Creato da paolo.pas il 10/09/2014

Un passo alla volta

Perché non sarà la paura del giudizio degli altri a fermare il mio cammino...

 

Gelsi...

Post n°40 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da paolo.pas
 

gelsi...

Sono tornato dai gelsi perché dovevo dire qualcosa, soprattutto a me stesso. Perché dovevo dire a me stesso che si può tornare in un luogo riuscendo a guardare "oltre"... oltre quello che aveva rappresentato per tanto tempo.
Dopo tanto tempo, tra quegli alberi mi sentivo sereno, mi sentivo in pace con me stesso... come non era capitato le ultime volte che ero stato là... e questo spero sia il segno che ci si può anche guardare indietro con occhi diversi... sapendo che oggi sei un'altra persona... forse grazie anche a ciò che quegli alberi erano e sono stati...

Ma, oggi, sei soprattutto il tuo oggi e non più l'ieri...

Fontanabona, 19 dicembre 2014

 
 
 

La quercia e il giunco

Post n°39 pubblicato il 17 Dicembre 2014 da paolo.pas
 

Oggi ho consegnato alcune cartoline di auguri natalizi con una frase che mi ha colpito. Avevo provato a cercarla senza successo sul web ma ho trovato un qualcosa di altrettanto bello che, forse, sembra raccontarci entrambi. Per una volta una foto vecchia e parole non mie... ma mi hanno fatto riflettere... su quando ci sente forti... ma anche tanto deboli nei giorni di tempesta...

la quercia e il giunco...

Forza e saggezza. La quercia è proprio il simbolo di tali virtù. Essa si erge maestosa e potente tra il verde dei prati, innalza le fronde verso il cielo con forza e determinazione e domina incontrastata su tutto il paesaggio che la circonda. Nemmeno l’inverno è in grado di sottometterla: la quercia a differenza degli altri alberi non si denuda, non cede mai il suo fogliame al signore del gelo, ma conserva sempre la sua dignità, soprattutto di fronte alle intemperie. Fiera e composta, essa è signora degli alberi e padrona di se medesima, ostello misericordioso per i piccoli roditori e gli uccelli, nido di sapienza e di esperienza, roccaforte inespugnabile e grandiosa, torre imperturbabile e quasi eterna,…  Ma, nonostante questo, la quercia talvolta pecca di superbia e il suo orgoglio e la sua fierezza spesso possono rivelarsi fatali. E, così, nelle giornate in cui infuria la tempesta, la grande quercia si ostina a sfidare il vento violento e brutale. Non si abbassa, ma conserva il suo fiero comportamento anche di fronte al vento più crudele e impetuoso. Consapevole e orgogliosa della propria potenza, non si piega e ostenta un’incrollabile fermezza. Ma, nonostante questo, nonostante la sua esasperata ostinazione, non riesce a resistere alla furia del vento, il quale senza alcuna pietà la spezza. Così la quercia cade a terra, spezzata in due, distrutta dalla sua stessa arroganza. In fin di vita si guarda intorno per osservare per l’ultima volta quella che è sempre stata la sua terra, il luogo dove essa stessa ha mostrato a tutti la sua incredibile forza. Ed è in tale momento che la bellissima quercia scorge un timido e insignificante giunco. Lo guarda attentamente stupendosi di trovarlo ancora lì, ancorato al suolo, nonostante la brutalità del vento. In un primo momento non riesce a spiegarsi un fatto tanto assurdo: il giunco ha ancora le sue radici, mentre lei, la signora degli alberi, si trova in fin di vita e, perdipiù, con una buona parte del suo corpo distesa al suolo, spezzata dalla bufera. Ed è allora che la quercia comprende. Il giunco è salvo per il semplice, ma pur sempre straordinario fatto, che, a differenza di lei, ha saputo piegarsi alla follia del vento, torcendo l’esile corpicino e avvicinandolo al suolo. Umile e consapevole dei propri limiti, il giunco ha saputo saggiamente piegarsi e il vento l’ha risparmiato. Superba e altera, la quercia ha voluto dimostrare la sua forza e il vento l’ha punita. Fissando il giunco, la quercia prova dolore e il suo viso s’inumidisce. Che siano lacrime o rugiada la quercia lo sa bene, ma preferisce non pensarci. Essa si spegne e abbandonando questo mondo comprende finalmente il significato della sua esistenza e il senso del suo patetico destino. Infine nella sua mente prende consistenza una domanda, di cui la quercia conosce bene la risposta: nei giorni di tempesta chi è il più forte tra la quercia e il giunco?

 
 
 

Musica...

Post n°38 pubblicato il 10 Dicembre 2014 da paolo.pas
 
Tag: musica

10 dicembre 2014

 
 
 

Due puntini...

Post n°37 pubblicato il 08 Dicembre 2014 da paolo.pas
 

un pensiero...

Non chiedevo tanto... mi sarebbe bastato poco... anche solo un semplice "ciao"... e, forse, sarebbe stato più facile accettare il tuo silenzio.

Monte Joanaz, 8 dicembre 2014

 
 
 

Ricominciare...

Post n°36 pubblicato il 05 Dicembre 2014 da paolo.pas
 

E non si è soli quando un altro ti ha lasciato,
si è soli se qualcuno non è mai venuto...

l'ultimo spettacolo...

Ogni volta che ti rialzi dopo una caduta ti riscopri diverso, cambiato...
Mi ero "annullato" già una volta, già una volta avevo soffocato tutto quello che sentivo dentro di me per paura di perdere una persona, per voler vivere ancora una volta un sogno...
E non poteva essere così ancora una volta... Se ho cercato di dirti sempre tutto, di manifestare le mie debolezze era perché non volevo, e soprattutto non potevo, tornare ad essere ancora una volta quello che ero già stato...
Se avessi avuto ancora un po' di tempo ti avrei raccontato ancora qualcosa di me, di chi era venuta dopo, di chi era venuta prima di te... di chi mi ringraziava di essere l'amico prezioso, di chi mi ringraziava di esserci ogni volta che ci scrivevamo... ma che mi teneva al di là di un confine che non avevo potuto superare... per andarsene, poi, come te...

in silenzo...

Qualche volta mi piacerebbe pensare che passi ancora qui in silenzio, in punta di piedi, senza farti vedere... non so perché ma mi capita ancora, perché non riesco ancora a smettere di pensarti...

Fontanabona, 5 dicembre 2014

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Ra.In.MeInviolable_ManWhite_dollles_mots_de_sablelumil_0paolo.pasBacardiAndColaUnBrividoInMeannaincantoIanDelleStellevaleria.mazzoleniMarquisDeLaPhoenixsonovera42Graphic_User
 

UNA PARTE DI ME...

C'è una parte di me in quelle immagini, in quella musica, in quei suoni... Forse è quella parte che non si vuole ancora arrendere... che vuole ancora credere ai sogni... è quella parte che ti aiuta a guardare avanti giorno dopo giorno... nonostante tutto...

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom