Blog
Un blog creato da valledelcedrino il 27/08/2008

Valle del Cedrino

Le comunità di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai e Orosei, si impongano per l'altezza delle idee e la dignità dell'espressione, affinchè siano in grado di vedere al dì là dei propri confini.

 
 

 


Gruppo d'Intervento Giuridico


 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: valledelcedrino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: NU
 

 

 
La Baronia è rappresentata alla cronache dai media nazionali e regionali. Siamo raffigurati giornalmente da stimati corrispondenti de L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Pertanto questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le recessioni giornalistiche inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet e dai quotidiani, qualora la loro pubblicazione violasse i diritti d'autore, previa segnalazione, verranno rimosse. Queste testate giornalistiche assumono una posizione di netto privilegio rispetto alle altre forme di manifestazione del pensiero, raccontando e interpretando una loro versione dei fatti, ed ecco perché il diritto alla critica costruttiva la aspettiamo, la pretendiamo dagli utilizzatori di questo libero spazio mediatico, NON sono io che devo convincere all’ennesima verità, siete voi fruitori di questo angolo mediatico che rappresentandovi, aiutate la Nostra comunità, unendoci per abbattere gli ostacoli ideologici e campanilistici che ancora ci separano e non ci portano da nessuna parte. Con sincero rispetto, Vi auguro serenità.
 

 

SERENITÀ E PACE

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine Appunti di una vita dal valore inestimabile Insostituibili perché hanno denunciato il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra di faide e di famiglie sparse come tante biglie su un isola di sangue che fra tante meraviglie fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie di una generazione costretta a non guardare a parlare a bassa voce a spegnere la luce a commentare in pace ogni pallottola nell'aria ogni cadavere in un fosso Ci sono stati uomini che passo dopo passo hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno con dedizione contro un'istituzione organizzata cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro? è nostra... la libertà di dire che gli occhi sono fatti per guardare La bocca per parlare le orecchie ascoltano...Non solo musica non solo musica La testa si gira e aggiusta la mira ragiona A volte condanna a volte perdona Semplicemente Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che sono morti giovani Ma consapevoli che le loro idee Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole Intatte e reali come piccoli miracoli Idee di uguaglianza idee di educazione Contro ogni uomo che eserciti oppressione Contro ogni suo simile contro chi è più debole Contro chi sotterra la coscienza nel cemento Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che hanno continuato Nonostante intorno fosse [tutto bruciato Perché in fondo questa vita non ha significato Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato Gli uomini passano e passa una canzone Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione Che la giustizia no... non è solo un'illusione Pensa prima di sparare Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Pensa.

canzone di Fabrizio Moro

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Campagna di microchippatura. Orosei contro il randagismo

Post n°11243 pubblicato il 27 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di martedì 27 gennaio 2015


Sempre più serrata la lotta contro il randagismo. Il comune di Orosei in piena collaborazione con la Asl 3 di Nuoro ha cominciato da qualche mese la microchippatura di tutti i cani del territorio. Un'iniziativa che è ancora in atto per cui e il Comune avvisa tutti i proprietari o detentori di cani ancora privi di microchip che l'amministrazione oroseina ha predisposto un servizio, di concerto con il servizio veterinario dell'Azienda sanitaria locale di Nuoro, distretto sanitario di Siniscola, finalizzato alla microchippatura dei cani dell'ambito territoriale. Operazione che è obbligatoria e gratuita. Verrà effettuata dai medici veterinari delle struttura sanitaria pubblica, presso il domicilio o azienda di ogni proprietario del cane, previa prenotazione, dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 14, presso l'ufficio di Polizia municipale del comune anche a mezzo contatto telefonico con l'utenza 0784- 996916. Durante la fase delle microchippatura dovrà essere esibito un documento di identità ed il codice fiscale del proprietario del cane.

Nino Muggianu

 
 
 

Pallacanestro Orosei

Post n°11242 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino



Fine settimana casalingo colmo di soddisfazioni per la nostra Societa' iniziato sabato con l'incontro Under 13 con l'ottima squadra di Macomer perso per 44 a 61 nonostante l'ottima prova di Tiuccio Ruiu, miglior marcatore dell'incontro con 23 punti ben supportato dalla regia di Raimondo Cosseddu , autore anche di 6 punti. Domenica mattina vittorie di Aquilotti ed Esordienti con il Mammut di Mamoiada con tutti i protagonisti in evidenza. Nell'incontro Esordienti da segnalare l'ottima prestaz ione di Massimo Cherchi. A seguire la buona partita con relativa vittoria dell'under 14 contro il Sorso dell'ex giocatore della Dinamo Samoggia, squadra colma di giocatori di notevole altezza , finita 52 a 30 con Walid Saki (14 p.) Jordan Boe (12) e Gabriele Loddo sugli scudi, accompagnati alla vittoria dai soliti Matteo e Francesco Loi , Pezza e Balsanu.
 
i tabellini :
Under 13 : Orosei 44 Le Pleiadi Macomer 61
Orosei : Ruiu 23 , Cosseddu 6, Saba 5, Loddo Giov. 4, Dessena 2, Cherchi 2, Pittalis 2 , Rosu , Caredda, Manca All. Sebastiano Tondo
Macomer : Carta 14, Biolchini 11, Vargiu 11, Piredda 9, Fumagalli 8, Lai 6, Soma 2, Oggianu, Uda, Mattana All. Enrico Cocco
Under 14 : Orosei 52 Sorso 30
Orosei : Saki 14, Boe 12, Loddo Gabriele 10, Loi Francesco 7, Loi Matteo 5, Robert Ionut Balsanu 2, Ruiu 2, Pezza, Loddo Giovanni, Cosseddu, All. Sebastiano Tondo
Sorso : Sechi 14, Bergonzi 13, Biosa 3, Fois, Piana, Fadda, Doneddu, Sogos, Mastrucci, Pinna, Casada, Chesu All. Roberto Samoggia
Minibasket Esordienti : Orosei 37 Mamoiada 23
Minibasket Aquilotti : Orosei 4 tempi Mamoiada 2 tempi


 
nelle foto la formazione Aquilotti con la coach Graziella Chessa, il saluto a fine partita con gli Esordienti del  Mamoiada e  in maglia blu da sinistra Gabriele Loddo (10 punti) Jordan Boe (12) e Walid Saki (14, top scorer) , protagonisti nella bella vittoria sull 'altissima squadra di Sorso (in maglia rosa i lunghi Sechi e Bergonzi)


 
 
 

Invalsi, nell’Isola i voti più bassi

Post n°11241 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di lunedì 26 gennaio 2015


SCUOLA. REGIONE | ISTRUZIONE

Gli alunni sardi di terza media ultimi nella classifica nazionale Gli studenti sardi sono gli ultimi in Italia nei test Invalsi, le prove scritte di italiano e matematica somministrate durante l'esame della terza media. Nell'anno scolastico 2013-2014 hanno strappato un 6,5, contro 6,7 dei campani, mentre i più bravi sono siciliani e molisani con un sette pieno. Il voto medio nazionale invece è 6,8. A certificarlo sono i dati dell'Ufficio statistica del ministero della Pubblica istruzione che hanno elaborato un focus sugli esiti degli Esami di Stato e degli scrutini della scuola secondaria di primo grado, includendo l'anno scolastico appena trascorso. I numeri attribuiscono all'Isola anche un altro primato: il tasso di ammissione agli esami di licenza media, assieme alla Sicilia, è il più basso rispetto alla media nazionale. In Sardegna vengono ammessi il 94,8 per cento degli studenti, i non ammessi risultano il 5,2. Una percentuale di gran lunga inferiore alla media nazionale del 2,8. «I dati regionali ci dicono che siamo la regione dove si ammettono meno studenti all'esame», commenta Gisella Caddeo, dirigente dell'Istituto comprensivo Ugo Foscolo di Cagliari, tre sedi, 760 alunni e tredici terze. «Questo è un dato congruo con i risultati tra virgolette bassi per l'Invalsi. In fase di scrutinio ci rendiamo conto di chi non ha raggiunto le competenze per poter superare la prova finale, dunque non li ammettiamo. Per quanto riguarda l'Invalsi, invece, credo che sia una prova molto importante, oggettiva e condivido questa scelta del Miur a far cimentare tutti nelle stesse prove a livello nazionale».
CAMPIONE VASTO
Nell'analisi del Miur sull'esame di Stato del primo ciclo di istruzione sono stati coinvolti circa 589 mila studenti. La norma prevede che il consiglio di classe consenta l'accesso alla prova finale ai ragazzi che hanno riportato agli scrutini di giugno una votazione non inferiore ai sei decimi in ciascuna disciplina e abbiamo frequentato anche i tre quarti del monte orario annuale. Una volta che il candidato è ammesso si cimenterà in sei prove: italiano, matematica, tecnologia, inglese, seconda lingua comunitaria, prova nazionale Invalsi (uguale per tutte le regioni con un compito di italiano e uno di matematica) e prova orale. Il voto finale sarà dato dalla media delle sei prove.
LE SCUOLE Anche le scuole hanno analizzato i dati forniti dal Ministero. Li hanno confrontati con i loro risultati che non sempre sono in linea con quelli regionali, nello specifico sul voto finale dei licenziati. «Nell'anno scolastico appena trascorso si sono licenziati 277 ragazzi», aggiunge Caddeo. «Sommando i punteggi tra la prova di matematica e di italiano dell'Invalsi arriviamo ad un punteggio 63,65, che convertito in voto è sei, dunque rientriamo nei dati del Miur. Ma se guardiamo i voti finali dei licenziati», prosegue la dirigente scolastica, «superiamo le medie regionali. Il 26 per cento ha raggiunto la sufficienza, mentre l'Isola ha un 30,3. Il 5,2 ha raggiunto il dieci, mentre la media regionale è 4,3. Il 10 e lode lo ha meritato il 4,25 per cento dei nostri, mentre la percentuale regionale è del 3,7 e a livello nazionale è del 2,5. «I nostri studenti sono dunque andati meglio all'esame nei voti più alti», conclude Caddeo. Anche a Sassari, nella scuola Media statale numero 3 Pasquale Tola di via Monte Grappa, sono stati confrontati i risultati. «Abbiamo dodici terze, nell'anno scolastico appena trascorso i ragazzi che hanno svolto le prove Invalsi hanno riportato il punteggio di 56,00 in matematica e di 66,9 in italiano. Dunque in linea con la regione», spiega la dirigente scolastica Maria Anna Galisai. «Nel voto di licenza, abbiamo risultati migliori rispetto a quelli regionali. In Sardegna il 30,3 ha preso sei, dei nostri studenti invece il 20,9 ha raggiunto quel voto. Il 10 e lode è andato al 3,7 per cento degli studenti sardi, tra i nostri invece il 10,8 per cento». Tra gli studenti della Tola, il 22,4 ha raggiunto il nove contro il 14, 9 per cento del resto della regione.

Maura Pibiri

 
 
 

Report settimanale ShinyStat, account blog/valledelcedrino

Post n°11240 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino

 

Report settimanale dell'account: valledelcedrino
Periodo: 19/01/2015 - 25/01/2015
Descrizione del sito: Blog
URL: blog.libero.it/ValledelCedrino/
Categoria: Servizi/Informazione
ShinyStat Rank: 20/50
 
 
 
 
 
19
 
 
 
 
 
20
 
 
 
 
 
21
 
 
 
 
 
22
 
 
 
 
 
23
 
 
 
 
 
24
 
 
 
 
 
25
 
 
      Pagine viste         Visite
GiornoVisitePagine viste
Lunedì 19/01/2015
1.372
1.973
Martedì 20/01/2015
1.285
1.792
Mercoledì 21/01/2015
1.278
1.847
Giovedì 22/01/2015
1.232
1.802
Venerdì 23/01/2015
1.151
1.602
Sabato 24/01/2015
907
1.794
Domenica 25/01/2015
999
1.567
 
TotaleVisitePagine viste
Settimana
8.224
12.377
Mese corrente
27.643
41.544
Dalla creazione dell'account / dall'ultimo azzeramento
1.839.868
3.446.624
Link utili:
  • Per consultare le statistiche complete del sito, cliccare qui
  • Per eventuali informazioni riguardo il servizio, consultare la guida online
  • Per contattare lo staff di ShinyStat utilizzare il Centro di Supporto dedicato.
Nota: per non ricevere più il report settimanale di ShinyStat è sufficiente accedere alla configurazione dell'account e deselezionare l'opzione "Report settimanale via e-mail".
   
Copyright 1995 - 2015 by Shiny Srl

 
 
 

"La strada dei campioni" passa a Irgoli

Post n°11239 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 26 gennaio 2015


Una grande occasione di crescita in vista per tutti gli allenatori sardi, sia per coloro che operano nel settori giovanili, sia per coloro che lavorano con gli adulti. Questo sarà lo stage che Ivan Zauli, Istruttore di tecnica Individuale che lavora da diversi anni con il Brescia, lunedì 9 febbraio a Irgoli. L'allenatore proporrà una metodologia d'Insegnamento della tecnica "La strada del campioni" che Zauli propone nel suoi stage in tutta Italia. Il workshop, aperto a tutti, allenatori qualificati e no, è organizzato dalla Casa editrice Calzetti & Mariucci di Perugia, in collaborazione con universocalcio.com, ovvero la sezione calcistica della Zénìa editrice di Mario Murru. sarà intitolato "Come sviluppare le abilità tecniche individuali offensive e le abilità tattiche individuali difensive nell'uno contro uno". Alle 9:30 è previsto il raduno del partecipanti presso il campo sportivo comunale. Nella sessione mattutina lo staff di Ivan Zauli presenterà il metodo di allenamento, dopo la pausa pranzo i partecipanti lavoreranno insieme allo staff di Ivan Zauli e alla squadra Esordienti della Puri & Forti di Nuoro allenata dal mister Giuseppe Piredda. La manifestazione, fortemente voluta da universocalcio.com, che ha coinvolto la casa Editrice umbra per poter portare In Sardegna mister Zauli e il suo staff, sarà possibile anche grazie alla collaborazione dell'Irgolese calcio e il Comune del centro baroniese, in modo particolare dal vice sindaco, nonché assessore allo Sport, Mario Mula. Per info visionare il programma completo www.universocalcio.com . Per le iscrizioni, da completare rigorosamente on-line, telefonare allo 0785/5997310 o al 340/2894092.

 

 
 
 

CALCIO PROMOZIONE girone B

Post n°11238 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 26 gennaio 2015

La Macomerese mette al tappeto la Fanum Orosei

FANUM: Boccucci, Patteri A., Polizi, (60' Milia), Patteri M., Branchitta, Lai F., Manca, Fancello, Spina (60' Lai A.), Salis, Fois. A disposizione: Salis, Nanni, Porcu, Carroni. Allenatore: Dessolis.

MACOMERESE: Fanni, Ciardiello, Figu, Colombo F., Colombo M., Ruggiu, Santoru, Muscau, Sanna (88' Piras), Ledda, Scanu (80' Scarfò). A disposizione: Sotgiu, Cadoni, Casalunga, Cossu, Dettori. Allenatore Ciscusa.

ARBITRO: Satta di Ozieri, Dimaggio e Manca di Ozieri.

RETI: 92' Scarfò.

La Macomerese vince all'ultimo respiro e interrompe la striscia positiva della Fanum Orosei che da qualche partita si era ripresa ottimamente. Ieri non c'è stato nulla da fare, si è tornati a due mesi fa; i ragazzi di Franco Dessolis hanno sfiorato in più occasioni la marcatura ma non sono riusciti a metterla dentro, grazie anche a Fanni che in due occasioni si è superato. Una sconfitta immeritata per la Fanum che se non altro avrebbe meritato la spartizione della posta. Invece, quando sembrava che lo zero a zero sarebbe stato il risultato finale, mister Ciscusa toglie dal cilindro Scarfò in panchina per un infortunio, che prima del fischio finale s'inventa un diagonale che beffa Boccucci. E stata una bella partita, combattuta da entrambe le squadre che non si sono risparmiate proponendo in continuazione dei cambiamenti di fronte. Al 12' Fabrizio Lai coglie la traversa dalla lunga distanza, subito dopo lo stesso numero 7 oroseino mette sul chi vive Fanni. Al 19' tiro alto di Santoru. Al 23' diagonale di Sanna appena a lato della porta di Bocucci. Al 35' gran botta di Fabrizio Lai, Fanni con i pugni. Nella ripresa la Fanum prova a cambiare marcia. Al 10' azione corale che parte da Polizzi , la conclusione di Talanas e sbagliata. Al 18' tiro di Santoru respinta corta palla a Ledda che sbaglia tutto. Da questo momento la Fanum riprende il mano le redini del gioco e inizia a sfornare azioni. Precipitazione, imprecisione e un Fanni insuperabile bloccano il risultato sullo 0 a 0. Al 75' Macomerese in 10 per espulsione di Ledda. All'80' Colombo F. fa fare bella figura a Boccucci. Al 92' Scarfò scappa al controllo della difesa locale entra in area e dalla sinistra fa partire un raso terra che fulmina il numero uno della Fanum per lo zero a uno finale.

Nino Muggianu

da L’UNIONE SARDA di lunedì 26 gennaio 2015

0 - 1. Fanum battuta dalla Macomerese al 94' Scarfò ultimo tocco

Anche la Macomerese, passa sul campo della Fanum, segnando in piena zona Cesarini il gol di un colpaccio arrivato a sorpresa. La formazione di casa, pur evidenziando i molteplici problemi che la stanno relegando all'ultimo posto in classifica, ha comunque combattuto rendendosi pericolosa in numerose occasioni, ma senza riuscire a capitalizzare gli sforzi. E quando la gara sembrava ormai destinata verso un finale a reti inviolate, l'allenatore della Macomerese ha gettato nella mischia Scarfò, che poi è stato determinante per il successo ospite. Al 4' di recupero, il forte attaccante macomerese ha inventato un diagonale che non ha lasciato scampo a Boccucci. Quasi una beffa per i baroniesi, che sul piano del gioco avrebbero meritato se non altro, la spartizione dei punti.

Fabrizio  Ungredda

 
 
 

CALCIO SECONDA CATEGORIA Girone F

Post n°11237 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 26 gennaio 2015

SA TERZA BITTI – TUTTAVISTA 2 a 4

SA TERZA BITTI: Zori, Brundu, Marcialis (46' Giovanetti O.), Delogu G. M. (46' Pintus B.), Pintus G., Delogu A. (Giovanetti P. G.), Ruiu S., Carzedda A., Ruiu A,Giovanetti A., Lai R. All.: Giovanetti P.G.

TUTTAVISTA: Gambaiani, Vardeu (65' Saggia), Fronteddu, Loriga, Sotgiu, Sanna, Zola, Marras G., Marras A. (85' Rga), Contini, Marras P. All.: Mameli.

ARBITRO: Succu ..

RETI: 15', 85' e 92' Marras P., 25' Zola, 62' Giovanetti P.G., 80' Ruiu A.

Il Tuttavista è passato al Peddu Burrai mettendo sotto i padroni di casa per 4 a 2 a conclusione di una partita equilibrata solo nel gioco. Al 15' sono andati in vantaggio gli ospiti con Prospero Marras che ha approfittato di un errore della difesa. Al 25' arriva il raddoppio con Zola su mischia. I padroni di casa accorciano le distanze con Giovanetti con un bel tiro a fior di traversa. Per il pareggio ci pensa Arcangelo Ruiu con un tiro da fuori. Ma all'85' e al 92' va in rete il solito Prospero Marras ed è la condanna per i padroni di casa. Un pareggio sarebbe stato più equo.

Bernardo Asproni

da L’UNIONE SARDA di lunedì 26 gennaio 2015

Blitz del Tuttavista a Bitti. Prospero Marras è autore di una tripletta. Zola raddoppia al 31'. I bittesi rimontano ma nel finale vengono castigati.

