: contro
Foto di tequilaesale

Una delle voci più belle del mondo. . .
Ci ha fatto sognare. . .
Ci ha fatto piangere accompagnando la caduta a picco del Titanic e di Leonardo DiCaprio che srandellava a destra e a manca su ogni centimetro della suddetta nave. . .
Ci fa compagnia quando vediamo lo spot della torta paradiso -come si fa a fare un aeroplanino con la carta plastificata del mottino ancora nn lo so, io manco di carta so farli (sarà prerogativa degli etero)-
Ad oggi è una delle dive più grandi del globo terrestre. . .
Allora PORCO CA**O, perchè diavolo nn te la fai una ceretta Celine???
E' inammissibile che una donna se ne vada in giro con le gambe ricoperte di peli, e nn venitemi a propinare la solita smer**ta che se son biondi nn si vedono, perchè si vedono e come!!!! La foto ne è la prova!!!! Fa decisamente ribrezzo!!!! Orrore allo stato puro!!!! Cioè ti devo dare il numero della nostra estetista? E' brava, simpatica e anche veloce!!!
Scusatemi ma sono sconvolto, sono queste immagini che mettono a repentaglio il mio equilibrio psico-fisico, cosa ci può essere di peggio?
Vi prego, combattiamo tutti insieme questo grave problema che affligge il mondo, estirpiamo i bulbi piliferi dalle gambe delle donne e soprattutto dalle gambe e da tutto il resto del corpo di Celine Dion, insieme possiamo farcela. . .

UNITI CONTRO IL PELO!!!!

Sale

 
 
 

CERVO A PRIMAVERA...

Post n°229 pubblicato il 25 Marzo 2008 da tequilaesale
 
Foto di tequilaesale

Tema scottante quello di oggi….ma direttamente o indirettamente ci riguarda tutti!! Ammettiamolo, chi di non ha mai tradito o non si è sentito spuntare qualcosa di duro e contundente sulla testa??

Perfino Gesù fu tradito…e detto questo chi può considerarsi sicuro a priori?

Salvo rare eccezioni, i protagonisti della vicenda sono sempre tre : il traditore, il tradito e l’altro/a.

Esaminiamo il primo caso.

Chi tradisce prova l’ebbrezza della passione, della trasgressione, ma anche sentimenti di colpa, di smarrimento, confuso tra passato presente e futuro, si chiede “Cosa voglio veramente?” (oppure metterà a tacere tutti questi dubbi esistenziali rimandando ogni dubbio al faccia a faccia che prima o poi inevitabilmente si avrà con il partner).

Chi è tradito prova dolore, insieme a rabbia, rancore, a volte desiderio di vendetta o, al contrario, rimane immobile, facendo finta di niente, negando l’evidenza: in entrambi i casi si sentirà derubato, svuotato, a volte senza neanche l’orgoglio o quel sano amore per se da reagire.

Ma anche la terza persona, colei o colui che si è inserito nella coppia soffre: soffre per un bene che non è solo suo, anche lui o lei si sente tradito, come se non valesse abbastanza, come se non si meritasse di più, nel limbo di una continua attesa.

Come disse uno scrittore tutti pensano a Penelope ma nessuno pensa a Callipso.

Storicamente parlando struggenti sono anche le storie di Lancillotto e Ginevra. Lei, la moglie del re, lui il suo cavaliere più fedele…ma all’amore si sa, non si comanda!! (Perché ovviamente per la letteratura è sempre amore non è mai una scopata!)

Ma anche ai giorni nostri i tradimenti “famosi” del giorno.

Tralasciando i coniugi Beckham, visto che ormai ci sembra normalissimo che lui se la spassi con tutte le modelle che incontri e che lei (oltre che a scomparire) continui a perdonare... è ormai risaputo che Carlo e Lady D. si conrinificassero vicendevolmente con la facilità con cui riuscivano a dire “Hello”!

Le relazioni extraconiugali dell’erede al trono erano alla luce del sole come quella con Camilla Parker (e qui bisognerebbe aprire un altro dibattito sul “perché gli uomini ti tradiscono sempre con una più brutta di te”) mentre tristemente quelle di lei sono spuntate fuori come funghi solo dopo la sua morte...

Tra i tradimenti celebri, quello di Woody Allen rientra direttamente nella storia del cinema americano. Mia Farrow scopre il tradimento del compagno con Soon Yi, figlia adottiva della donna e dell’ex marito. Lo scandalo fu complicato da una lunga battaglia legale.

Eclatante fu qualche anno fa la storia di Hugh Grant, allora fidanzato con la bella Elizabeth Hurley, beccato dalla polizia a commettere atti osceni in luogo pubblico…..con una prostituta!!

Hugh Hugh Hugh…ma che hai bisogno di andà a prositute? TU?

Che il tradimento fosse ormai una realtà “normalizzata” non c’erano dubbi….ma che la cosa avesse un codice comportamentale tanto da essere inserito addirittura nel Galateo, personalmente lo ignoravo!!

La “Peerage and Baronetage” è  in pratica una guida all’etichetta, riservata alle signorine più giovani che ancora devono imparare come ci si comporta nell’alta società. E…sorpresa sorpresa, l’edizione di quest’anno inserisce un argomento sul quale si è sempre preferito sorvolare.  Come avere un amante o come diventare l’amante di un uomo sposato, come intraprendere una relazione con il collega d’ufficio, come andare a caccia di un’avventura da una botta e via. Il tono, ovviamente è quello forbito di sempre, ma i consigli privi di moralismo sono improntati a un sano buonsenso.

Un esempio?

“Prima di farsi coinvolgere prendere in considerazione i rischi. Se sarete incapaci di resistere, custodite il segreto. Il pettegolezzo mie care, ha le ali. Al momento di consumare il tradimento, non lasciate tracce: distruggete le ricevute di alberghi o ristoranti di cui non potete dare spiegazioni accettabili, fate sparire ogni messaggio dalla posta elettronica o dalla memoria del telefonino. Se viceversa siete voi l’altra, è essenziale non giungere a un pieno coinvolgimento, perché è raro che un uomo sposato lasci la moglie. E poi, se lo ha già fatto (di tradire) alla moglie per venire con voi, potranno farlo a voi per andare con un’altra”. Sagge parole.

Non sto scrivendo tutto questo per puntare il dito contro qualcuno visto che anch’io, come quasi tutti, sono stata tradita e traditrice, ma voglio darvi solo un unico OTTIMO motivo per non farlo:

Una ricerca rivela che le “corna” fanno ingrassare sia la vittima che l'adultero!!

SU SU ADESSO VOGLIO SENTIRE LA VOSTRA!!

Tequila

 
 
 

SICURAMENTE LA BAMBOLA HA UN QI PIU' ALTO

Post n°228 pubblicato il 23 Marzo 2008 da tequilaesale
 
Foto di tequilaesale

Lo so che c’è la fame nel mondo…

Lo so che ci sono tante razze in via d’estinzione da salvare…

E so anche che c’è la cellulite, le doppie punte e gli altri gravi problemi del mondo…

Ma adesso penso che nella top ten delle persone da salvare ci siano le povere bambine europee.

Si, perché tra un po’ di giorni sarà sul mercato, nientepopodimenoche, la bambola di Paris Hilton.

Come se non avesse già rovinato fin troppe adolescenti del mondo, adesso la bionda ereditiera aspira a essere un modello anche per la bambine più piccole, che dovranno dire addio ad abaco (ammesso sappiano ancora cosa sia) e cubi di rubrick per giocare con la loro personale bambola alla moda.

E i genitori, assillati dai loro capricci, glie l’acquisteranno, ignari di star trasformando le figlie in future dittatrici, che domani vorranno un guardaroba che vale almeno un centesimo di quello di Paris (che non è poco se vi fate due conti) e un cane, ma che sia rigorosamente un chiwawa!

Ingenuamente compreranno una barbie un po’ troppo lustrata alle loro bambine, che un domani dovranno andare a riprendere in caserma per aver guidato in stato di ebrezza dopo uno dei soliti festini…

Si, Paris è proprio un modello…

Un modello di incoerenza!

Come si può andare a visitare il Sud-Africa per fare qualcosa per i bambini meno fortunati e allo stesso tempo essere la testimonial di una nuova marca di champagne alla frutta?

Glie ne avesse portato almeno un po’ a quei bambini…almeno li avrebbe aiutati a dimenticare i loro problemi!

Tequila

 
 
 

BUONA PASQUA 

Post n°227 pubblicato il 22 Marzo 2008 da tequilaesale
 
Tag: noi


 
 
 

Finalmente al CIRQUE!!!

Post n°226 pubblicato il 18 Marzo 2008 da tequilaesale
 
Tag: moda, noi, smile
Foto di tequilaesale

Dopo che la nostra Tequila ha avuto la sua Louis Vuitton, a me nn resta che piangere direi. . . però tra i due quello cha ha gli stivali più belli e che soprattutto costano quanto un organo vitale, sono io!!! E soprattutto cara mia, lo sai che mi farò un giro, vero?!

Appena reduce da una dietetica pastina con la zucca, ho appurato qual'è l'ultima tendenza del fitness, il vero must di questa stagione per tonificare le gambe e rinforzare gli addominali è il CIRCO!!!!! Sì cari miei, avete proprio capito bene, il circo, quello fatto da acrobati, giocolieri, contorsionisti, bambini cinesi che si innalzano l'uno sull'altro a mo' di piramide di Cheope e che fanno girare tredicimila piatti di finissima porcellana della nona generazione ming su delle asticelle, e dove c'è la tipa che tutti noi invidiamo che riesce a far girare 24 hula-hop-_-'.
A Milano è nata la scuola del "piccolo circo", dove, studenti, imprenditori, manager, casalinghe (forse loro ci vanno così imparano qualche mossa più agile per togliere la polvere dalle mensole più alte), e chi più ne ha più ne metta, si recano ad imparare tripli salti mortali, fenomali acrobazie su fili sospesi per aria e a far volteggiare quattro clavette in equilibrio precario sul monociclo.
Come ogni palestra che si rispetti ci sono gli istruttori che ti fanno fare la scheda più adatta a te -insomma, se magari hai la lombosciatalgia, meglio che nn ti cimenti a fare un flick-, ogni disciplina ha il suo istruttore che ti segue attentamente, e  ovviamente ci sono gli attrezzi del mestiere, che in questo caso nn sono la solita ciclette ellittica ed il tapiroulan, ma le più sceniche bolas infuocate ed il trapezio. . .

Insomma il sogno di tutti noi si avvera, perchè ditemi chi di voi da piccolo nn ha sognato di volteggiare per aria sotto quei tendoni, oppure di stare in equilibrio su un solo dito su una sedia che stava al contrario su un tavolo, che stava su un comò, che stava su una palla, che stava su uno sgabello, che stava su un'asta che era poggiata sul meno fortunato mento del collaboratore.
Beh, diciamo che io ancora farei pazzie per poter lavorare in un circo, anzi nel circo, quello con la C maiuscola, quello che ti lascia a bocca aperta dall'inizio alla fine, il mitico "Cirque du Soleil"!!!!

Unica pecca della neo-scuola circense milanese? Nn c'è il corso per domatori, peccato, io già mi ci vedevo a camminare con la falcata da Victoria's Angel circondato da leoni, tigri siberiane e leopardi. . .

Sale

 
 
 
Successivi »
 


Se (s)copi violi
le regole
della community!!
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

etna64geompeterahuradevarosaria.rubino1970fumo.fortunadidonecartagineiFriendsWebfranco01041954sajeogiacomodicCLEOPATRA1050computerportberniperolaverginiello.caprielsa.91
 
Citazioni nei Blog Amici: 40
 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

Grazie! :)
Inviato da: tequilaesale
il 06/09/2010 alle 12:20
 
Congratulazioni e buona vita :)
Inviato da: rattoluna
il 06/09/2010 alle 09:17
 
Son tornata.. un abbraccio!
Inviato da: Kastania
il 02/09/2009 alle 15:00
 
è una dipendente inps....qualcuno lo dica a brunetta
Inviato da: siderale28
il 05/06/2009 alle 11:09
 
In Italia? Sì, chiedi troppo. Purtroppo, mi sentirei di...
Inviato da: vallllina
il 30/05/2009 alle 10:45
 
 

FACEBOOK

 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 


Questo blog
è favorevole
ad ogni forma
d'amore.
 


Questo blog
è contro
tutte le guerre.
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

IL MEGLIO DI NOI

- Il paradiso secondo me
- I cartoni ai giorni nostri
- Il piacere della carne
- Beautifull visto da me
- Inesorabile
- Capelli il dramma
- La sottile arte dell'inciucio
- Teoria evoluzionistica
- Vuoi in regalo questa suoneria?
- Il passegero rompicoglioni
- Liscia come una dea
- La mamma di Tequila
- Il matrimonio di Sale
- Cinema,che passione!
- Magie del testosterone
- Dal parrucchiere
- Motivi per fare sesso
- Slang giovanile
- Più che un amico...
- Tutto in una borsa
- Blog del giorno
- Papaloca
- Basta fingere a letto!
- Un Paone sull'isola
- Miss Italia
- Tutta colpa di un sms
- Porno di qualità
- Blog del giorno II La vendetta
- Cercando una vergine
- Una serata in veliero
- Il commissario Rex
- Lezioni di Bon ton
- Grasso è bello?
- Che Heroes sei?
- Niente monetine
- Il mistero della 3a volta
- Mi vendo
- Un fidanzato rugbista
- Lv fittasi
- La dimensioni contano
- The queen
- Como ama una mujer
- Vita provata o lavoro?
- Il fidanzato di...
- Vendetta,tremenda vendetta!
- Scherzi prematrimoniali
- Rosso Valentino
- I ricordi dell'ex
- Di corsa sui tacchi
- Noi che...
- Tradire col pensiero
- Odiose pubblicità
- I regali da non fare
- Instupiditi da una bionda
- Jhonny Stecchino
- Non ci piace fare sesso!
- Faccio una strage
- Il mio albero pacchiano
- Chirurgia plastica
- 10 motivi per essere gay
- Anche noi supereroine
- Il matrimonio alla lontana
- Se facessi un figlio...
- Linguaggio femminile
- Addominali guizzanti
- Annarella madrina dei gay
- Come ridicolizzare uno sport
- Il migliore amico
- Nessuno tocchi il punto G
- La prima volta
- Tutti al cirque!