Creato da ziagiuditta0 il 12/03/2013
M5S L'ALTRA POLITICA
 

 

Sito ottimizzato con TuttoWebMaster

 

CLICCA IL BANNER

http://www.beppegrillo.it/

 

PAOLA TAVERNA 

 

DIBA

 
 

Powered by Traduttore
https://translate.google.com/

 

 

I COMMENTI SONO BEN ACCETTI 
 GLI INSULTI NO
SIAMO TUTTI ADULTI E SAPPIAMO ESPRIMERE
NOSTRI CONCETTI SENZA OFFENDERE
 
GRAZIE ,NONNAFRA 

 

Contatta l'autore

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

Ultime visite al Blog

nonna.fraclaudiorusso61fluttuante3c.vinci1980buccetta95gionn1957GiuseppeLivioL2apaches5missanelliantoniorobertoricci90claudedelacotealborivvoceapertaesazola
 

Ultimi commenti

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

 

I furbetti del parlamento

Post n°4781 pubblicato il 18 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

Il Manifesto , quotidiano comunista e stato l'unico che ha avuto il coraggio di dire come stanno realmente le cose di quello che e successo ieri in parlamento , questa e la sinistra non il PD 
CHE ABBIA CAPITO FINALMENTE CHI E' IL PD?  

 

La legge sulle unioni civili ha ripreso il largo, se ne riparlerà la prossima settimana. Ieri mattina il presidente Grasso ha acceso il semaforo rosso e rimandato tutti a casa.

A chi giovi questa ennesima interruzione rispetto ai solenni, ripetuti impegni ad approvare un provvedimento già molto moderato rispetto al contesto europeo, non si capisce.

Certo non alla legge medesima, e neppure a chi aspetta di sapere se le sue scelte di vita resteranno di serie B. Quel che invece è evidente è la ricerca di un compromesso al ribasso, probabilmente lo stralcio delle adozioni, come richiesto dal centrodestra che infatti festeggia il rinvio insieme ai promotori delFamily day fautori dello slogan «affossiamo la Cirinnà, senza se e senza ma».

Di fronte a questo disastro politico-parlamentare, di fronte a questi giochi da furbetti del parlamento, si è levato un coro unanime: tutta colpa dei senatori a 5Stelle che non hanno voluto ingoiare il «canguro» del Pd. Scambiare la democrazia con i diritti però non sta in piedi. Perché mai avrebbero dovuto digerire un boccone così indigesto quando tutto il gruppo, con poche eccezioni, è a favore delle unioni civili e delle adozioni, non viene spiegato.

Del resto il velo di ipocrisia si è squarciato quando la Lega togliendo di mezzo le migliaia di emendamenti ostruzionistici ha offerto ai grillini l’occasione per invitare l’assemblea di palazzo Madama a votare la legge.

Invece si è alzato il capogruppo del Pd, Zanda, e, a corto di argomenti, ha chiesto il rinvio.

Anziché recitare il «mea culpa» per non essere capace di affrontare le proprie divisioni, il partito di maggioranza trova il capro espiatorio scambiando le proprie responsabilità con l’inaffidabilità dei 5Stelle. Che avranno fatto il loro interesse, ma avendo buon gioco di presentarlo come un voler votare subito la legge una volta caduto l’ostruzionismo leghista.

Venuto meno l’alibi, è apparso il nocciolo della questione: nemmeno il partito di maggioranza vuole votare la legge così com’è.

Alcuni pasdaran, sensibili ai richiami di Bagnasco, sono d’accordo con il centrodestra anche nel chiedere il ritorno della legge in commissione. E si capisce l’irritazione di Renzi per la figuraccia. Abituato a risolvere i problemi politici, sia che si tratti di riforme che di diritti civili, sguinzagliando canguri ogni volta che serve tacitare il parlamento, in questa circostanza il meccanismo gli si è rivoltato contro.

Al segretario-premier, più che governare riesce meglio comandare. Lo dimostrano anche le nuove nomine Rai appena sfornate.

Grazie alla riforma della governance, il nuovo direttore generale, Campo Dall’Orto, ha deciso i nomi dei futuri direttori di Rai1, Rai2, Rai3 e RaiSport pescando fuori dall’azienda.

E non si accettano «emendamenti» perché il consiglio di amministrazione di viale Mazzini in sostanza le nomine può solo ratificarle. Per respingerle o modificarle su 9 consiglieri 7 dovrebbero votare contro.

Come sempre alcune scelte sono criticabili, altre imbarazzanti. Nessun rilancio e la solita certificazione che tra le migliaia di dipendenti del servizio pubblico non ci sono né capacità, né competenze.

Non è così, ma anche fosse vero, allora non si capisce perché paghiamo un canone, perdipiù infilato nella bolletta della luce.

http://ilmanifesto.info/i-furbetti-del-parlamento/

 
 
 

ARIECCOLA LA TASSA SULLE VEDOVE

Post n°4780 pubblicato il 17 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

La pensione di reversibilità non si tocca! No alla #TassaSulleVedove

 

Per il Bomba le pensioni d'oro sono un diritto acquisito intoccabile, le pensioni di reversibilità per le vedove invece un odioso privilegio da intaccare. Il mondo al contrario del Pd. No alla #TassaSulleVedove

di Danilo Toninelli

Il governo sta per mettere ancora una volta le mani nelle tasche degli italiani. Lo sta facendo alla solita maniera di Renzi: il gioco delle tre carte. Da una parte risparmia sui diritti tagliando le pensioni, dall'altra fa l'elemosina ai poveri. E lo fa introducendo una tassa sulle pensioni di reversibilità che è giustissimo chiamare "tassa sulle vedove", perché lui sta andando a ricalcolare il reddito ISEE per tagliare le pensioni di reversibilità agli anziani.

VIDEO Renzi tassa le vedove per pagarsi la campagna elettorale

 

E sapete perchè lo fa? Lui vuole pagare una elemosina a un milione di poveri per ottenere un riscontro elettorale e vincere le elezioni amministrative, 320 euro per un milione di poveri, quando in Italia i poveri sono ben 9 milioni, e quando l'unica proposta utile e necessaria per risolvere il problema della povertà in Italia è il Reddito di Cittadinanza del MoVimento 5 Stelle, che Renzi e il suo governo stanno tenendo bloccato da mesi al Senato.
La loro malafede è talmente evidente che hanno bocciato la proposta del M5S di tagliare le pensioni d'oro, e hanno utilizzato come coperture il taglio delle pensioni di reversibilità. La nostra l'hanno bocciata dicendo che si trattava di diritti acquisiti, quindi per il governo Renzi i diritti sono acquisiti e garantiti quando si tratta di pensioni d'oro, e non si tratta di diritti garantiti acquisiti e garantiti quando sono pensioni di reversibilità da 500 euro. 
Il M5S combatterà con tutte le proprie forze per bloccare questa ennesima introduzione di tasse nuove a carico degli italiani, soprattutto a carico della categoria degli anziani, e lotteremo con la stessa forza perché finalmente in Italia venga approvata una legge sul reddito di cittadinanza.

CLICCA X IL VIDEO 

http://www.beppegrillo.it/2016/02/la_pensione_di_reversibilita_
non_si_tocca_no_alla_tassasullevedove.html

 
 
 

LEGGE CIRINNA', IL PD VOTA NO E RIMANDA

Post n°4779 pubblicato il 17 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

 

UNIONI CIVILI: M5S, PD GETTA LA MASCHERA E VOTA 'NO' AD APPROVARE LEGGE ENTRO LUNEDI' 

"Unioni Civili, il Pd ha gettato la maschera ed ha votato "no" alla richiesta del Movimento 5 Stelle di continuare subito le votazioni sul DDL Cirinnà , lavorando anche nelle giornate di venerdì,sabato e lunedì. In pochi giorni avremmo rispettato sia la democrazia parlamentare che i diritti civili ed approvato al Senato la legge sulle Unioni Civili con il voto del Movimento 5 Stelle. Ma il Pd ha detto "no". "Evidentemente il Pd non tiene veramente a questa legge e tutto è lecito per il partito di Renzi per coprire le proprie divisioni e dar la colpa agli altri". Lo dichiara Nunzia Catalfo, capogruppo del Movimento 5 stelle al Senato dopo la bocciatura delle proposte di calendario presentato in aula che avrebbero permesso l'approvazione della legge sulle Unioni Civili in pochi giorni.

 
 
 

IL PD TI AMA

Post n°4778 pubblicato il 17 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

No alle madri surrogate? loro ti rigirano la legge e te la fanno accettare prima che ti accorgi dell'inganno , poi salta fuori una notizia del genere , Vendola aspetta un figlio , quando nasce corre in California a prenderlo e capisci tutto e ti senti presa di nuovo in giro .
Il pd fà sempre gli interessi del popolo , continuate a votarli .
Più passa il tempo più mi accorgo che il pd stà facendo tutto questo per affossare il M5S ,la proposta di legge e stata fatta da Cirinnà del pd , la calendazione dei 5 stelle del 2014 non prevedeva l'utero in affitto ,solo il matrimonio , il pd lo ha messo ma 3/4 non lo vota e la colpa ricade sui 5 stelle , se non e un complotto questo non sò cosa sia, tanto per Vendola non cambia niente , la legge si voterà più avanti

“Vendola avro’ presto un figlio”. Ora e’ in california dalla madre surrogata

http://www.tgnewsitalia.it/wp/2016/02/16/vendola-avro-presto-un-figlio-ora-e-in-california-dalla-madre-surrogata/

Ecco la prova 


L'articolo dell'Ansa 
http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2016/02/16/unioni-civili-pd-alla-prova-del-nove-in-senato-ma-restano-divisioni_60b788ce-07ad-4bd0-8f3b-b3973738c51b.html


 
 
 

Arrestato Fabio Rizzi, consigliere regionale della Lega Nord della Regione Lombardia e fedelissimo di Maroni

Post n°4777 pubblicato il 16 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

Questa mattina è stato arrestato Fabio Rizzi, consigliere regionale della Lega Nord della Regione Lombardia e fedelissimo di Maroni.

Gli investigatori dell'operazione 'Smile', hanno eseguito 21 arresti (uno è Rizzi) per tangenti in sanità. Anche la moglie di Rizzi è stata raggiunta da un ordine di custodia cautelare ai domiciliari, alla quale sono stati concessi gli arresti domiciliari. 
Per tutti e due c'è la contestazione dell'associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, turbativa d'asta e riciclaggio.

Che altro partito sfortunato la Lega Nord!!!

 
 
 

“Chi ci garantisce che una volta arrivati al governo non vi comporterete come gli altri?

Post n°4776 pubblicato il 16 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

“Chi ci garantisce che una volta arrivati al governo non vi comporterete come gli altri?”. Tanti mi fanno questa domanda. Nessuno di noi viene da Marte. Tutti siamo nati e cresciuti in quest'Italia, nell'Italia che è anche il paese della corruzione, della trattativa stato-mafia, dei voltagabbana, dei “leccaculo” che fanno carriera. Il “virus” della contaminazione ce l'abbiamo tutti quanti. Giorgio Gaber diceva: “non temo Berlusconi in sé, temo il Berlusconi in me”.

Il M5S però ha delle regole che riducono drasticamente la possibilità di “sporcarsi” con la politica. In primis candidiamo solo incensurati. Poi abbiamo il principio dei 2 mandati e poi a casa. Guardate che questa regola è fondamentale. Io so che non portò stare tutta la vita in Parlamento. Ho ben chiaro che farò ritorno nel "mondo reale", quello che sta fuori da Montecitorio. E mi impegno proprio per questo, per migliorare quel mondo dove sarò costretto a far ritorno. In un certo senso conviene in primis a me far sì che la sanità pubblica funzioni, i mezzi di trasporto siano efficienti o che si paghino meno tasse. Chiaro no?

Sono i principi a rendere forte il M5S. Non i nomi, non la TV. I principi, quelli che spingono ogni giorno migliaia di attivisti a dare un contributo. A non voltarsi dall'altra parte di fronte ad un'ingiustizia. Buona notte a tutti.

clicca il video 

https://www.facebook.com/

 
 
 

IL PD FA' MARCIA INDIETRO PER LA REVERSIBILITA'

Post n°4775 pubblicato il 15 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

Ok sembra abbiano fatto marcia indietro ma bisogna  stare con occhi e orecchie bene aperti con loro , tra qualche mese ci riprovano ancora.
E proprio vero , loro la buttano li , se c'è polverone fanno marcia indietro e se c'è solo qualche timido broncio ti salassano.
Dobbiamo essere più agguerriti con loro , farci sentire , non e vero che non ci ascoltano, fanno finta , con la rete sanno tutto , anche i nostri pensieri e sanno che più dei nostri pensieri non facciamo se ne approfittano
SVEGLIA GENTE !!!!! 

“Bisogna prendere il denaro dove si trova: presso i poveri. Hanno poco, ma sono in tanti”.

Questa frase del mitico Petrolini dev’essere stata presa sul serio dal Governo, dato che alla Camera è arrivato un disegno di legge che voleva tramutare le pensioni di reversibilità da previdenziali (come è giusto che sia) ad assistenziali, colpendo di nuovo, dopo aver salvato le banche, le fasce più deboli.

Dopo il putiferio che si è scatenato, Poletti ha fatto marcia indietro, e state pur certi che il M5S sorveglierà per fare in modo che queste porcate non passino. Ma per avere forza, abbiamo bisogno della vostra voce.

 
 
 

IL PD TAGLIA LE PENSIONI DI REVERSIBILITÀ E NEL FRATTEMPO REGALA 130 MILIONI AI GIORNALI E ALLE TV LOCALI!

Post n°4774 pubblicato il 15 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

Gianluca Vacca

 

IL PD TAGLIA LE PENSIONI DI REVERSIBILITÀ E NEL FRATTEMPO REGALA 130 MILIONI AI GIORNALI E ALLE TV LOCALI!

In Commissione cultura il ‪#‎PD‬, guidato dal fido ‪#Lotti‬, sta regalando 130 milioni di nostri soldi a giornali e TV locali: lo chiamano FONDO PER IL PLURALISMO, ma in realtà è un FONDO PER IL CONTROLLO DELL'INFORMAZIONE!

Stiamo combattendo in Commissione per fermarli: STOP AI CONTRIBUTI AI GIORNALI!

Altro che pluralismo. È controllo dell'informazione!

CONDIVIDETE!

Beppe Grillo MoVimento 5 Stelle MoVimento 5 Stelle Camera

 
 
 

Renzi il Robin Hood all'incontrario ,toglie ai poveri per dare ai poveri

Post n°4773 pubblicato il 15 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

Dunque fatemi capire , Renzi toglierebbe la pensione di reversibilità a milioni di anziani per  dare 320 € al mese alle   famiglie di 4 persone povere? 
Toglie ai poveri per dare  ai poveri?
Se in Italia ci fosse una forza politica credibile e decente direi di votare loro, basta che  togliamo di torno questi sciacalli ma non esiste , sono tutti uguali e pensano solamente a loro stessi non al popolo, il m5s e il popolo in prestito alla politica , due legislature poi a casa,come fare il militare una volta ,  per questo pensa solamente al bene dei cittadini e fà solamente gli interessi del popolo , tornerà lui stesso a essere un cittadino normale , se funziona l'impresa Italia noi staremo tutti bene , invece adesso sta bene solo chi la gestisce 

 

- I 320 euro di cui leggete nei titoli dei giornali sarebbero per FAMIGLIE DI 4 PERSONE con minori. Dopo gli 80 euro magici della Picierno che bastano per fare la spesa per due settimane, ora secondo Poletti quattro persone possono "vivere dignitosamente" (parole sue) per un mese con 320 euro.

- Per il 2016 sono stati stanziati appena 600 milioni nella legge di Stabilità, cifra assolutamente insufficiente per coprire un milione di persone! Basta questo per capire che gi annunci di Poletti sono fuffa.

- La riforma DOVREBBE partire dal 2017... cioè dopo le Amministrative e dopo il referendum costiuzionale. Il ricatto elettorale è evidente: "Se fate saltare il governo Renzi votando NO al referendum, addio 320 euro ai poveri". E voi ci credete che manterrebbero davvero la parola data, dopo averla fatta franca alle urne?

Renzi vuole umiliare e comprare i nostri fratelli meno fortunati con l'illusione di un'elemosina di Stato.

Il M5S vuole ridare dignità a tutti gli italiani con il reddito di cittadinanza, che non è una forma di carità o una "misura umanitaria" come direbbe Padoan, ma un DIRITTO presente in tutta Europa che la nostra classe politica continua a negarci.

Scegliete se essere sudditi che ringraziano per un obolo, oppure cittadini che esercitano la sovranità del loro Paese, come prescrive il primo articolo della nostra Costituzione.

 

 
 
 

ABOLITE LE PENSIONI DI REVERSIBILITA’ FINISCE ANCHE IL MAMMISMO. L’ITALIA SI EMANCIPA. RENZI SIA LODATO

Post n°4772 pubblicato il 15 Febbraio 2016 da ziagiuditta0
 

Eh si, gran bel pezzo satirico  con 100% di verità. 
Per chi si chiedesse come mai insisto tanto su questa cosa , non lo faccio per interesse mio, sono divorziata e non mi aspetta niente  ,vivo con mio figlio disoccupato da anni con 780 € e so cosa vuol dire, lo faccio per le migliaia di vedove che vivono   con la reversibilità e non tutte prendono 1500 € al mese ,potrebbe essere anche tua  madre domani o dopodomani , non chiudere gli occhi, e quello che il goverma spera 


 ABOLITE LE PENSIONI DI REVERSIBILITA’ FINISCE ANCHE IL MAMMISMO. L’ITALIA SI EMANCIPA. RENZI SIA LODATO (di Eriprando Sforza)

 

IMG_3718

 

Forse non ce la faranno al primo colpo, ma ormai il problema è stato sollevato e andranno avanti fino a che l’idea non verrà accettata e così le pensioni di reversibilità potranno essere tolte con il consenso della maggioranza degli elettori. D’altronde chi non lavora non mangia e le vedove che ricevono la pensione del marito defunto sono chiaramente delle parassite, usufruiscono di un privilegio immeritato, visto che non ricevono denari derivanti dal frutto del loro lavoro.

Se penso a mia madre, è un caso esemplare: non ha mai lavorato, non hai mai pagato un soldo di contributi. La sua vita è stata totalmente inutile per la società. Ha sempre fatto la casalinga, si è limitata a generare e a crescere il sottoscritto, che è sempre più critico e ostile a questo sistema. Da qualsiasi parte la si prenda, mia madre è stata un danno. E lo è ancora adesso, visto che, nonostante tutto, percepisce come pensione l’iperbolica cifra di 1.500 euro al mese.

Nello stato in cui si è ridotta l’Italia potrebbe essere oggetto di invidia e riprovazione sociale, già mi vedo Massimo Giletti che alla domenica pomeriggio si scaglia contro di lei apostrofandola con un: “Ma non si vergogna a prendere così tanto di pensione nonostante non abbia mai versato un euro di contributi? Finché l’Italia sarà piena di individui come lei continuerà a essere giustamente bastonata dai mercati e lo spread salirà a 1.000. E’ ora di dire basta all’assistenzialismo”.

Immagino la riprovazione del giovane deputato del Pd in studio che accusa mia madre di essere la vera causa degli striminziti finanziamenti alla ricerca: “Se lei morisse adesso, avremmo le risorse per fare tornare in Italia due cervelli in fuga”. Povera mamma, una volta scagliata questa sentenza definitiva, le telefonate minatorie in piena notte sono una certezza. Il martellamento sarebbe tale che, spaventata ed esasperata, tornerebbe da Giletti per fare autocritica e rinunciare volontariamente ai 1.500 euro al mese per accontentarsi dei 500 erogati dall’assistenza sociale. “E si ricordi signora, non avendo lei mai versato un contributo dovrebbe essere infinitamente grata a questo governo che le dà comunque quanto basta per non morire di fame”, la ammonirebbe Giletti.

Già, ma con 500 euro la povera mamma che può fare? Sì, viene da una famiglia contadina, è stata abituata alle ristrettezze, però, data l’età, è un po’ acciaccata, deve prendere le medicine, fra ticket vari le partono più o meno 100 euro al mese. E il riscaldamento dove lo mettiamo? Insomma, per assicurarle la sussistenza dovrebbe dare un aiutino il figlio, cioè io, regalandole, stiamo bassi, 500 euro al mese. Il guaio è che mi hanno tagliato lo stipendio perché c’è la crisi e quei 500 euro sono tutti i consumi voluttuari che mi posso permettere (cena fuori, un capo di abbigliamento decente). Per fortuna di mia madre non ho figli, altrimenti quei 500 euro non avrei mai potuto darglieli. Ma se mi privassi di 500 euro al mese passerei anch’io a uno stato di mera sussistenza. Avendo azzerate le mie capacità di spesa voluttuaria non esisto più per il marketing, anche la mia vita è totalmente inutile.

E così il provvedimento del governo Renzi ha preso due piccioni con una fava: l’abolizione delle pensioni di reversibilità è riuscita a eliminare non uno, ma due consumatori. Io sono l’indotto della miseria. Cosa che comunque lascia indifferenti gli uomini di marketing. E’ vero che in un momento di frivolezza, mia madre ha comprato il profumo di Dolce & Gabbana e da domani non se lo potrà più permettere. Ma chi se ne frega, quando grazie alla globalizzazione decine di milioni di cinesi potranno acquistare quella fragranza?

C’è comunque un’altra possibilità. Potrei rimanere indifferente al grido di dolore materno e continuare a tenermi i 500 euro necessari per le spese voluttuarie. E così si compirebbe il miracolo. Renzi sarebbe riuscito a raggiungere l’obiettivo voluto da Mario Monti: cambiare la mentalità degli italiani. E lo avrebbe fatto nella maniera più radicale, eliminandone la caratteristica più deleteria: il mammismo. Le mamme private della pensione di reversibilità verrebbero rottamate dai figli. Costrette a tagliare sull’alimentazione e sulle medicine, non sopravviverebbero più di un paio d’anni alla morte del coniuge.

Una versione soft di quanto avviene nelle aree più retrograde dell’India, dove, una volta deceduto il marito, le vedove vengono eliminate perché devono seguirne la stessa sorte. Risultato curioso per una società che a ogni spron battuto proclama l’uguaglianza di genere e l’emancipazione femminile. Si sono barattate le quote rosa nei cda con l’indigenza di centinaia di migliaia di vedove. Ma è stato sradicato il mammismo e sempre più individui sono venuti a contatto diretto con la durezza del vivere, come auspicava Tommaso Padoa-Schioppa. Stavolta abbiamo fatto sul serio i compiti a casa, forse non arriverà la Troika. Grazie, Matteo Renzi.

Eriprando Sforza

http://scenarieconomici.it/abolite-le-pensioni-di-reversibilita-finisce-anche-il-mammismo-litalia-si-emancipa-renzi-sia-lodato-di-eriprando-sforza/

 
 
 
Successivi »