 

 
 
 

CALCIO. TERZA CATEGORIA GIORNE D

Post n°11236 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino

IL CAMPIONATO HA OSSERVATO UN TURNO DI RIPOSO. RIPRENDERÀ L'8 FEBBRAIO

 
 
 

LOCULI. Agricoltura sociale e sviluppo convegno sulle prospettive

Post n°11235 pubblicato il 26 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di lunedì 26 gennaio 2015

Convegno dal titolo "Inclusione sociale, esperienze e prospettive di sviluppo" oggi dalle 10,30 presso la Fattoria didattica Funtan'arva. Il convegno è stato organizzato dalla coop sociale Baronia Verde di Irgoli, ed avrà come tema principale l'inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati attraverso progetti di agricoltura sociale. Durante l'evento verranno presentati diversi progetti di inclusione sociale in corso di realizzazione nel territorio. Al convegno, prenderanno parte importanti relatori trai quali Maria Ibba, direttrice generale dell'Agenzia Laore, Alfonso Pascale, uno dei principali esperti in materia di agricoltura sociale e presidente dell'Associazione "Rete fattorie sociali", ed il presidente di Confcooperative Federsolidarietà Sardegna Francesco Sanna. È prevista inoltre la partecipazione del segretario della Fondazione Milan onlus, Rocco Giorgianni. Concluderà il convegno l'intervento Daniela Forma, membro della Commissione sanità e politiche sociali del consiglio regionale.

 
 
 

Class action contro la Regione. Incarico a un legale perché tuteli i 14 Comuni della Baronia

Post n°11234 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di domenica 25 gennaio 2015


Si inasprisce la vertenza per il costo di smaltimento dei rifiuti imposto a Macomer

Da Galtellì, fino a Posada, passando tra i vari Comuni costieri e dell'interno, gli amministratori della Baronia si rivoltano contro quello che definiscono il perverso sistema dei continui aumenti dei costi di conferimento dei rifiuti imposti dal centro di raccolta e incenerimento di Macomer. I sindaci dei 14 paesi che fanno parte delle Unione dei comuni della valle del Cedrino e del Montalbo hanno annunciato ieri una class action contro la Regione che li obbliga a conferire a Tossilo, una degli impianti che, stando alla denuncia più volte riproposta nei mesi scorsi a vali livelli istituzionali, sarebbe tra i più costosi d'Italia.
DECISIONE FORMALE Entrambi gli organismi intermedi, infatti, hanno adottato due distinte delibere, approvate in tempi diversi, dando mandato all'avvocato Giovanna Angius di curare gli interessi delle comunità che sborsano un prezzo altissimo per lo smaltimento delle frazioni indifferenziate nell'inceneritore del Marghine. «Ci obbligano a conferire a Macomer dove paghiamo la bellezza di quasi 200 euro a tonnellata più Iva», dice Giovanni Porcu, sindaco di Irgoli, facendosi portavoce dei colleghi di tutta la valle del Cedrino e sottolineando che «a Olbia il costo è praticamente la metà».
RIVOLTA GENERALIZZATA La questione sta diventando esplosiva, perché i cittadini, a fronte di promesse fatte in passato di minori oneri per le comunità più virtuose nella raccolta differenziata, si ritrovano invece a dover fronteggiare cartelle sempre più pesanti. «Il problema sta nel fatto che le nostre popolazioni se la prendono con noi primi cittadini - aggiunge Michele Deserra, sindaco di Orune e presidente dell'Unione dei Comuni del Montalbo, di cui fanno parte le amministrazioni locali di tutta l'alta Baronia - per degli aumenti che vengono decisi sistematicamente a Cagliari, contro la nostra stessa volontà».
RISARCIMENTO Secondo i sindaci ormai la situazione è insostenibile anche per la grave crisi economica che da troppi anni sta colpendo l'intero territorio. Tra gli esempi più eclatanti della tensione crescente che sta coinvolgendo cittadini e amministratori del nuorese, il dilagare della protesta dei contribuenti di Siniscola, ma anche la clamorosa decisione del sindaco di Bolotana Francesco Manconi di rimettere nelle mani del prefetto di Nuoro il suo incarico di primo cittadino. Anche a Nuoro gli amministratori hanno più volte denunciato il costo obbligatorio dello smaltimento a Tossilo come una causa delle stangate sui cittadini.
TARIFFA UNICA Il problema si risolverebbe con un costo regionale, come per l'acqua potabile. «Non siamo comunque più disposti a sottostare a delle regole incomprensibili che danneggiano le nostre famiglie, mettendo a dura prova anche i rapporti tra amministratori comunali e cittadinanza - spiega ancora Deserra - e quindi chiediamo che la Regione se non altro si accolli la differenza dei costi di conferimento che si registrano tra Macomer e Olbia».

Fabrizio Ungredda

 
 
 

«Acqua, conguagli fuori legge»

Post n°11233 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di domenica 25 gennaio 2015

ABBANOA. «Acqua, conguagli fuori legge»

Il Consiglio di Stato ha stabilito che i canoni idrici retroattivi sono illegittimi

L'Adiconsum: l'ultimo balzello è vergognoso, combatteremo

Prima il Tar della Sardegna, poi il Consiglio di Stato, hanno stabilito che i canoni idrici retroattivi sono illegittimi. Le sentenze sono del 2007, e oggi diventano arma e grido di battaglia - nell'Isola e anche in molte altre parti d'Italia - delle associazioni di consumatori che dicono basta alla continua richiesta di soldi alle famiglie da parte delle società che gestiscono l'acqua.
«È vergognoso che Abbanoa si comporti così: vessazioni di ogni tipo, scarsissima qualità del servizio, bollette pazze, decine di paesi senza acqua potabile, tariffe astronomiche e balzelli vari, come il deposito cauzionale e i conguagli», sottolinea Giorgio Vargiu che, con l'Adiconsum e i suoi legali, sta preparando le contromosse all'ultima odiosa stangata annunciata nei giorni scorsi. «Ma è ancora più vergognoso che la lascino fare: dov'è la politica, soprattutto quella regionale? Dove sono le Procure? Dov'è la Corte dei conti? Dov'è l'Osservatorio per i servizi pubblici locali?», aggiunge.
Spiega Vargiu: «Negli anni che vanno dal 2005 al 2011 hanno speso più di quanto hanno incassato, avevano fatto male i calcoli perché si erano basati su dati errati e inoltre, in moltissimi casi, non hanno proprio fatturato. Ora vogliono che gli utenti paghino per tutto. Questo è un abuso di potere, dell'Autorità nazionale che chiede le «partite pregresse» agli enti d'ambito e agli altri soggetti competenti nel Paese, e della Gestione commissariale straordinaria della Sardegna (l'ex Ato), nel nostro caso, che si adegua».
La vicenda è nota, e non sta facendo dormire sonni tranquilli ai sardi. Dopo che due mesi fa Abbanoa ha chiesto ai suoi clienti (famiglie, imprese, enti pubblici, parrocchie, ma poi enti pubblici e parrocchie sono stati graziati e sono rimaste soltanto le famiglie e le imprese) un deposito cauzionale di 55 euro o, in alternativa, la domiciliazione bancaria delle bollette, ecco in arrivo un'altra brutta botta. Le «partite pregresse», appunto. In media: 151 euro a utenza.
La fattura arriverà entro gennaio e dovrà essere saldata entro marzo a Cagliari e Sassari e entro aprile negli altri comuni sardi, con possibilità di suddivisione in otto rate, una al mese. Questi conguagli regolatori - sostiene Abbanoa - «non sono riferiti a consumi fatturati in anni precedenti», ma «spettano al gestore per il periodo precedente il trasferimento delle competenze all'Autorità nazionale per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, sono decisi da quest'ultimo, e derivano dalla necessità di assicurare la copertura di partite di costo sorte nel passato». Mah. Come se facesse qualche differenza per la gente tartassata.
Il fatto è - continua Abbanoa - che questa situazione di deficit è frutto «di una tariffa artificiosamente inferiore rispetto alla media nazionale, che non riusciva a coprire nemmeno i costi di gestione (figurarsi gli investimenti)». E infatti per il 2015 la tariffa è stata già rivista al rialzo del 4,8%. Poi, il 30 giugno 2014, i soggetti competenti hanno determinato - come dice l'Authority - «la quantificazione dei disallineamenti tra costi ammissibili revisionati e proventi tariffari fino a tutto il 2011». E per quanto riguarda la Sardegna, il «disallineamento» ammonta a 106 milioni di euro. Una media di 151 euro a utenza, da pagare improrogabilmente entro l'anno.
«Stanno violando la legge», insiste l'Adiconsum, «vanno contro le sentenze dei giudici amministrativi con delibere dell'Autorità». Un'Autorità che nel suo Piano strategico si impegna a definire «una tariffa sociale per garantire l'accesso universale all'acqua, condizioni agevolate per gli utenti domestici con disagio economico, strumenti contrattuali per la tutela degli utenti, misure per garantire un livello minimo di fornitura anche a chi non è in regola con i pagamenti». Evidentemente soltanto parole.
Gli indipendentisti del Fronte Unidu, partendo da Sassari, stanno promuovendo una class action contro Abbanoa, chiedendo l'azzeramento per incapacità dell'intera dirigenza. D'altronde, «la società esiste da 10 anni e qualcuno dovrebbe pur prendersi la responsabilità di un sistema di infrastrutture da terzo mondo», oltre che di errori, ritardi e salassi a scoppio ritardato.

Cristina Cossu

 
 
 

GALTELLÌ. Bando del Comune per l'assegnazione alloggi dell'Area

Post n°11232 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di domenica 25 gennaio 2015


Il comune di Galtelli informa i cittadini che è in pubblicazione il bando di concorso per l'assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica redatto secondo la procedura prevista dalla Legge Regionale numero 13. Il concorso si rivolge alla generalità dei cittadini e alle categorie speciali, anziani, giovani coppie e handicappati. Il modulo di domanda è disponibile presso il comune di Galtelli oppure scaricabile dal sito istituzionale.

Nino Muggianu

 
 
 

Loculi, domani convegno: Inclusione sociale

Post n°11231 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di domenica 25 gennaio 2015


 “Inclusione sociale, esperienze e prospettive di sviluppo” è il tema dell'incontro organizzato domani alle 10.30 nella fattoria didattica Funtan'arva a Loculi. L'iniziativa è organizzata da Regione, dipartimento Politiche antidroga della Presidenza del Consiglio, Laore, Confcooperative, Gal Nuorese Baronia, Fondazione Milan onlus con il patrocinio del presidente del Consiglio regionale. Intervengono Maria Ibba, Salvatore Soru, Rocco Giorgianni, Francesco Sanna, Alfonso Pascale, Daniela Forma. Gli operatori di fattorie e cooperative sociali presentano i progetti di inclusione sociale in atto nel territorio. Prevista anche l'inaugurazione della serra garden realizzata con il contributo della Fondazione Milan onlus. Per informazioni Baronia Verde, telefono 347-0468192 e 347-1398025 mail baronia.verde@libero.it

 
 
 

LOCULI. Inclusione sociale un incontro

Post n°11230 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di domenica 25 gennaio 2015


"Inclusione sociale, esperienze e prospettive di sviluppo" è il tema dell'incontro che si terrà domani alle 10,30 nella fattoria didattica Funtan'Arva. Diversi gli interventi in programma. La conclusione dei lavori è affidata a Daniela Forma componente della Commissione sanità della Regione.

Nino Muggianu

 
 
 

OROSEI. Bike sharing, la nuova scommessa

Post n°11229 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di domenica 25 gennaio 2015


Mobilità sostenibile a disposizione dei cittadini e dei turisti

Il 2015 sarà finalmente l'anno del "bike sharing", il nuovissimo servizio che il comune di Orosei offrirà ai suoi cittadini e ai turisti che sceglieranno il centro costiero baroniese per trascorrere le proprie vacanze: potranno noleggiare una bici elettrica e girare per il territorio. Un'opportunità in più che non potrà che far piacere agli amanti della natura. Otto bici elettriche saranno a disposizione subito dopo le festività di Pasqua. «Si tratta - spiega il sindaco Franco Mula - di un'iniziativa che è all'interno di un progetto più ampio che comprende diversi comuni. Bando "Tott'Unu" di una rete di comuni che avevamo vinto». Otto comuni che si sono spartiti un grosso finanziamento e all'interno di questo era previsto anche una serie di iniziative sulla sostenibilità ambientale. «Siamo partiti con un modulo di otto bici elettriche che sicuramente quest'anno metteremo in funzione - aggiunge Mula - Ormai siamo pronti a partire». Il finanziamento, in totale, era di 5 milioni di euro che prevedeva, il restauro di immobili, le bici elettriche e l'installazione di cartellonistica turistica, nonchè un piano di promozione di eventi. «A noi sono arrivati circa 600mila euro - continua il primo cittadino - stessa cifra è andata agli altri otto comuni che hanno aderito al progetto. All'interno del nostro progetto, per le bici sono stati destinati 35mila euro. Le bici sono già arrivate. Sarà un servizio ulteriore non solo per i cittadini ma anche per i turisti. Daremo la competenza alla Pro loco».

Nino Muggianu

 

 
 
 

OROSEI. Riaperta la chiesa. Ieri falò per San Sebastiano

Post n°11228 pubblicato il 25 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di domenica 25 gennaio 2015


Immagine tratta dal profilo Facebook di Anna Pitalis

Ieri in occasione del grande falò in onore di San Sebastiano, i parrocchiani di Orosei si sono riappropriati della chiesa dedicata al santo martire, chiusa da oltre un anno per dei lavori di restauro. L'opera finanziata con 100 mila euro messi a disposizione dalla giunta regionale, quando a governare l'Isola c'era ancora il presidente Ugo Cappellacci, è servita a ridare lustro alle bellezze interne del santuario. Ieri pomeriggio dopo la messa officiata dal parroco, don Giuseppe Corraine, i devoti del santo hanno potuto effettuare i tradizionali tre giri intorno alla chiesa, prima che la pila di frasche, allestita nella piazza antistante la chiesa di San Giacomo, situata proprio di fronte a quella di San Sebastiano, venisse data alle fiamme in un clima di grande festa.  «A proposito di interventi per tutelare i nostri luoghi sacri a breve - annuncia il sindaco Franco Mula - inizieranno anche i lavori per il rifacimento della facciata della chiesa parrocchiale per la quale la Regione ha concesso al comune di Orosei un finanziamento di 80 mila euro».


Immagine tratta dal profilo Facebook di Anna Pitalis

Fabrizio Ungredda

 
 
 

LOCULI. Gioventù baroniese nelle foto di "Sa domo de sas artes"

Post n°11227 pubblicato il 24 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 24 gennaio 2015

"Pitzinnos de Baronia" è il titolo della mostra dell'Archivio Fotografico Popolare che verrà inaugurata oggi nei locali dei Sa domo de sas artes e de sos mestieris, in via Pietro Maroncelli a Loculi. Cerimonia che si terrà alle 17. La mostra che raccoglie gli scatti che riguardano i giovani delle Bassa Baronia resterà aperta il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e giovedì dalle 15,30 alle 19,30. L'ingresso è libero. L'iniziativa dell'Archivio Fotografico Popolare è stata sposata dalla giunta comunale guidata dal sindaco Vincenzo Secci che di buon grado ha voluto ospitare l'importante esposizione che richiamerà curiosi da tutto il territorio. «Gli anni Quaranta e gli anni della guerra, sono stati un periodo di transizione; mentre è dagli anni Cinquanta e Sessanta che, a pari passo con il boom economico, anche da noi, in Sardegna, nell'entroterra e in Baronia si sviluppa una passione che andrà a formare un esercito di fotoamatori armati di piccole reflex giapponesi, tedesche, americane e sovietiche» ha spiegato Gigi Murru che ha curato la mostra e che ha fatto una ricostruzione storica delle fotografia in Baronia.

Nino Muggianu

 

 
 
 

Orosei festeggia San Sebastiano

Post n°11226 pubblicato il 24 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 24 gennaio 2015


Le Immagine del falò e della statua
sono tratta dal profilo Facebook di Anna Pitalis

Accensione del falò nella piazza della chiesa omonima fresca di restauro

Oggi si accenderà il fuoco in onore di San Sebastiano. Per l'occasione si terrà l'inaugurazione dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza effettuati di recente dall'amministrazione comunale nella chiesetta omonima. Si comincia alle 17 con la celebrazione della messa e seguirà la benedizione e l'accensione del fuoco, la distribuzione dei pani benedetti e l'invito a tutti i presenti da parte del priore, Susanna Pollini e dell'apposito comitato. La bellissima chiesa è situata in pieno centro storico in una delle zone più belle di Orosei. Nella piazza, un paio di giorni prima vengono accumulate le frasche e il rosmarino trasportate dai fedeli con i trattori. Il tutto poi viene sistemato attorno a "su pirone", una sorta di palo in cima al quale vien fissata una grande croce con le arance. L'accensione, così come per il fuoco di sant'Antonio, verrà fatta del sacerdote all'uscita della messa. A quel punto è il momento del rito dei classici tre giri propiziatori intorno al falò. Il sacerdote è seguito dai priori che portano in spalla la statua di San Sebastiano e dei componenti delle tre confraternite del paese, Sas Animas, Santa Rughe e Su Rosariu. I priori e i componenti del comitato offrono ai presenti il dolce tipico e immancabile bicchiere di vino novello. E tradizione raccogliere piccoli rami di rosmarino benedetto, che un tempo venivano portati anche nelle campagne come buon auspicio per una buona raccolta. Oggi si tengono in un vaso dove resteranno, quale segno di fede nel Santo, fino al Su Ocu dell'anno successivo. Sarà anche l'occasione per tutti, ammirare l'opera di recupero e messa in sicurezza che è stata fatta dal Comune nella chiesa di S. Sebastiano. «Un intervento importante di 100mila euro che avevo avuto dalla Giunta Cappellacci» dice orgoglioso il sindaco.

Nino Muggianu

 

 
 
 

Pallacanestro Orosei

Post n°11225 pubblicato il 24 Gennaio 2015 da valledelcedrino

Campionato Reg.le Under 13 Zona NU/SS 2^ di ritorno:

Pallacanestro Orosei vs Le Pleiadi Macomer
sabato 24-1-2015 h.16,30 - Palestra Comunale via Verdi Orosei
 

Campionati Interprovinciali Nuoro-Ogliastra Minibasket :
domenica 25-1-2015 h. 9 . Palestra Comunale via Verdi Orosei
Pallacanestro Orosei vs Mammut Mamoiada
h.9 Aquilotti (2004-05) h.10 Esordienti (2003-04-05)

Campionato Reg.le Under 14 Zona NU/SS 9^ di andata :
Pallacanestro Orosei vs Nuova Pallacanestro Sorso
domenica 25-1-2015 h.11,30 - Palestra Comunale via Verdi Orosei


IL GRANDE SPETTACOLO DEL BASKET CONTINUA CON UNA DUE GIORNI TUTTA IN CASA, VI ASPETTIAMO NUMEROSI A SOSTENERE I COLORI GIALLOBLU', FORZA OROSEI !!

 

 
 
 

OROSEI. Smarrito un gatto

Post n°11224 pubblicato il 24 Gennaio 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 24 gennaio 2015


Foto indicativa da Internet

Un gatto bianco a macchie colar caffè sul muso e sulla coda è sparito da oltre una settimana. I padroncini sono disperati. Si chiama Barto. Se qualcuno lo avesse visto può telefonare al 3492974171

Nino Muggianu

 

 
 
 
Successivi »
 
 






 

INSTALLATO

14 marzo 2011

 

ULTIMI COMMENTI

SALVATORE NANNI: POETA.

 

I COMMENTI DI SPORT.

 

E-MAIL

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

Scudo della Rete

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog