Blog
Un blog creato da valledelcedrino il 27/08/2008

Valle del Cedrino

Le comunità di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai e Orosei, si impongano per l'altezza delle idee e la dignità dell'espressione, affinchè siano in grado di vedere al dì là dei propri confini.

 
 

 


Gruppo d'Intervento Giuridico


 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: valledelcedrino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 39
Prov: NU
 

 

 
La Baronia è rappresentata alla cronache dai media nazionali e regionali. Siamo raffigurati giornalmente da stimati corrispondenti de L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Pertanto questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le recessioni giornalistiche inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet e dai quotidiani, qualora la loro pubblicazione violasse i diritti d'autore, previa segnalazione, verranno rimosse. Queste testate giornalistiche assumono una posizione di netto privilegio rispetto alle altre forme di manifestazione del pensiero, raccontando e interpretando una loro versione dei fatti, ed ecco perché il diritto alla critica costruttiva la aspettiamo, la pretendiamo dagli utilizzatori di questo libero spazio mediatico, NON sono io che devo convincere all’ennesima verità, siete voi fruitori di questo angolo mediatico che rappresentandovi, aiutate la Nostra comunità, unendoci per abbattere gli ostacoli ideologici e campanilistici che ancora ci separano e non ci portano da nessuna parte. Con sincero rispetto, Vi auguro serenità.
 

 

SERENITÀ E PACE

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine Appunti di una vita dal valore inestimabile Insostituibili perché hanno denunciato il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra di faide e di famiglie sparse come tante biglie su un isola di sangue che fra tante meraviglie fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie di una generazione costretta a non guardare a parlare a bassa voce a spegnere la luce a commentare in pace ogni pallottola nell'aria ogni cadavere in un fosso Ci sono stati uomini che passo dopo passo hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno con dedizione contro un'istituzione organizzata cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro? è nostra... la libertà di dire che gli occhi sono fatti per guardare La bocca per parlare le orecchie ascoltano...Non solo musica non solo musica La testa si gira e aggiusta la mira ragiona A volte condanna a volte perdona Semplicemente Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che sono morti giovani Ma consapevoli che le loro idee Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole Intatte e reali come piccoli miracoli Idee di uguaglianza idee di educazione Contro ogni uomo che eserciti oppressione Contro ogni suo simile contro chi è più debole Contro chi sotterra la coscienza nel cemento Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che hanno continuato Nonostante intorno fosse [tutto bruciato Perché in fondo questa vita non ha significato Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato Gli uomini passano e passa una canzone Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione Che la giustizia no... non è solo un'illusione Pensa prima di sparare Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Pensa.

canzone di Fabrizio Moro

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Sabato 29 novembre 2014 autoemoteca per l'Avis Orosei

Post n°10982 pubblicato il 27 Novembre 2014 da valledelcedrino

Carissimi,

questa è l'ultima donazione del 2014 e non ho dubbi che sarà, come sempre, molto generosa. Abbiamo avuto anche quest'anno e finora un numero abbastanza alto di donazioni che rispecchiano il grande cuore delle Oroseine e Oroseini che fin dalla mattina presto - anche prima delle 7,00 - già arrivavano nel piazzale dove sosta l'Autoemoteca dell'Asl3 di Nuoro in attesa di effettuare la donazione, gesto di grande e immenso Amore solidale per gli altri che abbisognano di questo preziosissimo liquido indispensabile e vitale che è il Sangue. A presto!

A nome del Consiglio Direttivo e mio personale,

GRAZIE DI CUORE,

Marco Camedda

 
 
 

Onifai, Cantiere stradale circolazione a rilento

Post n°10981 pubblicato il 27 Novembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di giovedì 27 novembre 2014


L'Anas comunica alcune limitazioni alla circolazione in alcuni tratti della strada statale 129 nel territorio comunale di Onifai fino a sabato 20 dicembre. Il provvedimento prevede la chiusura della corsia sinistra (direzione Orosei-Galtellì) con conseguente deviazione del traffico sulla corsia destra per consentire la sostituzione di una condotta idrica.

 

 
 
 

OROSEI. Il Coro del maestro Pessei si prepara a celebrare il Natale

Post n°10980 pubblicato il 27 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di giovedì 27 novembre 2014


Il Coro di Orosei, da poco rientrato da un'entusiasmante esperienza nella Navarra spagnola, inizia a fare il bilancio del corrente anno, esattamente il quarantasettesimo dalla sua nascita. Era infatti il 1968, quando il maestro Sebastiano Pessei, l'ha fondato e diretto fino alla data odierna. Come dal 1992 il coro ha in programma, il 13 dicembre alle 19,30 nella chiesa parrocchiale di San Giacomo, il Concerto di Natale, che nel panorama cittadino è diventato un evento culturale e religioso particolarmente atteso e partecipato, che segna l'inizio delle festività natalizie. Un impegno fisso e che dura da parecchi decenni è anche la realizzazione del presepio nella chiesa parrocchiale, ad opera di Marcello Lai, baritono del coro, con la collaborazione di altri componenti della formazione corale. Gli stati esteri che hanno ospitato il coro di Orosei in questi lunghi anni sono il Portogallo, la Spagna, la Germania, la Svizzera, l'Austria, il Belgio. Le regioni italiane sono il Piemonte, la Lombardia, il Veneto, il Trentino, la Toscana, l'Umbria, il Lazio, la Campania.

Nino Muggianu

 
 
 
 
 

LOCULI. Seicento spettatori alla manifestazione in onore del rugby

Post n°10978 pubblicato il 26 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di mercoledì 26 novembre 2014


foto di Renzo Quaglia da Facebook

Un paese in festa sabato scorso grazie al rugby. L'amministrazione comunale ha adottato un'iniziativa della neonata squadra dei Corvi Orosei. Uno sport quasi sconosciuto che è riuscito portare sugli spalti oltre seicento persone. Una vera festa dello sport che è iniziata dal primo pomeriggio con la presentazione ufficiale nella sala consiliare poi tutti al Campo Comunale di Loculi dove ha preso il via il Primo Test Match Valle del Cedrino, organizzato dai padroni di casa, i Corvi Orosei Rugby. Manifestazione riuscitissima, che sicuramente convincerà molti ragazzi a iscriversi alla squadra, cominciata con gli under 14 che hanno giocato a ranghi misti divertendo il pubblico e dimostrando già una buona tecnica. A seguire l'incontro tra le squadre old (over 40) dei Shardana di Capoterra contro Olbia con risultato finale di 20-5 per il Capoterra. A seguire finalmente l'esordio dei Corvi Orosei Rugby davanti a un pubblico entusiasta che ha assistito a un grande spettacolo sportivo sia per l'eccezionalità dell'evento che per la prestazione della squadra di casa contro i ragazzi dell'Olbia. Risultato finale 7-22 per gli olbiesi. Uomo partita Andrea Chabal Silba dei Corvi allenati da Davide Savona e S. Etzi. A partita conclusa è iniziato il mitico terzo tempo dove la serata è andata avanti tra amicizia, birra e musica e le premiazioni alle squadre e all'amministrazione di Loculi.
(b.a.)

 
 
 

Orosei, usi civici documento di Mula approvato in aula

Post n°10977 pubblicato il 26 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di mercoledì 26 novembre 2014


Il consiglio comunale è stato compatto. Quello sugli usi civici che gravano su numerose proprietà del territorio è infatti un argomento molto delicato, a Orosei, al quale si sta cercando di dare una soluzione positiva. Nei giorni scorsi l'assise civica ha approvato all'unanimità il documento proposto dal sindaco Franco Mula per annullare gli accertamenti fatti a suo tempo dalla Regione. Un provvedimento importante, che il Consiglio ha portato avanti invocando l'autotutela per rimediare ad una situazione che sta preoccupando tantissimi cittadini. La questione è a dir poco spinosa. Tra le zone interessate, spiccano numerosi immobili a Fuile 'e mare, Su Mutrucone, Cala Liberotto e Sas Linnas siccas. L'iter è iniziato anni fa, quando la Regione ha accertato gli immobili di Orosei gravati da usi civici. Successivamente il Comune ha segnalato che numerosi terreni inclusi in questa classificazione non possono essere tali, adducendo le relative motivazioni. La Regione ha accolto la segnalazione in parte, annullando solo parzialmente la precedente determinazione, scatenando così le proteste da parte del Comune di Orosei, che ha evidenziato delle violazioni nel procedimento da parte della stessa Regione ribadendo inoltre che, comunque sia, nessuno dei terreni inseriti nel provvedimento sia gravato da usi civici. Da qui una lunga condizione di impasse, culminata con il consiglio comunale dei giorni scorsi, nel quale i gruppi politici hanno chiesto alla Regione l'annullamento in sede di autotutela dell' atto di accertamento in questione per dare una soluzione definitiva alla problematica. Diversamente al Comune non resterebbe che passare alle vie legali.

Salvatore Martini




Usi Civici. Richiesta annullamento in sede di autotutela dall'atto di accertamento della Regione n°30498/949 del 20/12/2011.

IL CONSIGLIO COMUNALE

PREMESSO CHE:

  1) Con determinazione n°214 del 23 febbraio 2005, il Direttore del Servizio Affari Legali, Controllo Enti ed Usi Civici della Direzione Generale dell'Assessorato dell'Agricoltura e Riforma Agro - Pastorale della Regione Sardegna ha accertato, ai sensi dell'art. 5 della legge regionale 14 marzo 1994, n°12, gli immobili asseritamente gravati da u si civici nel territorio del Comune di Orosei.

  2) Successivamente, il Comune di Orosei ha segnalato all'Amministrazione regionale che numerosi terreni inclusi dalla menzionata determinazione tra quelli gravati da usi civici non avrebbero potuto formare oggetto di simile accertamento, ai sensi dell'art. 5 della medesima legge regionale n°12/1994, perché compresi in diversi P. I .P..

  3) Accogliendo tale segnalazione, il Direttore del Servizio Territorio Rurale, Ambiente e Infrastrutture dell'Assessorato regionale dell'Agricoltura, con determinazione n°30 498/949 del 20 dicembre 2011, ha parzialmente annullato la precedente determinazione di accertamento, escludendo, da quelli che ne formavano oggetto, appunto i territori compresi in opere di PIP - PIA Cave NU 09 - PP e PIP.

  4) In realtà, l'Amministrazione regionale è giunta a pronunziare il predetto accertamento definitivo in violazione di numerose norme che disciplinano il relativo procedimento e, comunque, nessuno dei terreni oggetto delle menzionate determinazioni regionali è gravato da usi civici.

  5) Inoltre, la determinazione del 20 dicembre 2011, erroneamente continua a ricomprendere, tra quelli gravati da usi civici, anche altri territori posti nel Comune di Orosei e che, in realtà, non avrebbero potuto essere oggetto del predetto accertamento, ai sensi del menzionato art. 5 della legge regionale n°12/1994, in quanto interessati da opere pubbliche e/o di pubblico interesse ed inclusi in piani attuativi;

  6) Si riporta, qui di seguito, l'elenco dei piani attuativi all'interno dei quali si trovano le aree oggetto dell'accertamento di cui alla menzionata determinazione n° 30498/949 del 20 dicembre 2011:

  • P.D.L. Fuile Mare (parzialmente gravato in forza della menzionata determinazione dirigenziale). Piano di Lottizzazione approvato con Decreto Assessoriale n°169 del 1° marzo 1976. Vi risultano realizzate sia opere di urbanizzazione sia gran parte delle costruzioni.

