Blog
Un blog creato da valledelcedrino il 27/08/2008

Valle del Cedrino

Le comunità di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai e Orosei, si impongano per l'altezza delle idee e la dignità dell'espressione, affinchè siano in grado di vedere al dì là dei propri confini.

 
 

 


Gruppo d'Intervento Giuridico


 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: valledelcedrino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 39
Prov: NU
 

 

 
La Baronia è rappresentata alla cronache dai media nazionali e regionali. Siamo raffigurati giornalmente da stimati corrispondenti de L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Pertanto questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le recessioni giornalistiche inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet e dai quotidiani, qualora la loro pubblicazione violasse i diritti d'autore, previa segnalazione, verranno rimosse. Queste testate giornalistiche assumono una posizione di netto privilegio rispetto alle altre forme di manifestazione del pensiero, raccontando e interpretando una loro versione dei fatti, ed ecco perché il diritto alla critica costruttiva la aspettiamo, la pretendiamo dagli utilizzatori di questo libero spazio mediatico, NON sono io che devo convincere all’ennesima verità, siete voi fruitori di questo angolo mediatico che rappresentandovi, aiutate la Nostra comunità, unendoci per abbattere gli ostacoli ideologici e campanilistici che ancora ci separano e non ci portano da nessuna parte. Con sincero rispetto, Vi auguro serenità.
 

 

SERENITÀ E PACE

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine Appunti di una vita dal valore inestimabile Insostituibili perché hanno denunciato il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra di faide e di famiglie sparse come tante biglie su un isola di sangue che fra tante meraviglie fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie di una generazione costretta a non guardare a parlare a bassa voce a spegnere la luce a commentare in pace ogni pallottola nell'aria ogni cadavere in un fosso Ci sono stati uomini che passo dopo passo hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno con dedizione contro un'istituzione organizzata cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro? è nostra... la libertà di dire che gli occhi sono fatti per guardare La bocca per parlare le orecchie ascoltano...Non solo musica non solo musica La testa si gira e aggiusta la mira ragiona A volte condanna a volte perdona Semplicemente Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che sono morti giovani Ma consapevoli che le loro idee Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole Intatte e reali come piccoli miracoli Idee di uguaglianza idee di educazione Contro ogni uomo che eserciti oppressione Contro ogni suo simile contro chi è più debole Contro chi sotterra la coscienza nel cemento Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che hanno continuato Nonostante intorno fosse [tutto bruciato Perché in fondo questa vita non ha significato Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato Gli uomini passano e passa una canzone Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione Che la giustizia no... non è solo un'illusione Pensa prima di sparare Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Pensa.

canzone di Fabrizio Moro

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Polstrada, difesa a tutto campo della Uil

Post n°11092 pubblicato il 21 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di domenica 21 dicembre

Orosei, continua la protesta contro il piano di razionalizzazione presentato dal Governo

Non si ferma la protesta contro lo scellerato progetto "razionalizzazione" del ministero dell'Interno che punta alla chiusura del distaccamento di polizia di Orosei. I sindaci della Valle del Cedrino, con in testa quello di Orosei Franco Mula, scendono in campo i politici: in prima fila il consigliere regionale Pietro Pittalis, presente a Orosei, che ha presentato una mozione alla regione, e il deputato Mauro Pili, che ha presentato un'interrogazione parlamentare. La polizia "Respinge l'intero progetto presentato dall'amministrazione della Stato di chiusura dei presidi della Sardegna, auspicando che sulla spinta nata dalla base, ed in virtù degli interventi dei nostri politici, che effettivamente stanno dimostrando attenzione ed interesse per l'argomento, si possa giungere ad una soluzione più equa: che se da un lato salvaguarda la politica di risparmio dall' altra sia in grado di garantire gli essenziali servizi di sicurezza in questo territorio martoriato, molto più di altri, dalla crisi economica ed occupazionale, fondamento per la garanzia futura dei nostri figli». In particolare, secondo un documento della polizia, si è dimostrato come i cinque Comuni della Valle del Cedrino hanno una densità di popolazione globale di circa 13.000 abitanti, più Dorgali-Cala Gonone con circa 8.500 abitanti, che nel periodo estivo vedono più che quadruplicate le presenze sul proprio territorio: l'assenza di un presidio di polizia andrebbe a discapito sia della popolazione locale, ma soprattutto andrebbe a danneggiare il fenomeno turistico, poiché verrebbe a mancare un punto di informazione e indirizzo (si precisa che pur essendo un presidio specialistico di Polizia Stradale la ricezione di denunce di qualsiasi genere non viene in alcun modo demandata a carabinieri o commissariato). Inoltre da Siniscola a Tortolì vi sarebbe la scopertura di circa 130 km. Di costa, che vede interessata la statale 125 (Orientale Sarda). Inoltre dal 2004 al 2013 il territorio della Valle del Cedrino è stato interessato da fenomeni alluvionali, che hanno duramente colpito attività commerciali e popolazione: nello specifico nel 2004 diversi agenti del distaccamento di Orosei, liberi dal servizio e con propri mezzi, si sono messi a disposizione della popolazione, portando ausilio e svolgendo compiti di soccorso pubblico e ordine pubblico, motivo per cui agli stessi venne riconosciuto, per il servizio svolto, un formale riconoscimento dal questore di Nuoro. Analogamente il servizio di pubblica sicurezza è stato svolto per i fenomeni alluvionali del 2008, 2010 e 2013, con apporto fondamentale nel soccorso pubblico.

di Nino Muggianu

 
 
 

GALTELLÌ. I Cantores ambasciatori in Veneto

Post n°11091 pubblicato il 21 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di domenica 21 dicembre


Il coro polifonico protagonista di un incontro dei Borghi autentici

Borghi Autentici d'Italia: i rappresentanti di Galtellì sono stati ospiti ad Adria, dove si è svolto l'evento "Adria borgo autentico nelle terre dei grandi fiumi", una manifestazione organizzata dal Comune di Adria in collaborazione con Borghi Autentici d'Italia. Per l’occasione si sono radunate associazioni culturali ed espositori commerciali provenienti dall'Emilia Romagna, Puglia,Umbria, Abruzzo, Basilicata e Sardegna. Il ruolo di rappresentanti della Cultura sarda nel comune del Polesine è spettato a "Sos Cantores de Garteddi", i quali nella due giorni appena trascorsa, accompagnati dal sindaco Giovanni Santo Porcu, hanno presentato a un pubblico competente le esclusive melodie dei canti Sacri di tradizione orale. Esibizione che è stata accompagnata dalla illustrazione delle origini, del significato e l'opera di studio dietro l'esecuzione dei brani proposti. «Il lavoro che svolgiamo da 23 anni - spiegano i portavoce dell'associazione culturale, Sos Cantores de Garteddi – trova nuove conferme e stimoli dall'interesse dei numerosi rappresentanti delle associazioni culturali intervenute, i quali si sono dimostrati affascinati e incuriositi dalla peculiarità del repertorio canoro proposto. È per noi un grande risultato riuscire a far comprendere in modo semplice il lungo lavoro di ricerca, valorizzazione e trasmissione che abbiamo compiuto in questi anni. Conoscenza resa possibile in Sardegna e in Italia anche grazie al presidente del BAI. Tour Renzo Soro, il quale da diversi anni ha scelto di scommettere sulla possibilità di divulgare un repertorio così esclusivo ed identitario. Per il futuro ci auguriamo la possibilità di continuare nella nostra opera di divulgazione della cultura orale Sacra galtellinese e nel mantenimento e radicamento della stessa all'interno della nostra comunità».


di Nino Muggianu

 
 
 

INTERROGAZIONE sulla SOSTA STRADE PROVINCIALI di GESUINO BECCARI Consigliere Provinciale Nuoro

Post n°11090 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da valledelcedrino

 

I N T E R R O G A Z I O N E

Al Presidente della Provincia

Di Nuoro

Costantino Tidu


OGGETTO: ZONE DI SOSTA STRADE PROVINCIALI

     Il degrado in cui sono attualmente, anche le aree di sosta  delle strade Provinciali, non può essere ulteriormente tollerato, come diventa impossibile accettate che questo fenomeno a causa dell’incuria e disinteresse di alcuni incivili, continui ad aumentare, senza che le autorità competenti si adoperino almeno per  frenare il grave problema. Sicuramente sarà capitato a tutti, sostare per qualche attimo su una di queste zone,  la gravità di rischio sanitario è notevole l’aria spesso è irrespirabile a causa degli svariati rifiuti presenti, anche di tipo organico, l’ambiente viene violato con ogni tipo di rifiuto, e finora  nulla è stato fatto per contrastare in modo significativo i grave fenomeno. Come persona molto sensibile per il rispetto dell’ambiente, stavo seguendo da tempo la situazione, che purtroppo aumenta in modo inspiegabile, nonostante sia  attivata la raccolta differenziata presso tutti i Comuni, che dà la possibilità di smaltire qualsiasi rifiuto senza spendere alcuna somma, a ciò si aggiunge la gravità della mancata vigilanza e controllo del territorio per il rispetto delle norme di tutela ambientale. Con la presente Interrogo la SV affinché il nostro Ente che è titolare delle strade Provinciali si adoperi in modo determinato per ostacolare il grave abuso, volendo già anticipare una mia prima proposta che costerebbe poche migliaia di euro, si potrebbe interessare i Barracelli, che come agenti di polizia rurale possono attivare un controllo specifico. In attesa della discussione in Consiglio Provinciale La saluto cordialmente.

Nuoro 17/12/2014

Gesuino Beccari

Consigliere Provinciale Nuoro

 
 
 

GALTELLÌ. Servizio della Caritas, una mano tesa verso tanti bisognosi

Post n°11089 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 20 dicembre 2014

Domani 20 dicembre alle 17 nella chiesa del SS Crocifisso alla presenza del vescovo Marcia e del direttore nazionale Caritas don Francesco Soddu, verrà officiata la santa messa per l'inaugurazione della sede Caritas. Grazie ad un contributo della Caritas nazionale (100 mila euro) , nel triste evento dell'alluvione del 2004, dalla chiesa locale nella persona di don Nieddu è stata acquistata una piccola abitazione in via monsignor Alberti, oggi adibita a mensa Caritas. Oltre 50 cittadini che coordinati da don Ruggero, si alternano per la preparazione dei pasti. Famiglie in difficoltà, vengono aiutate con discrezione e riservatezza da questo servizio portato avanti dai volontari. «Con la Caritas non è l'elemosina che si fa - dice don Ruggero - ma è la condivisione della carità, è l'aiuto morale. Abbiamo anche un centro di ascolto. La prima esperienza era partita in sordina a dicembre scorso in occasione del Natale. Dal mese di luglio il servizio è attivo in continuazione e si lavora regolarmente. Se c'è qualcuno che ha bisogno di aiuto, ce lo faccia sapere. Che si vincano certi pregiudizi, anche da parte degli stessi cittadini. Anche la solitudine va aiutata e sostenuta». «Concordo pienamente con le parole di don Ruggero - dice il sindaco Giovanni Santo Porcu - purtroppo questa crisi sempre più profonda, ha messo in seria difficoltà le famiglie più deboli e le persone che vivono ai margini del nostro contesto sociale. Questo è un approccio che insieme all'operato dei servizi sociali va nella direzione di non abbandonare i cittadini in difficoltà ad un magro destino - aggiunge il primo cittadino - ma di aiutarli a superare una parentesi di vita negativa, che si spera sia quanto più breve».

Nino Muggianu

 
 
 

Galtellì. Apre la sede Caritas, messa col vescovo

Post n°11088 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di sabato 20 dicembre 2014


Oggi, alle 17, nella chiesa del Santissimo Crocifisso, il vescovo Mosè Marcia celebra la messa per l'inaugurazione della sede della Caritas assieme al parroco don Ruggero Baratelli e al direttore nazionale della Caritas, don Francesco Soddu. Grazie al contributo di centomila euro della Caritas nazionale per l'alluvione del 2004, l'allora parroco reggente don Salvatore Nieddu, ha acquistato una piccola casa in via Monsignor Alberti per destinarla a sede Caritas, dove è in funzione ogni giorno la mensa per i poveri con una cinquantina di volontari.

(f. u.)

 

 
 
 

Galtellì, fondi per i danni dell'alluvione

Post n°11087 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 20 dicembre 2014



 

Il sindaco Giovanni Santo Porcu annuncia che è aperto ufficialmente da martedì 18 novembre, fino al 31 dicembre 2014, il bando per l'assegnazione dei fondi raccolti lo scorso anno dopo l'emergenza alluvione, pari a oltre 5 milioni di euro, frutto della raccolta solidale avvenuta tramite Sms. «La Croce Rossa Italiana e la Regione Sardegna - spiega il primo cittadino di Galtelli – in base a un protocollo d'intesa siglato di recente, nel quale vengono definite le procedure per l'erogazione dei fondi, hanno pubblicato sui propri siti web il bando che in particolare individua tre categorie per l'assegnazione delle donazioni: i familiari o conviventi delle vittime dell'alluvione, residenti in Sardegna; le famiglie la cui abitazione principale sia stata colpita dall'alluvione e soggetta a sgombero e i beni mobili registrati ad uso privato danneggiati dall'alluvione. Alla chiusura del bando, la Protezione civile si occuperà della gestione informatica delle domande pervenute e della compilazione dell'elenco degli aventi diritto, nonché dei rapporti con gli enti locali di riferimento. La graduatoria finale di assegnazione e la determinazione del relativo contributo agli aventi diritto saranno definiti dalla Croce Rossa secondo i tempi previsti dal bando stesso. «Un bando - chiude il sindaco di Galtelli Porcu - che da sollievo alle famiglie alluvionate visto che delle restanti risorse regionali per i privati non c'è traccia. Invito le famiglie della comunità, interessate dal triste fenomeno Cleopatra e comprese nell'ordinanza di sgombero, a rivolgersi presso gli uffici comunali per il ritiro dei documenti da allegare».

Nino Muggianu

 

 
 
 

Galtellì, contributi alle aziende colpite dalla lingua blu

Post n°11086 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 20 dicembre 2014

Nei giorni scorsi è stata liquidata la totalità dei contributi alle aziende colpite dal morbo della lingua blu. Alle venti aziende sono stati suddivisi oltre 100 mila euro. Una boccata d'ossigeno per il settore agro pastorale provato oltre che dal morbo anche dal lungo periodo di siccità che ha messo a rischio l'attività di un intero anno.

Nino Muggianu

 
 
 

Icnos Basket Nuoro vs Pallacanestro Orosei

Post n°11085 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da valledelcedrino



Campionato Reg. Under 14 Zona NU/SS

5^ giornata:


sabato 20/12/2014 - 16:00

Palestra C.G. Salesiano - Loc. Fontana Buddia NUORO (NU)

Dopo le prime tre vittorie consecutive con le sassaresi Basket 90 e Sant'Orsola in casa e ad Alghero i gialloblu viaggiano a Nuoro ospiti della Ichnos per cercare di consolidare il primato in classifica in compagnia della Dinamo 2000 Sassari (ospite a Orosei il prossimo 5 gennaio alle h.11,30 in una partita che promette scintille) con due pesantissime assenze quali il play e capitano Gabriele Loddo e l'ala Robert Ionut Balsanu, entrambi infortunati.

FORZA GIALLOBLU, FORZA OROSEI

 
 
 

OROSEI. Nasce il gruppo "Tzilleris unidos"

Post n°11084 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di venerdì 19 dicembre 2014

L'idea dei commercianti del paese per promuovere le attività

La crisi attanaglia il territorio? Meglio fare gruppo ed affrontarla tutti assieme. L'unione fa la forza, del resto. E a Orosei 11 esercenti lo hanno capito e messo in pratica, facendo nascere un sodalizio che si propone di smuovere il paese e richiamare i visitatori anche nei mesi invernali. Il nome dell'associazione è tutto un programma: Tzilleris unitos, che domani dà appuntamento a tutti per la manifestazione "Sa corte e sos ammentos", pronta a sbocciare nella corte di Sant'Antonio. Gli intenti sono degni di lode. Lo spiega bene Sebastiano Rosu, commerciante e presidente provinciale della Fiepet. «Tzilleris unitos - dice Rosu - è un progetto nato subito dopo l'estate con l'obiettivo di creare nuove alternative e rendere il nostro paese attrattivo tutto l'anno». Tzilleris unitos, insomma, vuole fare qualcosa di concreto per smuovere il territorio. Per gli esercenti l'idea è fare gruppo. In questo Orosei può contare su un patrimonio identitario davvero straordinario. Il centro abitato è un tutto un monumento, ricco di luoghi e strutture di grande fascino. A questo vanno aggiunte le risorse locali, che hanno tutte le prerogative per conquistare la gente tutti i mesi dell'anno. Destagionalizzando il settore turistico. Domani l'appuntamento è con "Sa corte e sos ammentos", che Tzilleris unitos propone con il patrocinio della Confesercenti e del Comune e in collaborazione con la Cantina sociale di Dorgali. Il cuore del centro storico si accenderà a partire dalle 17. Il programma prevede tante chicche, a partire da "Le fusioni sotto le stelle", durante la quale l'associazione culturale sulle Tracce di Dan proporrà un salto nel tempo di oltre 5mila anni, alla scoperta della tecnica di lavorazione e fusione del bronzo, con tanto di lezione archeologica a cura di Pierluigi Montalbano, dell'Università di Cagliari. Sono poi in programma laboratori per la creazione delle launeddas e la lavorazione del torrone, nonché svariate degustazioni enogastronorniche. Non mancherà il folk, con l'esibizione dei gruppi Santu Jacu, Su Concordu de Orosei, e il trio di trunfa. Launeddas e tamburello di Giangiacomo Rosu e Pier Paolo e Ignazio Piredda. Alle 21.30 concerto di Piero Marras.


Salvatore Martini

 

 
 
 

Commercianti uniti contro la crisi

Post n°11083 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di venerdì 19 dicembre 2014


OROSEI. Domani laboratori e concerto di Piero Marras

Contro la crisi nasce a Orosei Sa Corte e sos ammentos , manifestazione dedicata alle tradizioni baroniesi promossa dai commercianti riuniti nell'associazione Tzilleris unitos . Domani il debutto con un'intera serata patrocinata da Confesercenti e Comune, tra musica e laboratori artigianali che sarà coro nata dal concerto del cantautore Piero Marras. «Per allungare la stagione e far conoscere le attrazioni del nostro fantastico territorio», spiega Sebastiano Rosu, presidente provinciale della Federazione italiana esercenti pubblici e turistici. «Il visitatore è ospite e viene accompagnato in un percorso di storia e tradizione». Il programma: si parte alle 17 con “Le fusioni sotto le stelle”, salto nel tempo di oltre 5 mila anni alla scoperta della lavorazione e fusione del bronzo nella Sardegna preistorica. Evento promosso dal sodalizio Sulle tracce di Dan, a conclusione tutti a lezione di archeologia con Pierluigi Montalbano dell'Università di Cagliari. In piazza Sant'Antonio realizzazione delle launeddas e del torrone. Alle 21,30 appuntamento con le armonie di Piero Marras. Sul palco si alterneranno le esibizioni dei gruppi folk Santu Jacu, Su Concordu de Orosei, e il trio di trunfa, launeddas, il tamburello di Giangiacomo Rosu e Pierpaolo e Ignazio Piredda.

( fr. gu )

 
 
 

MUSEOCASASODDU DI OROSEI APERTURA SABATO SERA 20 DICEMBRE 2014 IN OCCASIONE DELLA MANIFESTAZIONE 'SA CORTE E SOS AMMENTOS'

Post n°11082 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da valledelcedrino

Museo CasaSoddu  di Orosei, fa presente che Sabato 20 dicembre 2014 resterà aperto al pubblico, gratuitamente,  dalle 16:00 alle  20,  in occasione dell' evento  'Sa Corte e Sos Ammentos"che si svolgerà   in piazza Sant'Antonio dalle 17 fino a tarda sera.  La manifestazione è organizzata dalle attività commerciali del centro di Orosei.

Museo CasaSoddu ha appena concluso anche l'evento Clone_Archeotour, dedicato alla Giornata della Rete Italiana di Cultura Popolare, esponendo i propri pezzi, 'cloni' dei bronzetti e navicelle nuragiche, a Budoni, presso il Teatro comunale 'Andrea Parodi'; per tutta la giornata intere scolaresche e numerosi visitatori hanno partecipato a questa interessante giornata, che ha visto interessate tutte le regioni unite in una Rete, che  attualmente è molto attiva e partecipata.

Museo CasaSoddu chiude in bellezza il 2014, dopo aver svolto molteplici attività culturali ed eventi di varia natura, tra cui il  progetto Clone_ArcheoTour, che, anche grazie ad un contributo della Fondazione Banco di Sardegna, si è potuto realizzare per il 2014,  a Gesico,  a Ovodda,  a San Gavino Monreale e a Budoni. 

Giuseppe Soddu

www.facebook.com/casasoddu

casasoddu@yahoo.it

www.museocasasoddu.com


 

 
 
 

L'APPUNTAMENTO. Giornalisti, premio in limba dedicato a Pintore

Post n°11081 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di venerdì 19 dicembre 2014


IRGOLI. Domani cerimonia

Seconda edizione domani a Irgoli del premio istituito in memoria del giornalista Gianfranco Pintore scomparso nel 2012. Appuntamento alle 11 nella sala consiliare del Comune. L'iniziativa è promossa dalla casa editrice Papiros diretta da Diego Corraine. I vincitori del concorso 2014 rigorosamente in limba (incentrato su argomenti di politica internazionale sulle nazioni senza Stato, di informatica e turismo) sono Angelo Canu, Mauro Piredda e Lisandru Beccu. Alla cerimonia saranno presenti i ragazzi della scuola media che leggeranno alcuni articoli scritti di loro pugno, il sindaco Giovanni Porcu e i familiari di Pintore.

 

 
 
 

OROSEI Appuntamento con "In vitro"

Post n°11080 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di venerdì 19 dicembre 2014

L'amministrazione comunale ha programmato un appuntamento del progetto In Vitro dalle 14 alle 18 nella biblioteca comunale. Il progetto coinvolge famiglie e bambini da zero anni in su, attraverso la collaborazione di bibliotecari,librai, insegnanti, educatori ma anche degli amministratori e degli editori. Sono stati invitati ad intervenire Barbara Murgia psicologa del consultorio Familiare di Orosei e il pediatra Marco Dessena.

Nino Muggianu

 
 
 

Cinese uxoricida Il legale: «Perizia psichiatrica»

Post n°11079 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di venerdì 19 dicembre 2014

OROSEI. Interrogato in cella

Interrogatorio di garanzia ieri mattina in carcere per Wu Xiao Rong, il cinese che lunedì a Orosei ha ucciso la moglie Xiao Ling Shao decapitandola con una mannaia. L'uomo, difeso dagli avvocato Gianluca Marroccu e Maria Giovanna Pinna, a Badu 'e Carros ha fatto scena muta avvalendosi della facoltà di non rispondere alle domande che gli ha rivolto il gip Claudio Cozzella. La difesa dell'imputato ha annunciato di presentare nei prossimi giorni un'istanza nella quale si chiede di sottoporre l'uomo a una perizia psichiatrica che attesti la sua capacità di intendere e volere. Sia l'interrogatorio di garanzia, che il colloquio con i suoi difensori è avvenuto alla presenza di un interprete. L'incarico è stato affidato a Cheng Refreng, 38 anni, presidente dell'associazione della comunità cinese in Sardegna. Il commerciante, da due anni trapiantato in Baronia, è apparso ai suoi legali completamente sotto choc e molto provato. «Non ricordava niente. È una persona disperata e disorientata, che pare addirittura aver rimosso quei terribili momenti», ha detto l'avvocato Marroccu. In mattinata anche la sorella dell'omicida ha potuto avere un rapido colloquio in carcere con il fratello. La donna, che vive ad Alessandria, appena raggiunta dalla terribile notizia si è precipitata in Sardegna. Intanto, la salma della donna è stata restituita ai familiari che attendono di procedere alla cremazione a Sassari o a Cagliari. La volontà è portare le ceneri della poverina in Cina.

( l. u.)

 
 
 

OROSEI Termini aperti per medico di base

Post n°11078 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di venerdì 19 dicembre 2014


Termini aperti per la scelta del medico di base. A partire dal primo gennaio i dottori Michele Frau e Maria Campus cesseranno per quiescenza le propri attività.

Salvatore Martini

Orosei: invito alla scelta del nuovo medico
La Direzione del Distretto Sanitario di Siniscola comunica che i Medici di Medicina Generale, Dott. Michele Frau e Dott.ssa Maria Campus, cesseranno per quiescenza la loro attività presso il comune di Orosei, a decorrere dal 01/01/2015.

Pertanto gli assistiti in carico ai suddetti medici potranno effettuare la scelta di un nuovo Medico eventualmente disponibile. Tale operazione può essere effettuata presso gli uffici del Poliambulatorio di Orosei, in via S. Satta, dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle 12.00, e il martedì e giovedì dalle 15.00 alle 17.00.

Gli interessati dovranno presentarsi agli sportelli muniti di tessera sanitaria.

 
 
 

Chiusura del presidio di polizia di Orosei: secco no dai sindaci

Post n°11077 pubblicato il 18 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di giovedì 18 dicembre 2014


Infuocata assemblea popolare nella sala consiliare

«Sarebbe l'ennesimo scippo a un territorio martoriato»

Tutti uniti e determinati contro la chiusura del distaccamento di polizia di Orosei. Venerdì sera la sala consiliare di Orosei era gremita per l'incontro organizzato dalla Uil polizia in collaborazione con il Comune. Il sindaco Franco Mula da tempo si batte perché il presidio di polizia rimanga a Orosei. Aprendo l'incontro ha ringraziato il dirigente regionale della polizia che ha fornito alcuni chiarimenti che lasciano sperare che il distaccamento di Orosei non chiuda i battenti. Presenti all'incontro anche i sindaci della valle del Cedrino, il sindaco di Dorgali Angelo Carta, quello di Golfo Aranci Giuseppe Fasolino e il consigliere comunale di Nuoro Italo Longo. Tutti uniti nel reclamare a gran voce che non venga fatto l'ennesimo scippo ad un territorio sempre più dimenticato dal governo nazionale. «Si spendono milioni di euro per creare finti villaggi per i "giochini" dei soldati americani e tedeschi e non si trovano i fondi per mantenere un distaccamento della polizia importante come quello di Orosei che svolge il suo servizio per la sicurezza anche a Dorgali», ha protestato Angelo Carta. Durissimi anche gli interventi del sindaco di Galtelli Giovanni Santo Porcu e di Irgoli Giovanni Porcu che si dicono pronti, a manifestazioni di protesta congiunte pur di evitare la chiusura del distaccamento. In particolare, il sindaco Fasolino ha detto che è giunto il momento «che le battaglie di un comune siano quelle di tutti i comuni. Ci dobbiamo mettere in testa che se non saremo uniti nessuno ci ascolterà». Messaggi di solidarietà sono giunti anche dai senatori Giuseppe Cucca e Michele Piras. Il comandante del distaccamento di Orosei ha illustrato l'attuale situazione della stazione oroseina, e l'importanza del servizio che viene svolto dai suoi uomini. Lo stesso ha fatto il comandante della stazione di Fonni, presente all'incontro. In apertura, Giovanni Cabras segretario generale provinciale della Uil polizia, ha letto un documento nel quale viene illustrato il progetto del ministero dell'Interno che «definisce eufemisticamente la chiusura dei presidi una semplice razionalizzazione».

di Nino Muggianu

 

 
 
 

OROSEI. Tagli alla polizia, la denuncia del gruppo Unidos

Post n°11076 pubblicato il 18 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di giovedì 18 dicembre 2014


Contro il rischio di chiusura della caserma della polizia di Orosei si alza la voce del gruppo Unidos, che esprime contrarietà verso il provvedimento, rilanciando l'interpellanza che il parlamentare sardo, Mauro Pili, ha rivolto nei giorni scorsi al Ministro dell'Interno, Angelino Alfano. «L'onorevole Pili si è detto contrario al rischio di soppressione dei presidi di Orosei, Fonni e Ottana - si legge in una nota inviata dalla coordinatrice di Unidos Orosei, Ilaria Rosu sottolineando l'importanza di questi tre distaccamenti operativi nel territorio provinciale». Unidos Orosei allega le dichiarazioni del parlamentare Mauro Pili. «Chiudere i distaccamenti di polizia stradale di Fonni, Orosei e Ottana è un atto irresponsabile - è stato detto al ministro Alfano - e la chiusura è un fatto grave che deve essere immediatamente rivisto alla luce della netta contrarietà dei territori e dei gravissimi disagi che provocherebbe. Il caso di Orosei è emblematico: l'assenza di un presidio di polizia andrebbe a discapito della popolazione locale e danneggerebbe il fenomeno turistico, poiché verrebbe a mancare un servizio fondamentale in un'area che va da Siniscola a Tortolì, lasciando scoperti 130 chilometri di costa».

Salvatore Martini

 
 
 

L'AUTOPSIA. Uxoricidio di Orosei, 15 colpi di mannaia poi la decapitazione

Post n°11075 pubblicato il 18 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di giovedì 18 dicembre 2014

Quindici colpì di mannaia alla testa prima della decapitazione, quando la donna era ormai esanime. E il risultato dell'autopsia conclusa nella tarda serata di ieri sul cadavere di Xia Lingfen, la giovane donna cinese uccisa dal marito. I risultati della perizia sono ora nelle mani degli inquirenti che solo così potranno collocare in modo esatto il momento del delitto, non ancora del tutto chiaro. L'unica cosa certa è che la donna ha cercato di fuggire ribellandosi alla furia del marito che le avrebbe inferto 10 colpi con il grosso macete. Un delitto atroce senza un movente. Il presunto uxoricida dal giorno del massacro non ha aperto bocca. Aveva anche tentato il suicidio tagliandosi le vene ma, quelle lesioni erano troppo superficiali per riuscire a causarsi la morte. Wu Xiaobo forse stamattina, assistito da un avvocato d'ufficio, verrà sentito dal gip del tribunale di Nuoro per l'interrogatorio di garanzia. Nel frattempo i carabinieri di Siniscola, guidati dal capitano Andrea Senes sono riusciti a mettersi in contatto con una sorella della vittima che vive in Spagna e nelle prossime ore dovrà raggiungere la Sardegna.

 
 
 

Donne cinesi unite dal dolore

Post n°11074 pubblicato il 18 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di giovedì 18 dicembre 2014

OROSEI. A Nuoro anche i parenti dell'uxoricida che oggi sarà interrogato in carcere

La sorella della vittima arriva dalla Spagna: «Voglio vederla»

Una è arrivata dalla Spagna, l'altra dal Piemonte. Stessa nazionalità, così come è identica la tragedia che le ha travolte. Ieri, in tribunale a Nuoro sono arrivate, in momenti diversi, per parlare con gli inquirenti, sia la sorella della vittima, Xiao Ling Shao, che quella dell'uxoricida, Wu Xiao Rong. Entrambe in lacrime, impietrite per un dramma che mai pensavano di vivere.
FAMILIARI DISPERATI Troppo grande il dolore per l'omicidio avvenuto lunedì a Orosei, quando Wu Xiabo, forse colto da un raptus, ha decapitato con una mannaia la moglie Xia Lingfen. La sorella della sfortunata commerciante, che da due anni lavorava in Baronia, era da due giorni in Sardegna. Appena appresa la notizia si è imbarcata, assieme al marito e a un cugino, sul primo volo utile da Maiorca dove vive per Cagliari. Ieri sono giunti a Nuoro con Chen Refreng, 38 anni, presidente dell'associazione della comunità cinese sarda. «Mi ha detto che non si immaginava che potesse accadere una tragedia di questo tipo», racconta l'uomo da venticinque anni nell'isola, «per lei è stato terribile. Vorrebbe vedere per l'ultima volta la sorella nella camera ardente dell'ospedale. Non è stato ancora deciso se verrà sepolta in Sardegna o trasportata in Cina».
DOPPIO DOLORE Anche la sorella dell'uxoricida è una maschera di sofferenza, la donna arrivata da Alessandria dove gestisce un bar, è sorretta a fatica da una connazionale. «Chi avrebbe mai immaginato una cosa del genere», si chiede, «mio fratello stava male, quando era in Cina si curava, ma non pensavo fosse peggiorato. Vorrei incontrarlo in carcere e chiedergli il perché di tutto questo». Seppure distanti geograficamente si sentivano spesso al telefono. «Ho parlato con entrambi domenica», continua Wu Xiao Rong, «il giorno prima del delitto, mi hanno detto che sarebbero voluti tornare in Cina. Penso ai loro poveri bambini, un maschietto di 7 anni e una femminuccia di 5, che nel mio paese vivono con mia madre. Anche loro vittime di questa tragedia».
AUTOPSIA Nel pomeriggio di ieri il medico legale Vindice Mingioni ha effettuato l'autopsia sul corpo della donna. L'esame ha confermato l'efferatezza del delitto e la particolare violenza con cui l'uomo si è scagliato contro il volto della moglie colpendola ripetutamente con una mannaia e con dei coltellacci. L'omicidio è avvenuto nelle prime ore del mattino dopo una colluttazione.
INTERROGATORIO Stamattina, alle 9,30 è invece previsto nel carcere di Badu' e Carros, dove l'uxoricida difeso dagli avvocati Gianluca Marroccu e Maria Giovanna Pinna, si trova dalla notte di lunedì, l'interrogatorio di garanzia. Si capirà così se Wu Xiabo davanti al giudice Claudio Cozzella deciderà di parlare. Un confronto che avverrà alla presenza di un interprete che dovrà non solo tradurre dal cinese all'italiano gli eventuali dialoghi ma anche trascriverli. L'incarico verrà dato dal tribunale questa mattina proprio a Chen Refreng, il presidente dell'associazione della comunità cinese in Sardegna. L'uomo conosce bene entrambe le lingue e si sta dando da fare con grande generosità per risolvere i vari problemi che questa tragedia si sta trascinando.

Luca Urgu

 
 
 

GALTELLÌ. Programma di Natale

Post n°11073 pubblicato il 18 Dicembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di giovedì 18 dicembre 2014

Tutto pronto per "Natale Insieme 2014 e Mercatino Natalizio". Gli organizzatori allargano a tutti la grande magia del Natale trasformando il borgo in un mondo incantato con tanto di visita di Babbo Natale per i più piccoli.

 

 
 
 
Successivi »
 
 






 

INSTALLATO

14 marzo 2011

 

SALVATORE NANNI: POETA.

 

I COMMENTI DI SPORT.

 

E-MAIL

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

Scudo della Rete

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog