Creato da ele.sid il 31/08/2007
Punto croce, varie ed eventuali di una Traspamamma - Trasparelena, un Traspapapà - Traspamarito e una BambinaGrande ex Mostro
 

 

Trasloco Blog

Post n°451 pubblicato il 06 Marzo 2010 da ele.sid

Ho deciso di rendere privato questo blog, siccome questa piattaforma non prevede questa possibilità mi vedo costretta a traslocare.

Se desiderate continuare a seguirmi vi chiedo di mandarmi una mail all'indirizzo che trovate nella colonna qui accanto oppure cliccando qui in modo che possa mandarvi l'invito per il nuovo blog.

Grazie a tutti

 
 
 

Capelli

Post n°450 pubblicato il 04 Marzo 2010 da ele.sid
 
Foto di ele.sid

Ho deciso di farmi crescere i capelli. Ho deciso di farmi crescere i capelli. Ho deciso di farmi crescere i capelli. lo scrivo perchè sicuramente domattina quando mi svegliero' con la cresta mi chiederò perchè non ne li son tagliati.

 
 
 

La gonna con la parete

Post n°449 pubblicato il 04 Marzo 2010 da ele.sid
 

Nella Traspacasa ultimamente c'è grossa crisi nell'abbigliamento: il momento in cui la BambinaGrande si deve vestire è oramai vissuto con terrore. 

Ogni singolo capo da lei indossato, infatti, dev'essere contrattato e discusso per almeno dieci minuti. Considerando che al minimo si indossano 5 pezzi, la mattina la cosa non è proprio fattibile.

Allora la fatidica scelta la facciamo la sera prima di andare a dormire, ma questo porta a una serie di arrabbiature della BambinaGrande che si innervosisce e poi ci mette due ore a dormire, quindi abbiamo anticipato ancora di più al pre-cena.

Ieri quindi alle 18.30 mentre ci mettevamo i vestiti da casa abbiamo iniziato la scelta dei vestiti per oggi. Peccato che si sia impuntata che lei voleva mettersi una gonna con la parete. LA PARETE.

Dopo breve indagine si è scoperto essere uno scamiciato, ma ovviamente non uno che andava bene come clima, ma uno di lana pesantepesantepesante oppure uno di cotonina estivo.

Ad un certo punto io mi sono stancata di questa farsa e l'ho lasciata nel suo brodo a piangere per la mancanza di questa fantomatica gonna con la parete, perchè va bene tutto, ma giammai la manderò in giro con vestiti non adeguati alla stagione solo perchè fa un capriccio.

La cosa si è conclusa con un piantino noioso dalle 18.45 alle 20.00 circa e poi basta, bella contenta come prima (e forse aveva pure fame perchè ha mangiato come un lupo, pure se l'ho dovuta imboccare, ma vabbè)

Stamattina le ho messo sul tavolino tutti i vestiti che di solito mette volentieri, ma senza la fantomatica gonna con la parete bensì con una gonna normale (che ieri sera peraltro non voleva manco vedere) e lei si è fatta vestire dal Traspamarito tutta contenta.

Meno male che i tre-enni non hanno la memoria tanto lunga vah!

*cliccando sulla foto si va a un sito di scamiciati veramente carini, l'ho trovato per caso su google, quindi non ho nessun tornaconto a farvi pubblicità, l'ho linkato perchè alla BambinaGrande piacerebbero molto tutti quanti

 
 
 

Con la ère

Post n°447 pubblicato il 26 Febbraio 2010 da ele.sid
 
Foto di ele.sid

BambinaGrande: "mamma si dice rrosa, con la ère"

Ho una figlia milanese che parla romanesco...

nella foto una macchina rrosa hello kitty, per la serie non c'è limite all'orrido :)

 
 
 

Prima o poi doveva capitare

Post n°446 pubblicato il 26 Febbraio 2010 da ele.sid
 

Prima o poi doveva capitare, e a noi è capitato ieri sera: abbiamo portato la BambinaGrande fuori a cena con il suo AmichettoPreferito. 

AmichettoPreferito è un bimbo suo coetaneo con cui si frequentano da quando avevano 9 mesi, complici le nonne vicine di casa. Ora che vanno all'asilo abbiamo fatto in modo che fossero in classe assieme.

Il suo nome è stato il primo che BambinaGrande ha pronunciato, e in quel modo si chiamano tutti gli omini del Lego.

Ieri sera ci siamo incontrati davanti alla pizzeria. I bambini non si vedevano da circa tre settimane, complici le varie malattie di stagione. L'incontro è stato da Love Story, mancava la musica romantica in sottofondo: lui le è corso incontro, l'ha abbracciata e le ha dato una macchinina che aveva portato appositamente per lei.

Poi siamo entrati e si sono seduti vicini, perchè lui ha messo la sua sedia vicina a quella di lei, dopodichè si sono guardati e hanno incominciato a baciarsi delicatamente sulla guancia. Una tenerezza che mi veniva da piangere.

Poi la cameriera ha portato dei giochi e si sono messi a giocare, a scambiarsi i giochi, a ridere e cantare.

E' stato bellissimo. Abbiamo cenato con calma e fatto chiacchiere da genitori, i bambini hanno giocato benissimo, magari un po' chiassosi perchè a tratti ruggivano (avevano trovato una tigre) ma comunque tranquilli, non hanno mai litigato nè mai discusso, anzi, si spalleggiavano un sacco.

Da rifare sicuramente!

postilla di spiegazione: il titolo si riferisce al fatto che per la prima volta non siamo usciti per vedere degli amici "nostri" imponendo alla BambinaGrande la compagnia di bimbi a lei sconosciuti, sebbene coetanei, ma ci siamo adattati noi genitori a frequentarci dato che i bambini sono amici!

 
 
 

Post N° 445

Post n°445 pubblicato il 24 Febbraio 2010 da ele.sid
Foto di ele.sid

Oggi pomeriggio la mia BambinaGrande è venuta a prendermi in ufficio, e mi ha portato queste margheritine.Le prime margheritine del 2010.E' arrivata la primavera, finalmente!

 
 
 

Comunque ci sarei anche io

Post n°444 pubblicato il 19 Febbraio 2010 da ele.sid
 

Il mio ufficio è un ex ufficio da dirigente, dove ora stiamo in tre.

Il fatto di essere un ex ufficio di un dirigente implica che ha una sorta di "anti-ufficio" dove avrebbe dovuto stare la segretaria del dirigente, e dove ora ci sono due colleghi.

Quindi il mio ufficio non si affaccia sul corridoio ma sull'ufficio di questi due colleghi, rendendolo un po' appartato.

Questo ha i suoi pregi e i suoi difetti. E' molto tranquillo ma spesso non si accorgono nemmeno che ci sei, per cui chi arriva o va via non ti vede e non ti saluta.

Le prime volte ci rimanevo un po' male, poi mi sono abituata.

Se però il capino arriva, chiama per nome ad uno ad uno i colleghi dell'"anti-ufficio" e la collega del mio (l'altra è part-time e alle 13.30 se ne va a casa) per offrire il caffè saltando solo il mio nome la cosa diventa un pelo scocciante.

Un pelo tanto scocciante.

Soprattutto se lo stesso capino mi chiama per risolvere i problemi da utente del suo amico e manco mi ringrazia (peraltro trattavasi di "non problema" dettato da distrazione - diciamo così)

Come posso fare a fargli capire che ci sono pure io? che se mi si coinvolgesse anche nei rarissimi momenti ludici apprezzerei?

Forse che gli sto antipatica? (cosa che peraltro sospetto)

Ma cosa gli avrò mai fatto?

O è semplicemente che l'educazione non è una cosa di tutti?

p.s. oggi piove, ma a parte quanto sopra continuo ad essere ottimista. Comincio a pensare che sia il fatto che fa meno freddo ad incoraggiarmi...

 
 
 

Ecco cosa fa una giornata di sole

Post n°443 pubblicato il 18 Febbraio 2010 da ele.sid
 

Oggi c'è il sole.

C'è il sole dopo giornate uggiose e piovose.

C'è un sole che scalda dopo mesi di freddo intenso, mesi di malattie della BambinaGrande perchè il primo anno di asilo è così e quest'anno anche a detta della Santapediatra è stato pure brutto già di suo.

Però oggi c'è il sole

E io mi sento ottimista.

Ottimista.

Senza motivo, senza un qualcosa per cui essere ottimista.

Mi sento ottimista in generale. Per tutto, per quello che vorrei e per quello che potrebbe succedere.

Quindi ho deciso che non mi faccio domande e mi godo lo stato di grazia.

E aspetto la primavera progettando che piante mettere sul balcone dove il Traspamarito domenica ha installato l'impianto di irrigazione. Va bene tutto, tutte le piante, purchè mi facciano una fioritura strepitosa. Che qui ci vuole un po' di colore, che quest'inverno non finiva più, ma ora è proprio agli sgoccioli.

E anche se poi magari domani pioverà, se potrebbe ancora nevicare, mi godo questo ottimismo, e guardo il sole che entra dalla finestra e mi illumina la scrivania.

Perchè oggi sono ottimista.

 
 
 

In Malattia

Post n°442 pubblicato il 17 Febbraio 2010 da ele.sid
 

Dopo più di un anno mi è successo di stare a casa in malattia. Una strana malattia in cui stavo male ma non abbastanza, bene ma non troppo. Per cui ho resistito in ufficio per un po' e poi sono andata a farmi dare l'antibiotico perchè s'era andati troppo in là.

Così son stata a casa quasi dieci giorni.

Dieci giorni in cui la BambinaGrande andava all'asilo e io son stata a casa. A casa a fare la mamma.

Dieci giorni in cui non stando abbastanza male da starmene a letto mi son presa del tempo per me. E quindi ho ricamato

Ho ricamato una bavaglia per l'asilo di HelloKitty che ha riscosso grandissimo successo

 

Una presina natalizia che fa coppia con questa 


E poi ho fatto la mamma e la casalinga: ho riordinato i cassetti e gli armadi, ma soprattutto mi sono coccolata la BambinaGrande indefinitamente, senza temere di contagiarla dato che il tutto partiva da lei. e di cui metterò la foto appena il collega I. eletto fotografo ufficiale dei traspalavori me la fornirà

E' stato letteralmente rigenerante, soprattutto per la mente (per il fisico un po' meno viste le medicine che ancora mi sto ingurgitando)

 
 
 

Capelli

Post n°441 pubblicato il 07 Febbraio 2010 da ele.sid
 

BambinaGrande: "tutti i miei nonni sono senza capelli, il nonno A. va sempre sul tram e gli cadono i capelli. Anche la nonna G. va sempre sul tram, meno male che a lei i capelli non cadono!"

Resta da capire il collegamento tra il tram e i capelli mancanti dei nonni

 

 
 
 
Successivi »
 

Giveaway di mammafelice

estrazione il 15 marzo

 

Il Giveaway Tra rock e ninnenanne

Giveaway di Mercatino dei piccoli

scadenza il 4/03/2010

(cliccare sulla foto per andare al blog)

 

 

Che tempo fa?

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

FACEBOOK

 
 

Disclaimer

Le immagini presenti in questo blog che non sono state scattate dall'autrice sono state prese dalla rete. L'autrice non ha nessun diritto sulle stesse e siccome non le usa per fini lucrosi spera di non aver violato nessun copyright. Se qualcuno dovesse riconoscersi proprietario di una foto presente in questo blog e non gradisse che io l'utilizzi mi può chiedere educatamente in un commento al messaggio contenente la foto stessa di toglierla, e provvederò alla rimozione appena mi sarà possibile.

 
 

Sto leggendo

 

blog italiani

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

English version

Traspablog's English Version

powered by  
Go ogle
 
 

Siamo in

page counter
 
 

Ultime visite al Blog

fernando.deramundocassetta2busybutlazyGiuseppeLivioL2maulinuxele.sidtabacchi.gardengigiuzzo1daunfioreanchesi1966gattomatto900gattosurianoossimorabludiprussia2robinson_c
 

Ultimi commenti

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

ANOBII