  • P.P. SU Mutrucone (interamente ricompreso nelle approvato con Decreto Assessoriale n° 434 del 10 novembre 1975. Vi risultano realizzate sia opere di urbanizzazione sia gran parte delle costruzioni.
  • P.P. Cala Liberotto-Sas Linnas Siccas (interamente ricompreso nelle aree gravate da uso civico). Piano di iniziativa pubblica approvato con Decreto Assessoriale n°42/392 del 31 ottobre 1966 ripreso successivamente nello Studio di disciplina delle Zone F approvato con Decreto Assessoriale n°51/U del 20 gennaio 1979. Le opere d i urbanizzazione sono state interamente realizzate dall'amministrazione comunale che ha successivamente venduto tutti i lotti. E' stata interamente edificata la volumetria prevista;

  • P.D.L Hotel Tirreno (interamente ricompreso nelle aree gravate da uso civico). Piano approvato con Decreto Assessoriale n°4994/U del 21 novembre 1989. Le opere di urbanizzazione sono state interamente realizzate dai privati che hanno realizzato la volumetria prevista.

  • P.D.L. Fantucci (interamente ricompreso nelle aree gravate da uso civico). Piano approvato con Decreto Assessoriale n°800/U dell'11 giugno 1984. Le opere di urbanizzazione sono stata realizzate dai privati che hanno realizzato in gran parte la volumetria prevista.

  • P.P. Sos Alinos (parzialmente ricompreso nelle aree gravate da uso civico). Piano di iniziativa pubblica approvato con Decreto Assessoriale n°401/U del 2 aprile 1985. Interessa in parte una zona omogenea B e in parte C. Le opere di urbanizzazione sono state realizzate interamente con fondi pubblici della Comunità Montana. Sono state quasi interamente le volumetrie previste.

  Considerato che l'atto di accertamento della Regione n°30498/949 del 20/12/2011 è stato impugnato da questo ente ed è ancora al vaglio del Commissario Regionale per gli Usi Civici, nonchè della Regione Sardegna.

  Ritenuto che, in attesa del pronunciamento del Commissario, si è venuto a creare una grave situazione di empasse sulle vaste porzioni di territorio che la Regione ha ritenuto erroneamente gravate da uso civico e questo sta originando delle problematiche di tipo economico insostenibili per molti cittadini che si vedono di fatto espropriati della piena proprietà di beni che avevano legittimamente acquisito, con le conseguenti gravi tensioni sociali e aumenti esponenziali di contenziosi;

  Ritenuto che è compito dell'amministrazione valutare tutte le possibili soluzioni alla problematica anche alternative al contenzioso, per perseguire l'obbiettivo primario di limitare i danni che i propri cittadini stanno subendo a causa del protrarsi dei tempi di definizione della causa intentata nanti il Commissario per gli usi civici;

  Ricordato come il Comune, valutata l'opportunità di addivenire ad una soluzione rapida della questione, con deliberazione del Consiglio Comunale n°58 in data 29/11/2013 ha ritenuto opportuno procedere alla ricognizione generale degli usi civici esistenti sul territorio comunale ed alla individuazione, su cartografia esistente, finalizzata alla sclassificazione e trasferimento dei terreni ad uso civico nel rispetto dei principi della Legge Regionale n°19/20 13.

  Accertato che, successivamente all'adozione del suddetto provvedimento deliberativo, la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima la Legge Regionale n°19/2013 e più specificamente la Corte medesima ha sottolineato la mancanza di una procedura concordata con lo Stato, trattandosi l'uso civico di bene paesaggistico ai sensi della legge 42 e quindi non di competenza esclusiva della Regione Sardegna

  Atteso che di fatto, pertanto, si è tornati alla situazione consolidata dall'atto di accertamento della Regione n°30498/949 del 20/12/2011 e, conseguentemente, a tutti i motivi di doglianza che il Comune ha estrinsecato davanti al Commissario per gli usi civici;

  Accertato che questo Comune, con determinazione del Funzionario competente n°980 in data 02/10/2014, ha dato incarico ad un tecnico esterno finalizzato al riordino documentale e cartografico degli usi civici, susseguente all'acquisizione diretta di nuova documentazione , documentazione che risale ad un periodo anteriore alla Legge n°1766/1927 che regolamenta l'uso civico su tutto il territorio nazionale

  Atteso che, nell'espletamento del suddetto incarico, il libero professionista ha redatto una relazione sulla reale consistenza degli usi civici esistenti nel territorio di Orosei, sulla base della suddetta consistente documentazione cartografica e di archivio storico, agli atti consiliari e nota ai presenti.

  Ritenuto, alla luce dell'accertamento suddetto, che gli usi civici esistenti nel territorio non coincidono per consistenza ed ubicazione con quelli accertati dalla Regione con il provvedimento in oggetto;

  Considerato che dalla documentazione suddetta risulta in maniera inequivocabile come l'accertamento fatto dalla Regione mostri lacune evidenti derivanti da una ricerca sommaria e poco attenta dei presupposti di diritto che determinano la definizione delle aree eventualmente gravate da uso civico.

  Il Consigliere Derosas, preannunciando il proprio voto a favore, chiede al Segretario che venga messo a verbale quanto segue: "il mio voto è favorevole alla richiesta di annullamento dell'accertamento regionale n°30498/94 9 del 20/12/2011, ma ribadisco, coerentemente con quanto sostenuto fin dall'origine, che Orosei non ha mai avuto terreni gravati da uso civico".

  Terminato il dibattito;

  Trattandosi di mero atto di indirizzo, si prescinde dal parere di regolarità tecnica, ai sensi del D.lgs. n°267/2000;

  Con votazione unanime;

DELIBERA

  di richiedere, per tutte le motivazioni in epigrafe riportate, alla Regione Autonoma della Sardegna - Ass.to dell'Agricoltura e Riforma Agro - Pastorale - Dipartimento Usi Civici l'annullamento in sede di autotutela dell'atto di accertamento della Regione n°30498/949 del 20/12/20 11, con conseguente adozione di provvedimenti idonei a dare una soluzione definitiva alla problematica.

 

 
 
 

Taglio dei buoni pasto, minoranza all'attacco

Post n°10976 pubblicato il 25 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di martedì 25 novembre 2014


Il gruppo Orosei Democratica interviene sulla scelta dell'amministrazione

«Una decisione presa senza la concertazione con i sindacati e i dipendenti»

Il gruppo Orosei democratica la chiama sarcasticamente "spending review in salsa oroseina", indicando sì un taglio dei costi pubblici benché, in questo caso specifico, non abbia incontrato il consenso di tutta la minoranza. I consiglieri di opposizione Gino Nanni e Gino Derosas, infatti, criticano il provvedimento del sindaco Franco Mula con il quale è stata disposta la revoca dei cosiddetti "buoni pasto" per i dipendenti municipali. «Questa decisione - si legge in un documento di Orosei democratica - è avvenuta senza la dovuta e preventiva concertazione con gli interessati o con i loro rappresentanti sindacali, e con la conseguente riorganizzazione degli orari degli uffici. Secondo il sindaco è necessario ridurre le spese del personale. Il risparmio così conseguito si aggira tra i 20mila e i 30mila euro annui. L'iniziativa, a parte il metodo, i tempi e l'opinabilità della scelta fatta, sarebbe anche giustificabile se solo fosse stata inserita in un serio processo graduale organico e programmato di riduzione generale dei costi, in linea con le difficoltà del momento. Invece così non è. A ben vedere - proseguono i due consiglieri comunali di Orosei democratica; Nanni e Derosas - se da una parte si tolgono a tutti emolumenti contrattualmente previsti in ragione dell' organizzazione interna degli uffici comunali, rimasta immutata, dall' altra si aumentano per importi di gran lunga maggiori le spese del personale, moltiplicando senza motivo il numero dei dirigenti d'area. Il nostro municipio oggi conta ben sette aree interne anziché 5, ciascuna con il suo specifico responsabile e relative spettanze economiche». «I costi della macchina amministrativa - conclude il comunicato del gruppo di opposizione – non sono stati diminuiti ma, al contrario, aumentati. Appaiono quindi molto chiaramente la contraddittorietà e la demagogia dell'agire dell'amministrazione comunale, che da una parte sbandiera pubblicamente e sulla stampa la riduzione dei costi con il taglio del "buono pasto", mentre dall'altra li aumenta in misura superiore». Parole molto forti, quelle del gruppo di minoranza di centro sinistra, che scaldano le acque della politica di Orosei e danno vita ad un nuovo dibattito, destinato a fare molto discutere. Sicuramente la replica del sindaco Franco Mula e della sua giunta non si farà attendere.

di Salvatore Martini




COMUNICATO STAMPA

La Nuova Sardegna -
L’Unione Sarda -

Valle del Cedrino - Blog -

Orosei 16.09.2014

 

Oggetto: Spending review in salsa oroseina

 Di recente il Sindaco del Comune di Orosei, senza la dovuta e preventiva concertazione con gli interessati o loro rappresentanti sindacali e la conseguente riorganizzazione degli orari degli uffici, ha disposto la revoca dei cosiddetti "buoni pasto" nei confronti di tutti i dipendenti municipali perché, a suo dire, è necessario ridurre le spese del personale. Il risparmio così conseguito si aggira tra i 20/30 mila euro l'anno.

 L'iniziativa, a parte il metodo, i tempi e l'opinabilità della scelta, sarebbe anche giustificabile se inserita in un serio processo graduale, organico e programmato di riduzione generale dei costi, in linea con le reali difficoltà del momento, ma così non è.

 A ben vedere, se da una parte si tolgono a tutti emolumenti contrattualmente previsti in ragione dell'organizzazione interna degli uffici comunali, rimasta immutata, dall'altra si aumentano per importi di gran lunga maggiori le spese del personale moltiplicando, senza motivo, il numero dei dirigenti d'area.

 Infatti, nell'arco di poco più di un anno, l'Ufficio Tecnico, retto da un solo Responsabile, è stato smembrato in tre aree differenti: 1- Lavori Pubblici; 2- Urbanistica ed Edilizia Privata; 3- Ambiente e Protezione Civile. Per ognuna di queste è stato nominato un Responsabile, con relativa indennità di carica, senza tener conto della diversa e minore distribuzione delle competenze affidategli. 

 Il nostro Municipio, quindi, oggi conta di ben sette aree interne (anziché cinque), ciascuna con il suo specifico Responsabile e relative spettanze economiche.

 I costi della macchina amministrativa, dunque, non sono stati diminuiti ma, al contrario, notevolmente aumentati, e cioè ancor più grave sia perché avviene nel momento di forte crisi che viviamo, sia, e soprattutto, perché non è in alcun modo giustificabile con un incremento del carico di lavoro che, al contrario, negli ultimi anni è notevolmente diminuito, soprattutto nell'area (Tecnica) in cui si è intervenuti.

 Appare chiaro, quindi, la contraddittorietà e la demagogia dell'agire dell'Amministrazione comunale che, da una parte sbandiera pubblicamente e sulla stampa la riduzione dei costi con il taglio del "buono pasto", dall'altra li aumenta in misura superiore moltiplicando ingiustificatamente e "riservatamente" il numero delle posizioni apicali.

OROSEI DEMOCRATICA

 
 
 

OROSEI. Raccolta rifiuti porta a porta nuova campagna informativa

Post n°10975 pubblicato il 25 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di martedì 25 novembre 2014


Raccolta porta a porta dei rifiuti, ci sono novità. Da ieri è iniziata la campagna informativa per quanto. Un gruppo di ragazzi incaricati dal comune sta girando per le case per consegnare i nuovi calendari e spiegare le nuove norme per la raccolta differenziata. «La novità sono che per quanto riguarda le case sparse - dice Il consigliere delegato all'ambiente, Giacomo Masala - i passaggi saranno gli stessi che per quelle del centro abitato. Non più quindi, due volte la settimana ma dal 2 di gennaio saranno regolari come nel centro abitato. Servizio uniformato insomma. Le normative in questi anni sono cambiate: alcuni rifiuti cambiano destinazione, ad esempio i brick che prima andavano nel secco mentre adesso andranno nella carta; i cartoni delle pizze se sporchi vanno nell'umido e se puliti, nelle carta. Tutto è bene spiegato nell'opuscolo che i ragazzi porteranno nelle case. Opuscolo che riguarda appunto le abitazioni, per quanto riguarda gli esercizi commerciali, bar, ristoranti, hotel ecc, a breve si terrà un incontro con gli operatori per vedere insieme le novità». Nei nuovi calendari c'è anche il ringraziamento del sindaco Franco Mula: «Grazie agli sforzi delle famiglie e delle imprese del nostro Comune, supportati da questa amministrazione, negli scorsi mesi a Orosei abbiamo raggiunto un risultato brillante in termini di raccolta differenziata, superando il 70 per cento di rifiuti avviati al riciclo. Questo dato ci pone tra le eccellenze in Sardegna ed Italia, confermando la bontà delle scelte fatte e motivando ci a fare sempre meglio: nei prossimi mesi vi chiediamo di mantenere alto l'impegno e di continuare a informarvi per migliorare ancora. Migliorare la qualità. dei materiali riciclabili - conclude Mula -, curandone la purezza a partire dai mastelli dove ogni famiglia fa la raccolta differenziata; segnalare e punire gli abbandoni selvaggi di rifiuti sul territorio, che tanto male fanno alla dignità e all'economia della nostra comunità».

di Nino Muggianu

 
 
 

Provincia, nuovo modello per la protezione civile

Post n°10974 pubblicato il 24 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 24 novembre 2014


Il Consiglio ha istituito fa Consulta provinciale delle associazioni di volontariato

Soro: «Così si valorizza l'attività dei volontari sempre presenti nelle emergenze»

Piccola rivoluzione nel sistema di protezione civile della Provincia. Il Consiglio, qualche giorno fa, ha approvato due delibere proposte dall'assessore alla protezione civile Renzo Soro relative alla istituzione di due nuovi organismi: il comitato provinciale di protezione civile e la consulta provinciale delle associazioni di protezione civile. «Era necessario effettuare un serio aggiornamento di un sistema complesso su cui si basa la sicurezza dei cittadini - spiega Renzo Soro - il comitato era già stato istituito nel 2005 ma con una articolazione ormai superata visto che si faceva riferimento alla vecchia provincia. Inoltre era necessario adeguarne la composizione e snellire al massimo il regolamento in modo che il comitato, del quale fanno parte le componenti e le strutture operative, possa operare al meglio». La vera novità, quindi, è la creazione di un comitato provinciale di protezione civile più snello ed efficiente, in grado di gestire un'emergenza in modo più razionale, capace di predisporre nel migliore dei modi i programmi di previsione e prevenzione dei rischi. Oltre al comitato di protezione civile, la Provincia, sempre sulla base di una delibera proposta dall'assessore Soro, ha istituito la consulta provinciale delle associazioni di volontariato della protezione civile. «L'istituzione di questo organismo era un atto non solo necessario ma anche un riconoscimento per il lavoro svolto in questi anni dai volontari - spiega l'assessore- Volevamo che il loro ruolo fosse valorizzato. In questo modo si dà alle associazioni di volontariato un giusto ruolo di rappresentanza anche a livello regionale e nazionale. La consulta, infatti, sarà uno straordinario strumento a supporto della Provincia ed anche dei Comuni per il coordinamento del volontariato di protezione civile». Secondo le intenzioni della Provincia la consulta delle associazioni di volontariato svolgerà un ruolo importante nell'ambito delle attività di protezione civile: uomini e donne che potranno fornire indicazioni operative su ogni situazione critica. «Grazie alla consulta ci sarà la collaborazione tra i volontari e le altre strutture operative del sistema nazionale di protezione civile, il modo migliore per affrontare le emergenze – continua Soro - . I volontari potranno anche informare la popolazione sull'importanza delle attività di prevenzione dei rischi». Il prossimo passo sarà quello di convocare il comitato e le associazioni di volontari per l'elezione del presidente e del consiglio direttivo. «Lo faremo nei prossimi giorni», assicura Soro.

 
 
 

Ubriachi al volante, controlli in Baronia

Post n°10973 pubblicato il 24 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 24 novembre 2014

I carabinieri di Siniscola hanno anche denunciato un uomo che girava con un distintivo della polizia

Un quarantenne di Oliena girava indisturbato con un distintivo della polizia di Stato. Fermato dai carabinieri di Dorgali si è giustificato dicendo che l'aveva trovato per caso a Cala Gonone. I militari lo hanno denunciato per "illecita detenzione di segni di identificazione in uso ai corpi di polizia". È questo l'episodio più curioso scoperto dai carabinieri durante i controlli effettuati nell'ultimo fine settimana dalla compagnia di Siniscola. Oltre all'olianese sono stati denunciati anche molti autisti indisciplinati. Nella provincia di Nuoro, infatti, si registra il numero più elevato di sanzioni per guida in stato di ebbrezza. Lo dicono le statistiche e, malgrado i pressanti controlli delle forze dell'ordine e i tanti incidenti causati da autisti con un tasso alcolemico superiore alla media, il fenomeno non accenna a placarsi. I militari hanno contestato anche alcune violazioni amministrative a danno di due esercizi pubblici. Un fine settimana di fuoco quindi nella giurisdizione della compagnia di Siniscola guidata dal capitano Andrea Senes. I militari hanno infatti organizzato un servizio per il controllo degli avventori negli esercizi pubblici e per il contrasto agli automobilisti indisciplinati, in particolare a Irgoli e Galtellì dove sono state verificate le varie licenze ed il rispetto delle normative. In particolare, a due bar sono state contestate la mancata esposizione degli orari, l'assenza delle tabelle ministeriali per la verifica dello stato di ebbrezza ed emesse sanzioni per 1.600 euro. Nel corso della verifica sono stati anche controllati tutti i clienti e un allevatore sessantunenne è stato trovato in possesso di un coltello detenuto senza giustificato motivo. I servizi in Baronia nell'ultimo fine settimana hanno vi sto impegnati una ventina di militari della squadriglia di monte Pizzinnu, della radiomobile e delle stazioni di Orosei, Irgoli, Galtellì e Dorgali. Il controllo a tappeto del territorio è stato organizzato per contrastare gli illeciti al codice della strada. Decine i posti di blocco in Baronia che hanno consentito ai militari in servizio di contestare numerose violazioni e la decurtazione complessiva di quaranta punti della patente. Il record in negativo spetta ad un automobilista che ha fatto registrare ai controlli all'etilometro un tasso alcolico di ben sei volte superiore a quello consentito.

di Sergio Secci

da L’UNIONE SARDA di lunedì 24 novembre 2014

Per un distintivo della polizia olianese nei guai. L'aveva smarrito un agente

Un agente della Stradale a maggio aveva denunciato di aver smarrito il distintivo metallico della polizia. L'hanno ritrovato i carabinieri sabato sera nelle tasche di un quarantaduenne di Oliena, finito nei guai per “detenzione illecita di segni distintivi di identificazione in uso ai corpi di polizia”. L'uomo è stato sorpreso con la placca della polizia a Cala Gonone nell'ambito di una articolata operazione di controlli disposta a vasto raggio dal capitano Andrea Senes, che guida la compagnia dei carabinieri di Siniscola. Al setaccio numerosi locali pubblici e tanti automobilisti. A Irgoli e Galtellì sono state controllate varie licenze. A due bar sono state contestate violazioni amministrative come la mancata esposizione degli orari, l'assenza della tabella ministeriale per la verifica dello stato di ebbrezza, costate 1600 euro di contravvenzioni. I controlli hanno riguardato anche i clienti: un sessantaduenne, sorpreso con un coltello dalla lama lunga 20 centimetri, è stato denunciato per porto di armi o oggetti atti a offendere. Decine i posti di blocco stradali nella valle del Cedrino, tra Irgoli e Galtellì. Due persone sono state denunciate per guida in stato di ebbrezza: una aveva il tasso alcolemico di sei volte superiore al limite consentito e guidava l'auto sprovvista di assicurazione. Tanti gli automobilisti sanzionati: in tutto sono stati decurtati 40 punti della patente. L'intera operazione ha impegnato venti militari della squadriglia di Monte Pizzinnu, del Radiomobile di Siniscola e delle stazioni di Orosei, Irgoli, Galtellì e Dorgali.

 
 
 

Report settimanale ShinyStat, account blog/valledelcedrino

Post n°10972 pubblicato il 24 Novembre 2014 da valledelcedrino

Report settimanale dell'account: valledelcedrino
Periodo: 17/11/2014 - 23/11/2014
Descrizione del sito: Blog
URL: blog.libero.it/ValledelCedrino/
Categoria: Servizi/Informazione
ShinyStat Rank: 20/50

 

 
 
 
 
 
17
 
 
 
 
 
18
 
 
 
 
 
19
 
 
 
 
 
20
 
 
 
 
 
21
 
 
 
 
 
22
 
 
 
 
 
23
 
 
      Pagine viste         Visite

 

GiornoVisitePagine viste
Lunedì 17/11/2014
1.459
2.775
Martedì 18/11/2014
1.226
1.524
Mercoledì 19/11/2014
1.174
1.767
Giovedì 20/11/2014
1.101
1.769
Venerdì 21/11/2014
1.376
2.218
Sabato 22/11/2014
984
1.530
Domenica 23/11/2014
861
1.283
 
TotaleVisitePagine viste
Settimana
8.181
12.866
Mese corrente
26.678
41.139
Dalla creazione dell'account / dall'ultimo azzeramento
1.771.104
3.341.986

 

Link utili:
  • Per consultare le statistiche complete del sito, cliccare qui
  • Per eventuali informazioni riguardo il servizio, consultare la guida online
  • Per contattare lo staff di ShinyStat utilizzare il Centro di Supporto dedicato.

 

Nota: per non ricevere più il report settimanale di ShinyStat è sufficiente accedere alla configurazione dell'account e deselezionare l'opzione "Report settimanale via e-mail".

 

   
Copyright 1995 - 2014 by Shiny Srl

 

 
 
 

CALCIO PROMOZIONE girone B - decima giornata

Post n°10971 pubblicato il 24 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 24 novembre 2014

BATTUTA IN CASA DAL SORSO 1 a 2

FANUM OROSEI: Demarchi, Carrone (65' Sannai), Caggiu, Branchitta, Sanna, Farris, F. tal (76' Polizzi), Manca (66' A. Lai), Manca, Porcu, Spina, Talanas. All. Dessolis.

SORSO: Frau, Pischedda, M. Cacace, Occulato,  Bagnolo, R. Cacace (80' Pinna), Arcadu (76' Ledda), Canu, Mereu, Spanu, Saba. All. Levacovic.

ARBITRO: Madeddu di Ozieri.

RETI: 38' Arcadu, 43' Carrone, 65' Canu.

Fanum Orosei sempre più a picco. Va avanti in salita il campionato della squadra guidata da Dessolis

È sempre più profondo rosso per la Fanum Orosei che anche ieri è stata battuta in casa da un'altra pericolante qual è il Sorso. Due a uno il risultato finale di una partita che per i ragazzi allenati da Franco Dessolis è ancora una volta stregata. Ancora pali, traverse, gol sbagliati per un non nulla, parte strepitose dei portieri ospiti. Di tutto e di più purché non arrivi la vittoria. La dea bendata, e di bendato non c'è solo lei, ha ormai abbandonato la squadra di Orosei che è ritornata nel campionato di Promozione dopo una trentina di anni. Non che abbia fatto chi sa quali partite ma una cosa è certa che almeno sei o sette punti mancano all' attivo. Soprattutto Fabrizio Lai e compagni non meritano il posto che attualmente occupano in classifica. La speranza dei supporter oroseini è che prima o poi qualcosa girerà bene anche alla loro squadra del cuore. Fanum che anche ieri ha giocato bene, ma a portare via l'intera posta è stata la squadra ospite. I ragazzi di Dessolis sprecano tanto ed è inevitabilmente che vengano puniti dal Sorso. Nella prima metà di gara i padroni di casa ci provano in tutti i modi senza fortuna. Al 2' c'è una traversa di Fabrizio Lai. Passano sette minuti e Ancora Lai pericoloso con un tiro di poco a lato. Al 15' Porcu si smarca in area ma manca il bersaglio da posizione favorevole. Al 38' gli ospiti passano a condurre con Arcadu. Al 43' pareggia i conti Carrone dopo una mischia. Nella ripresa, subito Fanum in avanti che ci prova con Talanas che sbaglia il bersaglio. Al 65' nuovo vantaggio del sorso con Canu dopo una rapida azione di rimessa. Il pareggio potrebbe arrivare all'80' ma il gol che a tutti è sembrato regolare, viene annullato dal direttore di gara per un fuorigioco comunque molto dubbio.

Nino Muggianu

Il Sorso batte il Fanum Orosei 1 a 2

Continua la striscia negativa della Fanum che spreca troppo e viene punita dal Sorso. Gli ospiti passano con Arcadu; al 43' pareggia Carrone, ma poi Canu segna il 2 a 1 per il Sorso.

( f. u. )

 
 
 

CALCIO SECONDA CATEGORIA Girone F. decima giornata

Post n°10970 pubblicato il 24 Novembre 2014 da valledelcedrino

TALANA – TUTTAVISTA 1 a 1

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 24 novebre 2014

TALANA: Sulis A., Bonicelli F., Manca Mi., Tegas, Manca Ad., Usai (88' Olianas), Murgioni M., Manca F., Nieddu, Manca M., Bonicelli A. All.: Andrea Mereu. A disp.: Arzu M., Cabiddu, Lepori, Garau, Figus.

TUTTAVISTA: Gambaiani, Marras A., Zola, Loriga, Faggia, Sanna R., Mameli, Marras G., Carta, Contini, Marras At. All.: Corrado Mameli. A disp, Marras B., Ruiu.

ARBITRO: Porcu di Cagliari.

RETI:55' Murgioni; 94' Sanna R.

Dopo la sconfitta nel derby con l'Urzulei rimediata domenica scorsa l'undici di mister Mereu reagisce e sfiora la vittoria, l-l arrivato sul filo di lana (94'), con una prestazione convincente. La cronaca. Unico episodio da segnalare nel primo tempo la traversa colpita da Carta. Nella ripresa (55') Marco Murgioni calcia di potenza dai trenta metri e supera Gambaiani. 66' e 78' Bonicelli A. conclude malamente due contropiedi con il solo Gambaiani di fronte. 94' La vittoria sembra ormai scontata ma sull'ultimo corner per gli ospiti R. Sanna pareggia di testa.

Romano Cugudda

Il Talana vede sfumare nel finale i tre punti. I padroni di casa passano in vantaggio con un gran tiro dalla distanza di Murgioni. Il Tuttavista pareggia nel recupero: calcio d'angolo di Contini e Sanna devia in rete alle spalle di Sulis.

(w.r.)

 
 
 

CALCIO. TERZA CATEGORIA GIORNE D

Post n°10969 pubblicato il 24 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 24 novebre 2014

IRGOLESE - NUGHEDU S. V. 7 a 0


 

ONIFAI - TADASUNI 1 a 1

 
 
 
 
 

Orosei. Usi civici, il Consiglio boccia la Regione

Post n°10967 pubblicato il 23 Novembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di domenica 23 novembre 2014


Il Consiglio comunale di Orosei, invocando l'autotutela, ha deciso ieri di annullare gli accertamenti sugli usi civici fatti dalla Regione. La delibera sullo scottante argomento, proposta dal sindaco Franco Mula, è stata approvata all'unanimità. Viene così scritto un nuovo capitolo di una vicenda che preoccupa tantissimi proprietari di terreni e seconde case che nel 2011 la Regione ha classificato come gravati da usi civici. Si parla di aree nelle zone marine di Cala Liberotto e Sos Alinos e altri agglomerati costieri abitati da decenni. A detta degli amministratori comunali, un vero e proprio pasticcio che sta creando confusione e danni economici. «Con questo documento chiediamo ufficialmente alla Regione di rivedere le proprie verifiche», sottolinea Franco Mula. «Per quanto ci riguarda quei dati non sono veritieri e quindi, se non avremo risposte certe, in forma di autotutela daremo in mano agli avvocati il mandato per citare legalmente proprio la Regione».

( f. u. )

 
 
 

Scuola civica di musica a rischio di chiusura dopo i tagli regionali

Post n°10966 pubblicato il 22 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 22 novembre 2014


Orosei, Siniscola, Irgoli, Galtellì, Loculi, Posada e Onanì perderanno un servizio di riferimento per molti giovani

Ancora una volta i tagli ai servizi colpiscono il territorio, dove la crisi riguarda ormai tantissimi settori. Quelli culturali non fanno eccezione. A farne le spese anche le scuole civiche di musica di tutta la Sardegna, compresa quella di Orosei, nata nel 2007 con la partecipazione di Siniscola e l'adesione di Irgoli, Galtellì, Loculi, Posada e Onanì, tra i Comuni più attivi. Un colpo durissimo per questa importante realtà del territorio che, non a caso, ha ottenuto un successo senza precedenti. Nel corso degli anni, infatti, migliaia di bambini, giovani e altri appassionati hanno potuto usufruire dei servizi proposti dalla scuola civica di musica, sviluppando un bagaglio culturale di alto livello grazie ai corsi portati avanti con docenti altamente qualificati. Facendo della scuola civica di musica un'iniziativa fondamentale per la crescita delle nuove generazioni. La notizia dei tagli circolava nell'aula del consiglio regionale di Cagliari già da qualche tempo. Indiscrezioni diventate via via più robuste, culminate ieri con l'ufficialità della notizia, accolta ovviamente con grande disappunto dai vari Comuni che hanno aderito al progetto. La manovra di assestamento di bilancio ha dovuto sacrificare molti settori e, dopo tanti anni, gli 8mila allievi delle scuole civiche di musica della Sardegna rischiano di dire addio ad un'iniziativa talmente valida da essere stata presa a modello persino a livello nazionale. La presidente Daniela Contu e l'assessore alla Cultura di Siniscola, Piero Carta, dopo l'allarme lanciato lo scorso mese di ottobre, si appellano ai consiglieri regionali del territorio per seguire da vicino la questione, affinché la legge finanziaria regionale per il 2015 ripristini il finanziamento per la scuola civica di musica. In occasione dell'assestamento di bilancio, i consiglieri di maggioranza Daniela Forma e Roberto Deriu, interpellati da Contu e Carta, hanno mostrato grande sensibilità sull'argomento, unitamente ai rappresentanti del centrodestra Pietro Pittalis e Luigi Crisponi, che sostengono compatti le scuole. Il sindaco di Orosei, Franco Mula, auspica «che nella nuova manovra di bilancio il settore venga salvaguardato e con esso gli 800 posti di lavoro garantiti in Sardegna a giovani docenti, per i quali queste attività spesso rappresentano l'unica fonte di reddito per musicisti diplomati o alla ricerca della prima occupazione». Nel Nuorese i docenti impegnati sono circa un centinaio, e le scuole di musica sono delle vere e proprie eccellenze.


di Salvatore Martini

 
 
 

Orosei. La scuola di musica ora a rischio chiusura

Post n°10965 pubblicato il 22 Novembre 2014 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di sabato 22 novembre 2014


Anche la scuola civica di musica di Orosei rischia di essere travolta dalla spending review. La Regione nel nuovo documento di programmazione finanziaria ha deciso di tagliare i fondi. Nata nel 2007 a Orosei, con la partecipazione di Siniscola e l'adesione di Irgoli, Galtellì, Loculi, Posasa e Onanì, la scuola civica di musica potrebbe chiudere i battenti. Una mazzata per sia per le prospettive di lavoro dei dipendenti, che per le migliaia di utenti che hanno seguito i corsi durante questi anni di attività. Ecco perché la presidente Daniela Contu e l'assessore alla Cultura di Siniscola, Piero Carta, dopo l'appello di un mese fa, chiedono ai consiglieri regionali del territorio di seguire da vicino la questione affinché la finanziaria ripristini i fondi. Anche il sindaco di Orosei Franco Mula auspica che «nella nuova manovra di bilancio il settore venga salvaguardato e con esso gli 800 posti di lavoro». Nel Nuorese i docenti impegnati sono circa un centinaio e le scuole di musica sono tra le più importanti dell'Isola.

( f. u. )

 

 
 
 

LOCULI. Oggi la Baronia diventa la capitale sarda del rugby

Post n°10964 pubblicato il 22 Novembre 2014 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 22 novembre 2014



Appuntamento speciale oggi con la palla ovale nella bassa Baronia. Per un giorno Loculi diventa la capitale sarda del rugby. Al comunale, concesso dall'amministrazione comunale alla società organizzatrice "Corvi Orosei" si terrà una manifestazione che ha lo scopo di divulgare questa affascinante disciplina sportiva approdata di recente a Orosei grazie a Simone Etzi, rugbista amatoriale di Capoterra e soprattutto a Paolo Basolu che ha fondato la "Corvi Orosei". L'appuntamento di oggi è fissato per le 15 a " Sa domo de sas Artes e de sos Mestieris''. Alle 16 il test match delle squadre under 16 tra Olbia Rugby e Corvi Orosei Rugby. Alle 17, il test match Senior tra Corvi Orosei Rugby, Olbia Rugby e Sda Shardana Capoterra. Alle 19 le premiazioni e i ringraziamenti. La società "Corvi Orosei Rugby" nasce nell'estate del 2014 grazie alla passione di un gruppo di giovani, gli stessi che uniti dal desiderio di promuovere la cultura del rugby sperano di far conoscere e apprezzare sempre di più questo sport in tutta la Valle del Cedrino.

Nino Muggianu

 
 
 

Giornata ecologica a Sas Linnas Siccas: “prima e dopo”

Post n°10963 pubblicato il 21 Novembre 2014 da valledelcedrino

Giornata ecologica a Sas Linnas Siccas:

“prima e dopo”

Sono finalmente riuscito a scaricare dalla macchina fotografica le foto che ho scattato questa estate a Sas Linnas Siccas. Le prime quattro foto risalgono a sabato 9 agosto 2014, il giorno precedente la Giornata ecologica che ho organizzato in collaborazione con il Consigliere delegato all’Ambiente Giacomo Masala.


In barba ai cartelli


Forse questo bidoncino è rimasto in strada per troppo tempo...


Bottiglie a volontà…


I soliti turisti di passaggio hanno deciso di imbiancare casa...

 

10 agosto 2014: Giornata ecologica
I volontari hanno ripulito strade e pinete da cartacce, bottiglie, lattine e rifiuti di ogni genere, mentre gli ispettori dell'Ufficio ambiente del Comune di Orosei controllavano le buste abbandonate. Sas Linnas Siccas era finalmente pulita!


Qualche giorno dopo la situazione era questa...

Voglio comunque ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla Giornata ecologica, in modo particolare i bambini che hanno dimostrato un particolare interesse per l'ambiente.

Da Bologna, Stefano Salgò

 
 
 
Successivi »
 
 






 

INSTALLATO

14 marzo 2011

 

SALVATORE NANNI: POETA.

 

I COMMENTI DI SPORT.

 

E-MAIL

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

Scudo della Rete

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog